"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)
Visualizzazione post con etichetta Farina 00. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Farina 00. Mostra tutti i post

giovedì 30 agosto 2012

Focaccine al latte di Soia sofficissime!!!




Esiste un mondo virtuale parallelo a quello reale dove si incontrano persone più o meno belle, ci si da il buongiorno e la buona notte, si fanno gli auguri, si gioisce e si piange assieme! Ci si scambiano consigli e curiosità e spesso molto spesso Ricette. Questo mondo virtuale si chiama Facebook ed inizialmente non ne volevo sapere! Poi ho capito che non c'era nulla di male visto che ero io a gestirmi la cosa sia in privacy sia nell'accettare o meno contatti..a bloccare chi non mi piace o richiedere amicizia io stessa a chi mi va! Ecco in questo mondo virtuale c'è un tipo simpaticissimo che pubblica delle foto pazzesche di roba da mangiare! E sempre neglio orari giusti!!. 

venerdì 8 giugno 2012

Clafoutis di ciliegie al kirsch, pistacchi e mandorle.. e già che ci siamo... Buon fine settimana!!

Adoro questo periodo perchè c'è una gran scelta di frutta e verdura..Ciliegie, Pesche, Nettarine, albicocche.. Ne comprerei un'infinità e mangerei solo quelle. Peccato che i costi siano un pò...esagerati. Mercoledì ad esempio ho comprato 1 chilo di pesche ed 1 chilo di ciliegie..belle per carità, ma ho speso 8.30 €..non vi sembrano tanti?..a me sì, decisamente! Fatto sta che mi adatto e cerco con parsimonia di preparare comunque qualche dolce. 
Non ho risparmiato invece per fare questo Clafoutis favoloso..e sono contenta di averlo fatto perchè mi è piaciuto molto. 
L'ho servito tiepido con una generosa porzione di gelato fiordilatte sopra..e non dico altro!
Il Kirsch è perfetto in quanto è un distillato di ciliegie ed il suo profumo mi piace molto.. mandorle e pistacchi hanno fatto il resto.
Scegliete delle belle ciliegie mature e dolci, i duroni sarebbero perfetti.
La ricetta base l'ho presa dal libricino di Sale&Pepe "Dolci di Primavera" ovviamente stravolta..

CLAFOUTIS DI CILIEGIE AL KIRSCH 
PISTACCHI E MANDORLE
Ingredienti:
600 gr di ciliegie dolci e mature
50 gr di pistacchi
50 gr di mandorle (o farina di mandorle)
130 gr di farina 00
1 pizzico di sale
100 gr di zucchero semolato
2 cucchiaini di zucchero vanigliato
50 gr di burro
2 Cucchiai di Kirsch
3 uova
350 gr di latte 
mandorle a lamelle (facoltative)
Tritare finemente pistacchi e mandorle e mescolarli assieme.
Lavare le ciliegie e denocciolarle, disporle sul fondo di uno stampo in ceramica imburrato di 26 cm di diametro. In realtà la tradizione vorrebbe che non si togliessero i noccioli, ma è meglio evitare di rompere qualche dente agli ospiti di questi tempi...
Fondere il burro a fuoco basso e lasciarlo raffreddare.
Mescolare in una ciotola la farina, pistacchi e mandorle, lo zucchero, il sale, lo zucchero vanigliato quindi unire un uovo intero. Incorporarlo al composto e poi aggiungere 2 tuorli ed il kirsch..il latte ed il burro fuso.. Mescolare bene fino ad ottenere una pastella liscia.
Montare a neve ferma gli albumi con un cucchiaino di zucchero quindi unirli alla pastella in 3-4 volte mescolando delicatamente con una frusta. 
Versare il tutto sulle ciliegie, cospargere se si vuole le mandorle a lamelle ed infornare a 180° per 15 minuti. Poi abbassare a 150° e cuocere per altri 20 minuti circa..La superficie deve diventare gonfia e dorata..
Sfornare e dopo un pò cospargere di zucchero a velo. Tenderà a sgonfiarsi, è normale.
Si può servire tiepido o freddo. Ottimo con una pallina di gelato al fiordilatte..
Con questo dolce tipico francese vi auguro un buon fine settimana!!!
 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


venerdì 27 aprile 2012

PAN BRIOCHE con il dolce e con il salato!




Il Pan Brioche....
Questo splendido impasto dai mille sapori, lavorazioni, formati.. dalle mille ricette diverse..!!
Ne ho già provati alcuni però tendenti al dolce. Anzi proprio dolci direi e buonissime:
Mi mancava qualcosa di neutro che andasse bene sia con una bella velatura di confettura che con una mousse di formaggio..

giovedì 8 marzo 2012

CANESTRELLI...non stancano mai!



 Non sono una novità, anzi già da qualche anno girano nel web. Fu una delle prime ricette che postai  nel 2008 in un forum se non erro, quando questo blog ancora non era nei miei pensieri. Infatti basta guardare il VECCHIO POST  per capire. le foto sono davvero orribili, ma siccome erano le prime le lascio lì perchè così ogni tanto me li vado a guardare, ci sono affezionata! Non so dire quanti li hanno fatti, ma penso molti, moltissimi. Da allora non ero più riuscita a fotografarli o forse non ci pensavo. In occasione di un matrimonio di famiglia li ho rifatti, ed ho pensato che era arrivato il momento di dare loro spazio ed imporanza. Sono così eleganti, così belli ed incredibilmente buoni..


CANESTRELLI

INGREDIENTI per 50 biscotti circa piccoli:
300 gr di Burro
125 gr di Zucchero a Velo
250 gr di farina
250 gr di fecola o maizena..
5 tuorli sodi
2 gr di sale
Vaniglia

Prima di iniziare vi raccomando di passare al setaccio i tuorli SODI schiacciandoli dentro ad un normale colino, eviterete di ritrovarvi con degli odiosissimi grumoli nell'impasto.

Cominciate a lavorare il tutto come per una normale frolla, cercando di mettere le mani più tardi possibile aiutandovi con una spatola per tagliuzzare il burro. (chi ha l'impastatore usi pure quello)
Una volta formato il panetto mettetelo in frigorifero per almeno mezz'ora.
Riprendetelo e stendetelo allo spessore di 1 cm. Ritagliatene dei fiorellini con lo stampino, (che è la classica forma del Canestrello!) e disponeteli nelle placche.
La cottura è molto importante, perchè essendo grosso non deve essere cotto ad alta temperatura per poco tempo, ma al contrario. Quindi 170° per 20 minuti. Se colorano prima vuol dire che la temperatura è troppo alta. Sempre ripiano centrale del forno...io uso lo statico una placca alla volta..
Se mettete più placche usate ventilato ma mettete una placca vuota alla base del forno..
Non toccateli appena sfornati, sono fragilissimi e non assaggiateli, penserete di avere fatto una ciofeca..
Abbiate pazienza ed aspettate che si raffreddino..
Spolverate di Zucchero a velo..
Il giorno dopo sono ancora più buoni!!!



 Conservati in una scatola di latta ben chiusa durano molto...se non li finite prima!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

giovedì 16 febbraio 2012

Crostoli fritti... e così devono essere!!




Scommetto che a nessuno di voi è capitato di preparare un bel vassoio di crostoli e di rovesciarne metà in terrà e metà della metà spaccarla per salvare il rimasto schiacciando con la mano e ritrovarsi giusto con 4-5 pezzi interi..SIGH!!! A me sì e i superstiti sono quelli della foto..Meno male che qualche pezzo era sufficientemente grande per essere piluccato lo stesso ed almeno sapere che erano veramente buoni..

martedì 7 febbraio 2012

Castagnole e Ciambelline di Carnevale ..finalmente la ricetta che cercavo!


Ok, siamo decisamente a Carnevale e se non erro tra una settimana sarà pure finito per cui questa è una delle 3 ricette che vi proporrò a raffica!
Ricordo con tanta nostalgia le ciambelline fritte della mamma. Qui si chiamano bussualetti. Probabilmente il nome deriva da Bussolào che è una tipica ciambella vicentina piuttosto asciutta che si usa mangiare pucciata nel vino bianco. "I bussualetti" appunto sono piccoli e fritti. Purtroppo non mi era rimasta nessuna ricetta anche perchè lei faceva sempre tutto ad occhio.

martedì 31 gennaio 2012

Stelle Filanti, Corolle croccanti e crostoli al forno..



Crostoli e Cenci, Frappe e Galani, frittole e bignole, ciambelle e castagnole..!! Questo è il periodo dell'anno più fritto che ci sia. Dolci vari nelle forme e nei sapori incorniciano il Carnevale pieno di colori scherzi e fantasie. Certo sappiamo che i fritti non sono il massimo del dietetico ma ammettiamo, sono strabuoni. Per accontentare però le richieste ricevute su fb, Oggi vi propongo questo particolare impasto senza uova che potrete utilizzare a vostro piacimento ed il bello eche che lo potete cuocere in forno. Non aspettatevi la stessa cosa che se fosse fritto, ma è comunque molto buono e croccante. L'ho utilizzato per fare i crostoli al forno ma anche per le stelle filanti e le corolle croccanti golose.

mercoledì 21 dicembre 2011

Biscottini di frolla speziati decorati




Quella di oggi non vuole essere una ricetta vera e propria, ma un'idea per le vostre tavole delle feste.
Non so voi, ma quando si è a casa di qualcuno (a casa mia non c'è mai nessuno visto che non ce l'ho!) il momento più odioso e che fa perdere tempo è la scelta dei posti in cui accomodarsi.
Spesso per ovviare a questo inconveniente si è ripiegato su dei fogliettini con i nomi, ma perchè non rendere carini e magari pure commestibili questi segnaposto?
Farete felici i vostri ospiti che in 2 minut saranno accomodati al loro posto senza un "giramento" di tavoli e sedie.
Io preferisco di gran lunga sapere già dove mi devo mettere..e voi?

venerdì 16 dicembre 2011

Biscotti d'orzo decorati per Natale




Ogni tanto mi viene da pensare a delle cose che mangiavo quando ero bambina, a dei sapori e profumi..nei giorni scorsi facendo la spesa mi sono fermata davanti ad un ingrediente che non mancava mai a casa mia. Mia mamma me lo metteva nel latte ed era un gusto inzupparci i biscotti.. Così mi son detta "pensa teda quanto tempo non sento questo sapore..chissà come verrebbero dei biscotti" detto fatto ecco che un bel barattolo è finito dritto dento al carrello. Ovviamente una volta a casa non ho aspettato molto e mi sono messa all'opera. Uno stampino nuovo da provare, un'idea carina vista qua e là, il periodo giusto per usare la glassa ed ecco che ne sono usciti dei fantastici biscotti da inzuppare dal sapore molto particolare..Mangiati così hanno un retrogusto tostato, ed inzuppati sono veramente squisiti!!..Ottimi per la colazione ed anche da inserire in qualche sacchettino da regalare... E poi la decorazione almeno per me è un divertimento infinito..!!

martedì 9 agosto 2011

Brioches Arancia e Cannella con la planetaria....ma anche no!

Nonostante quest'anno io non vada in vacanza con la mia dolce metà ho deciso di prendermi comunque un pò di pausa dal blog... Per un pò quindi non pubblicherò, ma tornerò molto presto con cose nuove e qualche novità..
 Sarò comunque nei paraggi e se avete bisogno di qualcosa di urgente non esitate a chiedere.
Quest'oggi vi voglio proporre un lievitato che ho visto da lei un bel pò di tempo fa sempre con l'idea di provare a farlo..Si tratta di Brioche, sofficissime che potete fare anche senza l'ausilio di planetarie e robot vari..ovviamente io riporto la mia versione modificata ma se volete farle a mano andate da lei e vi spiegherà come fare.

martedì 2 agosto 2011

Filoncini Croccanti di Semola per un'estate strana...



          Secondo voi di cosa si parla più spesso nell'ultimo periodo?..a parte la politica, gli immigrati, le sparizioni inspiegabili di persone, omicidi irrisolti e poco di allegro, si parla principalmente di questa strana estate che sinceramente non si sa è stata brevissima e già passata, se non è ancora arrivata o se arriverà mai..!! 

giovedì 21 luglio 2011

Crumble di Susine Nocciole e Muesli croccante ai frutti di bosco





E va beh..lo ammetto!!!...in quest'ultimo periodo ho poca voglia di pasticciare..sarà il caldo (che non odio sia chiaro ma lo sento pure io eh!). sarà l'aria estiva, sarà che la mia mente ha voglia di vacanze..ma seee mi ...gira la ciribiricoccola na na na na!!.La ricordate?..Zecchino d'Oro di 2000 anni fa..ahaha!!..comunque, tornando a noi..se mi gira, voglio fare 4-5- cose tutte in una volta!!..poi succede come nel caso della frutta che non ci riesco e magari mi marcisce..e mi dico..la prossima volta compro solo quello che mi serve..seeeee....la prossima volta, faccio uguale uguale..!

mercoledì 15 giugno 2011

Torta rovesciata all'Ananas senza lattosio

 Non so se a voi da la stessa impressione, ma ci sono delle cose come frutta e verdura che sanno proprio d'estate, è il caso dell'ananas che pur essendo buona tutto l'anno ora ha qualcosa in più...La settimana scorsa vi ho proposto questa Crostata invece qui l'ho usata in un altro modo..
E' un'altra delle torte morbide fatte con Vallè a Milano, è stata proposta da Cristina Elia e mi era piaciuta veramente molto. In questa versione successivamente modificata non troviamo latticini quindi ottima per chi è intollerante al lattosio. Ho usato la Margarina Vallè (non contiene grassi idrogenati) con Omega 3 ma chi non ha problemi può usare burro. Facile da fare e fresca molto soffice e dal profumo estivo, ottima con una pallina di gelato! Cristina consiglia di conservarla in frigo, certamente ora con il caldo sarà molto utile però io la preferisco a temperatura ambiente..è molto più morbida da non sembrare nemmeno la stessa torta..quindi il mio consiglio è sì di tenerla in frigo ma di non mangiarla fredda..poi, decidete voi, provate come volete..


TORTA ROVESCIATA ALL'ANANAS SENZA LATTOSIO

Ingredienti per uno stampo da 22 cm (io ho usato da 24)
300 gr di farina 00
una bustina di lievito 
150gr di margarinaVallè
130 gr di zucchero
200 ml di succo d'ananas
2 uova
1 ananas fresco
scorza di mezzo limone grattugiato
3-4 cucchiai di zucchero di canna

Tagliate il fondo ed il ciuffo dell'ananas, togliete tutta la scorza, tagliate a fette e togliete la parte dura centrale, infine dividetele ancora in ventaglietti.
setacciate la farina con il lievito in una ciotola.
Lavorate lo zucchero con la margarina (o burro se non avete problemi con il lattosio) finchè otterrete una bella crema bianca..Unite un uovo alla volta, poi la scorza di limone e metà farina poca per volta mescolandola a mano delicatamente..
Quindi unite un pò alla volta 150 ml di succo aggiungendo il resto solo se dovesse servire..io non l'ho messo perchè le uova erano un pò grandine..Infine mescolate il resto della farina. L'impasto dovrà essere bello morbido ma non liquido..
Imburrate lo stampo, cospargete il fondo ed i bordi con lo zucchero di canna, coprite la base con i pezzi di ananas e versate l'impasto..se avanzate un pò di ananas fate uno strato anche a metà..verrà ancora più buona!!...Battete leggermente la tortiera sul tavolo in modo che si riempiano tutti i buchi ed infornate nella parte bassa del forno a 170°-180° per 45 minuti circa. Fate la prova stecchino..
fatela raffreddare prima di rovesciarla nel piatto di portata..!
 A me è piaciuta molto, spero anche a voi!
Ciao alla prossima
---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------

lunedì 6 giugno 2011

E se non mi vengono le parole....Crostata all'ananas..!



Oggi non ho niente da dire..il tempo fuori è brutto e mi mette malinconia..! Ci sono dei giorni che scrivo dei papiri che spesso taglio ed altri invece in cui non mi vengono le parole..!..
Per cui passo direttamente a questa bella ricetta che con l'ananas fa così estate!..l'ho fatta per il pranzo di domenica scorsa, e l'abbiamo mangiata tiepidina anche se faceva caldo .. era ottima quindi a voi la scelta se gustarla calda o fredda..

venerdì 27 maggio 2011

Torta Morbida alle Fragole - Dalla Toscana, a Milano fino a ...Casa mia!!!



Visto che nel post scorso mi sono dilungata in discorsi sulla natura, oggi sarò breve perchè sono ansiosa di farvi vedere questa deliziosa, profumata e buonissima torta. Chi mi legge sa che 3 settimane fa ho partecipato ad una "cooking session" a Milano offerta da Vallè. Splendida giornata passata in compagnia di altre foodblogger e nella quale oltre a mangiare, chiacchierare, ridere, fotografare ecc abbiamo fatto tante torte..una più buona dell'altra..

Questa è la prima, già fatta e divorata 2 volte in questa settimana...
Premesso che tutte le blogger conosciute sono fantastiche, e mi dispiace tantissimo non aver potuto chiacchierare di più con loro, LEI è stata la prima con cui ho trovato subito feeling..Già in stazione camminavamo affiancate chicchierando come vecchie amiche (e non per l'età:-)), durante la giornata spesso eravamo assieme ed anche a cena eravamo sedute accanto..ne è nata una bella amicizia che spero possa continuare e che possa diventare così anche con le altre blogger..Lei è una Simpaticona, di quelle alla mano (e vuole essere un complimenti!) che nonostante mille problemi sa ridere scherzare e divertirsi..Dunque dicevo che durante la cooking session al Teatro7 abbiamo fatto tante torte..eravamo divise a gruppi di 2 o 3 ed io sono "capitata" proprio su questa delizia..non potevo non provarla per prima!!!





TORTA MORBIDAALLE FRAGOLE DI AURELIA

Ingredienti per uno stampo a ciambella:

200 gr di Burro o Margarina Vallè
180 gr di zucchero
250 gr di farina 00
4 uova
la buccia grattugiata di un limone
1 bustina di lievito
2 cucchiai di latte
400 gr di fragole a pezzettini
Zucchero a velo per spolverare

Premesso che questa non è una pubblicità ma un giudizio personale ho fatto questa torta 2 volte..la prima con Margarina Vallè (quella a basso contenuto di colesterolo) e poi con il burro, ottime entrambi le versioni ma quella con la margarina è ancora più soffice..a voi la scelta!

Setacciate la farina con il lievito in una ciotola.
Dividete gli albumi dai tuorli e montateli a neve con un cucchiaio di zucchero, se usate la planetaria spostateli in un'altra ciotola e lasciateli da parte..ora senza cambiare la frusta e senza lavare la ciotola (tanto sempre uova sono ed eliminate lavoro in più!!) lavorate a pomata il burro (o la margarina) con lo zucchero fino a farlo diventare bello gonfio e bianco. 
Unite la scorza di limone, il latte ed i tuorli uno alla volta, quando avrete una bella crema abbandonate la planetaria e continuate con un mestolo aggiungendo un pò di albume, mescolare delicatamente con movimenti da sotto a sopra, poi 2 cucchiai di farina e mescolare sempre piano, continuare così terminando con gli albumi..
Versare metà impasto nello stampo imburrato ed infarinato, livellarlo un pò, spargere tutte le fragole, cospargerle con una manciata di zucchero e coprirle con il resto dell'impasto..Infornare a 180° per 45-60 minuti. Provare con lo stecchino..

Sfornate e fatela raffreddare bene prima di toglierla dallo stampo..cospargere con zucchero a velo! Veramente deliziosa!! in queste giornate calde ottima anche fredda da frigo..!

E' così buona che......




finisce subbbbbito!!! OPS!!!....



CIAO CIAO ALLA PROSSIMA
BUON FINE SETTIMANA!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

martedì 24 maggio 2011

Bauletti au Sucre e considerazioni su quello che ci circonda......




     Avevo iniziato a scrivere questo post ieri mattina parlando del tempo...poi problemi di connessione non mi hanno permesso di completarlo e pubblicarlo. Inoltre nel pomeriggio visto la giornata molto calda ed il bel tempo soleggiato volevo andare a fare una bella camminata in montagna..niente di complicato anche perchè soffro di vertigini e quindi bando a dirupi, strapiombi, cordate e ferrate..no no, non fanno per me. !! Insomma al ritorno da questa uscita mi son messa a pensare a quanto sono fortunata ad abitare qui..sono a meno di un'ora dalle Piccole Dolomiti, ad un'ora poco più dal mare e ad un'ora e mezza dal lago!..Ma quanto è bella la natura!!!..

     Camminando verso il rifugio io e mia sorella ci soffermavamo a guardare i fiori, Orchidee, Azalee, Fiori gialli chiamati Botton d'oro..ammiravamo le montagne ancora con qualche sprazzo di neve, e cercavamo di ricordare i nomi delle vette!.. All'inizio anche l'azzurro del cielo ci stupiva, era di un azzurro intenso neanche fosse stata la prima volta che lo vedevamo!..Per non parlare dei cinguettii degli uccellini felici!!..

     Tutto attorno a noi sembrava dirci.."ehi..noi siamo qui per voi, ce la mettiamo tutta a farci belli, godetevi questi paesaggi e rispettateci!!" ed invece, la stiamo maltrattando questa nostra natura ed ultimamente in molte parti del mondo si sta ribellando! è un vero peccato perchè lei sa ripagarci con degli spettacoli mozzafiato che siano montani, di laghi o di mare..Non so perchè, ma mai come oggi mi sono soffermata a fare questi pensieri..forse perchè era la prima uscita dopo il lungo inverno ed ho goduto in pieno di tutto..perfino della fatica che ho fatto per arrivare al rifugio!..Sedersi stanche finalmente arrivate e goderci una fetta di torta genuina fatta in casa! ed assaporare anche l'aria frizzantina che ci salutava!..

     Va beh..oggi va così, ci sarebbero tante cose da dire ma mi fermo e vi faccio vedere questi deliziosi "bauletti" (veramente non mi viene un altro nome adatto!!) fatti nelle settimane scorse quando quasi quasi avevamo ancora la stufa a legna accesa!! è un lievitato di Christophe Felder che avevo in lista da un bel pò. Risultano delle briochine molto morbide, scioglievoli e....burrose..Hanno infatti un discreto quantitativo di burro come questi panini.. 
     Molto facili da fare, con impasto diretto quindi niente lievitini o bighe ecc..per esigenze personali ho impastato la sera e messo in frigo l'impasto fino al mattino dopo. ho modificato qualche quantitativo come lo zucchero che mi sembrava poco, il lievito e la farina...insomma ho un pò stravolto la ricetta..!! Ma vediamo come si fanno!



BAULETTI AU SUCRE

Ingredienti per 20 pezzi:

250 gr di farina (metà manitoba e metà 00) + 50 gr
50 gr di zucchero
1 cucchiaino di sale (4 gr)
3 uova
2 cucchiai di latte
165 gr di burro morbido
5 gr di Lievito di Birra
Zucchero in granella
1 tuorlo per pennellare


Come già detto questo è un impasto diretto, ho diminuito la quantità di lievito facendo l'impasto la sera prima.
i 50 gr di farina in più sono da tenere di riserva, le mie uova erano più grandi della media ed ho dovuto aggiungerla. Ho provato a mettere il sale subito contrariamente alle regole, ho voluto seguire fedelmente (o quasi il procedimento). L'impasto deve venire molto morbido ma ben incordato. Ci vorrà un pò, ma vedrete che alla fine verrà bene.


  • Versare nella ciotola la farina (250 gr), lo zucchero, il sale ed il lievito sbriciolato (lontano dal sale).
  • aggiungere le uova ed il latte e cominciare ad impastare a bassa velocita con la foglia. Quando l'impasto sarà legato unire il burro morbido e riportare ad incordatura nel caso mettere il gancio. Unire a cucchiaiate i 50 gr di farina lasciando ben amalgamare tra una e l'altra.
  • Formare una palla (non preoccupatevi sarà molliccia), coprire il contenitore con la pellicola e lasciare un'ora a temperatura ambiente poi mettere in frigo.
  • La mattina dopo togliere la ciotola e lasciarla un pò a temperatura ambiente. NON deve ammorbidirsi troppo altrimenti faticherete a stenderla.. a questo punto con il matterello stendere in un rettangolo dello spessore di 5 mm. facendolo su carta forno leggemente infarinata ed infarinando anche la superficie dell'impasto.. quindi posizionarla in una placca da forno e rimettetela in frigo per un'ora.
  • Tagliare dei rettangoli di circa 5cmX7cm. con l'aiuto di una spatolina disporli nella placca di cottura.
  • Coprire con dei fogli di nylon e lasciare lievitare per circa 3 ore. non cresceranno molto ma vedrete che lo spessore aumenterà.




  • Pennellare con un tuorlo battuto con un cucchiaio di latte, cospargere con lo zucchero in granella e cuocere a 180° a metà altezza per 12 minuti circa o finche coloreranno.





Ottimi al naturale o farciti con quello che volete.! si conservano in freezer.


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------  

lunedì 16 maggio 2011

Banana e Cioccolato...cupcakes, muffins, mini-cakes!


No perchè..mi son chiesta più volte se tutti i dolcetti fatti negli stampini da muffins potessero essere chiamati Muffins!..secondo me no, sono arrivata alla conclusione che il Muffins è un dolce a sè, quello che prevede l'uso di 2 ciotole una per gli ingredienti secchi e l'altra per i liquidi che poi vanno uniti mescolando con un mestolo ma non troppo a lungo..anzi sembra che se rimangono dei grumi vengano meglio.!! Inoltre sono buoni in giornata, già il giorno dopo sono "gnucchi"!!

giovedì 13 gennaio 2011

Chocolate mud Cake di Donna Hay..ossia Torta Stragolosa al cioccolato!!!



Se siete alla ricerca di una torta al cioccolato poco calorica, con poco zucchero, un'idea di burro e magari senza uova vi consiglio di passare oltre perchè questa è proprio tutto il contrario !!
Quando l'ho vista nel libro Cioccolato di Donna Hay sono rimasta estasiata dalla foto, poi ho letto la ricetta e quasi mi veniva un colpo !!!Caspita mi son detta tutta sta roba per una Tortina di 22 cm???? Ma potevo io farmi spaventare da questo?..io che dico sempre che la Pasticceria dietetica NON esiste? certo si possono fare delle cose mediocri, ma se si vuole una cosa fatta come Dio comanda deve essere fatta con tutti i suo ingredienti giusti..senza tagli di qua e di là altrimenti vuol dire accontentarsi!! Ora non odiatemi per questo mio pensiero..!! di solito quando incontro la necessità di tutte queste quantità lascio perdere. Ma quando posso voglio buttarmi e crepi l'avarizia e la dieta

martedì 2 novembre 2010

Delirio al Cioccolato...."assolutamente no!"...


No ma io dico.....ma si può resistere ad una tentazione simile??...ad una cosa così paridisiaca fatta di pastafrolla al cacao ed un cuore morbido, scioglievole, goloso come questo?..Se vi piacciono i gianduiotti già la prima risposta senza pensarci dovrebbe essere..."assolutamente no!"...se amate il cioccolato la risposta dovrebbe essere..."assolutamente no!"...se vi piacciono i dolci dal cuore cremoso, morbido e golosamente cioccolatoso la risposta è.."assolutamente no!"..ed infatti io quando l'ho vista Qui mi son detta...posso non provarla?..."assolutamente no!!!"..ed eccola qui...in tutto il suo splendore...una delle cose più buone che abbia fatto ultimamente....una vera e propria bomba calora ok...ma che ci volete fare...la Pasticceria dietetica NON esiste diceva il mio maestro!..ed allora se vogliamo un buon dolce..che sia fatto come si deve...!!

giovedì 30 settembre 2010

Plum-cake con Albicocche ..


Avrei voluto postarvi un'altra ricetta con la Pasta Sfoglia..qui infatti vi avevo detto di averne fatte 3, invece ieri mi è venuta una voglia incredibile di plum cake..Devo dire che tra i dolci da credenza è l'impasto che preferisco non tanto come lavorazione ma proprio come risultato..Nonostante sia compatto e praticamente non alveolato ha una morbidezza unica..
Ricordo che molti anni fa quando ancora non avevo molto le mani in pasta avevo provato più volte a farne uno di classico e credo che forse mi sarà riuscito 1 volta su 4 tanto che poi ho rinunciato...Ora non ricordo bene, ma mi sembrava fosse scritto lavorare il burro con lo zucchero e per me che a quel tempo non conoscevo le tecniche giuste non aveva gran significato..risultato..una specie di panna cotta ma cruda sul fondo dello stampo ed un bel cm di burro liquido a coprire il tutto..Bleah..!!ovviamente la distanza tra stampo e spazzatura era brevissima..
Da allora nonostante sia passato moltissimo tempo (oltre 20 anni) e le tecniche di lavorazione di base non mi siano più così misteriose ho sempre avuto un certo timore nella sua preparazione nonostante continui ad adorarlo..
Ma ieri ho preso coraggio e mi sono buttata..e che dire..mi è andata molto bene..ho commesso solo un piccolo "errore" ho messo l'impasto in uno stampo da 25 cm ma sarebbe stato molto meglio se fosse stato da 30 però non avendo una collezione di caccavelle (non è vero ma non ditelo a nessuno!!)mi sono accontentata con il risultato che ha un pò faticato a cuocere , cioè ha impiegato più tempo, ma tenendolo d'occhio alla fine è venuto bene..!
D'altronde nella ricetta c'era scritto per stampo da 12 persone eccheccavolo vuol dire?..dipende da quanto grandi sono le fette giusto?..io sono andata ad occhio!
Ho poi voluto sostituire l'uvetta con le albicocche disidratate altro acquisto fatto con i Mirtilli che se non sto attenta me le mangiavo così invece che nel dolce..mamma quanto mi piacciono!
Dopo tutta sta premessa, vi scrivo le dosi che ho usato io ma va messo in uno stampo da 30 cm..

PLUM-CAKE CON ALBICOCCHE

Ingredienti per uno stampo da 30 cm

250 gr di burro morbido
250 gr di zucchero a velo oppure lo Zefiro
200 gr di farina 00
50 gr di fecola o maizena
4 uova
150 gr di albicocche disidratate + 2 cucchiaini di farina
1/2 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale
aroma alla vaniglia (avevo mezza fiala)
Zucchero in granella

Innanzitutto il burro deve essere morbido, va tirato fuori dal frigo ore prima nel caso contrario o passate la ciotola (se di metallo) sopra al fuoco leggermente così una parte si scioglie e si amalgamerà meglio oppure mettete il contenitore qualche secondo in microonde..

quindi lavoratelo a pomata prima da solo in modo che diventi bello bianco, poi unite lo zucchero e continuate a montare fino ad ottenere una pomata appunto..io con la planetaria uso la foglia..
Unire le uova uno alla volta aggiungendo il successivo quando il precedente è ben amalgamato..aggiungere anche l'aroma..

fermare il mixer ed aggiungere tutta la farina setacciata con la fecola, il sale ed il lievito e riavviate finche si mescola bene..

tagliare le albicocche a dadini ed infarinarle..unirle all'impasto mescolando con un cucchiaio di legno..versare l'impasto nello stampo imburrato ed infarinato, cospargere di zucchero in granella e cuocere per circa 35-40 minuti a 180°..tenetelo d'occhio e se vedete che cambia colore sopra mettete dell'alluminio..dopo 30 minuti fate la prova stecchino e se esce asciutto è pronto..Il mio ha impiegato di più a cuocere ma come ho spiegato il mio stampo era piccolo..

PICCOLO SEGRETO:

alzi la mano chi non odia imburrare ed infarinare gli stampi..io faccio così..
metto un pezzetto di burro all'interno dello stampo (non silicone) e lo passo velocemente sopra alla fiamma tanto che cominci a sciogliersi poi con un pennellino lo stendo su tutta la superficie interna..lo metto qualche minuto in frigo e poi infarino..così si fa prima e meglio!



Finalmente un plum cake degno di questo nome!!!