"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)
Visualizzazione post con etichetta Usare gli albumi avanzati. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Usare gli albumi avanzati. Mostra tutti i post

mercoledì 10 settembre 2014

Cupcakes con gocce di cioccolato e crema al caramello


Lentamente con l'arrivo di settembre riprende il tran tran della nostra vita. Il lavoro, la scuola per chi ha figli, gli impegni, la palestra per chi ci può andare. Anche io sto riprendendo il ritmo anche se in realtà non mi sono mai fermata. In questi giorni qui il tempo è migliorato un pochino ed è più caldo che a luglio ed agosto. Naturalmente però si comincia a vedere aria di cambiamento e tutto annuncia l'arrivo dell'autunno.
Ci sono ancora dei fiori nel balcone per poter fare delle foto. Ma pochi pochi perchè quest'anno l'estate non è arrivata e ne ho avuti pochissimi. Poi tutto diventerà più triste e grigio. Prima però passeremo per l'autunno con la sua esplosione di colori e poi si addormenteranno fino a primavera.
Io sinceramente vorrei fare il passaggio diretto. saltare l'inverno direttamente, ma non si può e quindi dobbiamo far passare lentamente le stagioni come hanno sempre fatto.

venerdì 22 febbraio 2013

Bacetti alle Nocciole..e quel musetto che ti dà il buongiorno!!

     Alzare la tapparella della mia camera con la voglia di vedere com'è la giornata fuori e rimanere a bocca aperta..
     Ieri sera ero andata a dormire che fuori nevicava ma pensavo che come sempre avrebbe smesso durante la notte, invece....era tutto bianco, uno strato di 10 cm o poco più ricopriva tutto, ma proprio tutto perfino i fili della luce. Il freddo aveva fatto sì che ci rimanesse attaccata. Mi piace la neve, tanto, anzi tantissimo e sinceramente se ce ne fosse stata anche il doppio avrei urlato di gioia. 
Sono consapevole che crea disagi per chi deve spostarsi ma quella volta all'anno che capita non mi sembra poi un gran problema.

mercoledì 13 febbraio 2013

Cuori di Cioccolato per coccolarsi a San Valentino!




 "L'Amore che non si 
rinnova ogni giorno
diventa un'abitudine e si
trasforma in schiavitù"
(Kahlil Gibran-poeta)


     Ora che Carnevale è finito possiamo tranquillamente dedicarci ad un'altra ricorrenza che sta a cuore a tutti noi. San Valentino, la festa dell'Amore per eccellenza.

     E' tutto un trionfo di cuoricini, frasi sdolcinate, dediche ecc ecc...Allora potevo io esimermi dal proporvi qualcosa?? certo che no.!

     Mancano 2 giorni e c'è tutto il tempo per preparare qualcosa di buono.. Magari dei cuoricini di meringa farcite di cioccolato da confezionare in una deliziosa scatolina e farla trovare sul cuscino dal vostro amato. Oppure infilarla nella sua valigetta 24 ore..

     Si ricorderà di voi per tutto il giorno e la sera non potrà non presentarsi con 3 rose rosse....
Che ne dite? li facciamo?

     Dunque di base è una normale ricetta di meringhe con la differenza che ho messo zucchero a velo per renderle ancora più lisce e visto che contiene dell'amido l'interno rimane più morbido.
Ma vediamo come farle, o meglio come creare quei ghirigori colorati.


venerdì 9 marzo 2012

PAVLOVA .... quella vera per il mio compleanno!!

Chissà perchè nel giorno della donna tutti i canali televisivi, giornali ecc sono pronti a parlare della difficoltà di noi donne in questa società. I problemi sul lavoro, le violenze in famiglia, le discriminazioni, la mancanza di opportunità lavorative e la meritocrazia inesistente. Poi nel resto dell'anno la donna è semplicemente quella che serve a lavare e stirare o per mettere in mostra le farfalline!!..            
Tutti pronti a regalare una Mimosa, a trasformare l'atmosfera che ci circonda. Ma in quanti sappiamo perchè esiste questa giornata? Credo in pochissimi. Gira tutto attorno al commercio, sempre e solo quello. Tutto sommato questa festa non mi piace per niente ed infatti non l'ho mai festeggiata e mai lo farò..Tutte ste donne mezze pazze che si infilano nei ristoranti, pizzerie e discoteche neanche se venissero rinchiuse per 364 giorni all'anno..
Però ho una scusa speciale per festeggiare comunque, e credo lo farò per tutta la vita...eheh!! già sono nata proprio in questo giorno, quindi ieri mi sono preparata una mega torta. Una di quelle che volevo fare da tempo senza modifiche come il mio solito. Oddio un pò di mio ce l'ho comunque messo ma il risultato alla fine è quello.
La Pavlova nasce come una base di Meringa bella cicciosa, una cottura veloce ad una temperatura più alta dl normale in modo da permettere l'essicazione esterna ma mantenendo un interno morbido godurioso tipo marshmallow. Sopra semplicemente Panna Montata (che ho raddoppiato) e frutta.
PAVLOVA
(by Nigella Lawson)
Ingredienti per 12 persone:
6 albumi (180 gr circa)
300 gr di zucchero fine
1 cucchiaino di aceto 
limone
3 cucchiaini di amido di mais
600 ml di panna fresca
fragole e kiwi
Cominciamo con le premesse per una perfetta riuscita:
gli albumi devono essere a temperatura ambiente quindi tirateli fuori dal frigo ore prima.
usate un'aceto di vino bianco. NON mettete sale. Se usate il ventilato ricordate che dovete mettere circa 20° in meno.

Accendete il forno a 180°.
Passate l'interno della ciotola con del succo di limone in modo da eliminare qualsiasi traccia di grasso. versate gli albumi e cominciate a montare. quando la massa comincia a diventare bianca ed a montare unite a cucchiaiate lo zucchero tenendone da parte 2 cucchiai. aggiungete anche l'aceto e continuate a montare fino ad avere una massa ben ferma. 
Ora mescolate allo zucchero rimasto l'amido meglio se setacciato. aggiungetelo agli albumi e mescolate molto delicatamente con una spatola. 
Disegnate su carta forno un disco di 23 cm di diametro tenendo conto che poi la meringa si allargherà in forno. Versate tutto il composto al centro del disco e con un cucchiaio formate una montagnola ma senza punta. Sarà alta circa 5 cm. mettete il tutto nella placca ed infornate a metà altezza del forno. Passate subito la temperatura a 150° e cuocete per 75 minuti. spegnete e lasciate dentro fino a raffreddamento. Io faccio questa operazione la sera così poi rimane dentro fino al mattino.

Togliete la meringa dalla carta facendo attenzione a non romperla e capovolgetela direttamente nel piatto da portata. Montate la panna con 40 grammi di zucchero, spalmatela sulla base di meringa e disponete la frutta a piacere. Una spolverata di zucchero all'ultimo minuto ed è pronta..FANTASTICA!!

TANTI AUGURI A MEEE.........TANTI AUGURI A MEEE........TANTI AUGURI MORENA MA LA TORTA PIU' NON C'E'!!!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


martedì 31 maggio 2011

Torta Meringata con Crema all'Amaretto e Pesche...Quasi improvvisata..


TORTA MERINGATA CON CREMA ALL'AMARETTO E PESCHE

A parte il proprio compleanno e quello del proprio fidanzato, compagno, marito ecc. qual'è quello più importante?..direi quello della mamma vero?..ed allora anche se so che questo tipo di torta l'ho già pubblicato voglio comunque fare un post per fare gli Auguri alla mia che domenica ha festeggiato il suo Compleanno e per dirle che le voglio un mondo di bene!
Abbiamo festeggiato ieri pomeriggio, ritrovo praticamente inaspettato visto il cambio di orari di lavoro delle mie sorelle per cui anche la torta è stata "quasi" improvvisata. Per fortuna avevo la base già pronta per cui mi è bastato fare la crema e la decorazione finale..! e come sempre mi ritrovo dopo che sono stata via tutto il fine settimana fino al lunedì mattina!!
Quindi base della simil Pavlova che ormai dovrei chiamare "Morenova" visto che è sempre modificata!!
crema fatta montando 250 gr di Mascarpone e poi unendo a filo latte condensato sempre montando..non so dire quanto, sono andata ad occhio...anzi.."a dito" e cioè quando mi è sembrata buona mi sono fermata. quindi ho unito una ventina di amaretti ridotti in polvere e circa 300 ml di panna montata. ho riempito la base di meringa, disposto fettine di pesche sciroppate (magari avessi avuto quelle fresche) e rifinito con altra panna montata...avendo la base pronta si fa in mezz'ora circa, quindi direi sciuè sciuè...!!



CARA MAMMA .... AUGURI DI BUON COMPLEANNO!!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------

venerdì 11 marzo 2011

Macarons di Christophe Felder - Prometto che questa è l'ultima...


Almeno per un pò!!...eh già sono alla 4° prova cioè 4° ricetta e posso dire di aver trovato quella che al momento mi piace di più...Non so perchè ma quando si inizia a farli non si smette più..forse perchè sono così colorati e perchè le farciture sono infinite o forse perchè quando li addenti ti stupiscono nella loro morbidezza..aaaaah!!..
Sono partita giusto per sbaglio dai Macchè-rons che dovevano essere in realtà dei baci di dama..seee!!..poi ho provato quelli con lo zucchero cotto..buoni ma forse un pò troppo dolci..infine quelli di Maurizio Santin ottimi anche quelli..ma questi mi hanno soddisfatta 3 volte per la bellezza di 8 placche tutte perfettamente riuscite..
L'unica cosa che mi ha fatto tribolare fin'ora è il setacciare la farina di mandorle con lo zucchero..eccerto..se mi usi un colino di 8 cm di diametro ne hai per 2 ore!!..Infatti...e così ho deciso di andare dalla mia "fornitrice di fiducia e guarda caso fans della Pagina su fb dove ho incredibilmente incappato nel rappresentante che molto gentilmente ha scovato dai suoi cataloghi un setaccio ..giusto per me..peccato che ci volevano 10 giorni perchè arrivasse....!!!

MACARONS
(Ricetta dal Libro Macarons di Christophe felder)

Ingredienti per 50 basi circa:
225 gr di zucchero a velo
125 gr di farina di mandorle
100 gr di albume
25 gr di zucchero semolato
qualche goccia di limone (questa è una mia aggiunta)
coloranti alimentari

Prima di tutto consiglio di leggere quello che ho scritto in questo post.

setacciare per bene e con santa pazienza la farina di mandorle con lo zucchero a velo, sarebbe opportuno prima di questa operazione dare un giro di mixer perchè in questo modo si amalgamano meglio i 2 ingredienti....potete anche farlo qualche giorno prima e conservare il tutto in un contenitore ermetico..
gli albumi come già detto devono essere a temperatura ambiente quindi toglieteli dal frigo qualche ora prima..e vecchi di 2-3 giorni..

montali per bene ed a lungo aggiungendo via via lo zucchero semolato e qualche goccia di limone ed il colore..dovranno essere montati perfettamente...togliendo la frusta dal contenitore dovrà formarsi una sorta di becco...

a questo punto unite tutta la farina..mescolate con una spatola (tipo leccapentola) con movimenti delicati ma decisi da sotto a sopra..attenzione a non lavorare troppo a lungo altrimenti diventerà molle..basta provare a far cadere dalla spatola un pò di impasto che dovrà scendere a nastro...a questo punto passate l'impasto nella sacca e formate degli spuntoni ben distanziati nella placca coperta di carta forno..se trovate quella siliconata sarebbe perfetta..io ho provato quella che mi ha mandato un'amica e va benissimo...se poi avete la fortuna di avere dei tappetini in silplat ancora meglio...battete 2-3 colpetti sotto la placca per far rientrare le puntine e lasciate riposare 30 minuti....infornate a metà altezza..allora il libro dice 170° ma sono un pò troppi..io mi sono trovata perfettamente a 150-160° per 15 minuti..con meno la base del macaron rimaneva molle e oltre a non staccarsi dalla carta si rompeva pure..
Comunque non devono cuocere, ma solo seccarsi esternamente quindi sono molto delicati....per toglierli senza danno se avete usato la carta normale una volta sfornati versate un pò d'acqua tra la placca e la carta..lo shock termico li farà staccare subito...






AL PISTACCHIO il colore è fatto con verde ed una puntina di giallo la ganache è fatta con quella al cioccolato bianco alla quale ho aggiunto un pò di pasta al pistacchio..





CARAMELLO MOU AL BURRO SALATO il colore è fatto con un pò di marrone ed una puntina-ina-ina di rosso la farcitura la trovate QUI..fate attenzione la parte sopra tende a scivolare quindi metteteli ben dritti...




FRAGOLA
colore fatto con rosso ed una puntina-ina di marrone, farcitura con marmellata di Fragole avrei voluto usare una coulisse di fragole fresche ma non ne ho trovate di mio gradimento..certamente con la bella stagione che avanza sarà più facile..Anche qui attenzione che scivolano...

poi c'erano alla NOCCIOLA ed al CIOCCOLATO BIANCO...

Fatemi sapere se li provate ma vi avviso...sarà difficile smettere!!..

CIAO CIAO alla prossima......

--------------------------------------------------------------

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
----------------------------------------------- 

lunedì 10 gennaio 2011

La Prima Ricetta del 2011...Macarons...il ritorno!!



Ma buongioooorno...finalmente rieccomi da voi..quest'ultimo periodo è stato piuttosto strano..Lo so lo so, vi ho trascurati, ma ho voluto prendermi un pò di pausa dal blog e dal forno!!...E' iniziato un nuovo anno e tutti siamo già carichi di buoni propositi che però alla fine non cambieranno niente perchè si continuerà comunque come prima..
Durante le festività non è che sono stata indaffarata dietro ai fornelli, anzi, non avendo cene, cenoni ed inviti vari non ho preparato proprio niente di particolare e nemmeno mi sono dedicata alla preparazione di biscottini decorati da regalare..ne ho visti tantissimi nei vostri blog e li terrò presente per la prossima volta..sono veramente carini!..Unica cosa che ho fatto sono stati i panettoni a lievitazione naturale che ho regalato e quelli con lievito di birra che invece abbiamo mangiato noi...
Ma è arrivato il momento di ripartire seriamente e voglio farlo non con una ricetta qualsiasi ma una di quelle che assieme a questa che ancora mi fa ridere e questa mi hanno aperto un mondo..anzi mi hanno proprio coinvolta!!
Rassegnatevi, non sarà l'ultima, ne voglio fare tanti fino a trovare quella che mi piace di più..non che questa non mi piaccia eh...anzi ma la curiosità è tanta..e poi devo provare la carta siliconata che gentilmente mi ha mandato un'esperta di Macarons e non credo serva dire chi è!!...

Dunque, torniamo a questi bocconcini squisiti..la preparazione è un pò più elaborata degli altri in quanto prevede la preparazione della meringa italiana ma che però a suo favore ha il fatto che è più difficile sbagliare il macaronage ossia la mescolazione tra albumi montati ed il TPT...ehehe!!..che è il TPT???..è praticamente la miscelazione tra farina di mandorle e zucchero a velo in pari peso, quindi quando si parla di 200 gr di TPT si intende l'insieme di 100 gr di zucchero con 100 gr di farina di mandorle..da lei ho letto che si può preparare in anticipo e conservare per non più di una settimana in un contenitore ermetico, quindi il mio consiglio è questo..quando avete intenzione di farli ed avete un pò di tempo preparatevi questo TPT, vi avvantaggerete non poco in quanto è un lavoro piuttosto noioso..ma ne vale la pena e quando sarete pronti per i vostri Macarons ci metterete pochissimo..
La ricetta è presa dal libro Macaron di Josè Maréchal..in questo libricino troverete a parte i vari metodi di preparazione anche delle belle idee di farcitura e decorazione..io l'ho trovato utile!..la particolarità di questa versione è l'utilizzo degli albumi in due parti diverse..una per lo zucchero cotto e l'altra da mescolare al TPT.. mi ha incuriosita ed ho voluto provare...La cosa diversa dagli altri è lo spessore del collarino o colletto che subito pensavo dipendesse da un mio errore, poi guardando bene le foto del libro ho notato che nemmeno i suoi ce l'hanno più spesso...insomma alla fine erano proprio buoni!...




MACARONS di Josè Maréchal

Ingredienti per 40 macarons di 3 cm di diametro

400 gr di TPT (200 di farina di mandorle+200 di zucchero a velo)
80 gr x 2 di albumi vecchi di 2-3 giorni
200 gr di zucchero semolato
75 gr di acqua

in questo caso non ho messo colore, ma se volete potete farlo...vi consiglio di leggere anche questo post .
Mixate la farina di mandorle e lo zucchero e setacciateli per bene attraverso un colino sottile.
Portare ad ebollizione lo zucchero semolato nell'acqua, dovrete portarlo a 115°, nel frattempo montare lentamente a neve 80 gr di albumi.
Quando lo sciroppo raggiunge la temperatura aumentare la velocità della montatura e versarlo a filo sugli albumi facendo attenzione agli schizzi..evitate che finisca nelle fruste..Continuate a montare fino a raffreddamento..(10 minuti circa)..
unite il resto degli albumi al TPT mescolate bene ed aggiungete il colorante se volete..
Unire 1/3 di meringa al TPT e mescolare con una spatola morbida per diluirla un pò poi aggiungere il resto eseguendo il macaronage cioè mescolando delicatamente ma in modo deciso da sotto a sopra fino ad ottenere una massa lucida ma non troppo molle, dovrà cadere a nastro dalla spatola..Riempire una sacca con bocchetta di 8 mm. bloccare la carta forno sulla placca mettendo un ciuffetto di crema sotto la carta..Formare dei bottoni grandi come una noce circa ben distanziati, date qualche colpettino da sotto per assestarli e lasciate riposare per 30 minuti.
Infornate per 14 minuti a 150° ovviamente regolatevi con il vostro forno, il libro dice 14, ma nel mio serve un pò di più. comunque non devono cuocere troppo..
una volta sfornati se non avete la carta siliconata versate un pò di acqua sotto alla carta, il vapore favorirà lo staccamento dei macarons..poi fateli raffreddare bene..
Quindi farciteli a piacere io ho usato il Caramello Mou al Burro Salato che devo dire è di una golosità unica!!..Non perdetevelo!!..Teneteli in frigo coperti per un paio di giorni prima di gustarli..



Caramello al Burro salato (Josè Maréchal):

250 gr di zucchero
75 gr di acqua

120 ml di panna fresca

200 gr Burro Salato


è la dose per farcire 40 macarons.

mettere in una casseruola (meglio se in rame o con fondo spesso in acciaio) acqua e zucchero..portare ad un colore bruno chiaro, togliere dal fuoco e versare piano la panna fredda facendo molta attenzione agli schizzi ed alla schiuma che si formerà..(rischio ustioni) mescolare bene finche si formerà una crema omogenea infine (a 108°) incorporare il burro a pezzetti mescolando per farlo sciogliere ed amalgamare bene..far raffreddare e riporre in frigo per almeno un paio d'ore. Farcire i macarons..
Ve lo consiglio!!!


Quali saranno i prossimi???

-----------------------------------------------------------------

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.

NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright©all rights reserved.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

lunedì 20 dicembre 2010

Scrigni di Meringa alla Mandorla con Ganache al Cioccolato e Pistacchio



Il Natale per ogni bambino è una grande festa..fatta di colori, di parenti che si scambiano gli auguri, di colori, di alberi luccicanti e sopratutto di regali..
Ricordo che quando ero piccola, l'atmosfera Natalizia iniziava con largo anticipo...lo notavo dal bisbigliare strano della mamma con parenti vari per sapere da uno o dall'altro quali cose comprare...
Una delle cose che più mi sono rimaste impresse è quello che succedeva la sera prima...La mamma infatti prima di mandarmi a letto si faceva aiutare a preparare uno spuntino per Babbo Natale..quel personaggio strano e misterioso che vestito di Rosso e con la pancia avrebbe portato i doni e li avrebbe lasciati sotto all'albero per noi piccoli...Nel piattino si metteva un pezzetto di formaggio, una fettina di polenta ed un bicchiere di vino..un bel vino Rosso che a lui piaceva tanto..poi una volta a letto sentivo dei rumori arrivare dalla stanza vicino..sgattaiolavo silenziosa e socchiudendo piano piano quella porta da cui provenivano rumori e luci notavo la mamma china sulla macchina da cucire..Già sapevo cosa stava facendo...cuciva un abitino nuovo per quella mia bambolina preferita..ed ero felice..Sì perchè non è che ricevevo un'altra bambola, ma la stessa per più volte però vestita di nuovo..e per me era un grande regalo!..Sapevo che avrei potuto giocarci un sacco e cambiarle l'abito a seconda del momento..!..la mia mamma aveva una grande fantasia per queste cose ed era bravissima a confezionare degli splendidi vestitini ornati di passamanerie e paillettes o fiocchettini..e poi sapeva come costruire il tutto perchè ogni Natale fosse una Festa Speciale!!..

lunedì 29 novembre 2010

Crostatine di Frolla Montata..


Buongiorno miei cari...credo non mi sia mai successo di postare una ricetta sola in una settimana a parte nel periodo delle ferie..
La settimana scorsa, anzi da giovedì in poi sono stata parecchio indaffarata ed ho trascurato il mio blogghino ed anche i vostri..La mia intenzione era quella di pubblicare venerdì, ma quel giorno è stato praticamente pazzesco..dal momento in cui ho alzato la tapparella ed ho visto che nevicava fino a sabato pomeriggio..sabato dovevo infatti trovarmi a Verona con alcune amiche, ma tutto mi si è messo tra i piedi per non farmici andare..Ma io testaccia dura non ho ceduto e ci sono andata comunque nel pomeriggio...
Speriamo che questa settimana sia un pò più semplice ....ho alcune cosette in mente e deve andare tutto bene..intanto per iniziare la settimana vi lascio queste buonissime Crostatine fatte con Frolla Montata..la ricetta non è nuova, ma è quella dei Frollini che ho voluto fare in una versione diversa..direi perfetta, si lavora facilmente e con la sacà poche si va benissimo a metterla negli stampini..!.. è fatta di soli albumi ..la mancanza del tuorlo la rende incredibilmente delicata nel gusto..ed inoltre è molto friabile e liscia al palato..io le ho farcite con Confettura di Nettarine home made!

CROSTATINE DI DELICATISSIMA FROLLA MONTATA

Ingredienti per 6 Crostatine di cm 10 circa di diametro:

500 gr di farina setacciata
330 gr di burro morbido

200 gr di zucchero a velo

2 albumi,
scorza grattata di limone

qualche goccia di vaniglia

un pizzico di sale

Confettura


Il burro deve essere molto morbido perchè va lavorato a pomata, quindi toglietelo dal frigo molte ore prima oppure scaldatelo leggermente, montandolo poi si ammorbidirà tutto..
quindi montatelo bene finché diventa bello bianco poi unite lo zucchero e montate ancora, unite gli aromi e gli albumi e continuate a girare bene..

unire TUTTA la farina assieme con il sale..lavorate finché sarà amalgamata..se usate la planetaria montate la foglia..

ora passate l'impasto in una sac-à poche con beccuccio stellato, imburrate ed infarinate gli stampini..coprite il fondo formando dei cerchi concentrici vicini, poi fate un giro anche lungo il bordo..

Riempite con la Confettura e con il resto dell'impasto formate la grata tipica da Crostata..

Infornate a 180° per 25-30 minuti..non contenendo tuorli non colorano molto quindi appena cominciano a cambiare colore sono pronte..toglietele dal forno e fatele raffreddare bene..

Ho provato a congelarne un paio, direi che non cambiano minimamente né nell'aspetto né nel sapore...



.....nel prossimo Numero vi parlerò di qualcosa di Nuovo..
intanto vi auguro Buona Settimana!

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 
 

mercoledì 17 novembre 2010

L'avventura ha inizio....i miei Macarons!!


Ebbene sì...anch'io mi sono innamorata di loro..!!..difficile non perdersi in questo argomento..Li vedevo spesso nei vari blog...mi attiravano nei loro colori, nelle loro farciture, nella loro eleganza, ma non riuscivo a capire cosa avessero di così straordinario da essere così famosi e lodati, ora lo so, basta assaggiarli una volta e si è rovinati!!!..Ho sempre voluto farli ma ne avevo timore, capivo dai vari post che non erano così semplici..ODDIO ho fatto cose ben più complicate, diciamo, però questi macaron necessitano di attenzione..Poi per caso ho fatto questi..partiti in un modo e venuti in un altro, ho pensato che fossero loro ed infatti dopo che ho mangiato quelli "originali" posso dire che lo sono seppur con qualche differenza di lavorazione.. Ho cominciato ad informarmi, a leggere, vedere video, ho comprato libri e mi sono entusiasmata, fin'ora li ho fatti 4 volte..La seconda volta non è stato un gran successo, erano piuttosto bruttini..belli in forno ma dopo la cottura si sono come accartocciati..Tranquilli erano buonissimi e sono stati divorati lo stesso..

Questo post non vuole essere una lezione per fare Macaron perfetti, a questo ci pensa lei, Pinella che è la vera esperta..voglio condividere con voi se ci state le varianti, le differenze nelle ricette ed anche gli errori..sì perchè se non vengono perfetti il motivo c'è..

Il Macaron è un pasticcino buonissimo, con una crosticina finissima croccantina ed un cuore morbido..per ottenerlo ci sono varie cose a cui fare attenzione:

GLI ALBUMI: devono essere vecchi di 2-3 giorni, conservati ovviamente in frigo e messi a temperatura ambiente almeno un paio d'ore prima di essere usati..se usate quelli pastorizzati comprati nei brick occhio alla marca..alcune non montano!!!

MANDORLE: sevono quelle pelate, ma è molto meglio la farina già pronta, in casa difficilmente si riesce a raffinarla finemente edanzi si rischia di surriscaldarle e far sì che rilascino l'olio compromettendo la riuscita..Deve essere ASSOLUTAMENTE setacciata con lo zucchero a velo

IL MACARONAGE: è praticamente l'unione tra albumi montati e farina di mandorle con zucchero a velo che non va fatta come in tutti i dolci mescolando delicatamente per non far uscire l'aria incorporata, ma va fatta con movimenti delicati sì, ma sicuri fino ad ottenere una massa morbida ma non liquida che forma un nastro continuo cadendo dalla spatola e sufficientemente denso da non andare in giro per la placca..questo è il vero segreto..capire quando è il momento di fermarsi.

IL CROUTAGE: che è il riposo che si fa fare al macarons già formato nella placca pima di essere passato in forno. varia da 30 minuti ad un'ora a seconda delle ricette..questa fa in modo che si asciughi la superficie prmettendo il formarsi di una sottile crosticina in forno..

LA COTTURA: altro passaggio molto importante, per quanto mi riguarda i tempi che ho trovato fin'ora non sono sufficienti Macchérons a parte. mi sono ritovata con l'interno della base ben incollata nella carta forno..quindi a parere mio non essere fiscali..Attenzione, non devono cuocere, ma seccarsi e NON devono cambiare colore..segno che la temperatura è troppo alta.

COLORANTI: non usare assolutamente colori a base grassa, smontano gli albumi, meglio quelli in polvere o in pasta.

Ecco questi sono i punti più importanti da tenere presente..ora andiamo alla ricetta. Ho usato quella di Maurizio Santin più avanti vi proporrò una ricetta fatta con la Meringa Italiana... poi molte altre..



MACARONS (Ricetta base di Maurizio Santin)

Ingredienti per circa 25 pezzi (50 basi):

125 gr di farina di mandorle pelate
225 g di zucchero a velo

120 gr di albumi

60 gr di zucchero semolato

qualche goccia di limone

colorante rosso


Setacciare bene la farina di mandorle con lo zucchero a velo..anche un paio di volte..
io metto tutto in una ciotola, mescolo, e passo al mini-tritatutto per pochi secondi..poi setaccio mettendo da parte quello che non passa..alla fine ripasso nel mxer la rimanenza e setaccio di nuovo..Questa operazione un pò noiosa si può fare anche in anticipo, magari quando viene l'estro...e si conserva per non più di una settimana in un contenitore ermetico.

Montare gli albumi aggiungendo il limone e dopo qualche minuto lo zucchero semolato ed il colorante. (fate attenzione, mettetene poco per volta, se usate quelli in polvere ne basta proprio una puntina) Lasciare montare bene bene a lungo..si deve ottenere una massa ben montata che non si muove capovolgendo la ciotola.

Unire alla mischela di farina e zucchero 1/3 di albumi e mescolare da sotto a sopra. Poi unire il rimanente e mescolare bene con una spatola pulendo i bordi della ciotola fino ad ottenere una crema che cada a nastro, liscia e lucida..attenzione..mescolando poco si afflosceranno, mentre mescolando troppo diventerà troppo liquido ed ingestibile e non crescerà in cottura formando il famoso COLLARINO alla base. (guardate questo video, io l'ho trovato molto utile).

A questo punto passate una parte di impasto nella sac à poche con bocchetta liscia di 8-10 mm.
formate dei dischetti nella placca foderata di carta forno di circa 3 cm..BEN distanziati perchè durante il riposo si siederanno un pò e si rischierebbe l'unione tra uno e l'altro.(questo è un mio difetto!! non avendo tante placche tendo a mettere troppa roba!!).
Lasciate riposare per non meno di 30 minuti.

Accendete il forno a 150° ed infornate possibilmente con una placca sotto (meglio se è uguale) per 14 minuti. a me non bastano, me ne servono almeno un paio in più. potete infornare anche 2 placche alla volta, basterà scambiarle di posto a metà tempo..

Sfornate..ora si usano più sistemi..o si fanno raffreddare e se sotto sono ben secchi si toglieranno senza problemi facendo attenzione perchè sono molto fragili oppure appena sfornati si versa pochissima acqua tra la carta e la placca in modo da formare uno sbalzo di temperatura che svilupperà del vapore facilitando lo scollamento dei pezzi..

farcire con le ganache o creme varie e riporli in frigorifero ben coperti per un giorno prima di gustarli..si conservano per 2-3 giorni, oppure si possono congelare. Basterà passarli in frigo il giorno prima.




Ganache al Cioccolato Bianco:

150 gr di cioccolato bianco
125 gr di panna fresca liquida

15 gr di burro


sciogliere il cioccolato a bagnomaria, portare quasi a bollore la panna poi versarla sul cioccolato..mescolare finche si amalgama bene, quindi unire il burro a pezzetti.
fare raffreddare e tenere in frigo almeno una notte..Quando serve montarla leggermente e farcire i Macarons aiutandosi con una sacca..io uso quelle monouso senza bocchetta..

Ganache al Caffè: ganache al cioccolato bianco con aggiunta di caffè solubile a piacere.

In questi Macarons Rosa ho usato la Ganache bianca ed al caffè, in quelli che ho preparato nei giorni a seguire ho usato questa ganache al burro salato che per me è stata una scoperta..è un qualcosa di fantastico!!!..ve la scrivo perchè mi è stata chiesta su fb e non posso aspettare di pubblicare i prossimi..

Ganache Caramello al Burro salato (Josè Maréchal):

250 gr di zucchero
75 gr di acqua

120 ml di panna fresca

200 gr Burro Salato


è la dose per farcire 40 macarons.
mettere in una casseruola (meglio se in rame o con fondo spesso in acciaio) acqua e zucchero..portare ad una ad un colore bruno chiaro, togliere dal fuoco e versare piano la panna fredda facendo molta attenzione agli schizzi ed alla schiuma che si formerà..(rischio ustioni) mescolare bene finche si formerà una crema omogenea infine (a 108°) incorporare il burro a pezzetti mescolando per farlo sciogliere ed amalgamare bene..far raffreddare e riporre in frigo per almeno un paio d'ore. Farcire i macarons..
Ve lo consiglio!!!




e adesso voglio vedere chi non li prova e si ferma ad un tentativo...ahahha!! Questa è la SFIDA!!..


sabato 13 novembre 2010

Eccezionalmente di Sabato..Biscotti di Mandorle e Cannella



Buongioooorno..sono sicura che vi starete chiedendo.."ma che cavolo fa questa??..oggi è sabato, non pubblica mai di ....Sabato"..ebbe sì, invece questa volta lo faccio, tanto per cambiare la routine altrimenti che noia fare i post sempre negli stessi giorni..
A parte gli scherzi, ieri per una serie di ragioni non ho potuto portare a termine il mio impegno settimanale, e cioè di fare 2 o 3 post, per cui ho deciso di farlo oggi!!.

Dunque sempre in relazione alla storia degli Albumi Malefici di cui ho parlato negli post degli Amaretti ho fatto questi splendidi Biscotti speziati alla Cannella..di una facilità estrema a meno che non mettiate la fecola al posto dello zucchero per cui sarete costretti a chiamarmi 4 volte per capire perchè non restano in sesto..!!! No scherzi a parte, questa è una cosa che mi ha tenuto in sospeso una giornata intera in quanto ad una certa Claudia (alias mia cognata) avevo dato la ricetta al telefono..solo che dopo un pò mi chiama e mi dice che l'impasto non lega..si sbriciola e non riesce a fare i biscotti..
"Prova a mettere un altro albume, forse era piccolo!"...niente da fare..non si compatta..
Ne mette un altro ma niente ancora..a questo punto la cosa non mi convinceva..possibile che li ho fatti in 5 minuti in una ciotola senza problemi..e lei con 3 e dico 3 albumi non riesce??..dilemma svelato nel pomeriggio...La confezione dello zucchero a velo era identica a quella della fecola..per forza non legava!!..ahahhaah!!..va beh..capita!..lei a raggirato l'ostacolo ed ha risolto lo stesso!!..Brava Claudia!!

Tornando al discorso precedente..questi biscotti sono facilissimi...ma il sapore e la consistenza è favolosa!..quindi niente di meglio..!!..cose buone in poco tempo!!
Praticamente servono..una ciotola, gli ingredienti, un cucchiaio di legno e 2 cucchiaini..che dite, avete voglia di provarli?..magari domani piove e non sapete che fare!!..



BISCOTTI DI MANDORLE E CANNELLA

Ingredienti per circa 30 biscotti dipende dalla grandezza):

120 gr di mandorle Macinate
120 gr di zucchero a Velo
1 albume (30 gr)
1 cucchiaino di Cannella

Gelatina di Albicocche oppure marmellata di pesche

Mescolate in una ciotola lo zucchero e la cannella setacciati con le mandorle macinate fini ma non esageratamente..io ho le ho lasciate volutamente grossolane perchè volevo un biscotto scrocchiarello..
unite l'albume e mescolate bene..al limite potete fare questa operazione nel mixer..

Con 2 cucchiaini formate dei mucchietti nella placca foderata di carta da forno..

a questo punto, se li infornate subito come ho fatto io si appiattirano ed a me è piaciuto così, oppure potete farli asciugare almeno un'ora prima di infornarli..

Cottura a metà altezza a 200° per 12-13 minuti..ovviamente controllateli, dipende dal forno..

Sfornateli e pennellateli subito con gelatina o marmellata leggermente diluita con acqua..




e con questi biscottini facilissimi, vi auguro..

BUON FINE SETTIMANA!!!

martedì 9 novembre 2010

AMARETTI per un Sweet Moment..!!


Ammetto che per me appassionata di Pasticceria non c'è nessun dolce che non mi piaccia..La Adoro in tutte le sue forme, i suoi colori e profumi..dalle cose semplici a quelle più elaborate..
Mi piace affondare il cucchiaino in una Crema vellutata ma mi piace anche addentare un Biscotto Croccante..Assaporare i vari profumi di un Semifreddo e sentire il contrasto tra una base ed una Mousse..insomma niente eliminerei dal mondo della Pasticceria!!
Ma c'è un Pasticcino elegante,raffinato, delicato al quale non resisto..in nessun momento, in nessun caso e nessuna occasione..L'Amaretto...!!!!!

lunedì 25 ottobre 2010

Non chiamateli...Macarons!!!


Vi è mai capitato di essere attirati da una ricetta perché assomiglia a qualche altra?.
bene questo mi è capitato nei giorni scorsi..premetto che NON era mia intenzione fare dei Macarons che sono nel mio cassetto dei desideri da un sacco di tempo..!!
Un paio di settimane fa ero decisa a provarli, ma nel momento in cui mi sono messa alla ricerca della Farina di mandorle BIANCA o non la trovavo o aveva un prezzo inaccessibile..Sì perchè pagare € 4.27 per 100 grammi mi sembra una vera e proprio ruberia ed io per principio ho lasciato correre in attesa di trovare offerte migliori..!!
Un giorno stavo guardando un libricino con ricette di biscotti e mi sono imbattuta in questa che li chiamava Baci di Dama..beh dalla foto non centravano proprio niente..sembravano più delle meringhe e nemmeno gli ingredienti che nei Baci di Dama appunto prevedono burro, e farina e sono lavorati circa come la Pasta Frolla..Però non so perchè mi attiravano e visto che avevo giusto 4 albumi in frigo niente di meglio che provarci facendo qualche modifica..avevo anche le Mandorle (non bianche) ed ho voluto provare a macinarmele poco a poco per evitare che si surriscaldino e rilascino l'olio..
Inoltre come da ricetta dei Macarons questa non richiedeva riposo ed anche la temperatura di cottura era diversa..
fatto sta che strada facendo montando gli albumi ho aggiunto un pò di colore, ho mescolato gli ingredienti come per i Macarons, ho infornato subito e quando ho visto che si formava il famoso colletto di base ho esclamato..."Oddio...ma questi sembrano i Macarons!!!!" ..ho confrontato le varie ricette che mi sono stampata ed ho visto delle differenze nelle proporzioni degli ingredienti ma ormai che c'ero ho continuato l'avventura..compresa la lunga attesa di 3 giorni prima di gustarli..confesso però che li ho assaggiati giornalmente per sentirne il cambiamento!!
Praticamente da Baci di Dama che sembravano meringhe sono usciti questi..dei Simil macarons che però ho deciso di chiamare.....Macchè-rons!!!..hihihi!!.a chi mi chiedeva se erano i Macarons io dice noooo Macché....!!!..vi piace??..altrimenti si accettano suggerimenti..
In attesa di provare quelli originali in tutti i colori e gusti possibili vi propongo questi..farciti con una ganasce di cioccolato bianco e pasta di Nocciola....


Macchérons

Ingredienti per i macchérons:

125 gr di Mandorle
250 gr di zucchero a velo

4 albumi vecchi di 2-3 giorni(132 gr)

1 cucchiaio di zucchero semolato

qualche goccia di limone (questa l'ho aggiunta io)

colorante verde in questo caso (facoltativo)


per la ganache:

150 gr di cioccolato bianco
125 gr di Panna fresca

15 gr di burro

2 cucchiaini di pasta di Nocciola

PROCEDIMENTO

Preparare il giorno prima la ganache...intiepidire la panna..sciogliere il cioccolato a bagnomaria o in microonde..unire la panna e mescolare bene finché tutta la cioccolata è ben sciolta..unire il burro e mescolare bene, infine aggiungere la Pasta di Nocciole..lasciare raffreddare e mettere in frigo fino al giorno dopo...



Preparare i macchérons...Mescolare le mandorle con lo zucchero a velo e passarle al mixer poche alla volta poi passarle al setaccio 2- 3 volte..lo so è un lavoro noioso ma questo farà si che vi venga un impasto bello liscio inoltre lo zucchero si mescolerà meglio alle mandorle..

Montate gli albumi per un paio di minuti poi unite lo zucchero semolato..lasciate girare ancora un pò poi unite qualche goccia di limone ed il colorante, mi raccomando evitate aromi e colori a base grassa..si smonterebbe tutto..io ho usato colori in polvere..ora continuate a montare fino ad ottenere una massa bella bianca e ferma..Non meno di 15-20 minuti..


Unite in 2-3 volte la polvere di Mandorle e zucchero a velo mescolando delicatamente da sotto a sopra con un cucchiaio..ovviamente si smonterà un pò ma dovrà rimanere di una consistenza tale da poter essere spremuto dalla sacca senza colare (macarroner)..inoltre diventerà una crema bella liscia e luminosa che formerà un nastro ricadendo dal cucchiaio.
Passate il composto in una sac à poche..
Mettete una placca dentro l'altra (il doppio fondo farà sì che si formi il famoso colletto) formate dei mucchietti tondi più regolari possibili con l'impasto sulla carta forno..infornate a 160° per 15 minuti circa..Controllateli a vista comunque..si deve formare una crosticina liscia ma sottile in superficie..potrebbe servire anche meno tempo..Metà altezza nel forno..
Sfornate e ripetete lo stesso con l'altra placca..vi sconsiglio di preparare tutte le placche subito..rischiate che i dischetti si allarghino e finiscono con l'unirsi nell'attesa..quindi fate una placca alla volta..
A questo proposito nella preparazione dei macarons originali si lasciano asciugare 30 minuti prima della cottura però la ricetta ha proporzioni diverse quindi l'impasto è un pò più consistente..
Una volta freddi staccateli delicatamente dalla carta.

Riprendete la Ganache preparata il giorno prima e montatela leggermente con un frullatore..mettetela nella sac-à poche e farcite i biscotti 2 a 2..posizionateli in un vassoio, copriteli con della pellicola o mettete il tutto in un sacchetto da freezer bello grande..
Riponetelo in frigo e lasciatevelo per 2-3 giorni...

Sono sicurissima che non riuscirete ad aspettare e sarà grande la voglia di assaggiarli prima del tempo..vi avviso che potreste rimanere delusi..inizialmente diventeranno gommosi..quasi difficili da mangiare ma poi.......scoprirete il Paradiso...!!!!..diventeranno di un morbido incredibile ed ogni morso vi farà sognare...
Non mangiateli appena tolti dal frigo ma aspettate che si ambientino un pò...sono sicura che poi correrete qui a raccontarmi le vostre impressioni..


Se sono venuti meravigliosi questi non oso pensare a come saranno quelli originali!!!!..non vedo l'ora di rifarli perchè qui mi hanno già chiesto com'è che ne ho fatti così pochi...!!!

*******************************************

PICCOLO EDIT: a me con questa temperatura erano venuti bene, ma dipende dal forno, mi è stato consigliato di abbassarla a 160°, quindi regolatevi con i vostri forni.NON devono cambiare colore.

***************************************************


Questo è stato considerato il POST DEL MESE su "La Cucina Italiana"


giovedì 1 luglio 2010

Semplicemente....Rotolo al Cacao con la Nutella..



L'altro giorno un'amica mi dice che deve usare degli albumi ed ha intenzione di fare il rotolo con la Nutella...Coooome dico io il rotolo con la Nutella con gli albumi???..sì sì mi risponde...e mi invia questo link..Ovviamente io che salvo tutto..metto nei link salvati pure questo..poi mi viene in mente che ho un barattolo di Nutella aperto e che visto che Martedì parto mi rimaneva lì tutto solo ad invecchiare per 2 settimane circa!!..quindi quale occasione migliore per usarla e far fuori tutti quegli albumi che ho nel freezer??.eheh..Buona la scusa vero??.. approfittando che il forno era obbligatoriamente acceso per il pane ho deciso di provarlo!!..rimanendo sulla scia del cioccolato ecco la base al cacao per rotoli fatta con soli albumi..Che fa sempre comodo!!



ROTOLO AL CACAO CON NUTELLA

Ingredienti per uno stampo da 30x33 cm

4 albumi a temperatura ambiente
120 gr di farina
120 gr di zucchero
120 gr di burro morbido
20 gr di cacao amaro in polvere
Nutella q.b.

Preparazione molto semplice..servono solo una ciotola ed un mestolo di legno..non è vietato ovviamente il frullatore..

Lavorare a pomata il burro, aggiungere lo zucchero e farlo diventare una crema ..

Unire gli albumi (non montati) e mescolare bene..

aggiungere la farina ed il cacao setacciati...mescolare bene..

Spalmare il composto nella placca foderata con carta forno e cuocere a 200° per 4 minuti..

Sfornare e dopo qualche minuto spalmare la Nutella ed arrotolare..se mettete la Nutella quando il rotolo è caldo si ammorbidisce e si spalma benissimo..inoltre la pasta si arrotola senza rompersi..io mi sono aiutata con la carta forno e poi l'ho lasciato impacchettato finche si è raffreddato..

cospargere infine di Zucchero a Velo

come vedete la preparazione è facilissima..naturalmente si possono variare le farciture e si può anche fare la pasta neutra mettendo farina al posto del cacao..

Altro ottimo sistema per usare gli albumi..tra l'altro risulta un impasto leggero e morbido, veramente molto buono!

Inoltre contenendo poca farina si può sostituire con quella di riso per farne la versione gluten free!!





Grazie Monica per la dritta!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 
 

lunedì 23 novembre 2009

Cappuccino Gelato e Brioche???


Buon Lunedì a tutti, com'è andato il fine settimana..?..spero bene per tutti, qui il tempo è stato molto grigio e nebbioso, tipico tempo da Lupi..della serie mi barrico in casa e non mi muovo proprio...e magari una bella dormitina la domenica mattina!!!! ed invece no, sveglia presto per andare a Verona all'addestramento con Goldie..e poi al ritorno una bella mangiata in compagnia a base di Tortellini arrivati direttamente da Valeggio sul Micio...buoooni!!!...hanno proprio una marcia in più!!e così, tra un tortellino, un bicchiere ed una risata è finita che siamo stati intorno al tavolo fino a sera....quasi quasi era ora di ricominciare per la cena!!..Che bello passare le Domeniche così!!

Ma oggi vi propongo la seconda ricetta che componeva la Fantasia di Miniporzioni fatte per l'altro Sabato...è un semifreddo Buonissimo che ho trovato in una vecchia rivista...devo dire che ho rischiato, non l'avevo mai fatto e mi sono fidata...fortunatamente è venuto perfetto e la sua bontà mi ha piacevolmente sorpreso!!...Decisamente da rifare anche perchè si conserva in freezer e quindi si prepara in anticipo, ha un sapore delicato che piace a tutti...lo vedrei molto bene in una meringata al posto della crema...


CAPPUCCINO GELATO CON BRIOCHE

Ingredienti per 6 porzioni

250 ml di panna fresca
500 ml di latte
2 albumi freschi
125 gr di zucchero
40 gr di acqua
1 cucchiaio di caffè solubile
cacao amaro per spolverare

Per le brioches ho usato la ricetta delle Treccine con lo Zucchero..ho fatto delle palline da 60 grammi che ho poi tagliato in 6 spicchi, li ho arrotolti per fare le mini-mini-brioche, fatti lievitare e cotte..praticamente pesavano 10 grammi e misuravano circa 5 cm..dovevano per forza essere proporzionate ai bicchierini..

PREPARAZIONE del Semifreddo

Preparare una meringa italiana (linkando troverete le foto con la lavorazione)mettendo a bollire l'acqua con lo zucchero, intanto montare leggermente gli albumi..quando lo sciroppo avrà raggiunto una temperatura fra i 118° e 121° versatelo a filo sugli albumi sempre montando...continuare a montare fino a raffreddamento...
questa volta ho provato a farla con la planetaria e devo dire che ho trovato comodissimo lasciarla lavorare finche preparavo altro...una volta fredda metterla infrigo...

1) Scaldare il latte e sciogliervi il caffé..lasciare raffreddare

Montare la panna non completamente senza aggiungere zucchero..


a questo punto prendere tutti i 3 contenitori..latte e caffè, meringa italiana, panna montata..

2) mescolare una cucchiaiata di meringa nel cappuccino molto delicatamente...versarlo poi nel resto della meringa e mescolare sempre con attenzione..

3) infine unire in più riprese la panna...

Versare negli stampini e passare in freezer..al momento di servire toglierli qualche minuto prima e spolverarli di cacao...accompagnarli volendo con una piccola brioche decorativa..







 Credo proprio che proverò a farci una bella meringata, sarà sicuramente ottima!!


 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


giovedì 18 giugno 2009

Crostata di frolla bianca Ripiena di marmellata!


Avevo un Panetto di frolla bianca in freezer e dei vasetti di marmellata di Prugne e fragole da finire, ho deciso di provare per la prima volta a fare la crostata ripiena..

La Pasta Frolla bianca è fatta con soli albumi quindi quando ne ho in più la preparo, la divido in panetti e la congelo....All'occorrenza ce l'ho già pronta!!

La marmellata di fragole era piuttosto liquidina, (l'aveva fatta mio papà!!) buona lei ma impossibile da spalmare in quanto colava da tutte le parti, invece quella di prugne era piuttosto soda...perciò è bastato mescolarla ed il gioco era fatto!!
Così ho passato in frigo il panetto di frolla la sera prima....
Che buona che è venuta...!!

CROSTATA DI FROLLA BIANCA RIPIENA

INGREDIENTI per tortiera da 21 cm

Un panetto di Pasta frolla bianca (circa 350 gr)
Marmellata
Zucchero a Velo per Spolverata finale

Stendere la pasta sfoglia ad uno spessore di circa 8 mm e foderare il fondo ed i bordi dello stampo lasciando un pò debordare...

coprire con uno strato di Marmellata ...

Con il resto della Pasta stesa più sottile di prima formare un disco e ricoprire il tutto...

Ripiegare i bordi che uscivano dalla tortiera ed infornare a 180° per circa 50 minuti..

Questa frolla non colora molto, infatti mancano i tuorli dell'uovo che la rendono più colorata, quindi non bisogna farsi ingannare dalla pallidezza...



il giorno dopo come tutte le crostate è ancora più buona..




Ciao ciao!!


 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

mercoledì 3 giugno 2009

Meringata alle Pesche e 50.000 volte GRAZIE!!!



Un giorno curiosando tra i vari Blog e vedendo i loro colori, le loro foto, le immagini mi è venuta la voglia di Provare questa avventura...
Facevo già parte di un forum di Cucina ed avevo già un blog collegato ad esso...un pochettino insomma mi arrangiavo tra foto e funzioni vari, ma Creare un Blog di sana pianta era un' altra cosa...
Così leggi, prova, e riprova è nato il mio Blogghino.....Nel frattempo sono perfino riuscita mettere la terza colonna ed a fare dei cambiamenti....e rassegnatevi, continueranno!!!hihih!!!
Ora a distanza di 9 mesi mi ritrovo qui a ringraziare tutti coloro che sono passati di qua fin'ora ed anche coloro che lo faranno in futuro....!!!
Ieri infatti Menta e Cioccolato ha superato la soglia dei 50.000 visitatori!!!!!....e chi l'avrebbe detto.....50000 persone sono entrate nel blog ed hanno curiosato 120.000 pagine....Non ci posso ancora credere.......ed in soli 9 mesi......!!GRAZIE!!!!

mercoledì 29 aprile 2009

Meringa Italiana



La Meringa Italiana è un composto che si ottiene versando uno sciroppo di acqua e zucchero bollente su albumi montati...questo serve a pastorizzarli..

è una base utilizzata per Semifreddi, gelati ed altro..

Io non amo molto le preparazioni con uova crude, pertanto quando posso le pastorizzo..sono più sicura per me e per i miei ospiti...

INGREDIENTI:

65 gr di albume fresco
40 gr di acqua
130 gr di zucchero



Mettere a Bollire acqua e zucchero fino ad una temperatura di 118°-120°..(non fate caso alla temperatura nella foto)..



mentre arriva a temperatura montare un pò gli albumi...

Per chi non ha il termometro versare lo sciroppo da un cucchiaio, quando fa il filo caramelloso è pronto..



Arrivati a temperatura versare lo sciroppo bollente a filo sugli albumi sempre montando, ma facendo attenzione a non versarlo sulle fruste...rischio di scottature per gli schizzi..



Continuare a montare fino a raffreddamento..per velocizzarlo si può mettere il contenitore a bagnomaria in acqua gelata oppure chi ha un impastatore lo faccia lavorare al posto suo...
Si otterrà un composto liscio e lucido che si conserva in freezer..
Non indurisce e quindi può essere preparato in anticipo....

Ottimo per gelati che rimarranno cremosi o per Semifreddi e mousse...
Io lo uso anche per decorare passandolo poi alla fiamma con il cannello..

Un esempio di Mousse al Limone..

mercoledì 22 aprile 2009

Meringhe...istruzioni per una perfetta riuscita!!!



Sento spesso dire da conoscenti che fare le Meringhe è difficile e che a pochi riescono...
con questo post spero di essere utile a chi vuole provare ma ha dei dubbi..ci sono vari metodi ed ovviamente questo non è l'unico ed io mi trovo benissimo..
da quando le ho viste fare mi sono cimentata un'infinità di volte tutte perfettamente riuscite, in vari formati ad esempio il disco di Meringa o varie misure dalle più piccoline per decorazioni alle più grandi da gustare con la Panna....

-Molto importante che gli albumi siano a temperatura ambiente
-Non metto assolutamente sale che velocizza la montatura ma altrettanto la smontatura..metto invece qualche goccia di Limone o aceto per eliminare quel tipico odorino di "freschino"...

Prima di passare alla spiegazione vorrei fare un appunto sulla cottura...
-Le Meringhe in sè non vengono cotte, ma essiccate quindi non sempre si riesce a dare un tempo preciso...ed anche se rimangono in forno di più non succede nulla..
a 120° circa colorano e quindi meglio non tenerla più di 30 minuti, se invece si vogliono belle bianche si usa una temperatura sui 90° fino ad essicazione...
Ad esempio per le meringhe piccole di circa 3 cm che servono come decorazione per una torta Riccio sono sufficienti 30' a 120° più 60' a 90°..
Ovviamente più sono grandi e più bisogna lasciarle in forno...
-Altro particolare a cui fare attenzione è quello di mettere una presina o un cucchiaio o altro nello sportello del forno in modo da creare una leggera fessura per far uscire l'umidità..
In pasticceria i forni sono dotati di una valvola e per questo si dice a Valvola aperta..

-Altra cosa...c'è differenza tra Le meringhe che sono quelle più leggere, quasi ariose e le Spumiglie sempre friabili e scioglievoli ma più compatte... Come si fanno?...la differenza sta nel modo di dosare lo zucchero..

Cioè per fare le prime metà verrà aggiunto a mano molto delicatamente, mentre per fare le altre si aggiungerà tutto montando...
quest'ultima lavorazione va bene per fare il disco di meringa che deve essere più compatto e resistente...il tempo di cottura sarà ben più lungo..

Quando le faccio io inforno più placche con ventilato a 120° circa per i primi 30 minuti poi le lascio a 90° per un'ora dopo di che ne prendo una, la lascio raffreddare e la.........ASSAGGIO!!!!in questo modo mi accerto se sono ben secche nel suo interno, in caso contrario prolungo la cottura...

Una volta cotte lasciatele pure all'interno fino a raffreddamento, ma poi toglietele, sono delicate ed assorbono in fretta l'umidità che le circonda...Conservatele in una scatola con chiusura ermetica, resteranno perfette a lungo...

A questo punto mi sembra di avere spiegato tutto quindi passiamo alla Ricetta..


AddThis