"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)
Visualizzazione post con etichetta In Cucina con Lui. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta In Cucina con Lui. Mostra tutti i post

martedì 18 settembre 2012

Crema Fredda di Melone e Crudo croccante..non è mai troppo tardi..



Eccomi qui con una ricetta preparata dalla mia dolce metà. Una delle ultime estive visto che siamo ormai a metà settembre e tutto ci dice che la bella stagione sta finendo..Da mesi diceva di voler provare questa cosa e finalmente ne ha avuto l'occasione. Ancora non fa così freddo e si trovano tranquillamente dei meloni buoni quindi si può fare!! E' una crema che può essere servita fredda o appena tiepida, è rinfrescante e stuzzicante nello stesso momento.
Consiglio questa preparazione servita in bicchierini nei buffet o come Entrée.
Decisamente una cosa diversa dal solito che piacerà e stupirà i vostri ospiti.


CREMA FREDDA DI MELONE E CRUDO CROCCANTE


Ingredienti per 4 persone:

1 melone e mezzo o 2 se sono piccoli.
1 cipolla piccola
8 fettine di Prosciutto Crudo
Salsa di soia
Olio Extra Vergine d'Oliva
Sale e Pepe qb
Brodo Vegetale
Prezzemolo per la decorazione


lunedì 7 maggio 2012

Lasagna agli Asparagi Verdi con Tartufo e Zafferano!... In cucina con lui!!




E pensare che qualche anno fa di cucinare non se ne parlava! O meglio non sapeva fare gran che..Sarà che l'ho contagiato? Forse sì, gli avrò fatto una testa così con la mia mania al punto che ha cominciato a cucinare e devo dire che è proprio bravo..Avrei quasi deciso di fare una rubrica nel blog a lui dedicata. Con le sue ricette così io mi occupo del dolce lui del salato..Mmm! devo trovare il nome giusto e pure il banner! Ma mi raccomando, deve rimanere un segreto!!
Dunque, in questo periodo si va di asparagi e lui ne va matto per cui cerca di prepararli in molti modi. Li prende direttamente dal produttore quindi potete immaginare la bontà e la freschezza!
Generalmente il suo momento è la domenica. Ci mette tutta la mattina ma alla fine il risultato è sempre perfetto. Ovviamente io faccio da consigliera ed aiuto chef, ma lui dirige tutto! Mi piace perchè una volta ignorava quello che facevo. Trovava ridicolo che fotografassi quello che preparavo e che lo pubblicassi ora invece mi dice sempre "dopo la fai la foto??" eheh!!
Quella della foto era l'ultima fetta ed ho dovuto rubarla dalle sgrinfie di chi chiedeva il bis.. se la sono contesa in 3.. era ancora caldo e  quindi morbido ma decisamente goloso!!

Questa volta abbiamo preso la pasta pronta, non avevo tempo di farla. anche se è del tipo che andrebbe direttamente in forno ho preferito sbollentarla un paio di minuti. 
Ho fatto (io) una besciamella piuttosto densa in modo da poterla allungare con il liquido degli asparagi ed insaporirla per bene! Ho completato la cremacon gliasparagi e gli aromi ed ho composto la Lasagna..beh tutto sommato ho fatto la mia parte..hihih!!





 LASAGNA AGLI ASPARAGI VERDI CON TARTUFO 
E ZAFFERANO

Ingredienti per 8 persone:

1,200 chilo di asparagi verdi già mondati
1 scalogno
burro, olio, sale, pepe
1 bustina di zafferano
Tartufo nero q.b.
Formaggio Grana

Pasta da Lasagna circa 250 gr
Besciamella

Ingredienti per la Besciamella
1 litro di latte
100 gr di burro
100 gr di amido di mais
sale, pepe
noce moscata

Mettere a bollire il latte in una pentola grande. In una più piccola sciogliere il burro quindi fuori dal fuoco unire l'amido e mescolare bene. quindi aggiungere poco per volta del latte sempre mescolando. riunire tutto nella pentola grande. Portare sul fuoco e sempre mescolando con una frusta vigorosamente portare a bollore. Salare, pepare ed unire anche della noce moscata grattugiata. La potete preparare anche in anticipo.

Lessare gli asparagi in acqua salata lasciandoli croccanti.(circa 20 minuti)(tenere l'acqua)
Scolarli, tagliare le punte e metterle da parte. Il resto tagliarlo a rondelline di circa 1 cm.
Tritare lo scalogno ed appassirlo con un pò di olio e burro. Unire le rondelline e saltare ancora per qualche minuto. Salare e pepare.
Riprendere la besciamella Versarci il liquido che si sarà formato saltando gli asparagi in padella. frullare con un mixer ad immersione in modo da ammorbidirla. Unire anche 2-3cucchiaiate di asparagi saltati e mixare. Aggiungere lo zafferano, il tartufo, una manciata di formaggio grana ed il resto degli asparagi. Mescolare bene.

Saltare in padella anche le punte con il burro giusto un paio di minuti. Salare e pepare.

Sbollentare la pasta nell'acqua di cottura degli asparagi (se è poca aggiungerne dell'altra) con l'aggiunta di un filo d'olio. Scolarla ed immergerla subito in abbondante acqua fredda.

Spalmare nel fondo dello stampo un cucchiaio di besciamella. Disporre uno strato di pasta, quindi coprire con la besciamella. continuare così fino ad esaurire tutto finendo con la Crema. Disporre le punte croccanti e cospargere di grana grattugiato.
Infornare 20 minuti a 180° ventilato. Sfornate e servite..




BUON APPETITO!

Altre sue preparazioni:


                                       ---------------------------------------------------------


Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------


venerdì 29 aprile 2011

Risotto in vellutata di asparagini bianchi e verdi...e Buon fine settimana!



Siamo a venerdì ed oltre ad essere l'inizio del fine settimana è il penultimo giorno di questo 4° mese dell'anno..incredibile come passano in fretta i giorni..solo ieri si parlava di Natale..
 Questo non si può negare che non sia il loro momento..li vediamo di varie misure, in 2 bellissimi colori, e conditi e preparati in tutte le salse..GLI ASPARAGI..Ultimamente infatti la mia dolce metà ne sta facendo incetta..li adora e non perde l'occasione per gustarseli..per fortuna poi passato il periodo non li cerca più...Piacciono molto anche a me, ma non in modo così esagerato..ossia se per caso non ci sono pazienza, ne faccio anche a meno..Sabato scorso è andato in un posto vicino a noi dove li coltivano e ne ha presi in quantità industriale regalandomi un mazzetto di quelli più fini sia bianchi che verdi...Ho deciso di provare a fare questo risotto..e che c'è di strano direte voi, è un risotto agli asparagi..certo, però io ci ho aggiunto la vellutata così il sapore era ancora più intenso..decisamente ottimo!


 RISOTTO IN VELLUTATA DI ASPARAGINI BIANCHI E VERDI

Ingredienti per 4 persone:

280 gr di riso vialone nano
600 gr circa di asparigini bianchi e verdi
mezza cipolla
1 litro e mezzo circa di brodo vegetale già salato
olio extra vergine
sale e pepe qb
formaggio grattugiato
un pezzetto di burro per la mantecatura

Pelate gli asparagi più grossi se vedete che hanno una superficie dura..tagliate e buttate un pezzetto del fondo (circa 1 cm). Tagliateli a metà e a parte in fondo fatela a rondelle e tuffatele nel brodo bollente..
Dell'altra metà tagliate le punte e mettetele da parte il resto tagliatelo anch'esso a rondelle..
imbiondite la cipolla tritata in un filo di olio, unite il riso e tostatelo per un paio di minuti..Versate un paio di mestoli di brodo e le rondelle di asparagi (quelle tagliate vicino alla punta)..portate avanti la cottura aggiungendo il brodo a mestoli quando il riso si è asciugato..dopo 3-4 minuti dall'inizio buttate anche le punte..a metà cottura unite 3-4 belle cucchiaiate di formaggio grana..
Nel frattempo quando le rondelle nel brodo saranno morbide scolatele e passatele con il minipimer aggiungendo se necessario poco brodo..aggiustate di sale e pepe..passate al setaccio per eliminare eventuali filamenti..
Questa vellutata andrà versata per ultima nel riso in modo che venga assorbita..praticamente quando mancheranno circa 4-5 minuti dalla fine cottura..Spegnete il fuoco, unite qualche pezzetto di burro, coprite e lasciate riposare 2 minuti..mescolate bene e servite..

BUON APPETITO E BUON FINE SETTIMANA !!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

martedì 5 aprile 2011

Penne agli Asparagi Verdi su vellutata e Punte Croccanti..quando c'è lui ai fornelli..!!!


Quando l'ho conosciuto non sapeva fare molto in cucina..giusto il minimo indispensabile in caso di necessità..Una volta ricordo che mi ha fatto il caffè...bleahh!!..non gliel'ho più chiesto!!...però aveva una brutta abitudine e cioè quella di dirigere i lavori..lui diceva di fare così..tagliare colà..praticamente in teoria sapeva anche fare qualcosa ma era la pratica che gli mancava..e così stanca di sentirmelo brontolare dietro le spalle un giorno gli ho dato in mano un coltello e gli ho detto taglia fai a pezzetti piccoli e regolari!!..(stavamo facendo una banale insalata di riso!!)..da lì ha iniziato ad aiutarmi e poi a sperimentare, a provare ed ora devo dire che è proprio bravino..fa delle ottime grigliate (ve beh che la maggior parte degli uomini le fanno!!) quando prima non sapeva nemmeno da dove iniziare..cucina dei risotti buonissimi, fa un sugo di pesce altrettanto buono e pure il ragù..ma anche un sacco di altre cose..che posso volere di più..!!..si è perfino cimentato in una mega paella per 20 persone al suo ultimo compleanno!!..mica roba da tutti!!..Praticamente in cucina ci compensiamo perfettamente.!!..Sabato scorso ha deciso di andarsi a comprare gli Asparagi direttamente dal contadino..e ieri si è cimentato con questa pasta..io l'ho lasciato fare..o meglio facevo l'aiuto chef giusto quando lo richiedeva..insomma dall'inizio alla fine questo piatto è opera sua..!! Peccato non averlo fotografato con il grembiule ovviamente troppo piccolo per lui!!..Risultato..FAVOLOSO.......!!!Ma quanto è bravo!!..Glielo posso dire???..Il bello della preparazione è che è composta da semplici ingredienti, senza aromi, soffritti ecc..semplicemente il sapore degli Asparagi che essendo di stagione e della zona sono buonissimi!!



PENNE AGLI ASPARAGI VERDI SU VELLUTATA E PUNTE CROCCANTI

Ingredienti per 4 persone
 300 gr di penne
 1 chilo di asparagi verdi circa (20 pezzi)
 olio extra vergine
 500 ml circa di brodo vegetale
 sale e pepe q.b

 Iniziare con il pelare gli asparagi per eliminare la corteccia più dura..c'è un attrezzino apposito che funziona benissimo..altro che pela patate!!.Lavarli e Tagliare il fondo di un paio di cm, buttare questi pezzetti nel brodo vegetale che dovrà sobbollire per tutto il tempo..(in modo da essere caldo se dovesse servire).
 Tagliare anche 3-4 cm della punta e tenere da parte, il resto farlo a tocchetti di 2 cm..
Cuocere in padella questi pezzetti con un pò di olio, sale, pepe e del brodo..Una volta cotti prelevarne la metà circa e metterli nel classico bicchierone del minipimer, aggiungere anche i pezzi che erano nel brodo ed emulsionare unendo dell'olio ed eventualmente altro brodo fino ad ottenerne una crema liscia..Aggiustare di sale e pepe..
 Per evitare di ritrovarsi degli antipatici filetti in bocca setacciare questa crema e tenerla da parte..


intanto in un'altra padellina saltare le punte tagliate a metà per la lunghezza con un filo d'olio sale e pepe..non cuocere troppo devonorimanere croccanti!
 Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla direttamente nella padella con i tocchetti cotti in precedenza e la vellutata saltare  bene aggiungendo se fosse necessario del brodo in modo che non asciughi troppo..



servire nei piatti, guarnire con le punte croccanti ed un giro di pepe macinato al momento..et Voilà!!..il Pranzo è servito..



E questa preparazione partecipa al Contest "Oggi cucina lui..per lei" di Max





---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

mercoledì 18 agosto 2010

Tagliata di Manzo fredda Marinata in Erbe Aromatiche


Buongiorno!!..Eccomi qui, sono tornata dalla mia vacanza al mare...anche per quest'anno è finita..
Sto preparando le foto della giornata passata nella laguna Veneta in Barca perchè ve le voglio proprio far vedere..Certo non è facile scegliere tra le oltre 300 che ho fatto ma ci sto provando!!..ehehe!!

Passando a questa preparazione premetto che non mangio molta carne, però mi piace molto e quando mi capita voglio che sia veramente buona e di qualità..Generalmente si è abituati a mangiare Tagliate e Costate (Buonissime!!) fatte alla griglia, mentre in questo caso si gustano fredde dopo averle fatte marinare in frigo e rosolate in padella..

Questo piatto è stato preparato a 6 mani da me, Anto e mia cognata che ha preparato il piatto di portata, per una cena fatta a luglio in una di quelle serate molto molto calde..per cui essendo servita fredda era perfetta!!
Abbiamo usato un bel pezzo di Tagliata di Manzo, ma si può usare anche la Costata...
Come vino un Merlot per la marinatura ma va bene anche qualcos'altro..

martedì 27 luglio 2010

Il Risotto al Tartufo Nero di Acqualagna




I primi tempi..si parla di vent'anni fa circa quando veniva a mangiare da me non sapeva molto di culinaria, ne di cucina però me lo ritrovavo sempre tra i piedi che mi diceva come fare., come tagliare, insaporire, cuocere....Non c'è niente di più odioso cucinare ed avere qualcuno alle spalle che dispensa consigli...anzi..ordini direi...così con il passar del tempo ho iniziato a mettergli in mano mestoli, pentole e coltelli dicendogli "fai tu visto che sai come si fa!!".. con il passar del tempo si è appassionato e devo dire che è diventato pure bravino...sarebbe uno di quelli che vorrebbe andare a mangiare in posti carini, che vorrebbe preparare cose di primissima scelta ma non sempre si può fare..si interessa di cucina e ricette (NON dolci!!!!) e quando può ci prova..ogni tanto mi telefona chiedendomi come deve fare questo o quello e quando sono da lui molto spesso cuciniamo assieme..devo dire che è una cosa che mi piace moltissimo..!!
Poco tempo fa ha perfino comprato uno di quei barbeque stile americano con mobile in legno, coperchio per cui fa anche da forno, piastra laterale con un fuoco insomma non proprio quello che voleva ma più che sufficiente...Inaugurato appena montato ed ora si diletta anche in grigliate..Costate e tagliate sono la sua specialità!!!
In questo caso invece ha voluto fare un risotto..non era la prima volta ma ho voluto fotografare e postare la sua ricetta, direi che se l'è meritato!!..anzi nessuna ricetta visto che è andato a.."NASO"..dosi approssimative ma risultato ottimo..
Il Tartufo in questione è volgarmente detto Scorzone ed è della zona di Acqualagna per chi fosse interessato i primi di Agosto c'è una fiera con tanto di bancharelle e degustazioni..è un pò meno profumato dell'altro per cui ne serve un pò di più, ma è ugualmente buono..!!..
Come dosi andate anche voi..a NASO..a casa sua si misura il riso in bicchieri, quelli comuni da tavola, uno è per 2 persone..



RISOTTO AL TARTUFO NERO

Ingredienti per 3 persone:

1 bicchiere e mezzo di Riso (lui ha usato il Carnaroli)
1 Tartufo di circa 6 cm di diametro o a piacere(mica l'ho pesato!)
brodo vegetale
burro per mantecare
sale e pepe

Tostare il riso a secco per un paio di minuti, poi bagnarlo con un mestolo di brodo bollente..continuare la cottura unendo il brodo un pò alla volta..a circa 3-4 minuti dalla fine della cottura grattare poco più di metà tartufo (o a gusto) direttamente in pentola..ottimo il gratì!!...finire la cottura, spegnere il fuoco, aggiungere dei pezzetti di burro, mescolare e lasciare coperto per un paio di minuti..
dividere in 3 porzioni affettarci sopra il resto del tartufo e servire..

Forse non si farà proprio così, ma era veramente buono e devo proprio complimentarmi con Anto..!!!BRAVO!!!

Voi cosa ne dite?..possimo dirgli che è stato Bravo!???

                                       ---------------------------------------------------------


Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 
 

AddThis