"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)
Visualizzazione post con etichetta Miele. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Miele. Mostra tutti i post

lunedì 3 luglio 2017

Biscotti integrali da inzuppo senza burro e senza latte.


E' normale che nei periodi caldi la voglia di accendere il forno venga meno. Ne stiamo lontani il più possibile e largo a tutte quelle cose che si preparano in un attimo senza cottura o quasi. Sembra che anche la più debole fiammella sia responsabile del sudore che ci cola dalla fronte! :D
Poi capita che qualche temporale rinfreschi l'aria e subito ci viene l'idea di mettere le mani in pasta. E così, la settimana scorsa grazie ad un temporale del giorno precedente ed alla temperatura sopportabile mi è balenata l'idea di fare questi biscotti.
Volevo proprio dei biscottoni da colazione, senza latticini ed integrali, facili e veloci da preparare.
Ho preso carta e penna, ho fatto 4 calcoli per calibrare la ricetta e via... Buona la prima! 
Mi sono piaciuti tanto, troppo! Li ho rifatti perfezionando la cottura e sono venuti ancora più buoni.

venerdì 10 ottobre 2014

Panbrioche al Miele senza uova



Ebbene sì, mi sono decisa! L'avevo già fatto una volta e poi per motivi tecnici e di location non avevo ripetuto. Ero in attesa di trovare il posto adatto e finalmente ce l'ho fatta. Dopo richieste su richieste da tutte le zone d'Italia per iniziare ho cominciato qui a 2 passi da casa.
In pratica sono reduce dalla prima di 4 serate sui lievitati. Questa volta mi sono messa dall'altra parte del bancone ed armata di planetaria ed attrezzature varie ho fatto la maestra.

mercoledì 20 agosto 2014

Biscotti al Miele buoni da inzuppare ma anche da gustare da soli



I biscotti, che magica delizia sono? Piccoli, sottili, friabili, semplici, in qualunque modo siano fatti si possono apprezzare in ogni momento della giornata. Diciamo che quelli preferiti sono per la colazione, che si inzuppano bene e ti fanno iniziare al meglio la giornata. Poi ci sono quelli da gustare nel pomeriggio, con un sapore e consistenza particolare che ad ogni morso ti fanno sognare (in senso metaforico ovviamente!)
Prendiamo ad esempio i Canestrelli che con il tuorlo sodo si sciolgono in bocca, oppure i Frollini al burro facili da fare e da formare in vario modo che ti fanno fare un figurone specialmente se decorati con cioccolato o granella di frutta secca. E poi i Chocolate Crinkle, i biscotti di sablée alle mandorle insomma, QUI ne trovate fin che volete di ricette..

martedì 18 dicembre 2012

Gingerbread - Omini di Pan di zenzero - Pain d'épice in varie forme e colori, anche da appendere all'albero di Natale...



     Ci sono giorni in cui accendo il pc e trovo delle mail e dei messaggi che mi commuovono..Come stamattina! Ringrazio colei che me l'ha inviata perchè mi ha dato una carica incredibile. Poi vai su fb ed un'amica ti dice alcune cose che ti danno fiducia ed una botta di autostima.
     Sarà che siamo nel periodo più buono dell'anno? Forse..! Però oggi mi sono caricata e sono pronta a reagire ed a impegnarmi per nuovi progetti..

     Vi lascio questa ricetta che sicuramente in questi giorni avrete visto in tantissimi posti. Io ho visto i suoi che a sua volta ha visto qui.. Li ho fatti anche in forme diverse per appenderli e li ho regalati..

     Vi scrivo come li ho fatti perchè ho omesso alcune spezie e li ho fatti più grossi quindi sono rimasti morbidi il che non è affatto male perchè sembrano quelli svizzeri....

lunedì 23 luglio 2012

Honey Vanilla and Yogurt Ice Cream - Un gelato naturale!



Eccomi qui con un post nuovo, confesso che ultimamente sono un pò in difficoltà, fa caldo e non ho voglia di accendere il forno, devo seguire altre cose che sono in ballo e dovrei pure dimagrire un pò..ma non potevo appassionarmi a qualcosa di diverso?? ad esempio il jogging...sai che fisico da bella figheira avrei!! sempre in piena forma..altro che adesso che dopo 3 gradini mi devo fermare per tirare il fiato..sarà anche il caldo ma caspita..nun se po'!!!
Comunque sia, ultimamente mi piace una rivista di cucina naturale e spesso ci trovo anche delle belle idee..peccato che spesso tali rimangano visto la gente che ho qui in casa!!..Nell'ultimo numero però ho trovato alcune ricette di gelati e la voglia di provarci è stata subito tanta..non fosse che per un ingrediente che non conoscevo..cioè sapevo che c'era ma non l'avevo mai usato..Ovviamente è iniziata la ricerca invana di questa cosa..la Farina di Carrube.. Ho quindi deciso di prendere la gomma di guar..non sapete cos'è..nemmeno io fino a qualche giorno fa...
Dunque vi spiego un po'!!
La Farina di semi di carrube come la Gomma di guar è un addensante ricavato da piante che fanno parte delle leguminose..A riguardo si possono trovare molti articoli esplicativi. Sono quindi naturali. La loro caratteristica è quella di rendere cremosi i gelati, di addensarli e fare in modo che si sciolgano con meno velocità. Proprio la catteristica che ricercavo nei gelati casalinghi.  
Si trovano nei negozi bio o equosolidali.
Bisogna però fare attenzione alla quantità che si mette, ne serve davvero poca, pena ritrovarsi con un gelato che sembra colla da carta di parati!! Inoltre diciamo che questa cosa addensante non fa nemmeno molto bene allo stomaco quindi occhio alla quantità..Un errore che ho commesso anch'io mettendo la dose scritta con metà degli altri ingredienti..a volte la fretta e le distrazioni sono davvero terribili!!
In questo gelato che ho leggermente modificato troviamo lo yogurt, il miele al posto dello zucchero e Vaniglia Bourbon in polvere... Un gusto effettivamente insolito, ma che può essere tranquillamente la base per altre varianti! Confesso che non amo il miele, quindi per avere un giudizio più credibile l'ho fatto assaggiare a chi invece lo adora ed il giudizio è stato più che positivo visto che ha affrontato il caldo e se l'è portato via tutto!!!

martedì 5 giugno 2012

Treccine e Gemellini con albicocche a lievitazione naturale...per una colazione light..o quasi!! ..e se mi permettete...




Confesso che ultimamente mi sento un pò scabinata, triste, ansiosa, timorosa. Quello che sta succedendo mi ha sconvolta ed ho una sensazione di pericolo interminabile nell'anima. L'Emilia sta passando un momento veramente disperato, anzi dovrei dire un inferno. Sono a 100 KM circa da Mantova quindi non vicinissima ma nemmeno lontana, qui non ci sono stati danni, ma paura quella sì..è un'ossessione, ogni momento, ogni sussulto ogni piccolo rumore mi fa sobbalzare.

martedì 17 aprile 2012

Maritozzi con la Panna...che emozione!



Se guardate la data del SUO post capite da quanto tempo avevo in programma questa cosa.
Io adoro impastare, ma ultimamente mi è davvero difficile incastrare i tempi tra impegni vari e le rigide abitudini dei due vecchietti che ho in casa. Per non parlare poi di quando arriva qualcuno che fa slittare i procedimenti..ecco che una semplice preparazione alla fine mi porta via quasi 2 giorni!!
Ho deciso comunque di farli, ormai era questione di principio e visto che non li avevo mai mangiati dovevo provare una ricetta sicura..

mercoledì 28 dicembre 2011

Pane alle Noci e Buon Anno Nuovo!


Approfitto di questi giorni di pausa per dedicarmi a qualche ricetta da proporvi. la prima è un pan carrè  alle noci. E' una ricetta che ho trovato forse una decina di anni fa in un numero di La Cucina Italiana ma che ho completamente modificato nel tempo per arrivare al risultato che volevo. Un pane soffice, gustoso e delicato nello stesso tempo. Morbido ma con qualche nota croccante. ottimo per accompagnare dei formaggi a pasta morbida. Ci si possono fare delle tartine, degli stuzzichini o anche semplicemente servirlo a tavola a fette. A me piace mettere le noci tritate in modo grossolano, preferisco sentire bene il croccante.

lunedì 12 dicembre 2011

Il Pandoro Sfogliato


Mancano veramente pochi giorni a natale..siete sicuramente indaffarati tra shopping, menù, regali e preparazioni varie. Anche oggi tra le varie ricette tradizionali vi propongo anche il Pandoro..
Se avete voglia di farlo o se lo provate poi fatemi sapere..
Intanto io mi preparo psicologicamente per sabato pomeriggio..Ormai ci siamo e questo momento è quasi arrivato. Quale momento?..


Nel frattempo voi esercitatevi e fate un meraviglioso...




---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


giovedì 1 dicembre 2011

Il Panettone a Lievitazione Naturale ...







Ed eccoci arrivati come ogni anno al periodo più caotico..chi corre di qua, chi di là, i regali, le decorazioni, i biglietti di auguri, il menù..i panettoni..ecco, i panettoni! Da qualche anno io li faccio con lm, ho una ricetta favolosa che non mollerò più. Non so se quest'anno riuscirò a farli, ho molte ricette da preparare per Vallé. però non vi voglio lasciare a bocca asciutta e se mi permettete ripubblico questa ricetta.!





Se riesco vorrei ripetere l'esperienza di prepararlo in contemporanea con altre amiche su fb, magari con lievito di birra....intanto se volete leggere il procedimento passo-passo andate al post....


 IL PANETTONE A LIEVITAZIONE NATURALE



---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------





giovedì 24 novembre 2011

Barrette ai Cereali svuota credenza!!



Non so voi, ma quando sono in vacanza adoro l'ora della colazione degli Hotel! ..tutto quell'assortimento di dolci, brioches, formaggi, pane e succhi di frutta che non sai mai da che parte buttarti per prima...
Ecco ogni volta vengo presa dalla voglia della dieta "salutista" quindi prima di passare a brioches e dolci vari mi addentro nella sezione Yogurt e cereali..
Ecco..appunto!.Mi piacciono moltissimo quindi prendo una bella ciotola di Yogurt  cereali e musli vari..Sì sì..quando sono a casa me li compro..troppo buoni!
E quindi alla prima spesa via di sacchetti e confezioni di tutti i tipi!..Il fatto è che poi questa ondata di "voglia di benessere" dura poco e dopo qualche tempo mi ritrovo puntualmente con tutta la roba lì da usare ed aspettare fino alla prossima estate sarebbe un pò lunga!..
Mai ricetta fu più puntuale!!..come l'ho vista (confesso in tv) ho deciso che doveva essere mia per poter smaltire tutti i cereali che mi ritrovavo in credenza!..inoltre mi piacciono molto, sono tra il croccante ed il gommoso, dolci e gustose..un bella botta di carica e...calorie!!ehehe!! Ma non facciamoci caso!!


BARRETTE AI CEREALI

Ingredienti:

375 gr di cereali e musli a scelta
150 gr di burro
150 gr di zucchero di canna
3 cucchiai di miele

Mettere i cereali in una ciotola. Sciogliere in un tegamino il burro quindi unire lo zucchero ed il miele e lasciare sciogliere bene.
Versare nella ciotola e mescolare con un mestolo. Rivestire una placca o contenitore da forno rettangolare con carta forno (cm 20x25 circa).
Passare l'impasto nel contenitore ed appiattirlo bene schiacciando con il dorso di un cucchiaio.
Infornare per 10-15 minuti a 180°
Lasciare raffreddare un po' quindi con un coltello a lama lunga tagliare le barrette.
Conservare in frigo o luogo fresco.

P.S. Potete sostituire il burro con olio di girasole (120 g). 



Nel prossimo post vi racconto del mio viaggio a Roma e Milano!
Ciao alla prossima!!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

martedì 9 agosto 2011

Brioches Arancia e Cannella con la planetaria....ma anche no!

Nonostante quest'anno io non vada in vacanza con la mia dolce metà ho deciso di prendermi comunque un pò di pausa dal blog... Per un pò quindi non pubblicherò, ma tornerò molto presto con cose nuove e qualche novità..
 Sarò comunque nei paraggi e se avete bisogno di qualcosa di urgente non esitate a chiedere.
Quest'oggi vi voglio proporre un lievitato che ho visto da lei un bel pò di tempo fa sempre con l'idea di provare a farlo..Si tratta di Brioche, sofficissime che potete fare anche senza l'ausilio di planetarie e robot vari..ovviamente io riporto la mia versione modificata ma se volete farle a mano andate da lei e vi spiegherà come fare.

martedì 2 agosto 2011

Filoncini Croccanti di Semola per un'estate strana...



          Secondo voi di cosa si parla più spesso nell'ultimo periodo?..a parte la politica, gli immigrati, le sparizioni inspiegabili di persone, omicidi irrisolti e poco di allegro, si parla principalmente di questa strana estate che sinceramente non si sa è stata brevissima e già passata, se non è ancora arrivata o se arriverà mai..!! 

venerdì 3 dicembre 2010

Buchteln dal cuore di nocciole, miele e cannella..


Finalmente siamo a Venerdì..anche questa settimana è ormai finita ed è l'ennesima all'insegna del brutto tempo..è una stagione strana...con un freddo a giorni alterni ed un sacco di pioggia..!..senza tenere conto che con questi sbalzi si prendono raffreddori ed influenze senza accorgersene come ho fatto io andando a passeggiare per Verona sabato scorso..il risultato?..sono stata rimbambita tutta la settimana e con un raffreddore che non ricordavo di aver mai avuto...!!!
Ma non parliamo del tempo oggi, ma di questa buonissima ricetta..
Trovata in un calendario ma che ho praticamente stravolto nella lavorazione..risultato Buonissimo..!!!..non vedo l'ora di rifarlo e magari modifico pure l'interno..non che non mi sia piaciuto anzi, ma tanto per fare qualcosa di diverso..!!
E' un dolce lievitato tipico dell'Alto Adige composto da palline farcite generalmente di marmellata, pennellate per bene con burro fuso, messe in una teglia e fatte cuocere lasciando che si tocchino tipo il Danubio...servite poi possibilmente tiepide con una Salsa alla Vaniglia..
io devo dire che me le sono mangiate a colazione tagliate a fettine...ed ovviamente intiepidite!!



BUCTHELN CON CUORE CROCCANTE DI NOCCIOLE MIELE E CANNELLA

Ingredienti per uno stampo da 30 cm o 12 palline belle grosse:

500 gr di farina (io uso la solita del mulino, ma potete usare la Manitoba del Supermercato 300 gr e 200 di 00)
125 gr di latte tiepido
10 gr di lievito di Birra (la ricetta ne prevedeva 28)
2 uova
70 gr di zucchero
70 gr di burro
10 gr di sale
scorza grattugiata di mezzo limone
burro liquido per pennellare

Farcitura
100 gr di nocciole tritate
100 gr di noci tritate
250 ml di latte
50 gr di zucchero
2 cucchiai di miele
2 cucchiai di Rum
1 cucchiaino di cannella (io ne ho messo di più ma mi piace abbondare)

Preparare la farcitura anche il giorno prima e poi conservarla in frigo.
mettere a bollire il latte con lo zucchero, unire noci e nocciole tritate e continuate a mescolare spesso fino ad ottenere una crema..togliete dal fuoco ed unite miele, rum e cannella..

Preparare un lievitino sciogliendo il lievito nel latte, unire un pò della farina tanto da ottenere un cremina..poi coprire con uno strato di farina, coprire e lasciar eriposare finche non si formeranno delle crepe sulla superficie.

Unire le uova e lavorare per qualche minuto poi aggiungere metà zucchero e qualche cucchiaio di farina.. l'altro zucchero ed ancora farina..la scorza di limone ed ancora farina fino quasi a finirla..

Quando avrete un impasto ben amalgamato unite il burro morbido un pò alla volta lasciando che si assorba man mano..aggiungete anche il sale ed il resto della farina (2 cucchiai circa)..fate incordare bene finche si stacca dalla ciotola..

Formate una palla, coprite sempre con nylon e Lasciate lievitare fino al raddoppio (circa un paio d'ore)..
Stendere l'impasto formando un quadrato dello spessore di un paio di cm circa...tagliare 12 quadrati ..mettere un bel cucchiaino di ripieno su ognuno, unire gli angoli e richiudere per bene il saccottino schiacciando tra le dita i lembi della pasta (seconda foto piccola).




Pennellare per bene i saccottini e disporli nello stampo leggermente distanziati..coprire con un foglio di nylon e lasciare lievitare ancora fino al raddoppio..spennellare con altro burro ed infornare 1 180° per circa 40 minuti..






Nella foto qui sopra non è rappresentato il classico cubotto da Buchteln perchè avevo una pallina in più che ho cotto separatamente..comunque gli altri sono uguali..
Spero vi piaccia...

La settimana prossima vi posterò un nuovo Panettone con lievito di Birra ed un invito per voi....

CIAO CIAO!!!

mercoledì 13 ottobre 2010

A grande richiesta...finalmente...LE TRECCIONE!!!



La storia di Queste Trecce fa un pò ridere.!!!.Qualche settimana fa mi sono ritrovata ad impastare 1 chilo e mezzo di farina per fare delle Trecce da portare via il sabato per le colazioni Domenicali..
Sulla pagina di FB è nata la curiosità da parte delle lettrici di sapere come fossero fatte così mi nacque l'idea di elaborare un nuovo impasto..fatto e rifatto più volte sempre in grosse quantità ed ogni volta cambiavo qualcosa..Il fatto è che io un pò tremenda pubblicavo pure le foto..incuriosendo ancora di più coloro che le vedevano..Queste trecce ad un certo punto furono soprannominate Treccione..sia per la quantità di produzione (povero KA!!) sia perchè lievitano molto diventando enormi..Negli ultimi giorni mi è stata richiesta spesso la ricetta..direi in modo quasi insistente ma sempre divertente comunque..!!
Troverete varie cose di altre preparazioni..lavorazione di una, aromi dell'altra, dosi dell'altra..con varianti che ormai non ricordo nemmeno più..Alla fine sono arrivata a questa che secondo me è ottima..dopo 3 giorni se ben protette sono ancora soffici..oltre non ci sono arrivate..!!!

Scrivo le dosi per 1 chilo di farina..io ne ricavo 4 treccione..naturalmente peso i vari pezzi...
Ottime congelate intere o a fette, basterà metterle a temperatura ambiente la sera prima dentro a dei sacchetti di nylon o meglio ancora in quei fogli trasparenti dei panettoni..!(sono ottimi!!)

PREMESSA..come sempre i tempi sono indicativi..le ho fatte più volte ed ogni volta sono stati diversi..causa anche il cambio stagione per cui le temperature sono sempre diverse, dovrete imparare a riconoscere un impasto lievitato..
Lo stesso discorso vale per il lievito, potete metterne meno, basterà allungare i tempi di riposo o ancora meglio fare l'impasto la sera prima..metterlo in frigo dopo un'ora di ambientamento e tirarlo fuori la mattina..basterà un'oretta circa a temperatura ambiente prima di lavorarlo nuovamente..
Anche l'acqua è indicativa, io ci sono arrivata con varie prove ma non tutte le farine sono uguali, sempre meglio riservarne una piccola parte ed aggiungerla se serve alla fine.
Usate una farina che abbia circa il 12% di proteine. se specifica per dolci lievitati meglio. Altrimenti usate una che sia per pizza e focaccia. Se usate farine più forti dovrete diminuire il lievito ed allungare i tempi. Pena un prodotto gommoso e pesante.
Bene..possiamo andare?..spero di non avervi spaventati, in realtà è molto semplice..


LE TRECCIONE

Ingredienti per 4 treccione:

1 Chilo di Farina manitoba non professionale (12% di proteine in alternativa fate metà Manitoba e metà 00 debole)
200 gr di zucchero
240 gr di acqua
200 gr di burro morbido
25 gr di lievito di birra
10 gr di sale
5 uova
15 gr di rum o cointreau
20 gr di miele
raspatura di un limone

Mescolate in una ciotolina gli aromi..liquore, miele e scorza di limone..

Sciogliete il lievito nell'acqua aggiungendo poca farina alla volta fino ad ottenere un cremina morbida..Coprite con uno strato di mezzo cm di farina e fate riposare finche non si formeranno delle crepe..

A questo punto azionate la planetaria con il gancio K a bassa velocità..unite le uova una alla volta, lasciate lavorare per qualche minuto..

aggiungete 4-5 cucchiai di farina e metà zucchero...altri 4-5 cucchiai di farina e lasciate incorporare bene, poi l'altro zucchero...e gli aromi...ancora farina a cucchiaiate fin quasi a finirla..fate incordare bene..Nel momento in cui l'impasto diventa più consistente mettete l'uncino..

ora aggiungete il burro un pò alla volta lasciando che si amalgami bene tra un pezzo e l'altro ed alternando sempre con manciate di farina..aggiungete il sale, l'ultima farina e riportate ad incordatura..
Dovrete ottenere un impasto morbido e liscio...

A questo punto io passo l'impasto sulla spianatoia leggermente infarinata..lo lavoro molto velocemente per un paio di minuti..faccio un paio di giri di pieghe lo giro sottosopra e lo rimetto in ciotola..

coprite con pellicola e lasciate raddoppiare..(circa 2 ore e mezzo)..

Una volta pronto l'impasto capovolgetelo nella spianatoia...dividetelo prima in 4 parti poi ogni parte in tre pezzi...Formate tutti i filoncini senza schiacciare troppo e metteteveli ben in fila...poi ricominciate dal primo ed alungatelo un pò di più..vedrete che questo brevissimo riposo renderà il rotolino più morbido e vi sarà più facile allungarlo..dovrà diventare circa 35 cm..formate le trecce e posizionatele nelle placche senza allungarle..ricordate che crescono molto quindi già due per placca è sufficiente..(questi passaggi ve li farò vedere non appena troverò un fotografo volontario..mi risulta complicato formare i rotoli e scattare!)

Coprite con fogli di nylon e lasciate lievitare in luogo tiepido..(circa un'ora e mezza)..controllate ogni tanto come procede la crescita..provate a toccare l'impasto e se sentite che sotto le dita non oppone troppa resistenza è pronto..
Spennellate con latte e cospargete generosamente di zucchero semolato..

Infornate a circa 190° statico a metà altezza per 18 minuti..ovviamente regolatevi con i vostri forni..io guardo sotto e se le trecce sono colorate sono pronte..fatele raffreddare su una graticola..non lasciatele sulla carta forno perchè l'umidità rimane tutta sotto..




vedrete che diventano enormi..!!!




Buonissime mangiate così, pucciate nel latte o spalmate di marmellatta o Nutella!!!!!
La CONFETTURA DI NETTARINE e QUI!

Nei prossimi giorni sarò un pò impegnata..ho 2 compleanni quindi 2 torte da fare una delle quali per il mio amoruccio!..
Se provate questo impasto...fatemi sapere!!!
CIAO CIAO!!

martedì 16 marzo 2010

La Focaccia dolce di Pasqua..facile facile!!


Eccomi finalmente con una ricetta di Pasqua..in questo periodo dalle mie parti oltre alla classica Colomba si trova la focaccia...ovviamente se ne trovano di vari tipi, dalle più soffici a quelle un pò più asciutte tipo la famosa Fugassa Veneta..
Questa è una ricetta che ho trovato ancora parecchi anni fa in una rivista, forse era LA CUCINA ITALIANA, ma non sono sicura..

giovedì 17 dicembre 2009

Ecco cosa succede se un Panettone è troppo........BUONO!!!!......Come farlo passo-passo..


Succede che ne rimangono solo un paio di misere fettine..eh già perchè martedì l'ho rifatto..giusto per rinfrescarmi la memoria in previsione dei 6 chili fatti ieri..na faticaccia..il mio Anto ha proposto di comprare un'impastatore da 10 chili!!!..e dove cappero lo metto??'..e poi..ci vorrebbe pure un forno in grado di cuocere 10 chili di roba!!hihihi!!gli uomini..non hanno il senso della misura!!
So che l'ho già postato qui, ma non avevo messo la lavorazione (qui ho leggermente modificato la quantità di uvetta e canditi)invece oggi voglio pubblicare tutto il procedimento con qualche foto dei passaggi più importanti...Le foto sono piccole ma basta cliccarci sopra e si ingrandiscono..

mercoledì 2 dicembre 2009

Il Pandoro..Cronaca di un impasto 3 in 1!!!!


Ricordate questo pandoro?...bene, l'ho voluto rifare per essere sicura della ricetta prima di postarlo..non tanto per il suo sapore ma per la lavorazione..L'impasto infatti mi era risultato piuttosto molle ed ingestibile nella sfogliatura che sono riuscita a domare con non poca fatica..!!
Quindi l'altra sera ho ricominciato con biga ed impasto, ma nonostante avessi tolto un uovo e non avessi messo l'acqua non riuscivo a farlo incordare....nemmeno dopo un'ora di lavoro del mio povero Kitchen Aid non ne voleva sapere...così, stanca ed arrabbiata ho deciso di lasciarlo lievitare tutta la notte, poi al mattino avrei pensato al da farsi..
La mattina dopo con mia delusione mi sono ritrovata davanti ad una massa inerme che non si era nemmeno mossa..probabilmente la troppa lavorazione l'aveva stancata e non dava segno di ripresa..perso per perso ho deciso di ributtarlo nella ciotola di rimpastarlo aggiungendo un pò d'acqua con 2 grammi di lievito ed un paio di cucchiai di farina..dopo un pò, visto che era migliorato di parecchio l'ho messo in uno stampo da Panettone..qualcosa sarebbe successo!!
Intanto però avevo in frigo il burro già lavorato con miele, vaniglia e cioccolato bianco...che farne?...detto fatto, ho deciso di ricominciare con un nuovo impasto usando la ricetta delle Simili ovviamente adattandola alla quantità di burro che avevo già preparato..inoltre prendendo spunto anche dalle lavorazioni di Adriano ho iniziato questa avventura dando forma ad un Pandoro 3 in 1...!!..Praticamente un Mix che è riuscito perfettamente!!