"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)

venerdì 14 dicembre 2012

Il Pandorlato ottima alternativa a Pandoro e Panettone..!



     Velocemente, di corsa, di passaggio, mi fermo un attimo e scappo..giusto il tempo di lasciarvi questa ricetta!
     Sì perchè non potevo aspettare ancora un giorno o due prima di farvela conoscere.

     L'avevo visto lo scorso anno ma non ero riuscita a farlo, poi LEI nei giorni scorsi l'ha pubblicato su fb e non me lo sono fatto ripetere due volte. Detto fatto ho iniziato la sera per sfornarlo il pomeriggio del giorno dopo.!! Provatelo e non dico altro..se non avete voglia di fare il pandoro sfogliato, o il panettone con lievito di birra o con lievito madre questa è un'ottima alternativa e se iniziato la sera prima a mio avviso molto comodo.
   
     Dunque Paoletta dice di usare una farina W350 ma visto che avevo la 0 del mulino rossetto ho usato quella. C'è pure scritto tipo Manitoba. E' un impasto facile, unica nota negativa è che non incorda facilmente ma alla lunga ci si riesce. Verso la fine quando faticava a legarsi ho aggiunto una bella cucchiaiata di farina W 400 e si è incordata in poco tempo. Basta avere pazienza..

     Ve la riporto con i miei tempi, anche perchè qui a casa devo cercare di incastrarmi tra una cosa e l'altra! vedete voi se seguirli o se iniziare la mattina.







IL PANDORLATO DI PAOLETTA

Ingredienti per uno stampo da 750 (io ho usato quello basso)

280 gr di farina w 350 oppure Manitoba del supermercato (di cui 70 per il lievitino e 210 per l'impasto) + 20 gr di scorta
80 gr di latte intero tiepido
90 gr di zucchero 
110 gr di burro (di cui 40 fuso e freddo e 70 morbido)
180 gr di uova (3 medie)
8 gr di lievito di birra fresco (io 3 di Mastro Fornaio)
5 gr di sale
zeste di 1 arancia io 1 cucchiaino di aroma naturale
2 cucchiai di Cointreau o Gran Marnier
1 cucchiaino di miele
1 manciata di mandorle (io a scaglie)

Ore 19.00
  • Preparare il lievitino mescolando il latte con il lievito, il miele e 70 gr di farina, coprire la ciotola con della pellicola e lasciare lievitare circa 45 minuti o finché si gonfia.

Ore 20.00
  • Unire gli albumi, la farina ed avviamo la planetaria con la foglia a bassa velocità.
  • Unire il sale, il liquore ed impastare a velocità un po' più sostenuta (io 2)
  • Portare ad incordatura, qui ci vorranno almeno 10 minuti.
  • Tornare a bassa velocità unire 1 tuorlo ed incordare, un'altro tuorlo, metà zucchero ed incordare.
  • Aggiungere l'ultimo tuorlo ed il resto dello zucchero. portare di nuovo ad incordatura. 
  • L'impasto sarà molto molle, ma l'importante è che sia incordato.
  • A questo punto versare un cucchiaino alla volta il burro fuso, quindi aumentare ancora un po' la velocità. Incordare.
  • Aggiungere un pezzetto alla volta il burro morbido e la scorza d'arancia. Incordare ancora.
  • A questo punto se l'impasto risulta ancora molto morbido aggiungere i 20 gr di farina (come scritto sopra io ne ho usata una w 400). L'impasto sarà liscio e lucido, quasi vellutato.
  • Passare l'impasto in una ciotola, sigillarla con della pellicola e lasciare lievitare a temperatura ambiente per circa un'ora o almeno il tempo che comincia a crescere.
  • Riporre in frigo ad una temperatura di 6-7° per 6/8 ore. A casa mia il frigorifero è sicuramente più freddo ma non mi sono fidata a mettere l'impasto sul pianerottolo quindi mi sono accontentata.

Mattino dopo ore 7.30

  • Tirare fuori dal frigo e lasciare a temperatura ambiente.
  • dopo un'ora circa (Paoletta dice 30 minuti ma come sopra devo incastrare i tempi!!) rovesciare sul piano di lavoro infarinato e fare un giro o due di pieghe del secondo tipo (vedete QUI) In questo modo l'impasto si compatta, quindi trasferirlo nello stampo con le pieghe sotto, coprire con della pellicola e mettere a lievitare in un posto caldo.
Casa mia ultimamente è disabitata dai saccaromiceti e le lievitazioni sono lunghe. Quindi ho dovuto passarlo in forno tiepido fin che è arrivato a 2 dita scarse dal bordo.
  • Accendere il forno e nel frattempo scoprire l'impasto. In questo modo si forma una pellicola in superficie che facilita il taglio.
  • Al momento di infornare con una lametta bagnata fare una croce (io l'ho fatta doppia quindi 8 spicchi), pennellare con albume, cospargere di zucchero in granella, con le mandorle ed abbondante zucchero a velo.
  • Infornare a 180° per circa 30 minuti mettendo un foglio di alluminio sopra nel momento che coloriva troppo..Sfornare e lasciare raffreddare su una gratella.


     Buonissimo, a metà tra il panettone ed il pandoro ma molto più facile da fare.
Io l'ho cotto martedì pomeriggio e stamattina era ancora perfetto..

     Mi è piaciuto così tanto che la settimana prossima ne farò qualcuno da regalare..
Ora scappo, mi aspettano 2 giorni di lavoro intenso e forse è meglio se vado a letto..Quindi vi saluto e vado!!




CIAO CIAO ALLA PROSSIMA!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------

63 commenti:

  1. Hai colpito ancora!!! Dovrò cimentarmi con questo , mi sembra abbastanza veloce.....Certo il tuo è fantastico!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ondina puoi anche farlo in giornata!..provaci!

      Elimina
  2. Ti ho passato un regalino, ... in questi giorni sei stata la mia fonte di ispirazione e non avrei potuto fare a meno di pensare anche a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ondina me lo vengo a prendere..

      Elimina
  3. Quest'anno voglio assolutamente provarlo!!
    Ti è uscito una meraviglia!!!!!!! Mi sa che domani ci provo ;)))))
    Un abbraccio e buon fine settimana
    Erika

    RispondiElimina
  4. grazie per avercelo ricordato... lo faccio!

    RispondiElimina
  5. l'ho provato anche io qualche Natale fa.. e mi aveva deliziato! il tuo è stupendo!

    RispondiElimina
  6. bellissimo la vorrei provare preso nota grazie.

    RispondiElimina
  7. una sola parola magnifico! felice weekend innevato Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie soleluna..buon WE anche a te!

      Elimina
  8. mi piace questo nome....il risultato direi ottimo..sei stata super mia cara!
    bacione

    RispondiElimina
  9. To', chi si rivede. Ho sempre adorato il Pandorlato tant'è che quest'anno pensavo di farlo al posto dei panettoni o pandori, proprio come suggerisci tu. :)

    Ciao Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ZioPiero..ora lo adoro anch'io!!grazie!

      Elimina
  10. Wow! E' veramente bello e ben lievitato. Penso che ci provero' anch'io...
    Mi sono unita ai tuoi lettori cosi' posso seguirti!
    Susy di ricotta...che passione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Susy provalo perchè è buonissimo!

      Elimina
  11. Meraviglioso! Mi piace molto anche il modo in cui l'hai confezionato. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel velo è quello dell'abito da sposa di mia mamma..mi piace molto usarlo per le foto..Grazie Antonella!

      Elimina
  12. Bellissimo Morena, mi sa che provo a farlo, forse questa volta accontento tutti in famiglia. Sai abbiamo le fazioni panettone e quelle pandoro....Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco così accontenti tutti sabri..un abbraccio grosso grosso!!

      Elimina
  13. Se resuscita la luce del forno lo faccio, m'ispira un sacco, sempre straordinaria!!!! Baciooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manuela ti verrà spettacolare brava come sei!! provaci!

      Elimina
  14. Ti è venuto magnificamente bene, complimenti anche per la presentazione!!!
    PERFETTA!!!!
    Buon fine settimana :)

    RispondiElimina
  15. mmmm... che delizia!!! sembra ultramegasoffice!! tu sì che sai prendere per la gola... complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela infatti è molto soffice..Grazie!

      Elimina
  16. ma è.. STUPENDO!! sembra l'incarnazione della sofficità .. te lo copio assolutamente.. anzi, fai già conto che la prossima settimana lo vedrai nel mio blog ;-) perchè mi fa morire! brava

    RispondiElimina
  17. come ogni tua ricetta è stupenda la faccio carta e penna ( si perche' io ho ancora le vecchie agendine per le ricette non salvo nel pc ) e mi metto all'opera :)
    buon lavoro cara amica mia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco vedi io invece salvo tutto nel pc..spero sempre che non succeda nulla! Un abbraccio!

      Elimina
  18. molto invitante e molto ben fatto , complimenti! La prossima settimana mi darò alla cucina...natalizia, un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie rebecca...se lo provi poi fammi sapere..ciao ciao!

      Elimina
  19. è bellissimo!!!
    potrei provarci...
    un caro saluto
    dida

    RispondiElimina
  20. *-* ne voglio una fetta ora! che meraviglia !
    Betty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Betty..se aspetti un paio di giorni te la mando!!

      Elimina
  21. Ho sempre voluto provare a fare qualcosa tipo panettone o pandoro di cui sono tanto golosa.. è che le ricette sono tutte così complicate! La tua però è chiara, scritta passaggio per passaggio senza paroloni difficili.. mi sa che proverò ^_^ Grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beatrice questa fa per te...buttati dai!

      Elimina
  22. Che bella ricetta...ma con il lievito madre???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con il LM bisognerebbe modificarla...

      Elimina
  23. E' nella lista delle lievitazioni per il prox week end dopo ovviamente i panettoni (dopo il corso che ho fatto con Paoletta e Adriano è il minimo!!!!)
    Un abbracciotto

    RispondiElimina
  24. avevo già notato il pandorlato sul blog di paoletta..e dopo aver letto il tuo post e vista la splendida foto ieri ho provato a farlo. tutte le fasi sembravano andate per il meglio, l'incordatura era ok, fatta anche la prova del velo. seguiti scrupolosamente tutti i passaggi e rispettati i tempi di lievitazione. purtroppo ho fallito nella fase finale.. ho infornato a 180° per 40 minuti,in stampo da panettone di alluminio,16x11. aveva una bella cupoletta ed era ben dorato e con crosticina in superficie, così molto stupidamente non ho fatto la prova stecchino! sopra era perfetto (e anche buono) e dentro molliccio e semi-crudo. pensi sia stato solo un problema di temperatura del mio forno, magari da impostare più alta, o anche una lievitazione errata può creare un problema del genere?
    approfitto per ringraziarti delle tue splendide ricette, che mi hanno fatto compagnia in molte giornate e soddisfatto spesso i miei commensali.
    grazie
    valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita che peccato Valentina..
      i tempi di cottura indicati sono per stampi di carta quindi molto sottili..tu hai usato quello di alluminio quindi avresti dovuto allungare i tempi..almeno 10-15 minuti ci volevano..pensa che il panettone sempre nella carta richiede 45 minuti...se ci riprovi mi raccomando la prova stecchino..è un peccato buttare tutto..
      Grazie per i complimenti..
      ciao Morena

      Elimina
  25. Ti leggo sempre ma questa volta mi devo proprio fermare per scriverti un enorme GRAZIE! Stupendo, morbidissimo! Abbiamo iniziato sabato pomeriggio, cotto domenica e poi, al raffreddamento, conservato in un sacchetto di plastica x alimenti fino ad oggi. Che capodanno dolcissimo! Un successone, sono la zia piú felice del mondo perché anche il mio nipotino di sedici mesi se lo é pappato come un pazzo!

    Grazie Morena, anche del panettone con lievito di birra, meraviglioso. Siamo nuovi coi lievitati, possono spaventare per la complessità della incordatura e i tempi lunghi, ma quando assaggi una cosa sana, genuina, fatta in casa, non si puó tornare al solito prodotto commerciale di turno. Questa é tutta un'altra cosa!
    Grazie di cuore e, a tutti quelli che si scoraggiano o hanno dubbi dico solo che se ce l'ho fatta io che sono una pasticciona ce la puó fare chiunque. Morena ha spiegato tutto benissimo, seguite passo passo, ovviamente con l'aiuto di una impastatrice perché l'incordatura é davvero tosta.
    Un abbraccio e l'augurio che si avveri ogni tuo desiderio, ci hai regalato sorrisi, emozioni e un momento con la mia famiglia e il sorriso del mio dolcissimo marito che ricorderó per sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dancing Cat, sono proprio contenta che ti sia venuto bene ilPandorlato e che ti sia piaciuto anche il panettone!!
      Hai proprio ragione, le cose fatte in casa hanno un altro sapore e sono genuine..magari durano meno in morbidezza ma sappiamo cosa contengono!
      Sono proprio felice di avervi regalato emozioni..che posso volere di più...
      Un grazie enorme a te per il tuo commento e per i complimenti, spero che ora che hai rotto ilghiaccio ti fermerai ancora per lasciare anche un saluto..
      Un abbraccio e un augurio di Buon Anno Nuovo!
      Morena

      Elimina
  26. fatto ieri, buonissimo!!!! soffice come una nuvola! grazie mille per la ricetta... la prossima volta vorrei provare a mettere uvetta e canditi nell'impasto, secondo te rischio di rovinare tutto? quando dovrei inserirli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao giada sono contenta che ti sia piaciuto. canditi ed uvetta fanno inseriti alla fine prima della lievitazione..

      Elimina
  27. vorrei rifarlo perchè è buonissimo!mi assale sempre il dubbio :gli stampi di carta in forno vanno appoggiati sulla griglia o su una leccarda?quelli di alluminio dove?ogni tanto mi incasino!grazie e buona giornata!

    RispondiElimina
  28. Ciao solemare.. gli stampi di carta meglio metterli subito nella leccarda (prima della lievitazione) quelli di alluminio nella griglia..ciao ciao

    RispondiElimina
  29. Dopo aver puntato il pandorlato da un anno, ieri ho approfittato per darmi da fare. Mi è venuto uguale alla foto, ma il sapore non mi ha ricordato il pandoro, neanche la sofficità. Ho avuto un pò di problemi con l'incordatura. All'inizio si è incordato bene, poi, dopo le uova, sono stata più di un quarto d'ora ma non sembrava incordato. Io non ho la planetaria ma il bimby, ma di solito non ho problemi con colombe & c. Chissà cos'è successo. Per me poi non era dolce a sufficienza. Adoro il dolce, ma dolce dolce ! Ho anche dovuto aumentare di 15 minuti il tempo di cottura perchè la prova stecchino mi diceva che non era cotto: rimaneva attaccato tutto l'impasto. Chissà cosa avrò sbagliato ! Sigh ! Ci sono rimasta proprio male ! Volevo provare anche il panettone ma forse è meglio se me lo compro ! Sigh ! AlessandraA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao AlessandrA. Il Bimby ha lame di metallo che tagliano quindi inutile passare il tempo ad incordare se poi l'impasto viene rotto. Il Pandoro ha una lavorazione piuttosto impegnativa e eper ottenere un risultato ottimale deve essere perfettamente incordato. Sicuramente anche i Panettoni non ti vengono incordati, impastati ma non incordati nel vero senso della parola. mi dispiace, nulla contro il Bimby ma per impastare non va bene. Questa la causa di tutti i tuoi problemi. Altre persone in questi giorni l'hanno fatto con la planetaria ed è riuscito perfettamente. Mi dispiace.

      Elimina
    2. Ah ecco !!! Non avevo pensato al fatto che il bimby rompe l'impasto perchè la colomba a Pasqua mi viene benissimo e pensavo che il pandorlato fosse un impasto simile. So che le sorelle Simili hanno fatto il pandoro col bimby, ma io non ho mai provato. Fino ad ora di lievitati avevo fatto solo la Colomba con la tua ricetta e mi è venuta da Dio ! Allora mi tocca tenermi la voglia del Pandorlato ! Recupererò con qualche altro tuo dolcetto natalizio ! Grazie delle info, sempre gentilissima ! AlessandraA

      Elimina

I vostri commenti alimentano il blog e mi fanno sempre molto piacere se fatti con sincerità, senza cattiveria o secondi fini.
Vi chiedo di leggere bene il post perchè spesso le risposte alle vostre domande sono già scritte.
Quelli contenenti LINK o ANONIMI NON saranno pubblicati.
Per informazioni scrivetemi a: mentaecioccolato08@gmail.com

AddThis