"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)

sabato 30 giugno 2012

Babybel...Un piccolo formaggio che regala un grande divertimento




Forse non ve l'ho mai detto: io adoro il formaggio, non potrei mai farne a meno.
Uno dei miei sogni  infatti è quello di andare in Francia e fare una scorpaggiata di formaggi di tutti i tipi!!
Mi piace mangiarlo così, naturale, nei panini, tagliato a tocchetti nelle insalate miste, nelle insalate di riso, mi piacciono quelli stagionati con le varie confetture..insomma mi piace, ecco!
Oggi vi parlo di questo prodotto, un formaggio che viene proprio dalla Francia e precisamente dalla zona di Nantes dove dal 1952 fattorie locali selezionano il latte più adatto per realizzarlo.
Oltre ad essere buono è anche pratico, è infatti confezionato in deliziose rotelline protette da uno strato di cera di paraffina e da un incarto facile da aprire, quindi lo si può portare ai pic-nic, in spiaggia, al parco giochi ecc…
A proposito di parco giochi: c'è un simpatico regalo che fa Babybel ai vostri bambini. Da fine Maggio, infatti, nelle confezioni del morbido formaggio, troverete dei simpatici mini scarpini da calcio da infilare alle dita. Si tratta dei Minifoot con i quali i più piccoli potranno divertirsi un mondo a fidare i prori amici e organizzare dei veri tornei.
La cera che avvolge Babybel stimolerà la loro fantasia: modellata con le mani, diventerà il pallone con cui giocare insieme ai simpatici mini scarpini, mentre la retina che contiene i formaggi si trasformerà nella mini-porta in cui segnare i goal.


venerdì 29 giugno 2012

Rinfresco in acqua del Lievito Madre



Il Lievito Madre..questo blob che tanto amiamo ed altrettanto odiamo..che curiamo con amore e che allo stesso tempo dimentichiamo..
Ma perchè è così complicato, bisogna rinfrescarlo, fargli il bagnetto, poi sa di acido, gli impasti ci mettono una vita a lievitare...perchè ci accolliamo tutto questo??
Perchè?..per orgoglio, perchè dobbiamo vincere la partita..perchè quel ROBO lì fatto di acqua e farina non può distruggerci e non può sconfiggerci!!..eppure questo miracolo lo vogliamo con tutto il cuore e soffriamo se per caso passa a miglior vita..
Faccio poco pane con LM perchè quello che si ottiene è un pane profumato, favoloso, digeribile ma aimè ha la crosta dura e si sa..qui da me non va.. Quindi quando lo faccio poi me lo devo mangiare io..!
Questo fa sì che qualche volta dimentichi il rinfresco e mi ritrovo con il lievito acidulo.
Ora però so come farlo in acqua..
Metodo Renato Bosco di Saporè di San Martino Buon Albergo che ha mostrato come si fa all'evento di Milano.


martedì 26 giugno 2012

Semifreddo Menta e Cioccolato o After Eight per una fresca estate!!




In questi bollenti giorni l'unico argomento che si sente in giro è il caldo..tutti a lamentarsi che si soffoca, che si muore, che si boccheggia!! Ma se fino all'altro giorno faceva freddo e tutti a lagnarsi che non arrivava l'estate!! Insomma il discorso è che non siamo mai contenti..qualunque sia la situazione vorremmo il contrario...dal canto mio posso dire che mi piace l'inverno solo per la neve ma odio il freddo!! quindi ora anche se soffro anch'io per le alte temperature me ne sto zitta perchè preferisco questo ai maglioni, sciarpone cappotti e stivaloni!! E poi è così breve l'estate che per un pò si può anche soffrire!!
I migliori rimedi sono quelli di consumare cibi freschi, gelati, ghiaccioli ecc..allora vi lascio anche questo..
Da molto ne volevo fare uno ma io devo aspettare ispirazione e poi parto..detto fatto mi è scattato il pallino giusto e l'ho preparato..facile e veloce ma altrettanto buono e goloso..
E poi è decisamente adatto a questo blog o no???
Ora voglio vedere in quanti lo proverete..ah tra 2 mesi sarà il mio 4° blog anniversario e sto pensando a qualcosa di particolare..vedrete!!

giovedì 21 giugno 2012

Visto che mi piacevano le foto.... ecco il Cous Cous Vegetariano



Oggi mi sono svegliata con il pallino di cambiare i colori del blog. Sapete sono metereopatica e pure..stagionopatica (esiste?!?!?)..
Insomma mi piace cambiare il vestitino al blog in base alla stagione.
Quindi via al verdino, al giallo, ed ai colori che fanno Estate..solo che l'heather non mi è venuto, non sono ispirata e quindi tenetevi questo obrobrio provvisorio tanto la ricetta sta qui mica sù!!..eheh!!
Anche la ricetta ovviamente è estiva sia nella freschezza, nella leggerezza e nel gusto. Si prepara in pochissimo tempo e pure in anticipo ed allora meglio di così!
Magari molti di voi hanno la possibilità di passare le giornate al mare, allora basterà versarlo nelle vaschette ermetiche, prendere dei bicchierini, forchettine e via, dentro al frigo da pic-nic. Bello pronto per quando la fame prende il sopravvento!
Ovvio che anche noi poveri Cristi che invece rimaniamo a casa ce lo possiamo gustare pensando a quelli che si godono sole, sabbia e mare..Ecco!!

Io vi metto gli ingredienti senza dosi, sta a voi dosarli in base ai vostri gusti!

martedì 19 giugno 2012

CEnè "Per tutti i Gusti"- IL VENETO






Sono particolarmente emozionata nel presentarvi questo evento..è il 5° a cui ho partecipato però questa volta diciamo che "gioco in casa"..
Per tutti i Gusti ha presentato il VENETO, la mia regione e quindi permettetemi un pò di campanilismo.
Questa Regione spazia dal mare (Jesolo, Sottomarina ecc) al lago di Garda, dalla pianura alle montagne (Dolomiti e piccole Dolomiti). Località conosciute da tutto il mondo e prodotti e piatti svariati. A pochi chilometri da casa mia ad esempio si trova Asiago con il suo formaggio, Marano con la farina gialla Maranello, gli Asparagi di Bassano, i duroni di Marostica, il riso di Isola della Scala..e poi parliamo delle città..Vicenza con le ville del Palladio, Verona con l'Arena e Venezia..Insomma ho fatto una sviolinata e mi sono fermata..!


LEGGI IL SEGUITO....



giovedì 14 giugno 2012

Pane al Latte a lievitazione naturale e.....Foursquare, Instagram, Twitter, FB, follow, follower, e chi ci capisce..?!?!

               
             Ultimamente sto scoprendo quanto impedita sono in fatto di tecnologia.!! Decisamente il lavoro della foodblogger richiede una laurea in ingegneria informatica e questo per me è arabo ostrogoto!!.. Non che proprio non ci capisca nulla visto che mi gestisco tutto io però in alcune occasioni mi sento verramente arretrata..ed ignorante!!
Ora ditemi la verità, a parte fb che ok sono iscritti anche i cani (e questo mi piace!) chi di voi sa usare twitter, pinterest, foursquare, instagram, Pat (questo è nuovo e manco so come si scrive!!) e diavolerie varie..
Inizialmente mi dicevo no no, io non mi iscrivo a fb..eclalà..detto fatto..twitter noooo..sono già su fb..ecco..pinterest..e che roba è?? sono pure lì..mi mancano gli altri ma poi chi ci sta dietro? mi sembra la pubblicità di Tognazzi!! hihi!!
Allora in teoria se sono in giro dovrei twittare, followare, RT-are, taggare, cancelletti, chiocciole, uccellini e tutta l'allegra fattoria.. ( followare penso sia un termine inventato da Carlo Vischi!!)..L'altro giorno mi twitta un messaggio..io rispondo e lui..e gli RT??? cheeee???!?!?!?!...RT e che roba è? poi mi esce con gli hustang ast...chi!?!?!? non sarà mica un'altra novità..(l'ho dovuto cercare su google ehehe!!)..dovrei girare con PC, I-Pad, I-phone, I-uto!!..e non perdere momenti importanti per pubblicare notizie varie..Quindi ogni volta che vado ad un evento in valigia invece di shampoo e deodorante dovrei mettere tutta sta roba più macchina fotografica..naaaaa!! vorrà dire che viaggerò con carrello tenda al seguito..AIUTOOOO!!!!!...mi compro un piccione viaggiatore è decisamente più semplice..!!

Parliamo della ricetta che è meglio..e decisamente ci capisco qualcosa in più!! Anche questa di Sara Papa, il suo aveva le noci il mio no..mi raccomando, messaggi brevi e mirati, solo 140 lettere!! :-))).


martedì 12 giugno 2012

Visto che Sfida! la partita all'ultimo piatto!




Qualche giorno sono venuta a conoscenza di questa interessante novità. si tratta di partecipare ad una gara particolare.. lì per lì ero quasi invogliata ma poi leggendo bene mi son detta che decisamente non ero all'altezza.
Se avessi partecipato però avrei preparato questo piatto: Mezze maniche agli asparagi e gamberoni su vellutata al Tartufo.......secondo me sarebbe stato adatto..Forse non avrei battuto Sandra Salerno, ma ci avrei provato e sono sicura che la mia bella figura l'avrei fatta!
Volete sapere come si chiama questa sfida ??
Proprio visto che sfida !!
In pratica fin'ora 8 foodblogger si sono sfidati nella preparazione dei loro piatti migliori... Il prossimo turno sarà proprio contro Sandra Salerno del Blog "Un tocco di Zenzero". I piatti saranno giudicati dallo chef Enrico Fiorentini del ristorante il Canneto  presso l'Hotel Sheraton di Milano Malpensa che tra l'altro rivedrò nei prossimi giorni..
Quasi quasi avrei potuto ingraziarmelo un pò..eheheh!!
Partecipare è facilissimo, dovete andare sul sito Visto che Buono ed accedere alla sezione contest..Registratevi e candidatevi entro il 30 giugno..
Ma voi vi chiederete..."cosa si vince???" avete ragione!!
Dunque le vostre ricette potrebbero essere pubblicate nelle confezioni della maionese  Calvé   o di Cuore di Brodo Knorr.
Inoltre sempre candidandovi a Visto che Sfida potrete guadagnare 20 punti che vi aiuteranno a scalare i livelli nella community Visto che Bravi!! In questo modo potrete superare più facilmente i 5 livelli e dimostrare la vostra bravura!
Ovviamente potete consultare anche il Regolamento..
Sono sicura che tra di voi c'è qualcuno che vuole partecipare e vincere.. Io vi ho svelato il mio piatto e voi? Che cosa preparereste?..dai che sono curiosa..

Articolo sponsorizzato

venerdì 8 giugno 2012

Clafoutis di ciliegie al kirsch, pistacchi e mandorle.. e già che ci siamo... Buon fine settimana!!

Adoro questo periodo perchè c'è una gran scelta di frutta e verdura..Ciliegie, Pesche, Nettarine, albicocche.. Ne comprerei un'infinità e mangerei solo quelle. Peccato che i costi siano un pò...esagerati. Mercoledì ad esempio ho comprato 1 chilo di pesche ed 1 chilo di ciliegie..belle per carità, ma ho speso 8.30 €..non vi sembrano tanti?..a me sì, decisamente! Fatto sta che mi adatto e cerco con parsimonia di preparare comunque qualche dolce. 
Non ho risparmiato invece per fare questo Clafoutis favoloso..e sono contenta di averlo fatto perchè mi è piaciuto molto. 
L'ho servito tiepido con una generosa porzione di gelato fiordilatte sopra..e non dico altro!
Il Kirsch è perfetto in quanto è un distillato di ciliegie ed il suo profumo mi piace molto.. mandorle e pistacchi hanno fatto il resto.
Scegliete delle belle ciliegie mature e dolci, i duroni sarebbero perfetti.
La ricetta base l'ho presa dal libricino di Sale&Pepe "Dolci di Primavera" ovviamente stravolta..

CLAFOUTIS DI CILIEGIE AL KIRSCH 
PISTACCHI E MANDORLE
Ingredienti:
600 gr di ciliegie dolci e mature
50 gr di pistacchi
50 gr di mandorle (o farina di mandorle)
130 gr di farina 00
1 pizzico di sale
100 gr di zucchero semolato
2 cucchiaini di zucchero vanigliato
50 gr di burro
2 Cucchiai di Kirsch
3 uova
350 gr di latte 
mandorle a lamelle (facoltative)
Tritare finemente pistacchi e mandorle e mescolarli assieme.
Lavare le ciliegie e denocciolarle, disporle sul fondo di uno stampo in ceramica imburrato di 26 cm di diametro. In realtà la tradizione vorrebbe che non si togliessero i noccioli, ma è meglio evitare di rompere qualche dente agli ospiti di questi tempi...
Fondere il burro a fuoco basso e lasciarlo raffreddare.
Mescolare in una ciotola la farina, pistacchi e mandorle, lo zucchero, il sale, lo zucchero vanigliato quindi unire un uovo intero. Incorporarlo al composto e poi aggiungere 2 tuorli ed il kirsch..il latte ed il burro fuso.. Mescolare bene fino ad ottenere una pastella liscia.
Montare a neve ferma gli albumi con un cucchiaino di zucchero quindi unirli alla pastella in 3-4 volte mescolando delicatamente con una frusta. 
Versare il tutto sulle ciliegie, cospargere se si vuole le mandorle a lamelle ed infornare a 180° per 15 minuti. Poi abbassare a 150° e cuocere per altri 20 minuti circa..La superficie deve diventare gonfia e dorata..
Sfornare e dopo un pò cospargere di zucchero a velo. Tenderà a sgonfiarsi, è normale.
Si può servire tiepido o freddo. Ottimo con una pallina di gelato al fiordilatte..
Con questo dolce tipico francese vi auguro un buon fine settimana!!!
 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


martedì 5 giugno 2012

Treccine e Gemellini con albicocche a lievitazione naturale...per una colazione light..o quasi!! ..e se mi permettete...




Confesso che ultimamente mi sento un pò scabinata, triste, ansiosa, timorosa. Quello che sta succedendo mi ha sconvolta ed ho una sensazione di pericolo interminabile nell'anima. L'Emilia sta passando un momento veramente disperato, anzi dovrei dire un inferno. Sono a 100 KM circa da Mantova quindi non vicinissima ma nemmeno lontana, qui non ci sono stati danni, ma paura quella sì..è un'ossessione, ogni momento, ogni sussulto ogni piccolo rumore mi fa sobbalzare. Non parliamo della notte, silenzio, buio, tutto sembra più pauroso. Arrivare a prendere qualcosa per dormire non è buono e non fa bene ma è l'unico sistema per riposare un pò.. Penso sempre a coloro che invece sono lì, magari guardano la loro casa ridotta in pezzi, comprata dopo anni di lavoro e sacrifici. Tutto distrutto, tutto svanito.. ricordi, pensieri, momenti di vita. Questa volta è diverso, non c'è stata una grossa scossa e poi uno sciame di piccoli movimenti di assestamento ma se ne sono susseguite altre di forti.. dei nuovi episodi quasi ad annullare il precedente..Finirà?..quando finirà..se finirà..difficile non pensarci!
Non sono molto in vena di mettermi a pasticciare, non mi concentro, non ho idee.. Faccio quello che devo per lavoro ma per il mio bloggino poche idee..
Oggi vi lascio queste brioches fatte un paio di settimane fa sulla scia del corso di lievitati, del pane casereccio e dei grissini.. Quindi sempre a lievitazione naturale, da una ricetta di Sara Papa con leggere modifiche di lavorazione ed ingredienti.. Ottime per la colazione, leggermente intiepidite. contengono pochissimo burro e niente zucchero.!!




TRECCINE E GEMELLINI A LIEVITAZIONE NATURALE CON ALBICOCCHE DISIDRATATE

Ingredienti:
250 gr di farina 00
250 gr di farina 0 per pane
280 gr di latte
70 gr di albicocche disidratate
150 gr di LM o 15 di lievito di birra
1 uovo da 50 gr (medio)
2 cucchiai di miele
50 gr di burro
10 gr di sale
aromi (scorza d'arancia grattugiata)

Come sempre ho rinfrescato il lievito la sera prima ed il mattino, nel momenti in cui era al massimo della maturazione ho iniziato l'impasto. Naturalmente con il Lievito di Birra i tempi si riducono..

Prima di tutto ho tagliato a pezzettini le albicocche e li ho messi in ammollo per 10 minuti in acqua poi li ho scolati ed asciugati.

Sciogliere il LM spezzettato in una parte di latte (poco meno di metà) usando la foglia nella planetaria. Aggiungere quindi qualche cucchiaiata di farina e formare una sorta di crema.
Aggiungere tutto il latte e la farina ed impastare sempre a bassa velocità. Unire via via l'uovo leggermente battuto, il miele, la scorza d'arancia e portare ad incordatura.
Aggiungere il sale e poco per volta il burro morbido. Mettere il gancio ed incordare. Per ultime le albicocche. impastare giusto il tempo di amalgamarle..
Passare l'impasto nella spianatoia leggermente infarinata e dare delle pieghe per rinforzare l'impasto. Rimetterlo nella ciotola leggermente unta, coprire con pellicola e mettere a raddoppiare in posto tiepido. Ci vorrà qualche ora quindi pazientate.

Infarinare la spianatoia leggermente. rovesciare l'impasto delicatamente e senza sgonfiarlo troppo.
Tagliarlo in 2 e con una metà fare dei rotolini ed intrecciare con l'altra metà formare dei panini.
Posizionare le treccine in una placca foderata di carta da forno.
Le palline in un'altra mettendole vicine 2 a 2. Coprire e lasciare lievitare ancora fino al raddoppio. 
Spennellare con latte (io non ho usato l'uovo) e cospargere con poco zucchero semolato.
Infornare a 180°-190° per 20 minuti circa, statico, a metà altezza. Nel momento in cui infornate buttate nel fondo del forno qualche cubetto di ghiaccio.
Sfornate e fate raffreddare.



 Si può dire che contenendo pochissimo burro e niente zucchero sono quasi light o no??

Sperando che finisca questo brutto periodo e che L'Emilia possa risollevarsi e tornare a vivere vi auguro una buona settimana!!

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


AddThis