"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)

venerdì 31 dicembre 2010

Il 2010 se ne va per un nuovo anno..AUGURI A TUTTI!!!


Eccoci qui, siamo arrivati al fatidico ultimo giorno dell'Anno..che dire di quest'anno 2010, beh dal punto di vista personale non ne parliamo, ma dal punto di vista culinario visto che siamo in un blog di cucina direi che è andato bene..ho voluto raggruppare le cose che ho preparato per voi e che mi hanno soddisfatta di più..non è stato facile ed infatti invece di essere 12 sono più del doppio!!..ahaha!!..sempre la solita..Tutte queste cose mi hanno fatta crescere, mi hanno insegnato e divertito..ci sono state delle scoperte nuove e tutto è servito..anche a conoscere molti di voi ed a scoprire un mondo virtuale che però può anche avere delle brave persone...ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questo....!!..Vorrei fare un Augurio a questo punto..che il 2011 fosse per me e per tutti un Anno Sereno, Felice e che portasse le cose che più si desiderano di qualunque tipo, materiale e spirituale..Che sia volere una casa o la salute, o la felicità ecc..insomma quello che si desidera!..



BUON ANNO NUOVO!!!


****************************

lunedì 27 dicembre 2010

Aroma Naturale all'Arancia....



Ormai sappiamo tutti che gli aromi artificiali non sono il massimo..purtroppo però quello che offre il mercato a noi comuni mortali è questo specialmente in piccoli paesi dove non ci sono negozi specializzati che permettano di trovare le cose migliori..Generalmente mi sono sempre arrangiata con scorzette d'Arancia o di Limone grattugiate, per i Panettoni cercavo di farmi le scorzette d'Arancia Candite...ed in mancanza di Agrumi freschi ero costretta ad usare le classiche fialette..!
..Poi la settimana scorsa la mia amica Thea ha postato questa meraviglia, e visto che dovevo fare 4 panettoni a lievitazione naturale ho deciso di provarla subito..!!
Devo dire che i panettoni sono venuti profumatissimi e meravigliosi..!!
Si può usare sia sui lievitati che sui dolci da forno in genere...non preoccupatevi per l'alcol, in cottura evapora lasciando semplicemente l'Aroma buonissimo dell'Arancia!!
Ho voluto farlo immediatamente tanto che non avendo a disposizione l'alcool a 95° ho optato per un pò di Cointreau fino al giorno dopo quando sono andata a comprarlo!

AROMA NATURALE ALL'ARANCIA

Ingredienti per un vasetto piccolo:

65 gr di buccia di Arancia Biologica
120 gr di zucchero semolato
20 gr di alcool a 95° (oppure vodka)
mezza bacca di vaniglia (facoltativa-)

Togliere la Buccia superficiale alle arance le mie erano 2 belle grosse..se si utilizza un pelapatate si va benissimo!..Tritarle finemente con lo zucchero e già qui si otterrà una cremina...Lasciare riposare per un'ora coperta..aggiungere l'alcool, passarla nel vasetto e se serve versarne ancora un pò..mettere la Vaniglia..Chiudere bene...Thea lo conserva nella mensola in cucina, io ce l'ho in frigo, ma credo vadano bene entrambe le soluzioni..si fa in un attimo quindi meglio farne poca per volta almeno finche non sapremo quanto dura anche se la presenza dello zucchero e dell'alcool dovrebbe permettere una lunga conservazione..
basta un cucchiaino per chilo di impasto..(io veramente ne ho messo di più nei panettoni!!)


Se riuscirò a trovare dei Cedri la farò anche con quelli!!

Ciao Ciao!!!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

giovedì 23 dicembre 2010

A Chi......



A chi mi vuole bene e a chi non me ne vuole..a chi mi segue e a chi non importa niente di passare di qua...A chi mi lascia un messaggio e a chi invece silenziosamente si ferma a leggere e poi per timidezza o altro non scrive nulla...A tutte le mie amiche blogger..a tutti i miei fans di Facebook e non..A chi mi conosce ed anche a chi invece non sa nulla di me...A chi soffre ma anche a chi invece è Felice...a chi ce l'ha con il mondo ed anche a chi invece non si preoccupa di quello che gli sta intorno..insomma a tutti proprio a tutti molto semplicemente voglio Augurare


BUON NATALE!!!


lunedì 20 dicembre 2010

Scrigni di Meringa alla Mandorla con Ganache al Cioccolato e Pistacchio



Il Natale per ogni bambino è una grande festa..fatta di colori, di parenti che si scambiano gli auguri, di colori, di alberi luccicanti e sopratutto di regali..
Ricordo che quando ero piccola, l'atmosfera Natalizia iniziava con largo anticipo...lo notavo dal bisbigliare strano della mamma con parenti vari per sapere da uno o dall'altro quali cose comprare...
Una delle cose che più mi sono rimaste impresse è quello che succedeva la sera prima...La mamma infatti prima di mandarmi a letto si faceva aiutare a preparare uno spuntino per Babbo Natale..quel personaggio strano e misterioso che vestito di Rosso e con la pancia avrebbe portato i doni e li avrebbe lasciati sotto all'albero per noi piccoli...Nel piattino si metteva un pezzetto di formaggio, una fettina di polenta ed un bicchiere di vino..un bel vino Rosso che a lui piaceva tanto..poi una volta a letto sentivo dei rumori arrivare dalla stanza vicino..sgattaiolavo silenziosa e socchiudendo piano piano quella porta da cui provenivano rumori e luci notavo la mamma china sulla macchina da cucire..Già sapevo cosa stava facendo...cuciva un abitino nuovo per quella mia bambolina preferita..ed ero felice..Sì perchè non è che ricevevo un'altra bambola, ma la stessa per più volte però vestita di nuovo..e per me era un grande regalo!..Sapevo che avrei potuto giocarci un sacco e cambiarle l'abito a seconda del momento..!..la mia mamma aveva una grande fantasia per queste cose ed era bravissima a confezionare degli splendidi vestitini ornati di passamanerie e paillettes o fiocchettini..e poi sapeva come costruire il tutto perchè ogni Natale fosse una Festa Speciale!!..

venerdì 17 dicembre 2010

Impastando ........in compagnia si fa il Panettone più buono che ci sia!!


Eccomi qui a raccontarvi l'avventura vissuta assieme ad alcune compagne Blogger e non martedì 14 e giovedì 16 Dicembre..L'avevo annunciato qui, ed è stato davvero molto divertente e simpatico..
Ci siamo date appuntamento alle 9.00 di mattina nella pagina di Menta & Cioccolato su Facebook ed abbiamo iniziato contemporaneamente (ognuna nella sua cucina!!) a preparare gli impasti scambiandoci dubbi opinioni ed emozioni..la cosa è andata avanti praticamente fino a sera finche i vari Panettoni erano sfornati..beh a parte qualche ritardatario che causa la temperatura freschina era più lento a crescere..
Qualcuno ha perfino deciso di andarsene a letto ed infornare il mattino dopo con un magnifico risultato...

Dopo questa avventura di gruppo posso fare altre precisazioni riguardanti la lavorazione..

- far crescere bene ogni impastino..deve crescere anche più del doppio..
- per una buona lievitazione è importante la temperatura, quindi usare acqua tiepida, togliere per tempo uova e burro dal frigo e se l'ambiente è freddino servirsi del forno spento appena intiepidito..
-il 4° impasto è il più lungo ci vuole almeno un'ora, se non è ben incordato ovviamente ne risente il risultato finale...(ma questo già si sa)..
-la lievitazione in stampo è lenta vista la piccola quantità di lievito..appena 6 grammi su 1 chilo ed 800 grammi di impasto..bisogna calcolare 5-6 ore..se a 24°...a questo punto chi ha problemi di orari può benissimo iniziare nel pomeriggio in modo da fare l'ultimo la sera e far lievitare le pezzature negli stampi per tutta la notte..
- come scritto nel post per riuscire a fare un buon taglio scoprire gli stampi nell'ultima mezz'ora..la superficie si seccherà un pò e permetterà di tagliare senza rischio di collassare tutto..
-potete trovare la nostra avventura di MARTEDI' edi GIOVEDI'...

Per comodità di chi volesse farne uno nello stampo da 1 chilo (praticamente quello che ho fatto io in queste foto)..vi scrivo le dosi dei vari impasti..per la lavorazione attenersi a quella del post originale..

PRIMO IMPASTO:
20 gr di farina
2 gr di lievito
15 gr di acqua
1 gr di zucchero (la puntina di un cucchiaino)

SECONDO IMPASTO:

Impasto precedente
36 gr di farina
7 gr di tuorlo
16 gr di acqua
2 gr di zucchero

TERZO IMPASTO:

Impasto Precedente
7 gr di tuorlo
33 gr di acqua
2 gr di lievito
66 gr di farina
4 gr di zucchero

QUARTO IMPASTO:

Impasto Precedente
330 gr di farina
115 gr di zucchero
33 gr di tuorli
180 gr di uova intere pesate senza guscio
semini di bacca di vaniglia+aromi arancia e limone
100 gr di burro morbido
4 gr di sale
165 gr di uvetta
65 gr di arancia candita
35 gr di cedro candito


Ringrazio infinitamente le mie amiche di avventura (appena riesco metto anche i loro nomi!!) e spero che si possa ripetere molto presto..abbiamo già qualche idea in mente!!..Può essere l'occasione per cimentarsi in qualche preparazione che magari da sole non si avrebbe il coraggio di affrontare!!..

Il POST di CHABB..(Sandra)
ESTER PAOLA
MARIA
ANNA MARIA
SILVIA
VALENTINA
MILENA
MANUELA
(spero di non aver dimenticato nessuno)

ARRIVEDERCI AL PROSSIMO ..... "Impastare in compagnia"


martedì 14 dicembre 2010

Pie di Manzo alla Birra in Cocottine Monoporzioni...un'idea per il Pranzo di Natale..


Generalmente non mi diletto in piatti elaborati salati, non perchè non mi piaccia, anzi anche se comunque la mia inclinazione pende verso il dolce, ma perchè come ho già detto altre volte vivo con i miei genitori quasi ottantenni, con problemi di salute che preferiscono altre tipologie di piatti molto più semplici!..Il giorno che potrò avere una casa mia, con una cucina mia e con la possibilità di avere degli ospiti finalmente potrò sbizzarrirmi ed allora si salvi chi può!!..Però a volte trovo delle preparazioni che mi incuriosiscono troppo a cui non so resistere ed a costo di mangiarmele da sola le provo..E' il caso di questo Pie di Manzo alla Birra che ho trovato nel Libro "Frolla & Sfoglia" di Michel Roux..mi piaceva troppo la presentazione e doveva assolutamente far parte dei miei esperimenti..Secondo me avendo a disposizione delle cocottine monoporzione sarebbe ottimo per il pranzo di Natale..si può preparare in anticipo ed infornare il giorno stesso..
Preparazione facile e gustosa, la Birra rende molto tenera la carne.

martedì 7 dicembre 2010

Il Panettone con Lievito di Birra per chi non ha il Lievito Naturale


Come ogni anno in questo periodo c'è la voglia di preparare quante più cose possibili da regalare o no...ad esempio impazzano bellissimi alberelli di Pasta Frolla come segna posto, o deliziosi biscotti decorati da appendere all'Albero..oppure biscottini misti da confezionare in graziosi sacchettini..ed ancora c'è chi si lancia nella preparazione di Pandori e Panettoni..

venerdì 3 dicembre 2010

Buchteln dal cuore di nocciole, miele e cannella..


Finalmente siamo a Venerdì..anche questa settimana è ormai finita ed è l'ennesima all'insegna del brutto tempo..è una stagione strana...con un freddo a giorni alterni ed un sacco di pioggia..!..senza tenere conto che con questi sbalzi si prendono raffreddori ed influenze senza accorgersene come ho fatto io andando a passeggiare per Verona sabato scorso..il risultato?..sono stata rimbambita tutta la settimana e con un raffreddore che non ricordavo di aver mai avuto...!!!
Ma non parliamo del tempo oggi, ma di questa buonissima ricetta..
Trovata in un calendario ma che ho praticamente stravolto nella lavorazione..risultato Buonissimo..!!!..non vedo l'ora di rifarlo e magari modifico pure l'interno..non che non mi sia piaciuto anzi, ma tanto per fare qualcosa di diverso..!!
E' un dolce lievitato tipico dell'Alto Adige composto da palline farcite generalmente di marmellata, pennellate per bene con burro fuso, messe in una teglia e fatte cuocere lasciando che si tocchino tipo il Danubio...servite poi possibilmente tiepide con una Salsa alla Vaniglia..
io devo dire che me le sono mangiate a colazione tagliate a fettine...ed ovviamente intiepidite!!



BUCTHELN CON CUORE CROCCANTE DI NOCCIOLE MIELE E CANNELLA

Ingredienti per uno stampo da 30 cm o 12 palline belle grosse:

500 gr di farina (io uso la solita del mulino, ma potete usare la Manitoba del Supermercato 300 gr e 200 di 00)
125 gr di latte tiepido
10 gr di lievito di Birra (la ricetta ne prevedeva 28)
2 uova
70 gr di zucchero
70 gr di burro
10 gr di sale
scorza grattugiata di mezzo limone
burro liquido per pennellare

Farcitura
100 gr di nocciole tritate
100 gr di noci tritate
250 ml di latte
50 gr di zucchero
2 cucchiai di miele
2 cucchiai di Rum
1 cucchiaino di cannella (io ne ho messo di più ma mi piace abbondare)

Preparare la farcitura anche il giorno prima e poi conservarla in frigo.
mettere a bollire il latte con lo zucchero, unire noci e nocciole tritate e continuate a mescolare spesso fino ad ottenere una crema..togliete dal fuoco ed unite miele, rum e cannella..

Preparare un lievitino sciogliendo il lievito nel latte, unire un pò della farina tanto da ottenere un cremina..poi coprire con uno strato di farina, coprire e lasciar eriposare finche non si formeranno delle crepe sulla superficie.

Unire le uova e lavorare per qualche minuto poi aggiungere metà zucchero e qualche cucchiaio di farina.. l'altro zucchero ed ancora farina..la scorza di limone ed ancora farina fino quasi a finirla..

Quando avrete un impasto ben amalgamato unite il burro morbido un pò alla volta lasciando che si assorba man mano..aggiungete anche il sale ed il resto della farina (2 cucchiai circa)..fate incordare bene finche si stacca dalla ciotola..

Formate una palla, coprite sempre con nylon e Lasciate lievitare fino al raddoppio (circa un paio d'ore)..
Stendere l'impasto formando un quadrato dello spessore di un paio di cm circa...tagliare 12 quadrati ..mettere un bel cucchiaino di ripieno su ognuno, unire gli angoli e richiudere per bene il saccottino schiacciando tra le dita i lembi della pasta (seconda foto piccola).




Pennellare per bene i saccottini e disporli nello stampo leggermente distanziati..coprire con un foglio di nylon e lasciare lievitare ancora fino al raddoppio..spennellare con altro burro ed infornare 1 180° per circa 40 minuti..






Nella foto qui sopra non è rappresentato il classico cubotto da Buchteln perchè avevo una pallina in più che ho cotto separatamente..comunque gli altri sono uguali..
Spero vi piaccia...

La settimana prossima vi posterò un nuovo Panettone con lievito di Birra ed un invito per voi....

CIAO CIAO!!!

lunedì 29 novembre 2010

Crostatine di Frolla Montata..


Buongiorno miei cari...credo non mi sia mai successo di postare una ricetta sola in una settimana a parte nel periodo delle ferie..
La settimana scorsa, anzi da giovedì in poi sono stata parecchio indaffarata ed ho trascurato il mio blogghino ed anche i vostri..La mia intenzione era quella di pubblicare venerdì, ma quel giorno è stato praticamente pazzesco..dal momento in cui ho alzato la tapparella ed ho visto che nevicava fino a sabato pomeriggio..sabato dovevo infatti trovarmi a Verona con alcune amiche, ma tutto mi si è messo tra i piedi per non farmici andare..Ma io testaccia dura non ho ceduto e ci sono andata comunque nel pomeriggio.

martedì 23 novembre 2010

Come ti Deliro in modo diverso....Cocottine e Tartellette al Gianduia..



Ma Buongiorno!!..ooh che bello, stamattina ho aperto la finestra ed ho visto il cielo azzurro..non mi sembra vero, dopo settimane di pioggia ormai l'avevo dimenticato!!..per cui, presa da questa botta di buon umore ho deciso di fare un post più fotografico che culinario..ahaha!..

Infatti la ricetta non è nuova..è solo modificata nella forma ma la sostanza rimane..
Ricordate questo favoloso Delirio al Cioccolato?..ecco..io ne ho fatto delle monoporzioni carinissime..almeno a me son piaciute tanto..!

Dovevo fare infatti un delirio in versione ridotta ed invece di diminuire la dose ho optato per queste..Per la ricetta vi mando all'originale..




TARTELLETTE DELIRIO AL CIOCCOLATO AL GIANDUIA

Ingredienti:

Pasta Base del Delirio al Cioccolato
Farcitura del Delirio al Cioccolato
Stampini per tartellette

Niente dosi precise..solo che più o meno ne verranno una ventina o forse più..con la dose intera..

Stendere la frolla al Cacao ad uno spessore di mezzo cm e tagliare dei dischi di circa 8 cm..fate una prova con i vostri stampini, inserite il disco schiacciatelo leggermente per farlo arrivare al fondo.., dovrà arrivare al bordo se è più piccolo fate dei dischi più grandi..
Riempite con la farcitura al Gianduia..mettete tutti gli stampini in una placca ed infornate per 18 minuti a 190° circa a metà altezza.

Sfornate, lasciate raffreddare bene e togliete i dolcetti delicatamente dagli stampini..
Io ho degli stampini in Alluminio che non serve imburrare..



se poi vi avanza un pò di riepieno e volete fare delle monoporzioni da mangiare con cucchiaino ho preparato queste..

COCOTTINE AL GIANDUIA

Ingredienti:

Farcitura del Delirio al Cioccolato
Cocottine

Niente di più semplice..riempite per metà le cocottine e cuocetele a 190° per 20 minuti max..
Sfornate e gustate possibilmente tiepide magari accompagnate da un ciuffettino di Panna Montata..o gelato alla Vaniglia..




Spero che queste 2 idee vi possano tornare utili..ciao ciao ...



venerdì 19 novembre 2010

Pain au lait navette de Christophe Felder


E siamo a venerdì...e continua a piovere, ormai sono settimane e non se ne può proprio più..va beh intanto io cerco sempre di trovare la scusa per combinare qualcosa..ultimamente vi ho riempiti di dolci, ma sapete che è il mio debole è più forte di me!!...però oggi vi voglio proporre un lievitato, perchè proprio questo?

mercoledì 17 novembre 2010

L'avventura ha inizio....i miei Macarons!!


Ebbene sì...anch'io mi sono innamorata di loro..!!..difficile non perdersi in questo argomento..Li vedevo spesso nei vari blog...mi attiravano nei loro colori, nelle loro farciture, nella loro eleganza, ma non riuscivo a capire cosa avessero di così straordinario da essere così famosi e lodati, ora lo so, basta assaggiarli una volta e si è rovinati!!!..Ho sempre voluto farli ma ne avevo timore, capivo dai vari post che non erano così semplici..ODDIO ho fatto cose ben più complicate, diciamo, però questi macaron necessitano di attenzione..Poi per caso ho fatto questi..partiti in un modo e venuti in un altro, ho pensato che fossero loro ed infatti dopo che ho mangiato quelli "originali" posso dire che lo sono seppur con qualche differenza di lavorazione.. Ho cominciato ad informarmi, a leggere, vedere video, ho comprato libri e mi sono entusiasmata, fin'ora li ho fatti 4 volte..La seconda volta non è stato un gran successo, erano piuttosto bruttini..belli in forno ma dopo la cottura si sono come accartocciati..Tranquilli erano buonissimi e sono stati divorati lo stesso.

sabato 13 novembre 2010

Eccezionalmente di Sabato..Biscotti di Mandorle e Cannella


Buongioooorno..sono sicura che vi starete chiedendo.."ma che cavolo fa questa??..oggi è sabato, non pubblica mai di ....Sabato"..ebbe sì, invece questa volta lo faccio, tanto per cambiare la routine altrimenti che noia fare i post sempre negli stessi giorni..
A parte gli scherzi, ieri per una serie di ragioni non ho potuto portare a termine il mio impegno settimanale, e cioè di fare 2 o 3 post, per cui ho deciso di farlo oggi!!.

martedì 9 novembre 2010

AMARETTI per un Sweet Moment..!!


Ammetto che per me appassionata di Pasticceria non c'è nessun dolce che non mi piaccia..La Adoro in tutte le sue forme, i suoi colori e profumi..dalle cose semplici a quelle più elaborate..
Mi piace affondare il cucchiaino in una Crema vellutata ma mi piace anche addentare un Biscotto Croccante..Assaporare i vari profumi di un Semifreddo e sentire il contrasto tra una base ed una Mousse..insomma niente eliminerei dal mondo della Pasticceria!!
Ma c'è un Pasticcino elegante,raffinato, delicato al quale non resisto..in nessun momento, in nessun caso e nessuna occasione..L'Amaretto...!!!!!

venerdì 5 novembre 2010

Vellutata di Zucca e Carote facile facile!


L'ultimo fine settimana le zone del Vicentino e del Padovano sono stati colpiti da un'alluvione incredibile..Ho visto un torrente nella mia zona al limite degli argini scendere con una violenza paurosa...Danni enormi, 10 mila Vicentini sfollati, 500 Imprese colpite che hanno perso macchinari e materiali vari. Oltre un metro d'acqua in centro a Vicenza..Io per fortuna non sono stata colpita..la mia abitazione non era in zona di pericolo ma in altre parti della città e nei dintorni ci sono stati molti problemi..frane, case allagate, ponti sommersi ecc..Eppure ho visto persone che non avevano avuto particolari problemi rimboccarsi le maniche ed armati di pale aiutavano a ripulire strade, garage, case e negozi..questa è solidarietà, questo vuol dire aiutarsi a vicenda..persone che non si conoscono tra loro e che si aiutano con dignità ed umiltà senza aspettare che ci pensino gli altri!!!..e per i prossimi giorni è di nuovo allerta..Speriamo bene!!
Nonostante ciò le tv Nazionali hanno dato scarsa importanza al fatto e ne hanno addirittura dato notizia 2 giorni dopo sprecando massimo 3 minuti di tempo...Ovviamente ci sono notizie più importanti in Italia..che sinceramente ormai hanno anche rotto!..
Questa settimana non sono stata molto in vena di fare i miei soliti pastrocchi, sarà per questo che ieri dopo aver tentato per 4 volte di montare degli albumi ho deciso di rinunciare..erano quelli comprati in Brik e penso dipenda dalla Marca visto che mi è stato riferito che altre qualità montano senza problemi..!!
Ho pensato di proporvi questa stupidissima Crema che so non sarà una novità ma a me piace e va bene così..Adoro le vellutate, le creme, le zuppe in genere, purtroppo però non posso mangiare né patate né legumi quindi niente fagioli, piselli, ceci ecc, per cui ogni tanto mi faccio dei Creme che non li contengano..Questa l'ho trovata veramente deliziosa e delicata..

VELLUTATA DI ZUCCA E CAROTE

Ingredienti per 4 porzioni:

450 gr di Zucca già pulita e tagliata a cubetti
250 gr di carote lavate e tagliate a pezzetti
mezza cipolla
brodo vegetale ed acqua qb
100 ml di panna fresca
sale

Preparazione semplicissima quasi demenziale.
Mettere cipolla, zucca e carote in una pentola e coprire con il brodo.
Cuocere finché le carote non saranno morbide.
Passare tutto al Minipimer, aggiustare di sale, unire la panna e mixare ancora..
Buon Appetito...

Se non avete voglia di salato continuate a gustarvi gli occhi con il Delirio al Cioccolato...

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


martedì 2 novembre 2010

Delirio al Cioccolato...."assolutamente no!"...


No ma io dico.....ma si può resistere ad una tentazione simile??...ad una cosa così paridisiaca fatta di pastafrolla al cacao ed un cuore morbido, scioglievole, goloso come questo?..Se vi piacciono i gianduiotti già la prima risposta senza pensarci dovrebbe essere..."assolutamente no!"...se amate il cioccolato la risposta dovrebbe essere..."assolutamente no!"...se vi piacciono i dolci dal cuore cremoso, morbido e golosamente cioccolatoso la risposta è.."assolutamente no!"..ed infatti io quando l'ho vista Qui mi son detta...posso non provarla?..."assolutamente no!!!"..ed eccola qui...in tutto il suo splendore...una delle cose più buone che abbia fatto ultimamente....una vera e propria bomba calora ok...ma che ci volete fare...la Pasticceria dietetica NON esiste diceva il mio maestro!..ed allora se vogliamo un buon dolce..che sia fatto come si deve...!!

giovedì 28 ottobre 2010

Biscotti di zucchero al profumo d'Arancia!


Quanta storia e quanta tradizione sta dietro ad una preziosa bevanda..il Tè...ammetto che a riguardo sono piuttosto ignorante e non ho l'abitudine di farlo..non conosco i vari tipi e non sono nemmeno in grado di prepararlo come si deve..cioè quello che tutti noi comuni mortali compriamo nei filtrini già pronti è una cavolata però siamo sicuri della qualità di questi miscugli..?..se parliamo di Tè quello vero..con tanto di foglioline fiori, frutta, che ha bisogno dei suoi riti, dei suoi tempi della sua atmosfera per essere preparato e gustato beh..è tutta un'altra cosa. Tanti colori che c'è l'imbarazzo della scelta! ..Una di queste miscele quando sono entrata in un negozio di tè che ho deciso di provare si chiama Riflessi d'Estate ed infatti non appena ne ho sentito il profumo da quel sacchettino ho pensato che il nome era perfetto..Dietro a questo profumo c'è un mistero..infatti come l'ho annusato sono tornata con la memoria a quando ero piccola..mi ricorda qualcosa della mia infanzia che non riesco a collegare..continuo ad annusarlo..nella speranza che compaia davanti a me un'immagine..!!
Ho voluto abbinare a questa deliziosa ed anche bellissima miscela dei biscotti al profumo d'Arancia..fatti non troppo grossi ed in formato un pò grande per poterne assaporare a lungo il sapore tra un morso ed un sorso di tè...

Non è bellissimo questo tè?..si vedo perfettamente i pezzetti di scorza d'arancia ed i petali di girasole!!



BISCOTTI DI ZUCCHERO AL PROFUMO D'ARANCIA

Ingredienti per circa 25 biscotti grandi:

200 gr di farina
115 gr di burro morbido
225 gr di zucchero
1 uovo
2 cucchiaini di lievito
1 pizzico di sale
la scorza grattugiata di una grossa arancia
zucchero di canna

Setacciate in una ciotola la farina, il sale ed il lievito.
Lavorate a pomata il burro morbido aggiungendo un pò alla volta lo zucchero..continuate a montare fino ad ottenere una crema morbida e bianca..(se avete un frullatore o una planeria verrà meglio che non a mano)...
unite anche l'uovo e la scorza d'Arancio...
quando sarà ben amalgamato aggiungete tutta in una volta la farina e lavorate fino ad ottenere un impasto omogeneo..poi mettete in frigo per almeno 30 minuti..

Riprendete l'impasto..rotolatelo nel piano di lavoro leggermente infarinato (leggermente) e formate un salame del diametro di 5 cm non di più perchè crescono moltissimo..avvolgetelo nella pellicola e rimettetelo in frigo per 15 minuti..

passati i 15 minuti rotolatelo nello zucchero di canna facendo attenzione che si attacchi per bene.avvolgetelo ancora e rimettetelo ancora in frigo fino al momento di usarlo..

Accendete il forno a 180° statico. tagliate il salame a fettine di mezzo cm e posizionatele in una placca BEN distanziate, infornatele a metà altezza per 15 minuti circa nel frattempo tenete il resto della pasta in frigo o preparate già la placca che terrete comunque al freddo fino al momento di infornare..Non toccate i biscotti quando li sfornate sono molto morbidi ma raffreddandosi induriranno..

Sono dei biscotti veramente friabili e profumati..una coccola squisita da gustare con un buon tè!





----------------------------------------------

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.

NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright©
all rights reserved.
-----------------------------------------------


lunedì 25 ottobre 2010

Non chiamateli...Macarons!!!


Vi è mai capitato di essere attirati da una ricetta perché assomiglia a qualche altra?.
bene questo mi è capitato nei giorni scorsi..premetto che NON era mia intenzione fare dei Macarons che sono nel mio cassetto dei desideri da un sacco di tempo..!!
Un paio di settimane fa ero decisa a provarli, ma nel momento in cui mi sono messa alla ricerca della Farina di mandorle BIANCA o non la trovavo o aveva un prezzo inaccessibile..Sì perchè pagare € 4.27 per 100 grammi mi sembra una vera e proprio ruberia ed io per principio ho lasciato correre in attesa di trovare offerte migliori..!!

giovedì 21 ottobre 2010

Happy hour - Bignè con Crema di Olive Verdi Carciofini e Speck



Ormai mi conoscete e sapete che la mia passione sono le monoporzioni..ecco perchè ho voluto utilizzarli per preparare dei bocconcini da Aperitivo o Buffet invece che fare dei veri e propri piatti come primi o secondi..anche se veramente mi sono preparata dei Bocconcini di pollo con la Crema di Olive che sono venuti una delizia...ma magari potrei anche rifarli..

Non scrivo le dosi perchè tanto si fanno al momento in quantità a piacere..
Unico consiglio NON fate dei bignè grossi..sarnno più carini ed appetitosi in formato Mignon..

BIGNE' CON CREMA DI OLIVE VERDI CARCIOFINI E SPECK

Ingredienti:

Bignè
Crema di Olive Verdi
Philadelphia
Maionese
Carciofini alla Brace
Speck

Lavorate con un cucchiaio il Philadelphia per renderlo cremoso..uniteci il patè di Olive e pochissima Maionese..questa servirà a rendere liscia la Salsina..
Andate piano con il patè è veramente molto saporito, aggiungetene poco alla volta..

Tagliate a pezzettini piccoli i Carciofini e le fettine di Speck a striscioline

Tagliate a metà i bignè, riempiteli con un pò di Crema alle Olive, cospargete di carciofini e striscioline di Speck..coprite con l'altra parte del bignè..

Bocconcino goloso ottimo per un Aperitivo o servito in vassoi per un Buffet..facile e veloce..
unico consiglio non preparateli con troppo anticipo altrimenti il bignè perderà la sua croccantezza..




Grazie!!!

ciao ed alla prossima..!!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


martedì 19 ottobre 2010

Meringata alle Pesche...ancora!!!!


Chi mi segue nella Pagina di FB sa che l'ultimo fine settimana è stato un impegnativo per me..
Dovevo fare una Bignolata per sabato mattina alla quale si è poi aggiunta la Torta di Compleanno della mia dolce metà..al momento si pensava di non festeggiare..poi invece si pensava di andare da qualche parte..infine LUI ha deciso di volersi imbarcare nella preparazione della sua prima Paella Valenciana...Questo con mio grande piacere mi ha convinta a fare anche la SUA torta di compleanno!!..e mi pareva giusto!!...ero così dispiaciuta di non preparargliela!..Solo che mi sono ritrovata Venerdì e sabato mattina a dover preparare entrambi le Torte..

lunedì 18 ottobre 2010

Basta Poco.......






Buongiorno a tutti e buon inizio settimana..oggi niente ricette, niente link a blog, niente inviti a votarmi..solo un piccolo segno di solidarietà a questa Campagna molto importante specialmente per noi donne..questo è il mese della prevenzione del Tumore a seno..Ricordate che è importante prevenire perchè può salvarvi la vita!

Andate nel sito della Campagna del Nastro Rosa e leggete con attenzione..
l'obbiettivo è quello di sconfiggere questo male tremendo che colpisce silenziosamente 40.000 donne all'anno solo in Italia, praticamente 1 su 8 ed 1 donna su 33 muore..Sono numeri terrificanti..!!

Ricordate che prevenire è molto importante!



mercoledì 13 ottobre 2010

A grande richiesta...finalmente...LE TRECCIONE!!!



La storia di Queste Trecce fa un pò ridere.!!!.Qualche settimana fa mi sono ritrovata ad impastare 1 chilo e mezzo di farina per fare delle Trecce da portare via il sabato per le colazioni Domenicali..
Sulla pagina di FB è nata la curiosità da parte delle lettrici di sapere come fossero fatte così mi nacque l'idea di elaborare un nuovo impasto..fatto e rifatto più volte sempre in grosse quantità ed ogni volta cambiavo qualcosa..Il fatto è che io un pò tremenda pubblicavo pure le foto..incuriosendo ancora di più coloro che le vedevano..Queste trecce ad un certo punto furono soprannominate Treccione..sia per la quantità di produzione (povero KA!!) sia perchè lievitano molto diventando enormi..Negli ultimi giorni mi è stata richiesta spesso la ricetta..direi in modo quasi insistente ma sempre divertente comunque..!!
Troverete varie cose di altre preparazioni..lavorazione di una, aromi dell'altra, dosi dell'altra..con varianti che ormai non ricordo nemmeno più..Alla fine sono arrivata a questa che secondo me è ottima..dopo 3 giorni se ben protette sono ancora soffici..oltre non ci sono arrivate..!!!

Scrivo le dosi per 1 chilo di farina..io ne ricavo 4 treccione..naturalmente peso i vari pezzi...
Ottime congelate intere o a fette, basterà metterle a temperatura ambiente la sera prima dentro a dei sacchetti di nylon o meglio ancora in quei fogli trasparenti dei panettoni..!(sono ottimi!!)

PREMESSA..come sempre i tempi sono indicativi..le ho fatte più volte ed ogni volta sono stati diversi..causa anche il cambio stagione per cui le temperature sono sempre diverse, dovrete imparare a riconoscere un impasto lievitato..
Lo stesso discorso vale per il lievito, potete metterne meno, basterà allungare i tempi di riposo o ancora meglio fare l'impasto la sera prima..metterlo in frigo dopo un'ora di ambientamento e tirarlo fuori la mattina..basterà un'oretta circa a temperatura ambiente prima di lavorarlo nuovamente..
Anche l'acqua è indicativa, io ci sono arrivata con varie prove ma non tutte le farine sono uguali, sempre meglio riservarne una piccola parte ed aggiungerla se serve alla fine.
Usate una farina che abbia circa il 12% di proteine. se specifica per dolci lievitati meglio. Altrimenti usate una che sia per pizza e focaccia. Se usate farine più forti dovrete diminuire il lievito ed allungare i tempi. Pena un prodotto gommoso e pesante.
Bene..possiamo andare?..spero di non avervi spaventati, in realtà è molto semplice..


LE TRECCIONE

Ingredienti per 4 treccione:

1 Chilo di Farina manitoba non professionale (12% di proteine in alternativa fate metà Manitoba e metà 00 debole)
200 gr di zucchero
240 gr di acqua
200 gr di burro morbido
25 gr di lievito di birra
10 gr di sale
5 uova
15 gr di rum o cointreau
20 gr di miele
raspatura di un limone

Mescolate in una ciotolina gli aromi..liquore, miele e scorza di limone..

Sciogliete il lievito nell'acqua aggiungendo poca farina alla volta fino ad ottenere un cremina morbida..Coprite con uno strato di mezzo cm di farina e fate riposare finche non si formeranno delle crepe..

A questo punto azionate la planetaria con il gancio K a bassa velocità..unite le uova una alla volta, lasciate lavorare per qualche minuto..

aggiungete 4-5 cucchiai di farina e metà zucchero...altri 4-5 cucchiai di farina e lasciate incorporare bene, poi l'altro zucchero...e gli aromi...ancora farina a cucchiaiate fin quasi a finirla..fate incordare bene..Nel momento in cui l'impasto diventa più consistente mettete l'uncino..

ora aggiungete il burro un pò alla volta lasciando che si amalgami bene tra un pezzo e l'altro ed alternando sempre con manciate di farina..aggiungete il sale, l'ultima farina e riportate ad incordatura..
Dovrete ottenere un impasto morbido e liscio...

A questo punto io passo l'impasto sulla spianatoia leggermente infarinata..lo lavoro molto velocemente per un paio di minuti..faccio un paio di giri di pieghe lo giro sottosopra e lo rimetto in ciotola..

coprite con pellicola e lasciate raddoppiare..(circa 2 ore e mezzo)..

Una volta pronto l'impasto capovolgetelo nella spianatoia...dividetelo prima in 4 parti poi ogni parte in tre pezzi...Formate tutti i filoncini senza schiacciare troppo e metteteveli ben in fila...poi ricominciate dal primo ed alungatelo un pò di più..vedrete che questo brevissimo riposo renderà il rotolino più morbido e vi sarà più facile allungarlo..dovrà diventare circa 35 cm..formate le trecce e posizionatele nelle placche senza allungarle..ricordate che crescono molto quindi già due per placca è sufficiente..(questi passaggi ve li farò vedere non appena troverò un fotografo volontario..mi risulta complicato formare i rotoli e scattare!)

Coprite con fogli di nylon e lasciate lievitare in luogo tiepido..(circa un'ora e mezza)..controllate ogni tanto come procede la crescita..provate a toccare l'impasto e se sentite che sotto le dita non oppone troppa resistenza è pronto..
Spennellate con latte e cospargete generosamente di zucchero semolato..

Infornate a circa 190° statico a metà altezza per 18 minuti..ovviamente regolatevi con i vostri forni..io guardo sotto e se le trecce sono colorate sono pronte..fatele raffreddare su una graticola..non lasciatele sulla carta forno perchè l'umidità rimane tutta sotto..




vedrete che diventano enormi..!!!




Buonissime mangiate così, pucciate nel latte o spalmate di marmellatta o Nutella!!!!!
La CONFETTURA DI NETTARINE e QUI!

Nei prossimi giorni sarò un pò impegnata..ho 2 compleanni quindi 2 torte da fare una delle quali per il mio amoruccio!..
Se provate questo impasto...fatemi sapere!!!
CIAO CIAO!!

lunedì 11 ottobre 2010

Focaccia Pugliese...Non seguite il mio esempio.......





L'avevo vista da Lei mooolto tempo fa..basta guardare la data del suo post!.e lei a sua volta l'aveva vista qui...poi tra una cosa e l'altra non ero ancora riuscita a farla..Come al solito ad un certo punto se mi prende la voglia di qualcosa la devo assolutamente fare..costi quel che costi..ed è proprio stato così...nel fare questa meraviglia ho combinato di tutto..io che sono una molto attenta specialmente nelle nuove ricette..se poi devo fare bella figura come in questo caso ancora di più!
Da giorni aspettavo il momento buono..poi l'altro pomeriggio ho detto..Ok..ora la impasto!
Ma prima di scrivervi la ricetta come dev'essere fatta vi racconto cosa è successo..

Dunque..avrei dovuto impastare gli ingredienti nella planetaria mettendo quasi per ultimo l'olio..ed invece ho buttato tutto in ciotola..e sì che ormai so che i grassi devono aspettare..!!!
Poi prendo i fiocchi di patate ..apro la confezione e....NON sono fiocchi, ma polvere..mannaggia sicuramente non sono uguali come proporzione..eh ormai c'ero ed ho meso lo stesso 2 cucchiai come da ricetta...
Poi nel pesare l'acqua..non mi si spegne la Bilancia Malefica..e mò??..quanta ne ho messa?..ok..niente panico..un pò di pratica ce l'ho, vedrò in corsa quanta aggiungerne..

E' andata bene e l'impasto è venuto bene..meno male..Lievitazione 2 ore..seee..era tardi..forno intiepidito appena e riposo un'ora e mezza..tanto era più che raddoppiato..
Poi avrei dovuto fare le pieghe e far riposare altri 30 minuti per poi dividere in 2 l'impasto..
ed io che ho fatto?..diviso subito in due (ovviamente pesato)..dato le pieghe come da ricetta e messo subito nei 2 stampi rotondi...di ferro???..naaaaa..non li ho..ho usato quelli d'alluminio usa e getta della Cuki..che potevo fare?..le volevo rotonde..insomma dopo questo passaggio (avevo leggermente infarinato il fondo)..ho coperto con dei fogli di nylon e fatto riposare 15 minuti..il tempo di tagliarmi i pomodorini...poi sono stata brava ed ho seguito il resto della ricetta..

Risultato??..Giudicate voi......

LA FOCACCIA PUGLIESE

Ingredienti per 2 focacce da 33 cm:

610 gr di farina di grano tenero (io ho usato quella del Mulino che va bene per pane e pizze)
90 gr di semola rimacinata di grano duro
560 gr di acqua circa
50 gr di olio d'oliva
18 gr di sale
15 gr di lievito di birra
2 cucchiai colmi di fiocchi di patate
pomodori ciliegina
origano
sale grosso

Impastare tutto nella planeria fino ad incordatura completa mettendo l'olio quasi per ultimo prima di una manciata di farina presa dal totale. (ed io a questo punto ho lavorato un pò a mano e fatto le pieghe..)
Mettere a lievitare coperto per 2 ore circa in posto riparato oppure nel forno appena tiepido se l'ambiente fosse fresco..
Dopo questo tempo spolverare il piano di lavoro con pochissima semola rimacinata, versare l'impasto e dare le pieghe del primo tipo (e qui vi rimando da lui!).
Coprire e far riposare coperto con panno bagnato o nylon per 30 minuti
Dividere in 2 l'impasto e stendere con le mani molto unte negli stampi...
Accendete il forno a 250° ed intanto affondate i pomodorini spaccati o tagliati a metà, cospargete di sale grosso ed origano..lasciate riposare altri 25-30 minuti.
Cuocete fino a doratura completa..
Io ho infornato a 250° poi abbassato dopo qualche minuto e cotto per circa 13-15 minuti a 220°..
Ottima!!..l'ho conservata nell'alluminio ed il giorno dopo era ancora soffice..
Tagliata a metà e farcita è una meraviglia!!..Ve la consiglio!..

Ma non fate come me!!..eheheh!!!




---------------------------------------------------------------------

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


venerdì 8 ottobre 2010

Fudge al mou e cioccolato con pistacchio di Bronte...


Immaginate una bocconcino goloso goloso, con una base croccantina sì ma friabile, un cuore morbido ma non troppo al caramello Mou ed una copertura di cioccolato al latte scioglievole al leggero sentore di Pistacchio....aaaaaaah..siete già svenuti??..no no, fermi lì..dovete vedere prima questi!!..ahahha!!!..non vi permetto di perdere i sensi!

Complice una ricetta vista in un blog la settimana scorsa (perdonate ma ho un lapsus di memoria e non mi ricordo dove cavolo l'ho visto ed ho anche commentato mannaggia la miseriaccia aiutatemi!!!..ma ora l'ho scovata ed è questa!) ed una vecchia ricetta che avevo trovato mi è balenata l'dea di utilizzare una favolosa pasta di Pistacchio di Bronte che mi ha gentilmente dato un gelataio amico questa estate al Mare..Ne ho un bel barattolone..scusate ma ne ho approfittato visto che qui non lo trovo!! e so che lui usa ingredienti di Qualità!!
Stravolgendo le cose Ne è uscito un pasticcino/cioccolatino morbido ma non troppo..cremoso ma non troppo, friabile ma non troppo gustoso ma non troppo...Però..TROOOPPPO GOLOSO!!!...
dai che è facile, venite con me che vi spiego come fare...scendete un pò..!!

FUDGE AL CARAMELLO MOU E CIOCCOLATO AL PISTACCHIO DI BRONTE

Ingredienti:

130 gr di biscotti secchi (io Oro Saiwa)
80 gr di burro fuso

300 gr di latte condensato
90 gr di burro
40 gr di zucchero
60 gr di miele

300 gr di cioccolato al latte
60 gr circa di Pasta di Pistacchio

Stampo 20x20
Pirottini piccoli

BASE
Sbriciolate finemente i biscotti, mescolateli al burro fuso e mescolate bene..cospargeteli nel fondo dello stampo (consiglio di foderarlo o ungerlo leggermente), schiacciate bene con un cucchiaio per livellare bene e mettete in frigo a rassodare.

RIPIENO
mettete il latte condensato, lo zucchero, il miele, ed il burro in un tegame e cuocete a fiamma bassa mescolando spesso finche diventa di un bel color caramello Mou ci vorranno circa 30 minuti..(circa, affidatevi al vostro occhio)
Togliete lo stampo dal frigo, versate sopra alla base di biscotti questa golosissima cremina e spalmatelo per bene..
mettetelo di nuovo in frigo.

CIOCCOLATO AL PISTACCHIO
Sciogliete a bagnomaria il cioccolato mescolando spesso poi unite la pasta di Pistacchio.
Versate il tutto nello stampo e cospargetelo bene..Aspettate un paio di minuti in modo che si addensi leggermente..poi con uno stecchino fate delle ondine di decorazione..Riponete in frigo almeno un'ora..

Tagliate a quadratini di 2x2 questa mattonella e mettetela nei pirottini da pasticcino..
Posizionateli per bene in un bel vassoio e serviteli ai vostri ospiti!!..

Consiglio: La pasta di Pistacchio che ho io è professionale quindi credo renda di più in sapore rispetto a quella che magari voi trovate in commercio perciò vi consiglio di unirne un pò alla volta al cioccolato ed assaggiare..





Altra cosa..sto andando avanti con il PDF della Raccolta e pensavo di dividerlo in più volumi vista la quantità numerosa di ricette..che ne dite?

Vi auguro BUON FINE SETTIMANA

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

mercoledì 6 ottobre 2010

Tarte aux pommes avec gelée d'abricot et cannelle...


Buongiorno..ricordate che vi avevo detto di aver fatto 3 cose con della Pasta Sfoglia che avevo in Freezer..??..Bene, dopo questi splendidi Couques, ho fatto anche questa..è una torta molto semplice che si può preparare all'utimo e cuocere finche si mangia..a parere mio è splendida mangiata tiepida, magari servita con Salsa alla Vaniglia o una pallina di gelato.. Però anche fredda certo non la si può rifiutare..Mia suocera la fa spesso senza la gelée sotto, buonissima comunque ma ho voluto aggiungere qualcosa in più e devo dire che ho fatto bene.

lunedì 4 ottobre 2010

Queste ricette e queste foto....


A volte capitano veramente delle cose che potrebbero sembrare organizzate ed invece sono proprio casualità!..
Stamattina al rientro dalla mia solita trasferta del fine settmana ho trovato 2 piacevolissime sorprese..
Tra i vari blog si organizzano spesso concorsi, raccolte, giveway ecc..ogni tanto partecipo, altre volte per mancanza delle ricette adatte no..
Ecco che ho partecipato più volte al Calendario di Ornella che ogni mese sceglie assieme alla sua collaboratrice la foto e la ricetta che più rappresenta quel mese appunto..
Beh questa volta il Mese di ottobre è rappresentato da questa (sotto) foto della ricetta di Stefania che a sua volta era stata estratta tra tutte le ricette della Summer Cakes era stata la prima ricetta arrivata e la prima persona a commentare nel post precedente la proclamazione della vincitrice e che il mese scorso è stata la vincitrice del mese di Settembre..insomma tutto un intreccio che sembra un accordo e che invece è tutta una casualità..Io di questo sono molto contenta e ringrazio Ornella e Simona....



Ma non è finita...!!


Ho partecipato anche alla Raccolta di Aurore "La cuisine en Rose" e ricetta e foto della Pavlova si sono aggiudicate il 2° posto..insomma che dire..oggi sono proprio contenta..Mi ci volevano proprio delle buone notizie per tirarmi sù un pò..
GRAZIE AURORE!!!!




E con queste due Grandi soddisfazioni auguro a tutti Buona Settimana!


giovedì 30 settembre 2010

Plum-cake con Albicocche ..


Avrei voluto postarvi un'altra ricetta con la Pasta Sfoglia..qui infatti vi avevo detto di averne fatte 3, invece ieri mi è venuta una voglia incredibile di plum cake..Devo dire che tra i dolci da credenza è l'impasto che preferisco non tanto come lavorazione ma proprio come risultato..Nonostante sia compatto e praticamente non alveolato ha una morbidezza unica..
Ricordo che molti anni fa quando ancora non avevo molto le mani in pasta avevo provato più volte a farne uno di classico e credo che forse mi sarà riuscito 1 volta su 4 tanto che poi ho rinunciato...Ora non ricordo bene, ma mi sembrava fosse scritto lavorare il burro con lo zucchero e per me che a quel tempo non conoscevo le tecniche giuste non aveva gran significato..risultato..una specie di panna cotta ma cruda sul fondo dello stampo ed un bel cm di burro liquido a coprire il tutto..Bleah..!!ovviamente la distanza tra stampo e spazzatura era brevissima..
Da allora nonostante sia passato moltissimo tempo (oltre 20 anni) e le tecniche di lavorazione di base non mi siano più così misteriose ho sempre avuto un certo timore nella sua preparazione nonostante continui ad adorarlo..
Ma ieri ho preso coraggio e mi sono buttata..e che dire..mi è andata molto bene..ho commesso solo un piccolo "errore" ho messo l'impasto in uno stampo da 25 cm ma sarebbe stato molto meglio se fosse stato da 30 però non avendo una collezione di caccavelle (non è vero ma non ditelo a nessuno!!)mi sono accontentata con il risultato che ha un pò faticato a cuocere , cioè ha impiegato più tempo, ma tenendolo d'occhio alla fine è venuto bene..!
D'altronde nella ricetta c'era scritto per stampo da 12 persone eccheccavolo vuol dire?..dipende da quanto grandi sono le fette giusto?..io sono andata ad occhio!
Ho poi voluto sostituire l'uvetta con le albicocche disidratate altro acquisto fatto con i Mirtilli che se non sto attenta me le mangiavo così invece che nel dolce..mamma quanto mi piacciono!
Dopo tutta sta premessa, vi scrivo le dosi che ho usato io ma va messo in uno stampo da 30 cm..

PLUM-CAKE CON ALBICOCCHE

Ingredienti per uno stampo da 30 cm

250 gr di burro morbido
250 gr di zucchero a velo oppure lo Zefiro
200 gr di farina 00
50 gr di fecola o maizena
4 uova
150 gr di albicocche disidratate + 2 cucchiaini di farina
1/2 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale
aroma alla vaniglia (avevo mezza fiala)
Zucchero in granella

Innanzitutto il burro deve essere morbido, va tirato fuori dal frigo ore prima nel caso contrario o passate la ciotola (se di metallo) sopra al fuoco leggermente così una parte si scioglie e si amalgamerà meglio oppure mettete il contenitore qualche secondo in microonde..

quindi lavoratelo a pomata prima da solo in modo che diventi bello bianco, poi unite lo zucchero e continuate a montare fino ad ottenere una pomata appunto..io con la planetaria uso la foglia..
Unire le uova uno alla volta aggiungendo il successivo quando il precedente è ben amalgamato..aggiungere anche l'aroma..

fermare il mixer ed aggiungere tutta la farina setacciata con la fecola, il sale ed il lievito e riavviate finche si mescola bene..

tagliare le albicocche a dadini ed infarinarle..unirle all'impasto mescolando con un cucchiaio di legno..versare l'impasto nello stampo imburrato ed infarinato, cospargere di zucchero in granella e cuocere per circa 35-40 minuti a 180°..tenetelo d'occhio e se vedete che cambia colore sopra mettete dell'alluminio..dopo 30 minuti fate la prova stecchino e se esce asciutto è pronto..Il mio ha impiegato di più a cuocere ma come ho spiegato il mio stampo era piccolo..

PICCOLO SEGRETO:

alzi la mano chi non odia imburrare ed infarinare gli stampi..io faccio così..
metto un pezzetto di burro all'interno dello stampo (non silicone) e lo passo velocemente sopra alla fiamma tanto che cominci a sciogliersi poi con un pennellino lo stendo su tutta la superficie interna..lo metto qualche minuto in frigo e poi infarino..così si fa prima e meglio!



Finalmente un plum cake degno di questo nome!!!

martedì 28 settembre 2010

Couques..quei deliziosi dolcetti di Sfoglia..!


Non so voi, ma a me capita di ritrovarmi tra le mani dei libri che poi non riesco a mollare..uno di quelli che ti porteresti sempre in borsa per dargli un'occhiatina. nei tempi d'attesa..che metteresti in valigia anche se dove vai non cucini e che non finisce mai nello scaffale della libreria, ma rimane lì sempre a portata di mano...Magari non provi subito delle Ricette perchè ti piacciono tutte..ma proprio tutte e te lo leggi dall'inizio alla fine e poi ricominci..poi lo metti lì qualche giorno ma misteriosamente ti rifinisce in mano..Sono così tante le ricette che vorresti fare che non ti sai decidere per cui dopo mesi non ne hai ancora provata una per non far torto alle altre..Sono l'unica o vi capita lo stesso?..
A me è successo con i Libri delle Sorelle Simili ed ora con Frolla e Sfoglia di Michel Roux..per fortuna è anche di piccolo formato per cui si trasporta facilmente!!..
Insomma fatto sta che gira e rigira non sapendo da dove iniziare son partita da questa..che a dire la verità non è chissà cosa ma a volte non ci si pensa a fare dei dolcetti così facili..!
Avevo della Pasta Sfoglia in freezer fatta un pò prima dell'estate..era arrivato il momento di usarla..per cui una volta scongelata ho scelto 3 preparazioni dove poterla sfruttare..Questa è la prima..
Trattasi di dolcettini molto semplici da servire con il thè o anche con un buon caffè..per renderli più golosi di così si possono anche riempire di crema..!..Lo farò la prossima volta visto che questi son venuti molto bene!!..ATTENTI!!..uno tira l'altro quindi rischiate di ritrovarvi senza prima che sia pronto il the..!
Niente peso nella ricetta io ho fatto ad occhio..unica cosa vi serve la sfoglia in panetto perchè va stesa a mezzo cm di spessore..




COUQUES DI MICHEL ROUX

Ingredienti:

Pasta Sfoglia in panetto o stesa a mezzo cm di spessore
Zucchero Semolato

Stendere la pasta ad uno spessore di mezzo cm. tagliare con una formina tonda dei dischi di circa 3-4 cm di diametro e posizionarli in una placca rivestita di carta forno..i ritagli si possono sormontare e ristendere. (NON impastare!).

nel piano di lavoro fare uno strato di zucchero di mezzo cm..man mano poggiarci sopra i dischetti e stenderli in ovali di circa 3 cm x 5 cm facendo in modo che lo zucchero penetri in buona quantità nella pasta..io a questo scopo ho usato un mattarellino piccolo lungo 12 cm..Riposizionare gli ovali nella placca con la parte zuccherata in alto..tenere la placca in frigo per 30 minuti..il tempo che il (MIO) forno arrivi a 200°.

Infornare a metà altezza ed abbassare dopo circa 5 minuti a 180°..
Nel libro è scritto di infornare a 180° ed abbassare a 170°..però so che la pasta sfoglia ha bisogno di una bella botta di calore per crescere e poi si abbassa per continuare la cottura quindi sono partita da 200° per poi abbassare a 180° sempre statico..

Nonostante fosse scritto di cuocerli per 7-8 minuti i miei hanno impiegato di più quindi vanno tenuti d'occhio e sfornati al momento giusto..Basterà regolarsi con il proprio forno!


Provateli sono facili e veloci e sopratutto buoni!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------