"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)
Visualizzazione post con etichetta Marmellate confetture composte. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Marmellate confetture composte. Mostra tutti i post

martedì 30 ottobre 2012

Come fare la Gelatina di Mele Cotogne .. e la voglia di viaggiare per imparare!




     La settimana scorsa nel mondo dei foodblogger c'era un gran fermento, in molti si accingevano a partire per Torino in occasione del Salone del Gusto. Tutto questo mi ha fatto ragionare con più fermezza riguardo a questo mondo ed alla possibilità di sapere e crescere sempre più..
Decisamente la possibilità di poter viaggiare è una cosa molto importante per chi ha questa passione nel cuore. Personalmente uno dei miei desideri sarebbe quello di andare a Londra, o Parigi ma non per vedere i soliti monumenti...Cioè anche quelli ma io vorrei fare un viaggio cultural/gastronomico! 

     Mi manca davvero molto tutto questo e mi rendo conto che qui in Italia siamo limitati..nel senso che c'è sì molto da poter fare ma vorrei sapere di più, poter frequentare qualche corso all'estero anche se capire una parola sarebbe un problema..vedere come si lavora, cosa si produce, assaporare cose nuove. Erroneamente ho acquistato un libro di pasticcini in Inglese, beh, direi uno dei più belli che ho nella libreria. Non c'è confronto con quelli Italiani a partire dalle foto, dall'eleganza e dalla varietà di ricette. Vedo che molte amiche foodblogger hanno conoscenze superiori grazie anche a questo. Certo potrete dire che basta cercare nel web ma non è vero, come tutte le cose andare sul posto ha il suo perchè.!!

     In attesa di poter fare almeno uno di questi viaggi mi accontento di proporvi questa gelatina di Mele Cotogne. L'ho già fatta ed anche pubblicata però quella volta mi era venuta rossa rossa e siccome l'avevo assaggiata di un colore chiaro ho voluto ritentare ed usare l'agar-agar.
Le mele cotogne son pazzesche! Si ossidano solo a guardarle e basta un minuto in più sul fuoco che passano da un bel giallo miele ad un rosato. Posso dire di essere soddisfatta questa volta sia nel colore che nel sapore.

     E' un lavoro un po' lungo e ci vuole pazienza ma ne vale la pena. Non ho pesato le mele perchè alla fine tutto si basa sulla quantità di liquido che si riesce ad ottenere. Unica cosa che vi posso consigliare è quella di NON mettere più di 2 litri di sciroppo nella stessa pentola.


mercoledì 14 settembre 2011

Confettura di Nettarine ed Amaretto



Continua la mia avventura nel mondo delle confetture..questa volta avevo ordinato al mercato ben 10 chili di pesche e nettarine ed invece mi hanno portato solo queste ultime..A dire la verità non mi dispiace affatto. trovo che la confettura di nettarine sia ancora più buona di quella di pesche...Mi sono servita anche questa volta di un addensante naturale per ottenere la giusta densità senza bisogno di far bollire a lungo la frutta facendone perdere colore e sapore. Esatto parlo dell'agar-agar....La mia avventura quest'anno è iniziata da QUI ragionando su errori e strategie..poi sono approdata a questa Deliziosa Confettura di Ciliegie e Cardamomo che devo dire sta sparendo molto velocemente...per arrivare nei giorni scorsi alle Nettarine..Ne ho fatta un bel pò ed una parte l'ho voluta aromatizzare con Amaretto....mi è piaciuta così tanto che ve la voglio proporre.





CONFETTURA DI NETTARINE ED AMARETTO

Ingredienti:
1 chilo di nettarine pronte da cuocere
600 gr di zucchero
succo di mezzo limone circa
4 gr di agar agar
Liquore all'amaretto a piacere

Dopo aver sbucciato, privato del nocciolo e fatto a tocchetti le nettarine da ottenerne un chilo mescolarle allo zucchero in una casseruola. Il massimo sarebbe se fosse di rame ma io mi accontento di quelle antiaderenti. Farle cuocere finchè si ammorbidiscono e si rompono facilmente con un cucchiaio. (circa mezz'ora) schiumare all'occorrenza. Nel caso si volessero eliminare i pezzi passarle al passa verdura.
Sciogliere l'agar agar in mezzo bicchiere d'acqua tanto da eliminare tutti i grumoletti, quindi unire un paio di cucchiai di confettura e poi versare il tutto nella pentola. Fare bollire per 3 minuti. A questo punto unire il succo di limone. Conviene assaggiarla e nel caso ce ne fosse bisogno aggiungerne dell'altro. Spegnere il fuoco ed aggiungere l'amaretto. Il calore farà evaporare l'alcool. Nel frattempo avrete messo i vasetti in forno per mezz'ora a circa 90° poi abbassate un pò la temperatura tanto da poterli maneggiare senza ustionarvi.
Riempire i vasetti con la confettura bollente, chiudere subito con i tappi e rovesciare fino a raffreddamento.




E con questo è tutto...se volete provarla poi fatemi sapere se vi piace!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

venerdì 1 luglio 2011

Confettura di Ciliegie e Cardamomo.....Finalmente!!!



Se qualcuno di voi ha letto il mio post precedente sa che la settimana scorsa è stata impegnativa..questa Confettura è una delle tante che ho fatto.Nonostante le varie peripezie alla fine sono riuscita nell'intento di ottenere un prodotto con la giusta densità..Non sto qui a ripetervi tutti i passaggi che ho fatto..dico solo che mi era venuta piuttosto liquidina e che il problema era il fatto che la frullavo con il minipimer perchè qui a casa non vogliono pezzi e su insistenza di mio papà mi sono ritrovata praticamente obbligata ad usarlo compromettendo il risultato finale..fortunatamente un lampo di genio mi ha portato alla memoria che avevo dell'agar-agar e che uno chef mi aveva detto che lo usava per addensare gelatine e confetture di frutta!.. quindi mi sono salvata in corner..Se non avete mai provato il cardamomo fatelo perchè è veramente delizioso..Ha un sapore tra l'aspro del limone ed il piccantino..! Ho scoperto un nuovo modo di fare Confetture aggiungendo aromi e spezie e devo dire che mi è piaciuto.molto Questo grazie a Claudia del blog Verdecardamomo che mi ha invogliata a farla!..
Qui la sua versione, sotto invece i miei appunti tanto per non costringervi a rileggere tutto il post di lunedì!




CONFETTURA DI CILIEGIE E CARDAMOMO


Ingredienti:


1 chilo di ciliegie lavate e snocciolate
450 gr di zucchero (io 500)
4 capsule di Cardamomo (ma anche 3)
succo di 1 limone (io anche la scoza tritata)
2-3 gr di agar-agar (facoltativo)

Innanzitutto pensate se volete una confettura frullata o con pezzi...nel primo caso vi consiglio il passaverdura e NON il minipimer o mixer con lame di metallo!
mettete le ciliegie in una pentola con il succo di limone, la scorza grattugiata, i semini interni delle capsule di Cardamomo e lo zucchero..lasciate riposare per un'ora o 2 poi portate sul fuoco cuocendo circa 30 minuti..se la volete senza pezzi passatela tutta al passaverdura altrimenti solo una parte...controllate la densità mettendone un pò sul piattino e facendola raffreddare..se non cola è giusta..! Se invece cola troppo fatela bollire ancora un pò..fate però attenzione che bollendola troppo perde il suo bel colore rosso ed anche il sapore cambia..!


Fate riscaldare i vasetti in forno a 90° mer 30 minuti circa poi portate il forno a 50° e cominciate ad invasare..io prendo 2 vasetti per volta, li riempio (la confettura deve essere bollente), li chiudo bene e li capovolgo..li lascio così fino a raffreddamento..nel caso non fosse della densità desiderata cosa che è successa a me causa minipimer potete utilizzare l'agar agar. ..Scioglietene 2-3 gr in mezzo bicchiere di acqua (mi raccomando non ci devono essere grumi) poi unitelo alla confettura e fate bollire 5 minuti..invasate e procedete come sopra....
Per quanto riguarda il cardamomo io ne ho usate 4 capsule come da ricetta, però penso che anche 3 possano bastare..vi consiglio di pestare i semini, non si sciolgono in cottura..Se invece vi piace sentirli sotto ai denti e sgranocchiarli lasciateli pure come sono..!!



Ecco vedete quei semini neri?..sono quelli da mettere nella confettura..!





Spero che avrete voglia di provarla perchè ha un sapore ed un profumo molto particolare e diverso dal solito!!...




Con l'occasione voglio partecipare al "Calendario" di Ornella



Vorrei anche parlarvi di quella casellina blu sotto ad ogni post con il +1.ecco quello serve a rendere più facilmente rintracciabile l'articolo nelle ricerche quindi se ritenete opportuno potete cliccarci sopra..più è alto il numero più facile sarà trovare la ricetta..

Ciao a tutti e buona giornata..nel prossimo post la nuova sezione di Menta&Cioccolato

CIAO CIAO ALLA PROSSIMA!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------

lunedì 27 giugno 2011

Di confetture, addensanti, agar-agar ed errori vari!!! Cosa NON fare!


Questo post vuole essere uno scambio di esperienze, errori, prove e successi in fatto di preparazione di confetture..Ho pensato di scriverlo perchè non essendo esperta e cadendo in vari errori potrebbero essere utili anche a voi per poter fare la Marmellata perfetta o quasi!!..Inolte ho sempre detto che questo blog è anche uno scambio di idee e di esperimenti da condividere pur essendo magari sbagliati...
Fin'ora ho trovato molte ricette con e senza aromi particolari ne ho provate molte ma a parte la Confettura di Fragole non sono riuscita a carpirne realmente il segreto.
Negli ultimi anni ho fatto parecchie confetture e gelatine ma bontà a parte la consistenza non è mai stata come la volevo..Lo scorso anno ho fatto quella di Pesche noci, una cosa deliziosa che ho in mente di rifare..
prima però vi voglio raccontare i miei esperimenti falliti o meno..

La settimana scorsa ho passato giorni e giorni a snocciolare ciliegie.. grosse, nere e deliziose..!!sinceramente mai viste così belle!!..ho praticamente fatto la confettura 6 volte perchè man mano che ne avevo una certa quantità pronte cominciavo a prepararla..ma andiamo ad esaminarle una per una:

COSA FARE O NON FARE PER OTTENERE UNA CONFETTURA PERFETTA

Ingredienti:
Ciliegie
Zucchero
Addensanti
Limoni

 PRIMA: 3 chili di ciliegie già snocciolate, 1 chilo di zucchero, succo di 2 limoni, scorza grattata e semini nella classica pallina per il thè in quanto essendo ricchi di pectina si possono utilizzare come addensate..la sfortuna ha però voluto che su 2 limoni ce ne fossero meno di 10!  e te pareva!!..Mi ero messa in testa (giustamente) di NON usare addensante, quindi dopo aver fatto macerare per qualche ora il tutto ho messo sul fuoco e fatto bollire due ore o più...Risultato: buona, ma aveva perso il suo bellissimocolore rosso ed era liquidina. Quindi, cambio di tattica!

SECONDA: 3 chili di ciliegie già snocciolate, 1 chilo di zucchero, limoni come sopra e dopo la macerazioen aggiunta di 3 buste di fruttapec 2:1 e bollitura..circa un'ora. ..Risultato, bella rossa, buonissima, ma molliccia..eccheccavolo ma allora cos'è che non va!..
 
Dopo questi tentativi ero un pò triste perchè ritrovarmi con una confettura buona ma versaBile non era il massimo..Visto che avrei portato a casa altri chili di ciliegie dovevo capire e farla come si deve..
Prima di tutto ho deciso di aumentare lo zucchero, ho messo il fruttapec sempre 2:1 quindi con la proporzione frutta-zucchero! Inoltre scambiando messaggi con un'amica conosciuta a Milano ho avuto una ricetta con aggiunta di cardamomo e visto che ne avevo ho deciso di provarla.
Unico cambiamento invece di fare pentoloni da 3 chili sono passata a 2 pensando che la minore quantità avrebbe agevolato la gelatificazione, quindi:
 
TERZA 2 chili di ciliegie snocciolate, 1 chilo di zucchero, succo di 1 limone e mezzo perchè non la volevo troppo aspra, cardamomo, macerazione e 2 buste di fruttapec..bollitura circa mezz'ora. Dopo aver fatto la prova piattino ed aver appurato che mi sembrava perfetta lasciata raffreddare in quanto avrei invasato tutto sabato mattina. Risultato, colore bellissimo..sapore ottimo, dolce al punto giusto profumo di cardamomo favoloso ma....molliccia!!!! Ma come ho seguito indicazioni precise e niente da fare..!! Che nervoso!

QUARTA e QUINTA: come sopra aggiungendo una busta in più di addensante..volevo proprio vedere chi l'aveva vinta!!
Risultato....come.....sopra!!! SOB!..Ma cosa cavolo sbagliavo?....Nemmeno l'addensante serviva?...

SESTA: 1 chilo e 300 grammi di ciliegie, 700 gr di zucchero, 1 busta e mezza di fruttapec, 1 limone ma questa volta la volevo con qualche pezzo di frutta...
Risultato......PERFETTO!!!!!


Voi vi chiederete e pure io in quel momento..quale errore commettevo?...a parte cuocere troppa frutta insieme, frullarla con minipimer perchè a casa mia guai se ci sono pezzi e quindi una volta quasi terminata la cottura frullavo tutto!..Infatti grazie ad una lettrice della mia pagina su FB sono arrivata a capire che NON bisogna usarlo ma eventualmente passare la confettura con il passaverdure..!!!!

L'ultima infatti l'avevo comunque passata con minipimer ma senza renderla completamente frullata e quindi non avevo completamente distrutto la frutta!..Certamente direte che son proprio scema ed avete RAGIONE!! mi son fidata di qualcuno che in passato faceva così e diceva che si poteva fare anche se ripensandoci le sue confetture erano mollicce!!..

Come ho risolto il problema?...ehehe!!..Venerdì sera vedendo che 3 pentole erano molli ed una no ero veramente triste...com'era possibile che non riuscissi a fare una confettura come Dio comanda!!..stavo pensando che non ne avrei più fatte!..!!Ma come rimediare a quelle che dovevo invasare il giorno dopo?..Mi venne in mente che un giorno parlando di un addensante naturale uno chef e maestro disse che lo usava per marmellate e gelatine quindi...il mattino dopo ho riportato ad ebollizione il tutto (a parte quella con i pezzi che era perfetta) aggiungendo anche la seconda e mettendoci l'agar agar.

Ho preso mezzo chilo di confettura mettendola in un pentolino, ho sciolto in poca acqua 3 grammi di agar-agar e versato nel pentolino, portato ad ebollizione per 5 minuti, ne ho messa un pò in una ciotolina e fatta raffreddare..dopo aver visto che veniva fin troppo densa ho fatto una media utilizzando 3 grammi per chilo..nonostante Mooolto timore ho seguito tutto il procedimento, invasto ed atteso il raffreddamento...bene, è andato tutto a buon fine..Quindi mal che vada se vi capitasse di fare delle confetture troppo liquide usate l'agar-agar...Io credo che la prossima volta lo userò dall'inizio eliminando completamente il fruttapec ed anzi finalmente potrò fare le gelatine che tanto mi piacciono senza che vengano scure e con un leggero retrogusto amarognolo!!...
 
Spero che queste considerazioni vi possano essere utili e che vi aiutino a non fare i miei stessi errori! Anzi, se avete altri suggerimenti sarò ben lieta di aggiungerli in questo post!

Ma ora sono sicura che vorrete sapere la ricetta della confettura con Cardamomo.....pazientate un paio di giorni e ve la spiegherò per bene!!!

Nei prossimi  Post vi parlerò anche di una nuova sezione del blog...SORPRESA!!

BUONA SETTIMANA A TUTTI!!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------

mercoledì 19 maggio 2010

Confettura di Fragole...o Marmellata?



Vi capita mai di leggere un articolo che vi interessa e dirvi "questo è molto interessante..me lo dovrò ricordare" e poi nel momento in cui vi serve non ricordate più dove l'avete letto..Ecco giusto qualche giorno fa ho trovato un articolo molto interessante che parlava delle varie differenze tra composte, marmellate, confetture e gelatine..di come vanno preparate, conservate ed utilizzate...Beh se mi credete ieri che mi serviva non sono riuscita in nessun modo a trovarlo, ma a parte quello non ricordo nemmeno dove l'ho letto...Ma che caspita, non è che ultimamente ho letto un sacco di riviste o libri di cucina..dovrà pur essere qui in giro..!!!..sicuramente tra un pò di tempo salterà fuori, quando proprio non mi servirà...
Ho fatto qualche ricerca ed ho trovato che la Marmellata è fatta con agrumi (arance, limoni, mandarini ecc) mentre la Confettura con l'altro tipo di frutta ad esempio fragole, pesche, albicocche ecc..La Composta invece è fatta cuocendo per poco tempo la frutta con lo zucchero e siccome poi non va sterilizzata si conserva in frigo e si consuma in poco tempo...La Gelatina è fatta con il succo della frutta..poi si parla di pezzi o non pezzi e di percentuali di zucchero e frutta..Se magari qualcuno di voi mi può aiutare tanto meglio...Nell'attesa che magari salti fuori il suddetto articolo parliamo di questa Confettura straordinaria..l'ho provata ancora un paio di anni fa, era la mia prima prova e mi era piaciuta così tanto che l'ho rifatta e ve la voglio proporre..presa da Cinzia...Vi riporto le mie dosi...Con questa ricetta partecipo al Calendario di Ornella





CONFETTURA DI FRAGOLE

Ingredienti per 6 vasetti da 250 gr:

2 chili di Fragole già pulite
gr 1200 di Zucchero
1 bottiglia di vino bianco
1 limone e mezzo
un paio di rametti di menta (facoltativo io non ce l'ho)

Senza togliere il picciolo alle fragole lavarle e sciacquarle nel vino bianco..questo per far sì che mantengano ed esaltino tutto il loro profumo e sapore...Non importa il tipo di vino, basta che sia bianco e va bene anche se avete del prosecco svampito..
Scolarle, Togliere il picciolo e tagliarle a pezzi, metterle in una pentola possibilmente bassa e larga in rame o antiaderente mescolarle allo zucchero ed al succo di limone avendo l'accortezza di tenere i semini e la buccia (dei limoni)..
Lasciarle macerare per circa 15 minuti, intanto recuperare i semini e la buccia di limone, avvolgerli in uno pezzuola di cotone o nell'apposita pallina di acciaio..i semini contengono molta pectina e quindi sarà l'addensante per la Confettura..se usate la pezzuola legatela bene con uno spago sufficientemente lungo per essere legato sul manico della pentola e poter essere tolta in seguito..

Mettere sul fuoco con un coperchio e lasciare cuocere per circa 10 minuti a fuoco medio/basso..togliere il coperchio e lasciare ancora un paio di minuti, vedrete che si formerà uno sciroppo..

A questo punto scolate con un mestolo forato le fragole, mettetele in un contenitore possibilmente caldo e vicino al fuoco (per evitare sbalzi di temperatura)..Fate bollire lo sciroppo per 5 minuti a fuoco medio, schiumando se necessario, quindi riunite le fragole e fatele bollire 5 minuti...scolarle ancora, sobbollite lo sciroppo 5 minuti, unite le fragole, cuocete ancora 5 minuti e ripetete l'operazione..questa volta però fate cuocere il tutto per circa 10 minuti..Praticamente le avrete scolate 3 volte...Togliete semini e bucce..Non preoccupatevi se la vedete liquida..una volta fredda addensa nel dubbio mettetene un pò in un piattino, fatela raffreddare e poi inclinate il piatto per vederne la consistenza..Nel caso lasciate bollire ancora qualche minuto..
La Confettura è pronta!!!..
Durante tutto questo tran-tran io ho lavato e sciacquato bene i vasetti e messi in forno a 120° per 30 minuti coperchi compresi..
Una volta pronta la confettura li ho tolti uno alla volta facendo attenzione perchè scottano e li ho riempiti e chiusi bene subito. Basta aiutarsi con un panno..Poi messi a raffreddare a testa in giù..
Se ne avete e se volete profumate con qualchefogliolina di menta..

CONSIGLI

Usare fragole belle mature e sane in caso contrario toglere ogni piccola parte rovinata per evitare di rovinare la confettura.
Se avete la possibilità usate per metà fragole di bosco ne guadagnerete sicuramente in bontà..

Come si vede dalla foto si ottiene una confettura bella rossa, profumata e veramente buona..se vi piace molto dolce aumentate di un pò lo zucchero, io la preferisco così..

Provatela e fatemi sapere..io ho già deciso di farne ancora...me ne è rimasta ben poca!!!

PS se avete voglia di leggere mi è stato segnalato questo post che non è quello che avevo letto io ma comunque è interessante!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 



lunedì 18 gennaio 2010

Torta di Linz - Linzer Torte..Ho fatto la Crostata di Nonna Papera!.



Ho fatto la Crostata di nonna Papera........e voi direte.."in che senso???"....ricordate le crostate di Nonna Papera?..erano sempre alte a cupoletta e belle pienotte...golose golose, lei le metteva a raffreddare sulla finestra e non si sa come spesso e volentieri sparivano!!!..beh non è che questa è sparita mentre raffreddava, però mentre cuoceva io che come scritto sopra rimango sempre con il naso davanti al forno la osservavo gonfiarsi ammirata!!! e ad un certo punto mi son detta:...."HO FATTO LA TORTA DI NONNA PAPERA!!!! TROOOPPO BELLA!!!!"..per me è sempre una "magia"...poi ovviamente si è assestata ma per me è rimasta bellissima...e poi buonissima!!!...è una Linzer Torte, famosa Torta Austriaca (dubito che nonna papera la conoscesse!!però...)la preferita del mio Anto....di versioni ce ne sono molte, io stessa una volta usavo un'altra ricetta, ma impazzivo nello stenderla e nel formare la grata sopra, forse ero più impedita io, non so, fatto sta che ho provato questa ricetta trovata in un favoloso libro comprato in Alto Adige e che ha le dosi perfette almeno fin'ora!!!
Posso dire che mi sono trovata benissimo, si stende l'impasto con una spatola e poi si fa la griglia con la sacca..non si sporca il tavolo, non serve il mattarello, non si sbriciola in giro...OTTIMO!!!!

MODIFICHE:in questo caso ho solo diminuito un pò lo zucchero ed ho messo Marmellata di Lamponi al posto di quella di Ribes o Mirtillo Rosso comprata a Dicembre in val Gardena...
non ho messo Chiodi di Garofano in polvere..nella ricetta sono previsti 250 gr di mandorle o nocciole, io ne ho messe un pò per tipo...
Andava spennellata con uovo prima di essere infornata io non l'ho fatto..
Ricordo che le foto piccole si ingrandiscono cliccandoci sopra...



LINZER TORTE

Ingredienti per uno stampo da 28 cm

400 gr di farina 00
250 gr di mandorle o nocciole tritate finemente (io 50 nocciole e 200 mandorle)
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale

300 gr di Burro morbido
300 gr di Zucchero (io 280)
1 presa di scorza di limone grattugiata
1/2 cucchiaino di Cannella (io 1 intero)
3 uova
1 Cucchiaio di rum (facoltativo)
1 bustina di zucchero vanigliato

300 gr circa di Marmellata di Lampone
Zucchero a Velo

mettere in una ciotola la farina setacciata, le mandorle, il sale ed il lievito e mescolare bene...
lavorare a pomata il burro, se usate la planetaria mettete la foglia e lasciatelo girare finche diventerà bello bianco e cremosissimo, consiglio di tirarlo fuori dal frigo molte ore prima, oppure "segretuccio" mettetelo nella ciotola e passatela sul fuoco qualche secondo, non importa se un pò si scioglie, poi montando si amalgama tutto..(io faccio sempre così se dimentico di toglierlo dal frigo)...Unite lo zucchero e lasciate girare ancora finche ritorna una crema..


Poi unite le uova, la scorza di limone, la cannella, lo zucchero vanigliato ed il Rum...fate girare ancora magari anche aumentando la velocità finche si amalgama bene...


Poi aggiungere tutta la parte secca, la farina ecc...e mescolare ancora bene bene..
a questo punto coprire e far riposare per 30 minuti, io ho messo la ciotola in frigo...
intanto preparate il vostro stampo imburrato ed infarinato...io ho usato la carta forno perchè volevo usare il mio bellissimo stampo nuovo (lo volevo da un bel pò!!)e non sapendo come reagiva non mi sono fidata, però ho fatto bene, è stato comodissimo toglierla una volta fredda senza doverla rovesciare..


Passati i 30 minuti versate 2/3 di impasto nello stampo e con l'aiuto di una spatola spalmate bene in modo omogeneo...coprite con una dose generosa di marmellata lasciando scoperto un cm di bordo..(scusate la foto sfuocata ma proprio non c'è stato verso!!)..
Ora mettere l'impasto rimanente in una sacca e con l'aiuto di un (utilissime quelle usa e getta!!) beccuccio liscio n. 5 oppure semplicemento tagliando la punta con una forbice formare il bordo e la griglia...

Infornare per 40 minuti a 180°

fate raffreddare bene , toglietela dallo stampo e spolverate di zucchero a velo...
io ho usato un cerchio regolabile, l'ho posizionato nel mezzo ed ho pennellato tutta la parte centrale con marmellata di albicocche setacciata e leggermente scaldata..poi ho spolverato con lo zucchero la parte esterna per dare questo effetto particolare.....

fatela il giorno prima, la gusterete meglio in tutta la sua straordinaria bontà!!


l'ho servita direttamente nello stampo in ceramica e vi assicuro che ha fatto la sua bella figura....


ne ho già in programma ancora una per un'altra cena...espressamente ordinata!!
Cottura perfetta, direi che questo stampo va meglio di quello che uso abitualmente con il fondo staccabile!!!



P.S. nella quantità di 2/3 viene un pò più bassa ma comunque ottima..ecco le dosi:
270 gr di farina, 170 gr di mandorle, 10 gr di lievito in polvere per dolci, 200 gr di burro, 200 gr di zucchero, 2 uova, sale, rum, scorza di limone, cannella a piacere..

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 



lunedì 26 ottobre 2009

Gelée de Coings....Gelatina di Mele Cotogne


Buon Lunedì a tutti, oggi volevo parlare di una ricetta particolare..
Particolare in quanto non sono molto dedita a preparare marmellate o confetture o cose simili in quanto in casa siamo in 3, di cui 2 ( i miei vecchietti ) mangiano come uccellini ed anche se abbiamo l'abitudine di fare colazione assieme ogni mattina con dolcetti vari da me sfornati e marmellate non tengo grandi scorte...
Quando sono stata in Svizzera ho avuto l'occasione di assaggiare una Gelatina di Mele Cotogne deliziosa, di un bellissimo color miele, così bella che ho voluto contattare Véronique e cercando di sfoderare il mio francese le ho chiesto la ricetta...
Il risultato potrei dire che è ottimo...avrei voluto rimanesse chiara, ma so perchè è Rossa...
Innanzitutto in Svizzera hanno un aggeggio ossia una specie di Pentola che cuoce a vapore ed estrae il succo della frutta..questo fa sì che poi in cottura addensi in fretta rimanendo chiara...
Quindi ho dovuto modificare la lavorazione adattandola alle mie abitudini..curiosando anche in ricettari vari...
Inoltre altro consiglio ricevuto ieri è stato quello di non usare più di 2 chili di frutta...invece io per paura che si rovinasero le mele ne ho cotte molte di più con conseguenza che la bollitura è andata avanti ore rendendo la preparazione Scura anziche chiara!!.La prossima volta metterò i semini del Limone che essendo ricchi di Pectina accelerano l'addensamento!!
Questo post è anche un appunto per me..e se potrò e ne varrà la pena alla prima occasione comprerò quell'aggeggio....
Dunque...andiamo alla preparazione..

GELATINA DI MELE COTOGNE

INGREDIENTI:

Mele Cotogne
800 gr di Zucchero per litro di sciroppo
una tela di cotone a trama sottile sottile
2 mele rosse per chilo di cotogne (facoltativo)


Lavare le Mele ed eliminare la peluria superficiale..Tagliarle in 4 pezzi e metterle in una pentola capiente..Coprirle di acqua e farle bollire per circa un'ora finchè non si saranno spappolate..

Mettere all'interno di un colapasta la tela e filtrare il succo con le mele...Non serve schiacciare, è molto meglio lasciarle colare per tutta la notte...

Al mattino dopo controllare se ci sono residui, nel caso filtrare ancora solo il succo...

misurare la quantità di succo con una caraffa graduata, metterlo in una pentola capiente ed aggiungere lo zucchero, mescolare bene e portarlo a bollore...
Per controllarne la densità mettere un pò di gelatina in un piattino, farla raffreddare in frigorifero e vedere poi se cola, quando rimarrà ferma è pronta...
Io per invasare ho imparato questo sistema...metto in forno a circa 80° i barattoli... quando sono ben caldi con l'aiuto di pezzuole li riempio con la Gelatina, chiudo il coperchio ben stretto e lascio raffreddare....

Beh..sarà anche colorata, ma è veramente ottima!!


GRAZIE VERONIQUE....

QUI LA RICETTA NUOVA



AddThis