"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)
Visualizzazione post con etichetta Dolci al cucchiaio. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Dolci al cucchiaio. Mostra tutti i post

giovedì 14 agosto 2014

Tiramisù con uova pastorizzate, senza se e senza ma. Un classico della Pasticceria Italiana! E buon Ferragosto!



Ma secondo voi, un blog che si rispetti, può non avere tra la lista di ricette il classico dei classici della Pasticceria Italiana? Direi di no, eppure dopo 6 anni (manca poco al compliblog!) ancora non mi ero decisa a fare il Tiramisù!
Io naturalmente intendo quello classico, fatto con i savoiardi, il mascarpone, il caffè e le uova. Niente altri ingredienti come ricotta, pavesini, pesche, fragole ecc ecc che con il Tiramisù non hanno niente a che fare. Cioè, sono buonissimi eh però il Tiramisù è solo quello con il caffè, gli altri sono dolci al cucchiaio da chiamare con altri nomi! Scherzi a parte, come altri dolci classici non si toccano, uguale deve essere per questo.
Ma allora vi chiederete, perchè ancora non l'avevo fatto? Lo confesso la cosa che mi ha sempre fermato è la componente uova crude. Se posso evitare di utilizzarle preferisco, perchè il rischio salmonellosi è sempre in agguato e meglio non rischiare.


martedì 5 agosto 2014

Crumble di Pesche all'Amaretto ... ci vorrebbe una cucina grande o una grande cucina?


Voi direte: questa è matta, con il caldo che fa io manco morta accendo il forno per fare sti cosi qua alla pesca!"
Ed in effetti avete anche ragione, in qualche posto sarà caldo, ci sarà il sole, sarete in vacanza o in piscina o comunque non avrete certo la voglia di accendere un forno.
Io l'idea ce l'avrei per non soffrire tanto  e sarebbe quella di avere un fornetto di quelli piccini che si scaldano in 5 minuti ed in altrettanti si raffreddano con il risultato di avere comunque qualcosa di cotto senza soffrire troppo.
C'è però un problema..


giovedì 3 ottobre 2013

CAKE au COCO ...come resistere a questa tentazione? è pure gluten free!!



Erano i primi di Agosto se non sbaglio uno dei fine settimana più caldi di tutta l'estate. La domenica eravamo sui 40° e qui a dire la verità non ci siamo molto abituati e men che meno loro. Nonostante le temperature abbiamo ricevuto una visita molto piacevole, improvvisa e graditissima.

Degli amici dalla Svizzera che non vedevamo da anni (forse 10 o più) hanno deciso di fare una "scappata" e venire a trovarci! Stephane amico d'infanzia di Antonello (lui è nato a Verbier ed ha vissuto in un paese vicino per 14 anni), la moglie Myrta ed i loro figli ormai ventenni hanno deciso che se Maometto non va alla montagna (e che montagna!!), la montagna va da Maometto!

Piacevolissima compagnia all'insegna dei ricordi, delle risate, delle chiacchiere e qualche strafalcione (mio) in francese! Bello vedere che ci sono delle amicizie che durano per anni nonostante la lontananza ed il fatto che ci si vede poco!

Tra una pizza, una birra, un bicchiere di vino (olèè!!) ed un gelato seduti attorno ad un tavolo parlando del più  del meno tra donne naturalmente si va a finire di parlare di cucina. Meno male che Myrta  parla molto bene l'Italiano a differenza di me che sono una somara in francese! Chissà come mai però questo argomento alla fine riunisce tutte le lingue.. ahah!

venerdì 23 novembre 2012

Pere cotte a vapore con cioccolato e cannella




     Da qualche tempo sto scoprendo la cottura a vapore. In casa nostra diciamo che non se ne è mai fatta e perciò per me è un mondo nuovo. Un mondo stupendo che sorprende ogni giorno con tutte le preparazioni. Le verdure mantengono i colori ed il sapore, carne e pesce non necessitano di sale né condimenti vari e la frutta...Beh..la frutta è buonissima.
      Da molto tempo non preparavo le pere con la cioccolata, le faceva sempre mia mamma ma ora che lei non cucina più era stata accantonata come preparazione invernale. Niente di meglio che provare a cuocere le pere a vapore nella pentola Vitalis della WMF.
      Già vi avevo proposto la Créme Brulé ed il Salmone aromatico, oggi una semplice ricetta che però può essere un'idea per chi non la conosce. Inoltre quello che sorprende è che le pere sanno veramente di pere e con il cioccolato si sente perfettamente luno e l'altra distinti..Favolose!


venerdì 12 ottobre 2012

Crème Brulé al Caffè cotta al vapore in 20 minuti!!!




Sto decisamente scoprendo la cucina a vapore e non solo per quel che riguarda i salati come ad esempio il Salmone del post precedente ma anche per i dolci. Ovvio non ci si può cuocere una crostata ma giocando di fantasia qualcosa esce. Ho intenzione di provare un bel po' di cose con la mia Vitalis e la prossima settimana ho già in mente qualcosa.
Ho voluto provare la Crème Brulé, confesso che ho fatto vari tentativi ed i primi come risultato ho ottenuto delle simil frittate in coppetta. ORRORE!!! Ma vista la mia testaccia dura ho ritentato ed è venuta bene..anzi, più che bene tanto che ve la voglio proporre. In realtà non andrebbe messo l'amido ma visto il tipo di cottura diverso ed a temperatura inferiore rispetto al forno ho notato che viene molto meglio.
Si prepara in 5 minuti forse meno e con 20 minuti di cottura è pronta, quindi se arrivano degli ospiti inattesi in poco tempo potrete deliziarli con un dolcetto lasciandoli a bocca aperta.
Qualcuno dirà..ah sì, è una crema Catalana...ed invece no la differenza è enorme, ora vi spiego.
Dunque la differenza sta nel fatto che la Crema Catalana viene cotta in pentola (tipo una pasticcera per capirci) poi messa nelle cocottine.Gli ingredienti base sono zucchero, tuorli amido e latte più aromi vari (l'originale sarebbe con la cannella)
La Crème Brulè invece è a base di tuorli, zucchero e PANNA e va cotta direttamente nelle cocottine a bagnomaria nel forno. 
La prima viene raffreddata in frigo per qualche ora prima di essere servita la seconda invece si offre tiepida. Vanno cosparse entrambi di uno strato di zucchero e poi passate al grill o bruciate con l'apposito cannello..

Créme Brulé al Caffè


Ingredienti per 4 cocottine:

4 tuorli
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiaini di amido di mais
1 cucchiaino da thè circa di caffè solubile o meglio cappuccino solubile
200 ml di panna fresca
50 ml di latte
zucchero di canna

Mescolate i tuorli con lo zucchero e l'amido. Non serve montarli basta solo che siano amalgamati. Sciogliete bene il caffè nel latte, unite alla panna e versate a filo sui tuorli sempre mescolando. Potete fare tutto con una frustina.

Dividete in 4 cocottine e coprite bene con della pellicola. Questo passaggio è molto importante, assicuratevi che non passi aria altrimenti il vapore rovinerà la vostra crema.

Cuocete a vapore per 20 minuti. Nella Vitalis ad 80°.
Togliete le cocottine dalla pentola e dopo qualche minuto eliminate la pellicola. lasciare raffreddare un po',cospargete con zucchero di canna e bruciate con l'apposito cannello. nel caso non ce l'aveste passate al grill per qualche minuto.
Nel caso voleste servirle fredde potete lasciarle raffreddare senza togliere la pellicola e metterle in frigorifero. Al momento di servirle basterà caramellizzarle. Lo zucchero caldo contrasterà con la crema fredda anche se io personalmente la preferisco tiepida.


Vi è piaciuta l'idea?? non serve nemmeno accendere il forno..

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


giovedì 23 agosto 2012

Gelato al Capuccino - Capuccino Ice Cream



       Ma poi si dice CAPUCCINO o CAPPUCCINO?? Ho cercato in varie fonti ma alcune riportano capuccino altre cappuccino. Mi capita ogni tanto di ritrovarmi davanti a questi dubbi ortografici e non sono contenta se non so come si scrive esattamente. Ad esempio finche o finchè?? anche qui riportano le due versioni..ehi..decidetevi!!
     Or dunque..riccomi qui da voi, si ricomincia e sono davvero contenta di stare qui, mi siete mancati!! Vi propongo l'antipasto..OPS!! intendevo il Gelato, o meglio vi propongo la prima ricetta che darà inizio alla nuova stagione. 

venerdì 27 luglio 2012

Real Milk Ice Cream ossia Gelato al Fiordilatte e Buone Vacanze!!




Eccoci qui con un nuovo Gelato..lo so che vi piace e che in questo periodo si gusta più che volentieri.
Dunque ricollegandomi a quello pubblicato nei giorni scorsi continuo con l'utilizzo della gomma di guar. devo proprio dire che mi piace, il gelato viene cremoso e piacevole al palato.
Non si scioglie come gli altri casalinghi che da impietriti diventano liquidi ma si ammorbidisce al punto giusto.
Ovviamente come qualsiasi gelato artigianale una volta tolto dal freezer non è morbidissimo ma dopo un pò è perfetto!
Questa volta ho scelto quello che a mio avviso è il gusto più buono, quello di base che sa di latte o meglio di Panna.. Ho utilizzato lo zucchero di canna ed infatti non è bianco ma vi assicuro che è di un buono incredibile!

La ricetta è sempre presa da "Cucina Naturale" ovviamente modificata secondo le mie esigenze.

La gomma di guar andrebbe miscelata a qualcosa di secco ma in questo caso non è possibile quindi ho utilizzato dello zucchero a velo.(Si trova nei negozi Bio)

Probabilmente molti di voi saranno quasi pronti a partire, penso che mi fermerò anch'io per un po', non devo partire ma sono stanca ed ho voglia di rilassarmi. 
Prossimamente deciderò anche di pubblicare dei piatti salati, non posso sempre andare di dolci e poi vorrei cercare di perdere qualche chiletto. Quindi via ai piatti buoni e genuini!

Con l'augurio che passiate delle buone vacanze vi lascio con la ricetta nel caso voleste provarlo.
E se lo provate fatemelo sapere!!



lunedì 23 luglio 2012

Honey Vanilla and Yogurt Ice Cream - Un gelato naturale!



Eccomi qui con un post nuovo, confesso che ultimamente sono un pò in difficoltà, fa caldo e non ho voglia di accendere il forno, devo seguire altre cose che sono in ballo e dovrei pure dimagrire un pò..ma non potevo appassionarmi a qualcosa di diverso?? ad esempio il jogging...sai che fisico da bella figheira avrei!! sempre in piena forma..altro che adesso che dopo 3 gradini mi devo fermare per tirare il fiato..sarà anche il caldo ma caspita..nun se po'!!!
Comunque sia, ultimamente mi piace una rivista di cucina naturale e spesso ci trovo anche delle belle idee..peccato che spesso tali rimangano visto la gente che ho qui in casa!!..Nell'ultimo numero però ho trovato alcune ricette di gelati e la voglia di provarci è stata subito tanta..non fosse che per un ingrediente che non conoscevo..cioè sapevo che c'era ma non l'avevo mai usato..Ovviamente è iniziata la ricerca invana di questa cosa..la Farina di Carrube.. Ho quindi deciso di prendere la gomma di guar..non sapete cos'è..nemmeno io fino a qualche giorno fa...
Dunque vi spiego un po'!!
La Farina di semi di carrube come la Gomma di guar è un addensante ricavato da piante che fanno parte delle leguminose..A riguardo si possono trovare molti articoli esplicativi. Sono quindi naturali. La loro caratteristica è quella di rendere cremosi i gelati, di addensarli e fare in modo che si sciolgano con meno velocità. Proprio la catteristica che ricercavo nei gelati casalinghi.  
Si trovano nei negozi bio o equosolidali.
Bisogna però fare attenzione alla quantità che si mette, ne serve davvero poca, pena ritrovarsi con un gelato che sembra colla da carta di parati!! Inoltre diciamo che questa cosa addensante non fa nemmeno molto bene allo stomaco quindi occhio alla quantità..Un errore che ho commesso anch'io mettendo la dose scritta con metà degli altri ingredienti..a volte la fretta e le distrazioni sono davvero terribili!!
In questo gelato che ho leggermente modificato troviamo lo yogurt, il miele al posto dello zucchero e Vaniglia Bourbon in polvere... Un gusto effettivamente insolito, ma che può essere tranquillamente la base per altre varianti! Confesso che non amo il miele, quindi per avere un giudizio più credibile l'ho fatto assaggiare a chi invece lo adora ed il giudizio è stato più che positivo visto che ha affrontato il caldo e se l'è portato via tutto!!!


mercoledì 4 luglio 2012

Il Sorbetto Gelato che diventa GELETTO al Limone e Yogurt senza grassi!! Anche senza gelatiera!!



Lo so che in questi giorni è un problema comune ma io decisamente non ho voglia di fare un tubo.
Anche scrivere questo post mi sembra faticoso, la mente è quasi bloccata e non spiccico pensieri!
Però questa bontà di Sorbetto al Limone non posso non proporvela..!! Sì perchè è freschissima e pure senza grassi, dissetante e golosa. E un incrocio tra un sorbetto ed un gelato io l'avrei chiamato "GELETTO" che dite? ho coniato un nuovo termine?..
Beh voi chiamatelo come volete..oppure gustatelo e basta..e non è finita perchè nei prossimi giorni lo userò per fare un'altra cosa, quindi voi fatelo così poi sarà pronto per la prossima ricetta.

Io ho usato la gelatiera ma se non ce l'avete lo potete fare lo stesso. La ricetta è presa da un fantastico librone che ho comprato un paio di anni fa alla modica cifra di 10 euro..insomma un affare!!


martedì 26 giugno 2012

Semifreddo Menta e Cioccolato o After Eight per una fresca estate!!




In questi bollenti giorni l'unico argomento che si sente in giro è il caldo..tutti a lamentarsi che si soffoca, che si muore, che si boccheggia!! Ma se fino all'altro giorno faceva freddo e tutti a lagnarsi che non arrivava l'estate!! Insomma il discorso è che non siamo mai contenti..qualunque sia la situazione vorremmo il contrario...dal canto mio posso dire che mi piace l'inverno solo per la neve ma odio il freddo!! quindi ora anche se soffro anch'io per le alte temperature me ne sto zitta perchè preferisco questo ai maglioni, sciarpone cappotti e stivaloni!! E poi è così breve l'estate che per un pò si può anche soffrire!!
I migliori rimedi sono quelli di consumare cibi freschi, gelati, ghiaccioli ecc..allora vi lascio anche questo..
Da molto ne volevo fare uno ma io devo aspettare ispirazione e poi parto..detto fatto mi è scattato il pallino giusto e l'ho preparato..facile e veloce ma altrettanto buono e goloso..
E poi è decisamente adatto a questo blog o no???
Ora voglio vedere in quanti lo proverete..ah tra 2 mesi sarà il mio 4° blog anniversario e sto pensando a qualcosa di particolare..vedrete!!

venerdì 8 giugno 2012

Clafoutis di ciliegie al kirsch, pistacchi e mandorle.. e già che ci siamo... Buon fine settimana!!

Adoro questo periodo perchè c'è una gran scelta di frutta e verdura..Ciliegie, Pesche, Nettarine, albicocche.. Ne comprerei un'infinità e mangerei solo quelle. Peccato che i costi siano un pò...esagerati. Mercoledì ad esempio ho comprato 1 chilo di pesche ed 1 chilo di ciliegie..belle per carità, ma ho speso 8.30 €..non vi sembrano tanti?..a me sì, decisamente! Fatto sta che mi adatto e cerco con parsimonia di preparare comunque qualche dolce. 
Non ho risparmiato invece per fare questo Clafoutis favoloso..e sono contenta di averlo fatto perchè mi è piaciuto molto. 
L'ho servito tiepido con una generosa porzione di gelato fiordilatte sopra..e non dico altro!
Il Kirsch è perfetto in quanto è un distillato di ciliegie ed il suo profumo mi piace molto.. mandorle e pistacchi hanno fatto il resto.
Scegliete delle belle ciliegie mature e dolci, i duroni sarebbero perfetti.
La ricetta base l'ho presa dal libricino di Sale&Pepe "Dolci di Primavera" ovviamente stravolta..

CLAFOUTIS DI CILIEGIE AL KIRSCH 
PISTACCHI E MANDORLE
Ingredienti:
600 gr di ciliegie dolci e mature
50 gr di pistacchi
50 gr di mandorle (o farina di mandorle)
130 gr di farina 00
1 pizzico di sale
100 gr di zucchero semolato
2 cucchiaini di zucchero vanigliato
50 gr di burro
2 Cucchiai di Kirsch
3 uova
350 gr di latte 
mandorle a lamelle (facoltative)
Tritare finemente pistacchi e mandorle e mescolarli assieme.
Lavare le ciliegie e denocciolarle, disporle sul fondo di uno stampo in ceramica imburrato di 26 cm di diametro. In realtà la tradizione vorrebbe che non si togliessero i noccioli, ma è meglio evitare di rompere qualche dente agli ospiti di questi tempi...
Fondere il burro a fuoco basso e lasciarlo raffreddare.
Mescolare in una ciotola la farina, pistacchi e mandorle, lo zucchero, il sale, lo zucchero vanigliato quindi unire un uovo intero. Incorporarlo al composto e poi aggiungere 2 tuorli ed il kirsch..il latte ed il burro fuso.. Mescolare bene fino ad ottenere una pastella liscia.
Montare a neve ferma gli albumi con un cucchiaino di zucchero quindi unirli alla pastella in 3-4 volte mescolando delicatamente con una frusta. 
Versare il tutto sulle ciliegie, cospargere se si vuole le mandorle a lamelle ed infornare a 180° per 15 minuti. Poi abbassare a 150° e cuocere per altri 20 minuti circa..La superficie deve diventare gonfia e dorata..
Sfornare e dopo un pò cospargere di zucchero a velo. Tenderà a sgonfiarsi, è normale.
Si può servire tiepido o freddo. Ottimo con una pallina di gelato al fiordilatte..
Con questo dolce tipico francese vi auguro un buon fine settimana!!!
 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


giovedì 12 aprile 2012

Mousse al Cioccolato...e torna il sorriso!




A dire la verità 10 anni fa quando ho frequentato i primi corsi di Pasticceria ho imparato a fare una fantastica Mousse al Cioccolato!! Giuro che se cominci a mangiarla non ti fermi più. Questa prevede i tuorli che vanno pastorizzati quindi ci vuole un pò di tempo! A volte però si è alla ricerca di qualcosa di stragoloso ma nello stesso tempo anche facile e veloce. Ecco che sfogliando molti dei libri che mi ritrovo ho trovato questa.. Facile, veloce e goduriosa. sono sicura che vi piacerà!

giovedì 6 ottobre 2011

Cocottine di Crème Brulé al Timo Arancio e qualche chiacchiera....



Avete visto Masterchef ieri sera?..io sì, e devo dire che dopo l' inizio deludente della prima puntata, sono riuscita a guardarlo anche se alcune cose si potevano evitare..! ma si sa, per lo spettacolo questo ed altro..Generalmente non parlo di politica, di trasmissioni od altro sul generis, ma direi che essendo io una foodblogger non potevo non accennare a questa cosa..Ovviamente i miei sono commenti da spettatrice, non certo da chef o da grande esperta..! 
Confesso che la prima puntata, quella della scelta dei partecipanti non mi era piaciuta per niente, troppa scena, troppo finto ed inoltre ci sarebbe da dire qualcosa su alcune scelte..fatte più per il personaggio che non per le capacità effettive... Sono dell'idea che se si cerca uno Chef non professionista si dovrebbe decidere tra coloro che dimostrano di avere le mani in pasta, e non perchè portano la famiglia appresso, o perchè sono nobili, o per altri motivi che non c'entrano con la cucina..Ditemi un pò se "il montanaro" ad esempio era da prendere! Sinceramente, mi vergognavo per lui, manco l'Italiano sapeva parlare..!
La prima puntata invece mi è piaciuta anche se questa volta alcune cose sono state esagerate e la voglia di vedere anche la puntata successiva è rimasta.
Ieri sera mi son divertita, la sfida sull'Andrea Doria è stata veramente carina e le personalità dei concorrenti in linea di massima sono uscite...
Si è visto veramente la rivalità tra di loro..altro che baci ed abbracci!!..Da parte dei giudici non sono mancate scene da teatro come il lancio del piatto o alcuni commenti poco felici. Concordo sul fatto che quello che ha fatto il risotto non l'ha salato per dimenticanza e non per compensare con il lardo (come ha detto Barbieri)..ma si sa, il giudizio alla fine è del giudice e lì, se sei un preferito ti salvi!..Poi, la squadra perdente della sfida sulla nave doveva superare una prova in cui un concorrente per volta doveva riconoscere i 20 ingredienti di una zuppa di pesce. Alcuni si sono salvati dicendo SOLO 5 di questi compresi olio e sale..Ma scusate, è ovvio che servono olio e sale, c'era bisogno di metterli tra gli ingredienti da indovinare???..e poi perchè non far dire ai concorrenti tutti quelli che riconoscevano invece che fermarli una volta superato l'ingrediente che li avrebbe salvati..Ma poi, non è assurdo che un appassionato di cucina, che vorrebbe essere il primo Masterchef non sa distinguere uno scampo da un gamberone??..capisco che non mangia pesce, ma almeno riconoscere quello più elementare noo????..Cari giudici...mi sa che ci sarebbe voluto un diverso criterio di scelta!! E poi, piccolo consiglio, una lezione base di igiene...via tutti quei capelli sopra alle pentole..Imma ha una chioma stupenda, ma legarla mentre cucina sarebbe meglio..per non parlare delle gocce di sudore che cadono...Beh tanto quei piatti ve li mangiate voi!..

Io non mi sono presentata alla selezione, confesso che non sarei mai stata capace di fare quello che fanno i concorrenti ...anche perchè faccio più dolci che cucina o forse avrei potuto portare mia mamma in sedia a rotelle, avrei avuto una speranza!!..So solo una cosa, avrei riconosciuto gli scampi nella zuppa e forse qualcos'altro oltre ad olio e sale..! 




Oggi vi regalo questa splendida ricetta, vista in un vecchio Sale&Pepe e che io ho modificato, é di una bontà stratosferica quindi poche parole e provate..La potete fare anche il giorno prima, tenerla in frigo ed al momento di servirla procedere con la rifinitura "bruciata"!

Cocottine di Crème Brulè a Timo Arancio

Ingredienti per 3 cocottine:

200 ml di panna fresca
50 ml di latte
2 tuorli medi
20 gr di zucchero semolato
6-7 ramettini di timo Arancio freschi
Zucchero di canna

Prima di tutto mettete sul fuoco il latte con la panna ed i rametti di timo. Portate ad ebollizione e fate sobbollire piano piano per un paio di minuti. Spegnete, coprite subito con della pellicola per sigillare, lasciare intiepidire e poi riponete in frigo per almeno 30 minuti.
Montate i tuorli con lo zucchero semolato quindi unite a filo e delicatamente la panna filtrata, dividete nelle cocottine.
Posizionatele in un recipiente pieno a metà d'acqua, io ho usato una tortiera di alluminio. Mettete sul fondo un pezzo di carta scottex così se l'acqua bolle non rischia di saltare nella crema.
Cuocete a 170° per circa 30 minuti. controllate la cottura inserendo uno stuzzicadenti e se rimane in piedi è pronto..assicuratevi che sotto la supeficie non sia ancora liquida. 
Sfornate, fate raffreddare e mettete in frigo per qualche ora. Al momento di servire coospargete bene di zucchero di canna e bruciatelo con il cannello. in caso non ce l'aveste passate al grill fino a colorazione.



E' davvero buonissima ed il timo contrariamente a quanto pensavo ha lasciato un sapore molto delicato..Credo che alla prima occasione la rifarò!!



Ciao ed alla prossima! Ricordate che da domani il tempo cambierà e perciò...COPRITEVI!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------


lunedì 5 settembre 2011

Torta Cioccolatino, una mousse nel piatto per i 3 anni di Menta&Cioccolato!!!



Eh già, sono passati 3 anni da quando ho deciso di dare vita a questo blog presa da un momento di pazzia!!...di cose ne sono cambiate, ho migliorato un pò le mie foto (spero), ho imparato tantissimo ed ancora devo imparare un sacco di cose.. ho cosciuto tante persone più o meno piacevoli, ho avuto esperienze con aziende, ho ricevuto tante soddisfazioni, insomma sono cresciuta con lui, con questo angolino tutto mio in cui riverso me e le mie ricette!..
Non potevo non festeggiare con una torta al cioccolato e per completarla qualche fogliolina di Menta. E' una Torta Cioccolatino, sicuramente già conosciuta ma che non avevo mai provato. sembra più una mousse ed è deliziosa con un ciuffettino di panna. E' morbidissima quindi non aspettatevi una forma perfetta e tanto meno una fetta lineare, ma del resto va bene così è la sua caratteristica. Non contiene farine quindi è gluten free e per farla senza lattosio adatta a chi è intollerante o che per altri motivi non beve latte ho usato la Margarina. Ovviamente si può usare il burro..
E' una ricetta trovata in una raccolta di Sale&Pepe e l'ho subito trovata adatta per questa occasione.!!





TORTA CIOCCOLATINO QUASI UNA MOUSSE
 (da Sale&Pepe)


Ingredienti per uno stampo da 22 cm:

200 gr di cioccolato fondente di buona qualità
200 gr di zucchero a velo
100 gr di Margarina (o burro se non siete intolleranti al lattosio)
4 uova
2 cucchiaini di zucchero vanigliato*
cacao in polvere

Tritate il cioccolato, mettetelo in una ciotolina con la margarina (se usate burro meglio morbido).
Sciogliete il tutto a bagnomaria senza fare bollire l'acqua sotto e mescolando spesso.
Montate gli albumi con 1 cucchiaio di zucchero preso dal totale.
Montate i tuorli con lo zucchero e lo zucchero vanigliato fino a fare gonfiare e sbiancare quindi unire il cioccolato mescolando molto delicatamente. 
Incorporare in più riprese gli albumi senza sgonfiare il composto mescolando dal basso verso l'alto. 
Versare in uno stampo foderato con carta forno ed infornare a 180° per 25-30 minuti.
Sfornare e fare raffreddare bene, non preoccupatevi se si abbasserà va bene così. 
Una volta freddo dovrete passarlo nel vassoio. Siccome sarà attaccato alla carta vi consiglio di capovolgerlo con molta delicatezza, toglierla e poi rigirarlo sul piatto di portata..Cospargere di cacao in polvere.
Servitela con un ciuffetto di panna montata.

* Lo zucchero vanigliato si può fare in casa. Quando uso le bacche di Vaniglia uso solo i semini interni e poi le bacche le metto in un barattolo pieno di zucchero..quest'ultimo prende un profumo favoloso ed io lo uso nei miei dolci.!



Voglia di Cioccolato?..beh, qui ne troverete in abbondanza!





BUON COMPLEANNO MENTA&CIOCCOLATO!!!!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta. Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

giovedì 28 luglio 2011

Toffee Ice Cream ossia Gelato al Mou!




Non so ancora se me lo sono immaginato o se è vero ma mi sembra che moooolti anni fa circa .....35? Ci fosse un gelato (però non ricordo la marca!!) che si chiamava Toffee..aveva una crema beige all'esterno ed un cuore di mou..fatto tipo un ricoperto al cioccolato..ne ho mangiati una marea..poi sono spariti..boh chissà perchè, erano così buoni!!...Che poi i gelati, in questo periodo vanno alla grande, dai mille gusti e colori..hanno un difetto però...per noi foodblogger sono una rogna da fotografare...
Sì perchè, devi preparare tutta la scena, orizzontarti con la luce giusta, fare delle foto di prova senza il soggetto per regolare la luce giusta e poi rischiare...!! ..e poi..ecco arrivi lì con il tuo bicchierino di gelato e...se ne va il sole, così devi rifare le regolazioni...e nel frattempo il tuo gelato che con tanta pazienza avevi messo nel contenitore comincia a perdere forma...sembra stancarsi di aspettare....e tu scatti e scatti in fretta e furia...e metti il bicchierino in freezer ed aspetti 10 minuti..e ricominci tutto...
Siamo proprio matte, se ci potessero filmare potrebbero farne un film..."IL PAZZO MONDO DI UNA FOODBLOGGER!!"..
Ok..basta chiacchiere, oggi ho fatto questo delizioso gelato, morbido e godurioso..il bello è che rimane morbido..dopo 3 ore di freezer vedete ancora com'era...bello cremoso...?!..


giovedì 21 luglio 2011

Crumble di Susine Nocciole e Muesli croccante ai frutti di bosco





E va beh..lo ammetto!!!...in quest'ultimo periodo ho poca voglia di pasticciare..sarà il caldo (che non odio sia chiaro ma lo sento pure io eh!). sarà l'aria estiva, sarà che la mia mente ha voglia di vacanze..ma seee mi ...gira la ciribiricoccola na na na na!!.La ricordate?..Zecchino d'Oro di 2000 anni fa..ahaha!!..comunque, tornando a noi..se mi gira, voglio fare 4-5- cose tutte in una volta!!..poi succede come nel caso della frutta che non ci riesco e magari mi marcisce..e mi dico..la prossima volta compro solo quello che mi serve..seeeee....la prossima volta, faccio uguale uguale..!
Ecco, la settimana scorsa mi è presa la smania di preparare delle cose proprio con la frutta..Intanto ho iniziato da questa...per le altre..ehmmm dovrò ricoprare gli ingredienti!!..hihihi!! 
Questo è un crumble che mi è passato tra le mani e mi ha conquistata, visto su Sale & Pepe di 2 anni fa leggermente modificato nelle dosi..io l'ho provato e mi è piaciuto molto..Unico consiglio, usate frutta ben matura e dolce altrimenti vi verrà acerbo ed in alcuni casi amarognolo..Okkeiii???..volete la ricetta???..ah, è buono caldo, ma anche freddo con una pallina di gelato o un ciuffetto di Panna..macchevelodicoaffà!!!...no, la granita non va bene..quella mangiatela da sola..!!haha! o nella Brioche!!...



CRUMBLE DI SUSINE CON NOCCIOLE E MUESLI CROCCANTE
AI FRUTTI DI BOSCO

Ingredienti per uno stampo da 26 cm:

1 Kg circa di susine gialle e rosse ben mature
200 gr di farina
160 gr di zucchero di canna
180 gr di burro a temperatura ambiente
4 cucchiai di Muesli con frutti di bosco
75 gr di nocciole tritate
un pizzico di sale

Tagliate le susine a metà e togliete il nocciolo disponetele nello stampo oppure dividetele a pezzettoni come ho fatto io.. cospargetele con 50 gr di zucchero.

Preparate il Crumble: mescolate in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale e le nocciole tritate, tagliate a pezzetti il burro e lavoratelo con la punta delle dita tra le mani formando delle briole grossolane..Non dovete impastare, ma sbriciolare..Infine unite il muesli.

Cospargete le susine con le briciole ed infornate a 180° per 30 minuti, io poi l'ho passato 10 minuti al grill per fargli prendere colore..

Io l'avevo preparato in anticipo e messo in frigo fino al momento di infornarlo.

CIAO ALLA PROSSIMA

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta. Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

mercoledì 5 maggio 2010

Crumble di Mele e Cannella..finalmente l'ho provato anch'io!!!




Da quando ho aperto il blog ho visto moltissime versioni di crumble, ma non ho mai avuto l'occasione di farlo chissà perchè pensavo che si dovessero fare delle dosi minime ed il pensiero di accendere il forno per una ciotolina non mi andava poi tanto.
Domenica sera invece complice la cottura del pane e poi della pizza non mi son fatta perdere l'occasione anche perchè avevo delle mele che chiedevano di essere usate.
Beh, che posso dire mi è piaciuto moltissimo, ho cotto 2 pirofile piccole, una mangiata con Anto dopo cena e l'altra il giorno dopo.

lunedì 23 novembre 2009

Cappuccino Gelato e Brioche???


Buon Lunedì a tutti, com'è andato il fine settimana..?..spero bene per tutti, qui il tempo è stato molto grigio e nebbioso, tipico tempo da Lupi..della serie mi barrico in casa e non mi muovo proprio...e magari una bella dormitina la domenica mattina!!!! ed invece no, sveglia presto per andare a Verona all'addestramento con Goldie..e poi al ritorno una bella mangiata in compagnia a base di Tortellini arrivati direttamente da Valeggio sul Micio...buoooni!!!...hanno proprio una marcia in più!!e così, tra un tortellino, un bicchiere ed una risata è finita che siamo stati intorno al tavolo fino a sera....quasi quasi era ora di ricominciare per la cena!!..Che bello passare le Domeniche così!!

Ma oggi vi propongo la seconda ricetta che componeva la Fantasia di Miniporzioni fatte per l'altro Sabato...è un semifreddo Buonissimo che ho trovato in una vecchia rivista...devo dire che ho rischiato, non l'avevo mai fatto e mi sono fidata...fortunatamente è venuto perfetto e la sua bontà mi ha piacevolmente sorpreso!!...Decisamente da rifare anche perchè si conserva in freezer e quindi si prepara in anticipo, ha un sapore delicato che piace a tutti...lo vedrei molto bene in una meringata al posto della crema...


CAPPUCCINO GELATO CON BRIOCHE

Ingredienti per 6 porzioni

250 ml di panna fresca
500 ml di latte
2 albumi freschi
125 gr di zucchero
40 gr di acqua
1 cucchiaio di caffè solubile
cacao amaro per spolverare

Per le brioches ho usato la ricetta delle Treccine con lo Zucchero..ho fatto delle palline da 60 grammi che ho poi tagliato in 6 spicchi, li ho arrotolti per fare le mini-mini-brioche, fatti lievitare e cotte..praticamente pesavano 10 grammi e misuravano circa 5 cm..dovevano per forza essere proporzionate ai bicchierini..

PREPARAZIONE del Semifreddo

Preparare una meringa italiana (linkando troverete le foto con la lavorazione)mettendo a bollire l'acqua con lo zucchero, intanto montare leggermente gli albumi..quando lo sciroppo avrà raggiunto una temperatura fra i 118° e 121° versatelo a filo sugli albumi sempre montando...continuare a montare fino a raffreddamento...
questa volta ho provato a farla con la planetaria e devo dire che ho trovato comodissimo lasciarla lavorare finche preparavo altro...una volta fredda metterla infrigo...

1) Scaldare il latte e sciogliervi il caffé..lasciare raffreddare

Montare la panna non completamente senza aggiungere zucchero..


a questo punto prendere tutti i 3 contenitori..latte e caffè, meringa italiana, panna montata..

2) mescolare una cucchiaiata di meringa nel cappuccino molto delicatamente...versarlo poi nel resto della meringa e mescolare sempre con attenzione..

3) infine unire in più riprese la panna...

Versare negli stampini e passare in freezer..al momento di servire toglierli qualche minuto prima e spolverarli di cacao...accompagnarli volendo con una piccola brioche decorativa..







 Credo proprio che proverò a farci una bella meringata, sarà sicuramente ottima!!


 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


giovedì 11 giugno 2009

Millefoglie Croccante Semifreddo al Caffè e Mascarpone di Luca Montersino.........La mia Sfida!!!!!




Ho preparato questo dolce per partecipare ad una sfida in un forum di cucina...La Sfida consisteva nel ricreare un Semifreddo di Luca Montersino partendo dalla foto del Libro e dalla ricetta...doveva essere più uguale possibile con tanto di sfoglie di Cioccolata sottilissime!!....Beh..io c'ho provato e questo è il risultato....!!!
Avevo circa 10 giorni di tempo...mi sono studiata anzi ho tradotto in linguaggio comprensibile la ricetta e mi sono messa all'opera...
Forse è stata una delle Preparazioni più acrobatiche che ho fatto, ma probabilmente anche la più buona almeno a parere mio!!
Io ve la Propongo sperando che sia comprensibile e seguendo la mia tabella di marcia..!!
Consiglio di preparare il giorno prima il Pan di Spagna e le Sfoglie di Cioccolata in modo da averle già pronte il giorno della preparazione..
Serviranno Meringa Italiana e Tuorli Pastorizzati..io li ho preparati in totale e poi pesati per le varie Creme..
Questo Semifreddo è composto di un corpo centrale al caffè che andrà messo in freezer per qualche ora prima di essere assemblato al resto della torta!!
Ma bando alle chiacchiere e via con la Preparazione...il post è lungo ed ho cercato di mettere più foto per facilitare il tutto..Quelle più piccole si possono vedere ingrandite cliccandoci sopra!!


INGREDIENTI TOTALI
305 gr di Meringa Italiana (2 dosi-4 albumi circa)
350 gr di Base Tiramisù (5 tuorli pastorizzati circa)
375 gr di Cioccolato fondente di buona Qualità (200 per i dischi ed il resto per la copertura)
335 gr di Mascarpone
885 gr di Panna fresca
100 gr di Caffè
25 gr di caffè solubile (io ne ho messi 20)
300 gr di Pan di Spagna (metà dose)
man mano riporterò le dosi per le Creme
100 gr di Bagna al Caffè (70 gr di Caffè+30 gr di Zucchero)


AddThis