"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)
Visualizzazione post con etichetta macarons. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta macarons. Mostra tutti i post

martedì 13 novembre 2012

Biscotti al caramello salato




     A volte mi succede di decidere di provare una ricetta e poi di modificarla in corsa..capitano delle ciofeche in alcuni casi in altre invece rimango stupita del risultato!

     Conoscete quei buonissimi biscotti al caramello confezionati uno per uno? beh non voglio dire che questi sono uguali assolutamente però un po' si avvicinano.

     Nascono da quelli di Montersino ovviamente con il mio zampino, senza l'uso dello zucchero moscovado che manco sanno cos'è qui e l'aggiunta del sale a riprendere il Caramello al burro salato dei Macaron...

Sono veramente squisiti e se cela fate aspettate il giorno dopo ad assaggiarli, come i Canestrelli migliorano decisamente


venerdì 11 marzo 2011

Macarons di Christophe Felder - Prometto che questa è l'ultima...


Almeno per un pò!!...eh già sono alla 4° prova cioè 4° ricetta e posso dire di aver trovato quella che al momento mi piace di più...Non so perchè ma quando si inizia a farli non si smette più..forse perchè sono così colorati e perchè le farciture sono infinite o forse perchè quando li addenti ti stupiscono nella loro morbidezza..aaaaah!!..
Sono partita giusto per sbaglio dai Macchè-rons che dovevano essere in realtà dei baci di dama..seee!!..poi ho provato quelli con lo zucchero cotto..buoni ma forse un pò troppo dolci..infine quelli di Maurizio Santin ottimi anche quelli..ma questi mi hanno soddisfatta 3 volte per la bellezza di 8 placche tutte perfettamente riuscite..
L'unica cosa che mi ha fatto tribolare fin'ora è il setacciare la farina di mandorle con lo zucchero..eccerto..se mi usi un colino di 8 cm di diametro ne hai per 2 ore!!..Infatti...e così ho deciso di andare dalla mia "fornitrice di fiducia e guarda caso fans della Pagina su fb dove ho incredibilmente incappato nel rappresentante che molto gentilmente ha scovato dai suoi cataloghi un setaccio ..giusto per me..peccato che ci volevano 10 giorni perchè arrivasse....!!!

MACARONS
(Ricetta dal Libro Macarons di Christophe felder)

Ingredienti per 50 basi circa:
225 gr di zucchero a velo
125 gr di farina di mandorle
100 gr di albume
25 gr di zucchero semolato
qualche goccia di limone (questa è una mia aggiunta)
coloranti alimentari

Prima di tutto consiglio di leggere quello che ho scritto in questo post.

setacciare per bene e con santa pazienza la farina di mandorle con lo zucchero a velo, sarebbe opportuno prima di questa operazione dare un giro di mixer perchè in questo modo si amalgamano meglio i 2 ingredienti....potete anche farlo qualche giorno prima e conservare il tutto in un contenitore ermetico..
gli albumi come già detto devono essere a temperatura ambiente quindi toglieteli dal frigo qualche ora prima..e vecchi di 2-3 giorni..

montali per bene ed a lungo aggiungendo via via lo zucchero semolato e qualche goccia di limone ed il colore..dovranno essere montati perfettamente...togliendo la frusta dal contenitore dovrà formarsi una sorta di becco...

a questo punto unite tutta la farina..mescolate con una spatola (tipo leccapentola) con movimenti delicati ma decisi da sotto a sopra..attenzione a non lavorare troppo a lungo altrimenti diventerà molle..basta provare a far cadere dalla spatola un pò di impasto che dovrà scendere a nastro...a questo punto passate l'impasto nella sacca e formate degli spuntoni ben distanziati nella placca coperta di carta forno..se trovate quella siliconata sarebbe perfetta..io ho provato quella che mi ha mandato un'amica e va benissimo...se poi avete la fortuna di avere dei tappetini in silplat ancora meglio...battete 2-3 colpetti sotto la placca per far rientrare le puntine e lasciate riposare 30 minuti....infornate a metà altezza..allora il libro dice 170° ma sono un pò troppi..io mi sono trovata perfettamente a 150-160° per 15 minuti..con meno la base del macaron rimaneva molle e oltre a non staccarsi dalla carta si rompeva pure..
Comunque non devono cuocere, ma solo seccarsi esternamente quindi sono molto delicati....per toglierli senza danno se avete usato la carta normale una volta sfornati versate un pò d'acqua tra la placca e la carta..lo shock termico li farà staccare subito...






AL PISTACCHIO il colore è fatto con verde ed una puntina di giallo la ganache è fatta con quella al cioccolato bianco alla quale ho aggiunto un pò di pasta al pistacchio..





CARAMELLO MOU AL BURRO SALATO il colore è fatto con un pò di marrone ed una puntina-ina-ina di rosso la farcitura la trovate QUI..fate attenzione la parte sopra tende a scivolare quindi metteteli ben dritti...




FRAGOLA
colore fatto con rosso ed una puntina-ina di marrone, farcitura con marmellata di Fragole avrei voluto usare una coulisse di fragole fresche ma non ne ho trovate di mio gradimento..certamente con la bella stagione che avanza sarà più facile..Anche qui attenzione che scivolano...

poi c'erano alla NOCCIOLA ed al CIOCCOLATO BIANCO...

Fatemi sapere se li provate ma vi avviso...sarà difficile smettere!!..

CIAO CIAO alla prossima......

--------------------------------------------------------------

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
----------------------------------------------- 

lunedì 10 gennaio 2011

La Prima Ricetta del 2011...Macarons...il ritorno!!



Ma buongioooorno...finalmente rieccomi da voi..quest'ultimo periodo è stato piuttosto strano..Lo so lo so, vi ho trascurati, ma ho voluto prendermi un pò di pausa dal blog e dal forno!!...E' iniziato un nuovo anno e tutti siamo già carichi di buoni propositi che però alla fine non cambieranno niente perchè si continuerà comunque come prima..
Durante le festività non è che sono stata indaffarata dietro ai fornelli, anzi, non avendo cene, cenoni ed inviti vari non ho preparato proprio niente di particolare e nemmeno mi sono dedicata alla preparazione di biscottini decorati da regalare..ne ho visti tantissimi nei vostri blog e li terrò presente per la prossima volta..sono veramente carini!..Unica cosa che ho fatto sono stati i panettoni a lievitazione naturale che ho regalato e quelli con lievito di birra che invece abbiamo mangiato noi...
Ma è arrivato il momento di ripartire seriamente e voglio farlo non con una ricetta qualsiasi ma una di quelle che assieme a questa che ancora mi fa ridere e questa mi hanno aperto un mondo..anzi mi hanno proprio coinvolta!!
Rassegnatevi, non sarà l'ultima, ne voglio fare tanti fino a trovare quella che mi piace di più..non che questa non mi piaccia eh...anzi ma la curiosità è tanta..e poi devo provare la carta siliconata che gentilmente mi ha mandato un'esperta di Macarons e non credo serva dire chi è!!...

Dunque, torniamo a questi bocconcini squisiti..la preparazione è un pò più elaborata degli altri in quanto prevede la preparazione della meringa italiana ma che però a suo favore ha il fatto che è più difficile sbagliare il macaronage ossia la mescolazione tra albumi montati ed il TPT...ehehe!!..che è il TPT???..è praticamente la miscelazione tra farina di mandorle e zucchero a velo in pari peso, quindi quando si parla di 200 gr di TPT si intende l'insieme di 100 gr di zucchero con 100 gr di farina di mandorle..da lei ho letto che si può preparare in anticipo e conservare per non più di una settimana in un contenitore ermetico, quindi il mio consiglio è questo..quando avete intenzione di farli ed avete un pò di tempo preparatevi questo TPT, vi avvantaggerete non poco in quanto è un lavoro piuttosto noioso..ma ne vale la pena e quando sarete pronti per i vostri Macarons ci metterete pochissimo..
La ricetta è presa dal libro Macaron di Josè Maréchal..in questo libricino troverete a parte i vari metodi di preparazione anche delle belle idee di farcitura e decorazione..io l'ho trovato utile!..la particolarità di questa versione è l'utilizzo degli albumi in due parti diverse..una per lo zucchero cotto e l'altra da mescolare al TPT.. mi ha incuriosita ed ho voluto provare...La cosa diversa dagli altri è lo spessore del collarino o colletto che subito pensavo dipendesse da un mio errore, poi guardando bene le foto del libro ho notato che nemmeno i suoi ce l'hanno più spesso...insomma alla fine erano proprio buoni!...




MACARONS di Josè Maréchal

Ingredienti per 40 macarons di 3 cm di diametro

400 gr di TPT (200 di farina di mandorle+200 di zucchero a velo)
80 gr x 2 di albumi vecchi di 2-3 giorni
200 gr di zucchero semolato
75 gr di acqua

in questo caso non ho messo colore, ma se volete potete farlo...vi consiglio di leggere anche questo post .
Mixate la farina di mandorle e lo zucchero e setacciateli per bene attraverso un colino sottile.
Portare ad ebollizione lo zucchero semolato nell'acqua, dovrete portarlo a 115°, nel frattempo montare lentamente a neve 80 gr di albumi.
Quando lo sciroppo raggiunge la temperatura aumentare la velocità della montatura e versarlo a filo sugli albumi facendo attenzione agli schizzi..evitate che finisca nelle fruste..Continuate a montare fino a raffreddamento..(10 minuti circa)..
unite il resto degli albumi al TPT mescolate bene ed aggiungete il colorante se volete..
Unire 1/3 di meringa al TPT e mescolare con una spatola morbida per diluirla un pò poi aggiungere il resto eseguendo il macaronage cioè mescolando delicatamente ma in modo deciso da sotto a sopra fino ad ottenere una massa lucida ma non troppo molle, dovrà cadere a nastro dalla spatola..Riempire una sacca con bocchetta di 8 mm. bloccare la carta forno sulla placca mettendo un ciuffetto di crema sotto la carta..Formare dei bottoni grandi come una noce circa ben distanziati, date qualche colpettino da sotto per assestarli e lasciate riposare per 30 minuti.
Infornate per 14 minuti a 150° ovviamente regolatevi con il vostro forno, il libro dice 14, ma nel mio serve un pò di più. comunque non devono cuocere troppo..
una volta sfornati se non avete la carta siliconata versate un pò di acqua sotto alla carta, il vapore favorirà lo staccamento dei macarons..poi fateli raffreddare bene..
Quindi farciteli a piacere io ho usato il Caramello Mou al Burro Salato che devo dire è di una golosità unica!!..Non perdetevelo!!..Teneteli in frigo coperti per un paio di giorni prima di gustarli..



Caramello al Burro salato (Josè Maréchal):

250 gr di zucchero
75 gr di acqua

120 ml di panna fresca

200 gr Burro Salato


è la dose per farcire 40 macarons.

mettere in una casseruola (meglio se in rame o con fondo spesso in acciaio) acqua e zucchero..portare ad un colore bruno chiaro, togliere dal fuoco e versare piano la panna fredda facendo molta attenzione agli schizzi ed alla schiuma che si formerà..(rischio ustioni) mescolare bene finche si formerà una crema omogenea infine (a 108°) incorporare il burro a pezzetti mescolando per farlo sciogliere ed amalgamare bene..far raffreddare e riporre in frigo per almeno un paio d'ore. Farcire i macarons..
Ve lo consiglio!!!


Quali saranno i prossimi???

-----------------------------------------------------------------

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.

NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright©all rights reserved.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

mercoledì 17 novembre 2010

L'avventura ha inizio....i miei Macarons!!


Ebbene sì...anch'io mi sono innamorata di loro..!!..difficile non perdersi in questo argomento..Li vedevo spesso nei vari blog...mi attiravano nei loro colori, nelle loro farciture, nella loro eleganza, ma non riuscivo a capire cosa avessero di così straordinario da essere così famosi e lodati, ora lo so, basta assaggiarli una volta e si è rovinati!!!..Ho sempre voluto farli ma ne avevo timore, capivo dai vari post che non erano così semplici..ODDIO ho fatto cose ben più complicate, diciamo, però questi macaron necessitano di attenzione..Poi per caso ho fatto questi..partiti in un modo e venuti in un altro, ho pensato che fossero loro ed infatti dopo che ho mangiato quelli "originali" posso dire che lo sono seppur con qualche differenza di lavorazione.. Ho cominciato ad informarmi, a leggere, vedere video, ho comprato libri e mi sono entusiasmata, fin'ora li ho fatti 4 volte..La seconda volta non è stato un gran successo, erano piuttosto bruttini..belli in forno ma dopo la cottura si sono come accartocciati..Tranquilli erano buonissimi e sono stati divorati lo stesso..

Questo post non vuole essere una lezione per fare Macaron perfetti, a questo ci pensa lei, Pinella che è la vera esperta..voglio condividere con voi se ci state le varianti, le differenze nelle ricette ed anche gli errori..sì perchè se non vengono perfetti il motivo c'è..

Il Macaron è un pasticcino buonissimo, con una crosticina finissima croccantina ed un cuore morbido..per ottenerlo ci sono varie cose a cui fare attenzione:

GLI ALBUMI: devono essere vecchi di 2-3 giorni, conservati ovviamente in frigo e messi a temperatura ambiente almeno un paio d'ore prima di essere usati..se usate quelli pastorizzati comprati nei brick occhio alla marca..alcune non montano!!!

MANDORLE: sevono quelle pelate, ma è molto meglio la farina già pronta, in casa difficilmente si riesce a raffinarla finemente edanzi si rischia di surriscaldarle e far sì che rilascino l'olio compromettendo la riuscita..Deve essere ASSOLUTAMENTE setacciata con lo zucchero a velo

IL MACARONAGE: è praticamente l'unione tra albumi montati e farina di mandorle con zucchero a velo che non va fatta come in tutti i dolci mescolando delicatamente per non far uscire l'aria incorporata, ma va fatta con movimenti delicati sì, ma sicuri fino ad ottenere una massa morbida ma non liquida che forma un nastro continuo cadendo dalla spatola e sufficientemente denso da non andare in giro per la placca..questo è il vero segreto..capire quando è il momento di fermarsi.

IL CROUTAGE: che è il riposo che si fa fare al macarons già formato nella placca pima di essere passato in forno. varia da 30 minuti ad un'ora a seconda delle ricette..questa fa in modo che si asciughi la superficie prmettendo il formarsi di una sottile crosticina in forno..

LA COTTURA: altro passaggio molto importante, per quanto mi riguarda i tempi che ho trovato fin'ora non sono sufficienti Macchérons a parte. mi sono ritovata con l'interno della base ben incollata nella carta forno..quindi a parere mio non essere fiscali..Attenzione, non devono cuocere, ma seccarsi e NON devono cambiare colore..segno che la temperatura è troppo alta.

COLORANTI: non usare assolutamente colori a base grassa, smontano gli albumi, meglio quelli in polvere o in pasta.

Ecco questi sono i punti più importanti da tenere presente..ora andiamo alla ricetta. Ho usato quella di Maurizio Santin più avanti vi proporrò una ricetta fatta con la Meringa Italiana... poi molte altre..



MACARONS (Ricetta base di Maurizio Santin)

Ingredienti per circa 25 pezzi (50 basi):

125 gr di farina di mandorle pelate
225 g di zucchero a velo

120 gr di albumi

60 gr di zucchero semolato

qualche goccia di limone

colorante rosso


Setacciare bene la farina di mandorle con lo zucchero a velo..anche un paio di volte..
io metto tutto in una ciotola, mescolo, e passo al mini-tritatutto per pochi secondi..poi setaccio mettendo da parte quello che non passa..alla fine ripasso nel mxer la rimanenza e setaccio di nuovo..Questa operazione un pò noiosa si può fare anche in anticipo, magari quando viene l'estro...e si conserva per non più di una settimana in un contenitore ermetico.

Montare gli albumi aggiungendo il limone e dopo qualche minuto lo zucchero semolato ed il colorante. (fate attenzione, mettetene poco per volta, se usate quelli in polvere ne basta proprio una puntina) Lasciare montare bene bene a lungo..si deve ottenere una massa ben montata che non si muove capovolgendo la ciotola.

Unire alla mischela di farina e zucchero 1/3 di albumi e mescolare da sotto a sopra. Poi unire il rimanente e mescolare bene con una spatola pulendo i bordi della ciotola fino ad ottenere una crema che cada a nastro, liscia e lucida..attenzione..mescolando poco si afflosceranno, mentre mescolando troppo diventerà troppo liquido ed ingestibile e non crescerà in cottura formando il famoso COLLARINO alla base. (guardate questo video, io l'ho trovato molto utile).

A questo punto passate una parte di impasto nella sac à poche con bocchetta liscia di 8-10 mm.
formate dei dischetti nella placca foderata di carta forno di circa 3 cm..BEN distanziati perchè durante il riposo si siederanno un pò e si rischierebbe l'unione tra uno e l'altro.(questo è un mio difetto!! non avendo tante placche tendo a mettere troppa roba!!).
Lasciate riposare per non meno di 30 minuti.

Accendete il forno a 150° ed infornate possibilmente con una placca sotto (meglio se è uguale) per 14 minuti. a me non bastano, me ne servono almeno un paio in più. potete infornare anche 2 placche alla volta, basterà scambiarle di posto a metà tempo..

Sfornate..ora si usano più sistemi..o si fanno raffreddare e se sotto sono ben secchi si toglieranno senza problemi facendo attenzione perchè sono molto fragili oppure appena sfornati si versa pochissima acqua tra la carta e la placca in modo da formare uno sbalzo di temperatura che svilupperà del vapore facilitando lo scollamento dei pezzi..

farcire con le ganache o creme varie e riporli in frigorifero ben coperti per un giorno prima di gustarli..si conservano per 2-3 giorni, oppure si possono congelare. Basterà passarli in frigo il giorno prima.




Ganache al Cioccolato Bianco:

150 gr di cioccolato bianco
125 gr di panna fresca liquida

15 gr di burro


sciogliere il cioccolato a bagnomaria, portare quasi a bollore la panna poi versarla sul cioccolato..mescolare finche si amalgama bene, quindi unire il burro a pezzetti.
fare raffreddare e tenere in frigo almeno una notte..Quando serve montarla leggermente e farcire i Macarons aiutandosi con una sacca..io uso quelle monouso senza bocchetta..

Ganache al Caffè: ganache al cioccolato bianco con aggiunta di caffè solubile a piacere.

In questi Macarons Rosa ho usato la Ganache bianca ed al caffè, in quelli che ho preparato nei giorni a seguire ho usato questa ganache al burro salato che per me è stata una scoperta..è un qualcosa di fantastico!!!..ve la scrivo perchè mi è stata chiesta su fb e non posso aspettare di pubblicare i prossimi..

Ganache Caramello al Burro salato (Josè Maréchal):

250 gr di zucchero
75 gr di acqua

120 ml di panna fresca

200 gr Burro Salato


è la dose per farcire 40 macarons.
mettere in una casseruola (meglio se in rame o con fondo spesso in acciaio) acqua e zucchero..portare ad una ad un colore bruno chiaro, togliere dal fuoco e versare piano la panna fredda facendo molta attenzione agli schizzi ed alla schiuma che si formerà..(rischio ustioni) mescolare bene finche si formerà una crema omogenea infine (a 108°) incorporare il burro a pezzetti mescolando per farlo sciogliere ed amalgamare bene..far raffreddare e riporre in frigo per almeno un paio d'ore. Farcire i macarons..
Ve lo consiglio!!!




e adesso voglio vedere chi non li prova e si ferma ad un tentativo...ahahha!! Questa è la SFIDA!!..


lunedì 25 ottobre 2010

Non chiamateli...Macarons!!!


Vi è mai capitato di essere attirati da una ricetta perché assomiglia a qualche altra?.
bene questo mi è capitato nei giorni scorsi..premetto che NON era mia intenzione fare dei Macarons che sono nel mio cassetto dei desideri da un sacco di tempo..!!
Un paio di settimane fa ero decisa a provarli, ma nel momento in cui mi sono messa alla ricerca della Farina di mandorle BIANCA o non la trovavo o aveva un prezzo inaccessibile..Sì perchè pagare € 4.27 per 100 grammi mi sembra una vera e proprio ruberia ed io per principio ho lasciato correre in attesa di trovare offerte migliori..!!
Un giorno stavo guardando un libricino con ricette di biscotti e mi sono imbattuta in questa che li chiamava Baci di Dama..beh dalla foto non centravano proprio niente..sembravano più delle meringhe e nemmeno gli ingredienti che nei Baci di Dama appunto prevedono burro, e farina e sono lavorati circa come la Pasta Frolla..Però non so perchè mi attiravano e visto che avevo giusto 4 albumi in frigo niente di meglio che provarci facendo qualche modifica..avevo anche le Mandorle (non bianche) ed ho voluto provare a macinarmele poco a poco per evitare che si surriscaldino e rilascino l'olio..
Inoltre come da ricetta dei Macarons questa non richiedeva riposo ed anche la temperatura di cottura era diversa..
fatto sta che strada facendo montando gli albumi ho aggiunto un pò di colore, ho mescolato gli ingredienti come per i Macarons, ho infornato subito e quando ho visto che si formava il famoso colletto di base ho esclamato..."Oddio...ma questi sembrano i Macarons!!!!" ..ho confrontato le varie ricette che mi sono stampata ed ho visto delle differenze nelle proporzioni degli ingredienti ma ormai che c'ero ho continuato l'avventura..compresa la lunga attesa di 3 giorni prima di gustarli..confesso però che li ho assaggiati giornalmente per sentirne il cambiamento!!
Praticamente da Baci di Dama che sembravano meringhe sono usciti questi..dei Simil macarons che però ho deciso di chiamare.....Macchè-rons!!!..hihihi!!.a chi mi chiedeva se erano i Macarons io dice noooo Macché....!!!..vi piace??..altrimenti si accettano suggerimenti..
In attesa di provare quelli originali in tutti i colori e gusti possibili vi propongo questi..farciti con una ganasce di cioccolato bianco e pasta di Nocciola....


Macchérons

Ingredienti per i macchérons:

125 gr di Mandorle
250 gr di zucchero a velo

4 albumi vecchi di 2-3 giorni(132 gr)

1 cucchiaio di zucchero semolato

qualche goccia di limone (questa l'ho aggiunta io)

colorante verde in questo caso (facoltativo)


per la ganache:

150 gr di cioccolato bianco
125 gr di Panna fresca

15 gr di burro

2 cucchiaini di pasta di Nocciola

PROCEDIMENTO

Preparare il giorno prima la ganache...intiepidire la panna..sciogliere il cioccolato a bagnomaria o in microonde..unire la panna e mescolare bene finché tutta la cioccolata è ben sciolta..unire il burro e mescolare bene, infine aggiungere la Pasta di Nocciole..lasciare raffreddare e mettere in frigo fino al giorno dopo...



Preparare i macchérons...Mescolare le mandorle con lo zucchero a velo e passarle al mixer poche alla volta poi passarle al setaccio 2- 3 volte..lo so è un lavoro noioso ma questo farà si che vi venga un impasto bello liscio inoltre lo zucchero si mescolerà meglio alle mandorle..

Montate gli albumi per un paio di minuti poi unite lo zucchero semolato..lasciate girare ancora un pò poi unite qualche goccia di limone ed il colorante, mi raccomando evitate aromi e colori a base grassa..si smonterebbe tutto..io ho usato colori in polvere..ora continuate a montare fino ad ottenere una massa bella bianca e ferma..Non meno di 15-20 minuti..


Unite in 2-3 volte la polvere di Mandorle e zucchero a velo mescolando delicatamente da sotto a sopra con un cucchiaio..ovviamente si smonterà un pò ma dovrà rimanere di una consistenza tale da poter essere spremuto dalla sacca senza colare (macarroner)..inoltre diventerà una crema bella liscia e luminosa che formerà un nastro ricadendo dal cucchiaio.
Passate il composto in una sac à poche..
Mettete una placca dentro l'altra (il doppio fondo farà sì che si formi il famoso colletto) formate dei mucchietti tondi più regolari possibili con l'impasto sulla carta forno..infornate a 160° per 15 minuti circa..Controllateli a vista comunque..si deve formare una crosticina liscia ma sottile in superficie..potrebbe servire anche meno tempo..Metà altezza nel forno..
Sfornate e ripetete lo stesso con l'altra placca..vi sconsiglio di preparare tutte le placche subito..rischiate che i dischetti si allarghino e finiscono con l'unirsi nell'attesa..quindi fate una placca alla volta..
A questo proposito nella preparazione dei macarons originali si lasciano asciugare 30 minuti prima della cottura però la ricetta ha proporzioni diverse quindi l'impasto è un pò più consistente..
Una volta freddi staccateli delicatamente dalla carta.

Riprendete la Ganache preparata il giorno prima e montatela leggermente con un frullatore..mettetela nella sac-à poche e farcite i biscotti 2 a 2..posizionateli in un vassoio, copriteli con della pellicola o mettete il tutto in un sacchetto da freezer bello grande..
Riponetelo in frigo e lasciatevelo per 2-3 giorni...

Sono sicurissima che non riuscirete ad aspettare e sarà grande la voglia di assaggiarli prima del tempo..vi avviso che potreste rimanere delusi..inizialmente diventeranno gommosi..quasi difficili da mangiare ma poi.......scoprirete il Paradiso...!!!!..diventeranno di un morbido incredibile ed ogni morso vi farà sognare...
Non mangiateli appena tolti dal frigo ma aspettate che si ambientino un pò...sono sicura che poi correrete qui a raccontarmi le vostre impressioni..


Se sono venuti meravigliosi questi non oso pensare a come saranno quelli originali!!!!..non vedo l'ora di rifarli perchè qui mi hanno già chiesto com'è che ne ho fatti così pochi...!!!

*******************************************

PICCOLO EDIT: a me con questa temperatura erano venuti bene, ma dipende dal forno, mi è stato consigliato di abbassarla a 160°, quindi regolatevi con i vostri forni.NON devono cambiare colore.

***************************************************


Questo è stato considerato il POST DEL MESE su "La Cucina Italiana"


AddThis