"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)
Visualizzazione post con etichetta Pane. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Pane. Mostra tutti i post

giovedì 27 novembre 2014

Pane senza impasto con farro, per una rivincita dopo 10 anni!



Penso che questo sia il pane più pubblicato nel mondo dei foodblogger. Allora vi direte perchè pure io lo faccio se già ce ne sono tanti in giro.
Primo motivo è che da quando ho la pentola Le Creuset non ho mai abbandonato l'idea di rifarlo e poi perchè avevo una guerra aperta con lui. 
Infatti questo è il pane che si trova nel libro "pane senza impasto" di Jim Lahey. Bellissimo libro che consiglio a tutti anche per la storia del suo autore.

venerdì 4 luglio 2014

Mini-Bruschette Funghi e Brie - qualcosa sta cambiando..



In questo primo venerdì di luglio in cui la temperatura non è proprio di stagione ma il cielo è coperto ed afoso ho voglia di due chiacchiere.
Sono sempre stata una pessimista, forse troppo. Una che si preparava al peggio così se qualcosa andava bene potevo esserne contenta. Ho sempre visto nero, che le cose andavano e sarebbero andate sempre peggio ed infatti Ultimamente nonostante il mio lavorare, correre di qua e di là sù e giù per l'Italia mi sembra di aver fatto tutto per niente!
Però da qualche giorno qualcosa è cambiato dentro di me e questo pessimismo si sta pian piano trasformando.
Ho iniziato a leggere un libro che mi sta letteralmente cambiando! Sto vedendo il positivo nelle cose e so che cambieranno e molto presto gireranno a mio favore.

martedì 11 marzo 2014

Pane all'Olio d'Oliva con germe di grano, morbido, profumato ed integrale



A volte capita che prese dalla frenesia di provare una nuova "caccavella" si facciano le cose senza pensarci.
E' quello che è successo a me un paio di settimane fa quando volevo asssssolutamente provare la pizza nella pietra refrattaria. 
La ricerca dell'impasto giusto mi ha portato a quello di Renato Bosco. Del resto, da veneta non potevo non provarla. Prevedeva una biga, quindi un preimpasto che doveva riposare 18 ore. Detto fatto comincio da quella solo che....

venerdì 21 febbraio 2014

Pane con Farina Einkorn cotto sulla pietra.. facile e veloce!



       In questi anni, di pane ne ho sfornato, in tante forme, pesi, con farine diverse e varie lavorazioni. Generalmente però erano sempre pani morbidi, con una superficie liscia che fanno quasi tenerezza.
Ho sempre voluto però arrivare a fare un pane con quelle belle crepe, dove vedi e capisci che in forno è "esploso". Ho ammirato spesso i post di altri blog, le foto dei libri ed anche il pane in qualche panificio dove c'erano queste belle pagnottone crepate!
Ho cercato di capire, di cambiare metodi, acqua in forno sì, acqua in forno no, gira di qua, volta di là taglio a destra quello in giù con lametta asciutta o bagnata.. ah pure la placca alla rovescia riscaldata precedentemente. Non c'è stato verso! Il pane con le crepe come volevo io non mi è MAI venuto. Ho provato a chiedere e mi dicevano dipende dall'impasto, dai tagli, da questo o da quello ma NESSUNO mi ha detto il vero motivo per cui non venivano.

lunedì 27 gennaio 2014

PANE con farina Einkorn - ma ci si può innamorare?


Il pane è IL PANE, il sale della vita, cosa sarebbe la nostra esistenza senza il pane. 3-4 semplici e poveri ingredienti che uniti in modo sapiente creano un prodotto conosciuto ed amato in tutto il mondo per il suo profumo, la consistenza perchè ci sfama e perchè insomma è il primo elemento per eccellenza dopo l'acqua che è basilare nella vita di ognuno.
Eppure c'è chi non gli da molta importanza che dice "che vuoi che sia, pane è e son tutti uguali e con lo stesso gusto"! Eh no caro.. il pane non è tutto uguale e per il fatto che fai sempre lo stesso da anni e anni senza mai cambiare tecniche o tipologie non vuol dire che sei un panettiere o una che sa fare il pane. Non è così semplice, le combinazioni sono infinite. Magari modifichi leggermente una cosa e non ti viene più ed allora come la mettiamo?


martedì 25 giugno 2013

Filonci alle Olive farciti con taleggio e prosciutto cotto! Le forme son forme..



        Eccomi qui con una nuova ricetta! tanto per cambiare è un lievitato che però ho voluto rendere più sfizioso ed appetitoso. 

        Naturalmente voglio anche mostrarvi come posso essere utilizzati i vari cestini di Gio' Style che trovate in due forme e vari colori da poter abbinare anche ad altri accessori come il porta salviette, oppure un porta bicchieri ecc. insomma andateli a vedere.. Leggeri, simpatici dal design moderno! 

        Mi immagino (e per ora devo solo accontentarmi di quello) una terrazza, una bella serata calda, tanti amici ed una tavola in legno apparecchiata con piatti, ciotoline di vari colori e questi cestini con tanti tipi di pane naturalmente home made. 

        Mi vedo quei bicchierini in cui si mettono le candeline che fanno tanta atmosfera sparsi qua e là, una musica di sottofondo ed il cielo stellato. Dato che ci siamo aggiungiamo anche un bel panorama.

        Questo pane è molto semplice e non richiede lavorazioni complicate... Se vi serve in fretta aumentate un po' il lievito e sarà pronto in poche ore giusto per la serata!

lunedì 6 maggio 2013

Pane di Semola al profumo di Rosmarino... e qualche pettegolezzo!




          Oggi vorrei parlare di TV, non lo faccio quasi mai, ma in questo caso un pensiero mi va di farlo.
Ormai sappiamo che di trasmissioni culinarie ce ne sono in quantità industriale, un miscuglio di ingredienti e discorsi che più che chiarirci le idee ce le incasina ancora di più. Mi vien da ridere perchè la mia dolce metà che una volta non andava oltre la frittata ora si guarda tutto quello che si può.
         Dall'esperto di grigliate, a quello che va nell'orto, raccoglie e poi cucina, alle ricette di base, all'Accademia Montersino!! Spesso i suoi discorsi sono..sai che ha detto Montersino questa mattina? che per fare bene questo o quello bisogna fare così e non cosà perchè..bla bla bla!! Ma una volta quella ossessionata non ero io?? Scherzi a parte la cosa non mi dispiace affatto, è un ottimo aiutante in cucina e pure molto bravo!

venerdì 19 aprile 2013

Panini al Farro e Germe di Grano...quando prende la voglia di mettere le mani in pasta!



     E poi ti viene il pallino di impastare! Non che sia una novità per me eh. solo che l'idea di usare il KA, di dover lavare la ciotola, le fruste ecc..ecco..mi è presa la pigrizia. A volte capita di aver voglia di fare qualcosa ma al pensiero del dopo passa subito. Specialmente in questo periodo così impegnativo!
     E quindi ecco l'idea di impastare a mano, anche perchè a dire la verità mi piace proprio mettere le mani in pasta nel vero senso della parola. Certo a volte ti ritrovi con le mani impastrocchiate, ma poi con 4 mosse furbe tutto si sistema, basta non spaventarsi. Se poi ti va di fare un pane ed usare tutti quei pacchettini quasi finiti di farina che riempiono la credenza? Detto fatto e ti esce un bel pane profumato! Ora poi che ho cominciato ad usare il Germe di Grano il pane mi sembra decisamente più....PANE!!


martedì 26 febbraio 2013

Pane alla Robiola con Germe di Grano, un pane morbido ma così morbido....




     In questi ultimi anni, ho perso il conto di quanti impasti lievitati tra dolci e salati ho fatto..sono passata da vere e proprie schifezze ancora quando non avevo blog e bazzicavo appena in internet, ai risultati che ho ora e posso veramente sentirmi soddisfatta.!! Certo di cose da imparare ne ho ancora tantissime, ma posso dire che ormai conosco gli impasti e vedo subito se la cosa non mi quadra.

     Non vi dico quante cose macina la mia testa e quante prove devo fare...Questo è uno di questi esperimenti che mi frullavano in testa..

     Dopo le Focaccine con latte di Soia, il Pane con i Fiocchi di Patate, il Pane con la Ricotta, con la Philadelphia,  ed il Pane con i Fiocchi di Latte, mi mancava la Robiola!!
Ho rielaborato una ricetta che ho fatto più volte adattandola all'aggiunta di questo nuovo ingrediente, unendo anche del Germe di Grano.

     So che non sarà un ingrediente facile da trovare ma ormai nei negozi Bio, NaturaSì ed erboristerie penso ci sia. Ma a che cosa serve e sopratutto cos'è?
     Innanzitutto è la parte interna del cariosside, il chicco del grano, potremmo dire la parte più preziosa, ricca di vitamine del tipo B, vitamina A e D ma sopratutto è ricco di vitamina E, un'importante antiossidante. Migliora la resistenza fisica e la funzionalità mentale. Contiene anche tanti oligoelementi come zinco, potassio, fosforo ecc. Non dimentichiamo anche che riequilibra il colesterolo.

     Lo si trova sotto forma di fiocchi da aggiungere allo yogurt, al latte, alle insalate, zuppe ecc oppure in polvere tipo farina. (quello che ho io). Aggiunto in una quantità di circa 10% sul peso della farina migliora la lavorazione e la lievitazione oltre che il profumo.
La Robiola invece è un formaggio cremoso che sembra una ricotta ed è leggermente acidulo, ma non si sente affatto nel pane. Dona una particolare ed incredibile morbidezza e permette di diminuire i grassi nell'impasto.

Andiamo alla ricetta che è molto semplice e si prepara anche in fretta...

mercoledì 16 gennaio 2013

Ciabatta No-Knead ossia senza impasto facilissima!!




     Ci sono periodi tranquilli in cui ci si annoia, oddio per una donna noia è una parola grossa..ma comunque diciamo meglio periodi tranquilli, poche mail, pochi messaggi, a casa va tutto ok. Quasi quasi mi vien da pensare.."se avessi qualcosa da fare!" ...

     Poi invece ci sono dei periodi che si accumula tutto..richieste, post da scrivere, articoli, foto, ricette..ed ecco che penso.." ma verrà un momento di calma nooo?!!?"
Ecco ora sono in questo periodo, le cose da fare sono così tante e continuano a sommarsi che la giornata dovrebbe avere 48 ore e mi devo scrivere tutto quello che devo fare per non dimenticare nulla.!! Va beh, da qui al 27 gennaio ci sarà un bel po' di trambusto..poi vedremo!! ehehe!

     Cosa che però non scordo mai è di preparare qualche nuova ricetta per voi, che mi sia naturalmente piaciuta e che faccia venir voglia di provarla come è venuta a me.

     Dunque sono sicura che avrete già sentito parlare degli impasti "senza impasto" o meglio no knead: il Pane senza impasto, il pan brioches senza impasto, la pizza senza impasto ecc.. Un metodo che sta andando molto in voga ultimamente. Facilissimo anche per chi non sa impastare in quanto si uniscono gli ingredienti in una ciotola, si mescolano con una spatola e si lasciano maturare per minimo 18 ore. In questo lasso di tempo il glutine si sviluppa e forma la maglia glutinica.

     Ho già provato il panbrioches ed è buonissimo, prometto che appena lo rifaccio ve lo pubblico, ma ora vi voglio mostrare questa ciabatta che mi ha colpita la settimana scorsa.
Ho visto il video qui, quei 2 bimbi mi son piaciuti troppo e visto che è venuta bene a loro non potevo non riuscirci io.

     E' un pane che non contiene grassi, ha pochissimo lievito (che lo rende digeribile e duraturo) ed ha un profumo come dire..incredibilmente da pane..!!!
 

venerdì 28 dicembre 2012

Pane con i Fiocchi...soffice e leggero!

    
      Meno male che il Natale è passato, non ce la facevo più...Era un continuo di mangia e bevi..e bevi e mangia..Decisamente dovessi andare avanti così per un mese morirei scoppiando.
Ora ci tocca San Silvestro,  e poi ci sarà l'Epifania che darà inizio al periodo dei dolci fritti..USSIGNUR!!! Salvatemi!!
     Intanto per oggi parliamo di pane. Di un esperimento riuscito perfettamente che da un bel po' volevo provare e scaturito da questa  ricetta che non c'entra niente ma che mi ha incuriosita Mi mancava del pane morbido nel freezer ed infatti qualcuno qui si lamentava.
     Vi avviso che è un impasto morbido e quindi dovrete maneggiarlo e lavorarlo con pazienza, ma ne varrà la pena.
     Ho usato i fiocchi di patate (che non ci siano aromi vari) perchè li trovo comodi senza dover stare lì a lessare le patate, sbucciarle ecc...insomma è più veloce ecco..

martedì 16 ottobre 2012

Pane di Semola Rimacinata per il World Bread Day 2012




Oggi è la giornata mondiale dell'alimentazione

Quante persone ancora ogni giorno muoiono di fame perchè non hanno un minimo di sostentamento. 
Siamo nel 2012 ed ancora non si è riusciti a trovare una soluzione a questa piaga!
Dal 2006 i foodblogger si uniscono per questa occasione e pubblicano nello stesso giorno un post dedicato al pane per NON dimenticare! Il PANE questo alimento tanto semplice quanto buono e di prima necessità. Questo evento si chiama World Bread Day e quest'anno voglio farne parte anch'io con questa ricetta di Pane alla Semola fatto di ingredienti semplici, preso dal libro di Sara Papa ma completamente cambiato nelle quantità di liquidi e sale.
Il post originale di questo evento è di Zorra ed è lei che ha iniziato questa catena importante.
Inoltre in questa occasione in collaborazione con il gruppo di Cucinando capitanato da Valentina e Riccardo di cui faccio parte con altri foodbloggers: Valentina, Sarah, Sara e Paolo, Laura, Ramona, Claudia, Maky, Agostina abbiamo deciso di pubblicare delle ricette con ingredienti semplici e basilari proprio come questo pane.(QUI ci sono gli altri post)




PANE DI SEMOLA


Ingredienti:
500 gr di farina di Semola rimacinata
140 gr di latte
180 gr di acqua
15 gr di lievito di birra
1 cucchiaio di malto di riso
10 gr di sale

Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida. 
Setacciare la farina nella ciotola, aggiungere il latte e l'acqua con il lievito tiepidi ed avviare l'impastatrice a bassa velocità.. dopo circa 30 secondi unire anche il malto quindi per ultimo il sale.
Impastare fin che si forma un panetto bello liscio quindi passarlo nella spianatoia e lavorarlo un po' a mano. Formare una palla e riporre nella ciotola leggermente unta, coprire con pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio. (circa un paio d'ore)

Infarinare leggermente la spianatoia di semola, rovesciare delicatamente l'impasto e dare qualche piega senza sgonfiarlo troppo e formare un bel panetto..
Foderare una teglia con carta forno e cospargere di semola quindi posizionare l'impasto. coprire con un foglio di nylon e mettere ancora a lievitare..Se non l'avrete sgonfiato dopo un'ora sarà pronto per essere infornato. 
Accendete il forno a 220°, Quindi cospargete bene il pane con altra semola e formate dei tagli con una lametta tenendola a 45° rispetto al pane. 
mettete sul fondo del forno una teglia vuota..buttateci 5-6 cubetti di ghiacccio quindi infornate e cuocete per 10 minuti con lo statico. Abbassate a 180° per altri  20 minuti ma controllatene il colore..
Sfornate, lasciate aperto il forno per qualche minuto quindi reinserite il pane mettendolo in piedi appoggiato alla parete e lasciatelo fino a raffreddamento.


E' un pane semplice, rustico dal buon sapore tipico del pane fatto con la semola!
e poi è bello con quel suo colore intenso. Non vedevo l'ora di tagliarlo e spalmarlo di formaggio. 
Tagliere e spalmino preso QUI fateci un giretto..!!


World Bread Day 2012 - 7th edition! Bake loaf of bread on October 16 and blog about it!


PS: Il Malto di Riso si trova nei negozi BIO

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.

NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------

giovedì 30 agosto 2012

Focaccine al latte di Soia sofficissime!!!




Esiste un mondo virtuale parallelo a quello reale dove si incontrano persone più o meno belle, ci si da il buongiorno e la buona notte, si fanno gli auguri, si gioisce e si piange assieme! Ci si scambiano consigli e curiosità e spesso molto spesso Ricette. Questo mondo virtuale si chiama Facebook ed inizialmente non ne volevo sapere! Poi ho capito che non c'era nulla di male visto che ero io a gestirmi la cosa sia in privacy sia nell'accettare o meno contatti..a bloccare chi non mi piace o richiedere amicizia io stessa a chi mi va! Ecco in questo mondo virtuale c'è un tipo simpaticissimo che pubblica delle foto pazzesche di roba da mangiare! E sempre neglio orari giusti!!. 

Un giorno ha pubblicato un panino farcito incredibilmente goloso, ne sono stata catturata e non ho potuto non provare quel pane fantastico! Detto fatto, la prima volta ho usato Latte intero, sono venute buonissime ma non come volevo..Ho riprovato con Latte di soya ed incredibilmente erano un'altra cosa!! Provate anche voi!! Come sempre ho apportato leggere modifiche!!
Lui è Nuccio ed ha anche un blog andate a curiosare!! Blog di Max 

Come consiglio sempre mettete anche meno lievito se avete tempo allungando i tempi di lievitazione ne guadagnerete molto...






FOCACCINE SOFFICI AL LATTE DI SOIA

Ingredienti per 18 focaccine

500 gr di farina 00
500 gr di farina 0 per pane
80 gr di strutto morbido
200 ml di latte di soia
400 ml di acqua
1 bustina di lievito secco (o un cubetto da 25 gr di quello fresco)
20 gr di sale

Setacciare le due farine nella ciotola ed unire il lievito secco (Mastro Fornaio o altro).
Unire il latte di soia e l'acqua tiepidi quindi azionare la planetaria con gancio a bassa velocità ed impastare. Quando è quasi amalgamato unire il sale e lo strutto che deve essere morbidissimo.
Impastare ancora a bassa velocità per 5 minuti poi aumentare ed impastare fin che diventa un impasto bello liscio.

Passare l'impasto sulla spianatoia e lavorare ancora un po', quindi formare una palla e rimettere nella ciotola leggermente unta. Coprire con pellicola e lasciare lievitare in posto tiepido finche raddoppia (io 3 ore).

Spolverare leggermente di farina la spianatoia e rovesciare delicatamente l'impasto. Senza lavorarlo troppo tagliare dei pezzi di circa 100 gr, formare dei panetti facendo delle pieghine (vedi QUI)..poi rivoltare sotto sopra ed arrotolare leggermente..
Schiacciarle un po' e posizionarle sulla placca foderata di carta forno. Coprire ancora con fogli di nylon e lasciare lievitare..

Essendo piccoli lieviteranno in fretta specialmente se avrete fatto attenzione a non sgonfiare troppo l'impasto. Dopo circa 45 minuti se vedete che sono cresciuti bene ma non del tutto accendete il forno a 200° ventilato.

Spennellate i panini con del latte e con il pollice facendo molta attenzione formare delle fossette sulla superficie. Infornare nel ripiano centrale del forno passando subito sullo statico e cuocete per 17 minuti circa. Sfornare e lasciare raffreddare.

Una volta freddi questi Panini sono ottimi farciti o anche così semplicemente!! Soffici e morbidi insomma Deliziosi! Grazie Nuccio!!

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

giovedì 14 giugno 2012

Pane al Latte a lievitazione naturale e.....Foursquare, Instagram, Twitter, FB, follow, follower, e chi ci capisce..?!?!

               
             Ultimamente sto scoprendo quanto impedita sono in fatto di tecnologia.!! Decisamente il lavoro della foodblogger richiede una laurea in ingegneria informatica e questo per me è arabo ostrogoto!!.. Non che proprio non ci capisca nulla visto che mi gestisco tutto io però in alcune occasioni mi sento verramente arretrata..ed ignorante!!
Ora ditemi la verità, a parte fb che ok sono iscritti anche i cani (e questo mi piace!) chi di voi sa usare twitter, pinterest, foursquare, instagram, Pat (questo è nuovo e manco so come si scrive!!) e diavolerie varie..
Inizialmente mi dicevo no no, io non mi iscrivo a fb..eclalà..detto fatto..twitter noooo..sono già su fb..ecco..pinterest..e che roba è?? sono pure lì..mi mancano gli altri ma poi chi ci sta dietro? mi sembra la pubblicità di Tognazzi!! hihi!!
Allora in teoria se sono in giro dovrei twittare, followare, RT-are, taggare, cancelletti, chiocciole, uccellini e tutta l'allegra fattoria.. ( followare penso sia un termine inventato da Carlo Vischi!!)..L'altro giorno mi twitta un messaggio..io rispondo e lui..e gli RT??? cheeee???!?!?!?!...RT e che roba è? poi mi esce con gli hustang ast...chi!?!?!? non sarà mica un'altra novità..(l'ho dovuto cercare su google ehehe!!)..dovrei girare con PC, I-Pad, I-phone, I-uto!!..e non perdere momenti importanti per pubblicare notizie varie..Quindi ogni volta che vado ad un evento in valigia invece di shampoo e deodorante dovrei mettere tutta sta roba più macchina fotografica..naaaaa!! vorrà dire che viaggerò con carrello tenda al seguito..AIUTOOOO!!!!!...mi compro un piccione viaggiatore è decisamente più semplice..!!

Parliamo della ricetta che è meglio..e decisamente ci capisco qualcosa in più!! Anche questa di Sara Papa, il suo aveva le noci il mio no..mi raccomando, messaggi brevi e mirati, solo 140 lettere!! :-))).


sabato 26 maggio 2012

Pane Bianco Casereccio a lievitazione naturale...ed ora chi mi ferma più??




   Giuro che ora non vi assillerò con le mie produzioni con LM anche se ho già in programma altri 2 impasti per domani..non posso certo lasciarla lì ad annoiarsi e rinfrescare sempre senza motivo? o no?!?!
   Dopo i GRISSINI questo è il mio primo pane buono..anzi proprio buono a lievitazione naturale..ne sono proprio orgogliosa..!!!
   Ovviamente qui a casa non lo mangiano perchè per loro solo pane sofffffffficissimo..e sappiamo che questo tipo di impasti non sono proprio così ma a me sta bene, così me lo mangio ehehe!.. direi che ho scelto un pane casereccio semplice per non complicarmi la vita al primo esperimento..eheheh!!
   L'avevo visto anche da lei e mi aveva proprio invogliata!!
Sempre dal libro di Sara Papa.. "Tutta la bontà del Pane". Con lavorazione modificata leggermente.

   Volete sapere come si fa?? ok! vi scrivo anche la quantità di lievito di birra ovviamente cambiano i tempi di lievitazione.
Non vi scrivo i tempi di lievitazione perchè ormai sapete che non sono sempre uguali. dipende dalla temperatura, dalla forza del lievito madre e da tutta un'altra serie di combinazioni. Dovrete farvi l'occhio e con l'esperienza capirete come gestire i tempi. ovvio che con il lievito madre se impastate il mattino ce l'avrete per cena..

PANE BIANCO CASERECCIO

Ingredienti per 2 pagnotte:

600 gr di farina 0
150 gr di lm oppure 12 gr di lievito di birra
350 gr di acqua (io 50 gr in più circa)
12 gr di sale (invece che un cucchiaino)

Avevo rinfrescato il lievito la sera prima ed anche il mattino. Si impasta sempre quando ha raggiunto la maturazione massima.

  Spezzettare il lievito nella ciotola della planetaria, aggiungere un pò d'acqua ed avviare a bassa velocità con la foglia.
  Aggiungere un pò di farina fino ad ottenere una crema, quindi alternare un pò d'acqua ed un pò di farina sempre mantenendo l'impasto morbido.
quando avrete unito tutta l'acqua (io ne ho aggiunto in più) unite il sale e dopo qualche secondo il resto della farina. Portate ad incordatura quindi cambiate e mettete il gancio. incordate bene di nuovo.
  Togliete l'impasto dalla ciotola, fate qualche piega, formate una palla quindi mettetela in una ciotola leggermente unta con olio d'oliva. Coprite con pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio in un posto caldo lontano da correnti d'aria.

  Quando sarà raddoppiato capovolgete delicatamente l'impasto sulla spianatoia leggermente infarinata. schicciate senza dare troppo peso con il palmo delle mani l'impasto quindi tagliatelo in 2 parti uguali. Prendete ogni pezzo, mettetelo con il tagli in alto e ripiegate in 2. Poi incartate cercando di inglobare aria nell'impasto (Vedete QUI come si incarta).
  Formate due filoni, metteteli nella placca foderata di carta forno, coprite con della pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio.
  A questo punto prendete una lametta e fate dei tagli sulla superficie.. Non tenendo la lama perpendicolare ma a 45° come se voleste spellarlo. ripassate anche 2-3 volte con mano decisa. quindi pennellate con acqua il taglio (questa l'ho imparata al corso e permette che i tagli si aprano in cottura).

  Infornate a 210° per 15 minuti poi abbassate a 180° per altri 35 minuti. spegnete il forno, togliete le pagnotte e rimettetele in forno in modo che rimangano in piedi appoggiate alle pareti. Lasciate finche si raffredda il forno con lo sportello semi aperto..
  Quindi mettete le pagnotte a raffreddare completamente sempre in piedi coperte con uno strofinaccio..



Ho già pronta la PM, domattina nuovo rinfresco e poi via..si impasta di nuovo!!
Ciao alla prossima!

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

giovedì 17 maggio 2012

Grissini a Lievitazione naturale....




Non è una novita che io ed il lievito naturale non andiamo molto d'accordo..o meglio lui preferisce panettoni e colombe..(che sia goloso??) infatti assieme sforniamo delle delizie. Ma per quanto riguarda il pane, niente da fare. prove su prove, tentativi, ricette e metodi diversi. insomma nonostante abbia letto e riletto di tutto e di più non sono mai e poi mai riuscita a fare un pane decente.. puntualmente finiva nella spazzatura.
Ero così avvilita che avevo rinunciato mettendolo a dormire rinsecchito e polverizzato a giugno dello scorso anno. Poi chissà come vista la possibilità di partecipare ad un corso di panificazione ho deciso di ritentare.

domenica 26 febbraio 2012

Panini al latte e ....... Indovina l'oggetto misterioso!!




Buongiooorno avete voglia di giocare? Allora leggete bene tutto l'ambaradan!

Complice la mancanza di pane in casa e Federica che ha pubblicato su fb queste deliziose rosette al latte ieri mattina ho deciso di provarle.
Unico problema, la mancanza dello stampino giusto, nemmeno il tagliamele che sarebbe andato benone!
ma ormai sapete che io sono fuori come un balcone per cui ho usato un altra caccavella...Quale??
E qui sta il bello, lo dovete indovinare voi! Il primo che lo capirà riceverà da me una sorpresa..Ancora non so cosa visto che ho deciso di fare questo gioco proprio ieri sera.

Ma parliamo di questi morbidissimi e molto molto buoni panini al latte, facili e veloci, come sempre se volete diminuite il lievito, se ne guadagna sicuramente!
Non mi stancherò mai di ripetere che i liquidi vanno dosati in base alla proprioa farina, nel mio caso ad esempio ne sono serviti 60 gr in più usando la Spadoni.





PANINI AL LATTE

Ingredienti per 16 pezzi:

600 gr di Farina per pane (io Spadoni)
12 gr di zucchero
1 bustina di lievito secco o un cubetto 
25 gr di strutto
12 gr di sale
320 gr di latte (io + 60 gr)

Mettete nella ciotola dell'impastatore la farina, lo zucchero, il lievito secco e buona parte del latte tiepido. Avviate la macchina con il gancio a bassa velocità. quando il tutto sarà amalgamato aggiungete lo strutto morbido ed il sale. Mentre la macchina impasta unite tanto latte quanto necessario per ottenere un impasto morbido ma non molle. Lavorate anche un pò a mano, rimettete nella ciotola, coprite con della pellicola e lasciare lievitare circa un paio d'ore o finche raddoppia.
Sgonfiate leggermente l'impasto, dividetelo in 16 panetti di circa 70 gr e formate delle palline. appiattitele leggermente, posizionateci sopra questo attrezzo blu e schiacciate in modo da tagliare i bordi..






posizionatele sulle placche, coprite con fogli di nylon e lasciate lievitare fino al raddoppio, io un altro paio d'ore ma dipende sempre dalla temperatura dell'ambiente.



Pennellate con latte ed infornate per circa 20 minuti a 200°. Anche qui controllate la cottura perchè ogni forno è diverso. impostate il timer a 15 minuti inizialmente poi se serve ne aggiungete degli altri. si rimedia di più allungando il tempo di cottura dopo che ad un pane bruciato!
Fate raffreddare su una gratella.





Allora vi aspetto per questo giochino, se volete ma nessun obbligo mettete il bannerino nel vostro blog.. Non verrò di certo a controllare, è un giochino improvvisato senza nessun scopo se non un pò di divertimento che non guasta!!




Ciao Ciao!! Buon fine settimana!

P.S. aggiornamento del 14 maggio 2012..mettendo 40 gr di strutto in + verranno ancora più soffici..a voi la scelta!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

mercoledì 28 dicembre 2011

Pane alle Noci e Buon Anno Nuovo!

 
 
 
Approfitto di questi giorni di pausa per dedicarmi a qualche ricetta da proporvi. la prima è un pan carrè  alle noci. E' una ricetta che ho trovato forse una decina di anni fa in un numero di La Cucina Italiana ma che ho completamente modificato nel tempo per arrivare al risultato che volevo. Un pane soffice, gustoso e delicato nello stesso tempo. Morbido ma con qualche nota croccante. ottimo per accompagnare dei formaggi a pasta morbida. Ci si possono fare delle tartine, degli stuzzichini o anche semplicemente servirlo a tavola a fette. A me piace mettere le noci tritate in modo grossolano, preferisco sentire bene il croccante.
 
 
 
 PANE ALLE NOCI
 
Ingredienti per uno stampo da pan carrè da 30 cm circa:
500 gr di farina Manitoba del tipo non professionale (io ho usato la Spadoni)
150 gr di latte tiepido
120-150 gr di acqua tiepida
18 gr di lievito di birra oppure 4 gr di Mastro Fornaio
10 gr di zucchero
1 cucchiaio di miele
40 gr di burro morbido
10 gr di sale
140 gr di gherigli di noce tritati grossolanamente

mettete nella ciotola della planetaria quasi tutta la farina (tenetene 4-5 cucchiai da parte), il latte, 120 gr di acqua, il lievito, lo zucchero ed il miele. 
Impastate con il gancio finchè si forma un impasto liscio. Deve essere morbido eventualmente aggiungete qualche altro grammo di acqua. 
Unite il burro molto morbido e fate incordare, poi il sale ed un pò alla volta la farina rimanente. Formate una palla, rimettetela nella ciotola, coprite con della pellicola e fate lievitare in un posto caldo fino al raddoppio. In casa mia non era caldissimo ieri quindi ha impiegato circa 2 ore e mezza.
 
Sgonfiate l'impasto ed unite le noci. Impastate giusto il tempo perchè si amalgamino bene. Coprite e lascite riposare 15 minuti. A questo punto stendete un rettangolo di 30x20 circa. Arrotolatelo e mettetelo nello stampo foderato di carta forno. (qui come fare)
 
 
 

Coprire con un foglio di nylon e lasciare lievitare fino al bordo.
A questo punto infornare a 180° per 40 minuti, poi coprire con alluminio e cuocere per altri 10 minuti.
Sfornare e far raffreddare bene. Poi utilizzarlo a piacere.
 
 
 

Vi Auguro un Buon Anno Nuovo!!

 
---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 
 

mercoledì 12 ottobre 2011

Panini con i fiocchi di latte





Quante cose stanno capitando ultimamente..positive intendo e tutte grazie a questo mio splendido,
meraviglioso ed adorabile bloggino (per me ovviamente..hihi!!)..
Tutto è iniziato il 6 Maggio con il cooking session a Milano con Vallè..poi la proposta di lavoro..Un corso di Fotografia che desideravo da tempo e per finire...ta-daaaaa..questo fine settimana si va a Perugia all'Eurocholate in compagnia di altre 4 blogger..sono davvero emozionata!!..ma di questa avventura vi parlerò la settimana prossima..ah ed anche un'altra grandissima novità di cui ho ricevuto notizia proprio mentre scrivevo questo post..e che vi racconterò prossimamente...insomma tenetemi d'occhio perchè se ne leggeranno delle belle..EVVAIII!!!!!! Intanto visto che sono un pò di corsa come sempre ultimamente vi lascio questi favolosi panini con i fiocchi di latte..
Confesso che i fiocchi non mi piacciono, non mi sono mai piaciuti ma ogni tanto cado in tentazione e cedo davanti alla confezione..magari dico, riesco a mangiarli e mi piacciono pure..
Niente da fare, nemmeno questa volta mi sono piaciuti, quindi avendone prese 2 confezioni..della seconda non sapevo cosa fare..pensando e ripensando mi sono venuti in mente dei panini visti da Federica..beh, quando cerchi qualcosa va da lei e la trovi..!!.Ma quanto sforna???..
Risultato ottimo, sono veramente buoni!! io ho leggermente cambiato la lavorazione perchè non ho la macchina del pane e qualche ingrediente, ovviamente vi potete attenere alle dosi di Federica.. ..mi sa che dovrò ricomprare i fiocchi per rifarli!!ehehe!!




PANINI SOFFICI CON I FIOCCHI

Ingredienti per circa 18 panini

700 gr di farina per pane (io uso come sempre quella del mulino)
1 bustina di Mastro Fornaio
12 gr di zucchero
130 gr di latte
170 gr di acqua

200 gr di fiocchi di latte
1 uovo battuto
40 gr di burro
12 gr di sale

Mettere nella ciotola della planetaria la farina, il lievito, latte ed acqua, fiocchi e zucchero.. Impastare inizialmente con la frusta K quando è amalgamato per bene aggiungere l'uovo, per ultimi il burro morbido ed il sale. Se sentite che la macchina fatica cambiate e mettete il gancio.
Assicuratevi che l'impasto sia ben incordato, quindi coprite con della pellicola e lasciate lievitare circa 3 ore (ma quel giorno era un pò freschino quindi in teoria dovrebbero bastare anche 2)..Fino al raddoppio.. a questo punto sgonfiare l'impasto, fare qualche piega semplice e coprire. lasciare riposare per 15 minuti poi dividere in pezzi da circa 80 gr..formare delle palline e metterle sulle placche foderate di carta forno. Coprite nuovamente e fate riposare fino al raddoppio.
Pennellate con latte ed infornate a 200° per circa 20 minuti a metà altezza...
Mettete a raffreddare in una gratella..


Spero vi piacciano ed abbiate voglia di provarli..Con questo vi saluto e vi rimando alla prossima!!
CIAO CIAO!!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

venerdì 18 febbraio 2011

Da quanto le cercavo e finalmente.......BAGUETTES!!!!!




Da quanto tempo cercavo la ricetta giusta per fare le baguettes..ne ho provate un'infinità, ma nonostante venissero bene non mi soddisfacevano fino in fondo, finchè non ho trovato questa sul suo blog.. Ammetto che è rimasta nella pila di ricette da provare per un bel pò, ma alla fine mi sono decisa e l'ho fatta..la prima volta sono venute brutte...ma proprio brutte...il forno mi ha fregata e finche si decideva di arrivare a temperatura sono slievitate..però erano buone!..passato un pò di tempo calcolando fra le varie cose da fare (sapete che accendo il forno 1 o 2 volte al massimo a settimana!!!) è arrivato il momento di riprovarci!....Che soddisfazione ieri quando le ho sfornate !!!!!...bellle..croccanti e buonissime!!!..Yuppiiiiie!!!! e pensare che per disattenzione ho fatto la dose intera per cui sono stata costretta a fare l'impasto 2 volte e a finirlo a mano..sì perchè la biga era per un impasto che richiedeva poi 1 chilo di farina...e chi lo fa impastare al kitchen aid?...ma meno male dico io...prima di sera ne erano già sparite la metà!!!...Sono pericolose...non si finisce di mangiarle..se poi decidete di farvi un bel panino super imbottito per cena...si salvi chi può!


AddThis