"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)

domenica 8 dicembre 2013

IL PANETTONE con gocce di cioccolato ed albicocche - SOFFICE SOFFICE !!!



Quando ho iniziato l'avventura di pubblicare un libro non ero ben consapevole di quello che mi aspettava. L'emozione era davvero tanta ed ero felice. Sono stati mesi molto impegnativi. 60 ricette praticamente tutte inedite, tutte fatte ed a volte riprovate per arrivare alla mesa a punto. Ricerche, studi e controlli, il tutto cercando di mantenere comunque tutti gli altri impegni di lavoro. E' passato quasi un anno, il libro è uscito da 3 mesi, è andata esaurita la prima stampa in 4 giorni, ristampato a fine ottobre e ri-esaurito di nuovo! Che dire.. Non ho parole, ma vedere che tutto l'impegno ha portato i suoi frutti per me è una cosa fantastica.

Ho quindi deciso di fare un regalo a chi ancora non ha deciso di comprarlo sperando si convinca o che magari ne approfitti per un regalo da mettere sotto l'abero.
In questi 3 mesi ho fatto varie presentazioni, alcune in libreria, una in un negozio attrezzato con cucina e prossimamente anche in altri posti. La più emozionante sicuramente la prima a Mantova. Ero ignara di come si svolgesse e il caso ha fatto che l'Editore fosse in ritardo per un incidente stradale che l'ha bloccato in autostrada. Quindi via all'istinto ed ho iniziato con la mia dimostrazione. Poi martedì scorso quella di Bassano del Grappa alla Libreria Palazzo Roberti. Una libreria considerata tra le più belle d'Italia, situata in un palazzo storico al centro della città, su 3 piani divisi per argomento. In un'enorme sala con affreschi del Tiepolo si è svolta la preparazione di un impasto davanti ad oltre 70 persone. Pensare che fino a un paio di anni fa o forse meno non riuscivo a parlare nemmeno davanti a 3 persone!!! Beh non che ora sia logorroica però se mi ci trovo non scappo.. magari avessi fatto così agli esami di Terza Media!!
E' stata una presentazione favolosa, che non dimenticherò mai e che forse si ripeterà nei prossimi mesi tanto è stato il successo!

Ma torniamo a noi. Ho deciso di pubblicare questa ricetta non solo perchè sono brava e gentile eheh! Ma anche perchè come in tutti i libri anche di grandi autori pure nel mio c'è un errore di Stampa. Proprio nel Panettone!!! E visto che siamo in periodo giusto per evitare di creare problemi a chi volesse seguire la ricetta del libro voglio spiegare come risolvere i dubbi.
Non mancano ingredienti, non sono sbagliate le lavorazioni, solo che la spiegazione è nella pagina sbagliata. Ora vi spiego!!

A Pagina 142 c'è la ricetta del KOUGLOF che inizia con "Sciogliete il lievito in acqua tiepida..."
A pagina 144 c'è la ricetta del PANETTONE con gli ingredienti corretti ma con la stesso procedimento del kouglof. In pratica è stato stampato 2 volte. 
Quindi per avere la lavorazione corretta del panettone basta andare a pagina 146. 
Inizia con "Ore 16.00 preparate il primo impasto......"

In pratica si fa così:



PANETTONE  

CON GOCCE DI CIOCCOLATO ALBICOCCHE E MIRTILLI

 
Lievitazioni: 6
Difficoltà:  ***

Ingredienti per 2 panettoni da 750 g

Primo impasto:
20 g di acqua
3 g di lievito di birra fresco
1 pizzico di zucchero
30 g di farina manitoba

Secondo impasto:
primo impasto
1 tuorlo piccolo(15 g)
30 g di acqua
60 g di farina manitoba
½ cucchiaino di zucchero

Terzo impasto:
secondo impasto
50 g di acqua
1 tuorlo piccolo(15 g)
100 g di farina manitoba
3 g di lievito di birra fresco
5 g di zucchero

Quarto impasto:
 terzo impasto
 500 g di farina manitoba
 300 g di uova
 170 g di zucchero
 5 g di zucchero vanigliato
 150 g di burro morbido
 7 g di sale
 1 arancia
 2 cucchiai di rum
 130 g di albicocche secche
 100 g di mirtilli secchi
 120 g di gocce di cioccolato

Ore 16.00 preparate il primo impasto mescolando gli ingredienti in una ciotolina. Coprite con della pellicola e lasciate raddoppiare per circa 30 minuti in un posto caldo.

Ore 16.30 preparate il secondo impasto mescolando al primo tutti gli ingredienti, coprite e mette a lievitare fino al raddoppio. Un’ora dovrebbe essere sufficiente.

Ore 17.30 preparate il terzo impasto mescolando al secondo tutti gli ingredienti. Coprite e mettete a lievitare fino al raddoppio.

Ore 20.00 preparate il quarto impasto. Questo è un po’ più complicato quindi vi consiglio una planetaria. Mettete nella ciotola il terzo impasto con le uova e metà dello zucchero e quasi tutta la farina. (tenetene da parte 3-4 cucchiai)
Impastate bene fin che si amalgama il tutto poi unite il resto dello zucchero con lo zucchero vanigliato, la scorza d’arancia grattugiata, il rum ed incordate bene.
Nel frattempo tagliate a piccoli pezzetti le albicocche, miscelatele ai mirtilli alle gocce di cioccolato e tenete da parte.
Unite all’impasto il burro morbido alternato al resto della farina e con l’ultima aggiunta unite anche il sale. Lavorate a lungo fino ad incordatura. Infine aggiungete la frutta con il cioccolato. Coprite la ciotola con la pellicola, lasciate a temperatura ambiente per un’ora poi riponete in frigorifero.

N.B: Vista la quantità di lievito se in casa non avete una temperatura che supera i 18° non mettetelo in frigo ma in un posto fresco. Il mattino dopo potete procedere subito con la pirlatura e la messa nello stampo.

Il mattino dopo togliete l’impasto dal frigo e dopo 30 minuti circa dividetelo in 2 pezzi uguali. Formate due palle stringendo bene sotto e deponetele negli stampi. Coprite e lasciate lievitare fin che arriva ad 1 cm dal bordo. L’impasto è piuttosto morbido quindi aiutatevi nella manipolazione ungendo leggermente le mani.
Una volta pronti fate un taglio a croce con una lametta, pennellate con poco latte, mettete dei pezzettini di burro sparsi e cospargete di zucchero in granella.
Infornate a 170° per 50 minuti circa con forno statico. Controllate con uno stecchino se sono pronti. Sfornate e lasciate raffreddare mettendoli appesi capovolti.

CONSIGLI: Ad impasto completato regolatevi con la temperatura che avete in casa e se avete meno di 18° lasciatelo a temperatura ambiente fino al mattino mentre se avete oltre 23°-25° mettetelo in frigo. al mattino toglietelo dal frigo, fatelo ambientare per un'oretta poi procedete con la pirlatura e la messa nello stampo. 

Se volete iniziare al mattino potete seguire quello scritto nell'altra ricetta del Panettone con Lievito di Birra del 2010. Ci sono molti consigli e vi saranno utili anche le foto.

Non chiedetemi di sostituire questo o quello o di omettere albicocche o cioccolato, vi dico già di no perchè non otterrete lo stesso sapore.!!

Spero sia stato un pensiero gradito!! Questa è una, nel libro ce ne sono altre 59!!!Se per caso decidete di acquistarlo vi consiglio di leggere bene tutti i consigli che ci sono all'inizio. Vi aiuterà ad ottenere risultati perfetti.!

Questa è una ricetta tratta dal libro SOFFICE SOFFICE ed è quindi protetta da Copyright.


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

25 commenti:

  1. ciao Morena, ma lo ristampano il tuo libro? ci fai sapere quando? buona giornata Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara io ho comprato un'altra copia del libro su amazon per regalarla ad una mia amica e' ancora disponibile e fanno anche uno sconticino,vai a vedere!

      Elimina
  2. Io ho comprato da un mese il tuo libro e lo consiglio a tutti e' bellissimo,per me che adoro impastare e' un dono prezioso! Ti seguo sempre sei fantastica! :)))))

    RispondiElimina
  3. Ottimo, un panettone molto bello anche da vedere e sono d'accordo che togliendo o sostituendo un solo ingrediente non sarebbe più lo stesso.
    Buona domenica :)

    RispondiElimina
  4. grazie per la precisazione.. brava! adoro questo panettone così farcito.. golosità pura in una "sofficiezza" (permettimi il termine ;-)!) incredibile!
    ottimo!
    baciotti

    RispondiElimina
  5. Mannaggia quest'errore i stampa proprio non ci voleva..meno male che hai fatto le dovute precisazioni! Complimenti x tutto il successo che hai riscontrato, è davvero una bella soddisfazione!
    Bellissimo il tuo panettone soffice soffice..anch'io quest'anno mi sono cimentata con il lievito madre ma il mio è molto semplificato :-P Magari un giorno proverò anche questa versione, l'aspetto è davvero invitante ^_^
    Un bacio e buona serata <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consuelo.. purtroppo capita, nonostante i controlli alla fine qualcosa scappa.. e non sempre si può rimediare.. Mi consolo con il fatto che ho trovato errori anche in quelli più famosi..ehehe!!

      Elimina
  6. grazie fantastica ricetta e ottimi consigli

    RispondiElimina
  7. Chissà che rabbia vedere un errore simile nel proprio libro....tu vedo che ci ha regalato la soluzione!!! Grazie complimenti per i grandi successi vissuti in questo lungo anno ormai giunto al termine! A presto Gabila!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Gabila.. purtroppo fa rabbia!! Spero che molti di coloro che l'hanno preso possano leggere questo post e capire l'errore.. Per fortuna gli ingredienti non combaciano quindi dovrebbe saltare all'occhio che qualcosa non quadra..
      Grazie!
      M.

      Elimina
  8. lo adoro il tuo libro!!!!
    Sicuramente provero' anche questa ricetta!!!
    Grazie Morena! Mitica!
    Sara

    RispondiElimina
  9. Oh, che belloo :) io non ho mai fatto il panettone, ma questo con le gocce di cioccolato è fantasticoo ! prima o poi mi deciderò e lo farò :)
    bacione
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Morena, che dire bello e sicuramente buono, lo proverò di corsa
      Solo una cosa hai utliizzato uno stampo per panettone tradizionale o uno stampo per panettone basso?
      Bacioni

      Elimina
    2. Barbarina lo stampo è basso... ma puoi usare tranquillamente quello alto.
      M.

      Elimina
  10. E' splendido e sarà sicuramente buono. lo proverò sicuramente.
    Solo una cosa hai usato lo stampo per panettone tradizionale o quello per panettone basso?

    RispondiElimina
  11. Morena, bello e sicuramente buono lo devo provare.
    Solo una cosa: hai usato uno stampo per panettone tradizionale o uno stampo per panettone basso?
    Baci
    Barbarina

    RispondiElimina
  12. Morena, bello e buono sicuramente da fare.
    Solo una cosa: hai suato uno stampo per panettone tradizionale o uno stampo per panettone basso?
    Baci baci.
    Barbarina

    RispondiElimina
  13. Ho preso da un pò il tuo libro e sperimentato alcune ricette, ho trovato molto buone le navette al latte di soia.
    Prendo nota delle modifiche sul panettone e poi vorrei chiederti un chiarimento. In alcune ricette del libro scrivi di sciogliere il lievito nel latte, aggiungere farina fino a formare una crema "quindi coprire con uno strato di 1/2 cm circa. Coprire anche la ciotola con della pellicola........" . Non capisco la parte "coprire con 1/2 centimetro". Un salutone.
    Gabriella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gabriella, molto buone le navette!!
      Ora ti spiego. nel momento in cui tu hai fatto quella sorta di cremini la ricopri con una manciata di farina.. quando lieviterà si formeranno delle crepe ad indicare che è pronto..
      ciao ciao

      Elimina
  14. Ciao Morena, grazie per averci regalato la tua ricetta che ho provato subito! adesso sta raffreddando.. esteticamente è molto bello, domani (se resisto!) lo taglierò!
    ti seguo da tanto, e ho provato quasi tutte le tue ricette di lievitati del blog, sempre chiare e ben spiegate. purtroppo ieri ho girato tutte le librerie di genova e del tuo libro nessuna traccia, peccato, avrei voluto regalarmelo per natale! pazienza, aspetterò..magari provo su internet. Complimenti per tutto, e auguri di buon natale
    Valentina

    RispondiElimina
  15. Ok... Volevo proprio scriverti che non mi trovavo nel libro con la ricetta... Mi sembra che ci fosse un errore di impaginazione... E infatti!!
    Bene... Ora potrei avventurarmi!!!

    RispondiElimina
  16. Ciao Morena, molto bello questo tuo panettone. Credo lo proverò per questo Natale!
    Vorrei però chiederti: nell'altro panettone con lievito di birra che hai nel tuo blog, raccomandi di non usare le gocce di cioccolato perché fanno "cadere" l'impasto. Come mai in questo invece si possono mettere?
    Ti ringrazio, buone feste
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, con questa ricetta sono riuscita a trovare il modo di inserirla mescolandola ad altra frutta secca.
      Se invece metti tutto cioccolato si appesantisce e rischi di rovinare l'impasto.
      ciao
      Morena

      Elimina

I vostri commenti alimentano il blog e mi fanno sempre molto piacere se fatti con sincerità, senza cattiveria o secondi fini.
Vi chiedo di leggere bene il post perchè spesso le risposte alle vostre domande sono già scritte.
Quelli contenenti LINK o ANONIMI NON saranno pubblicati.
Per informazioni scrivetemi a: mentaecioccolato08@gmail.com

AddThis