"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)

venerdì 28 gennaio 2011

Pasta Plunder, Pain au Chocolat, Croissants....



Ma quanto mi piace sfogliare..!!..già si sa che mi piacciono i levitati, poi se si tratta di sfoglia mi diverto un sacco..il fatto di fare un impasto e poi unirlo a burro e piegare e piegare poi stare in ansia per vedere che ne esce ...mi piace!!... A Natale ho ricevuto in regalo un favoloso libro di ricette (tanto per cambiare!!) ma non uno di quelli di cuochi o pasticceri famosi, un libro di Dolci che si chiama "Dolci Dolomiti"..un bel librone pieno di ricette golose..tra le decine e decine di preparazioni sono stata attirata dalla Pasta Plunder..e che é?..vi chiederete..non è altro che un lievitato sfogliato..una pasta Croissants, una pasta base con la quale si possono fare molte preparazioni, dai classici croissants, al pain au chocolat, ai cornetti all'albicocca (fatti a ferro di cavallo ma questa è un'altra storia!!), ai danesi ecc..e perciò la settimana scorsa seguita dalle mia amiche della Pagina di FB quasi fosse un reality show ho provato a farla...con tanto di foto mostruosa alla fine..infatti dal punto di vista del sapore è venuta benissimo, ma non dal punto di vista estetico..i miei cornetti all'albicocca erano diventati delle frittelle da sagra...invece il pain au chocolat era venuto bene....mi sono piaciuti così tanto che dopo qualche giorno ho ritentato con qualche modifica..il fatto è che nella preparazione dell'impasto si dovevano mettere 40 gr di lievito..decisamente tanti..così ne ho messi 15..decisamente pochi!!..era scritto di mettere tutti gli ingredienti in ciotola burro fuso compreso ed impastare..mmm!!..non ero convinta..cambiamo tutto...! fatto, cotto una parte e l'altra congelata da cruda..risultato migliore, ma per essere sicura ho voluto cuocere quelli congelati ed ho rifatto di nuovo l'impasto..ora sono sicura che è veramente buono (ma questo già lo sapevo ecco perchè l'ho fatto 3 volte in 10 giorni)....ma visto che il post è lungo basta chiacchiere..via con la preparazione!



PASTA PLUNDER E PAIN AU CHOCOLAT ET CROISSANTS

Ingredienti per circa 15 pezzi

per l'impasto:
500 gr di farina (metà manitoba e metà 00)
220 gr di latte
120 gr di zucchero
25 gr di lievito di birra
120 gr di burro morbido
3 tuorli
7 gr di sale
1 cucchiaino di zucchero vanigliato o una bustina
1 cucchiaino di aroma all'arancia naturale o scorza d'arancia o limone grattato

per il tournage:
250 gr di burro
40 gr di farina 00


PREPARAZIONE DELL'IMPASTO

La sera prima: preparare il panetto di burro....mettere nella planetaria il burro morbido ma non molto con la farina ed impastare con la foglia..passare la massa su un pezzo di pellicola, coprirlo e compattarlo fino ad un cm di spessore circa..(guardate qui )

preparare l'impasto...mettere nella ciotola della planetaria la farina tenendone da parte 5-6 cucchiai, il lievito sbriciolato ed il latte ed avviare la macchina..unire i tuorli uno alla volta lasciando assorbire tra uno e l'altro..poi aggiungere lo zucchero in 2 volte..
Unire lo zucchero vanigliato e l'aroma..impastare bene fino ad avere una massa omogenea..a questo punto unir e il burro morbido in più riprese alternandolo ad un pò di farina ed al sale sempre facendo amalgamare bene..portare ad incordatura...lavorare un pò a mano dando delle pieghe, rimettere nella ciotola, lasciare un'ora a riposare e poi mettere in frigo fino al mattino dopo...
Per comodità io ho fatto così..la mattina dopo ho potuto iniziare subito con le pieghe, però si può impastare anche il mattino lasciando riposare un paio d'ore l'impasto in frigo prima di iniziare le pieghe..


PIEGA A 3

Mattino dopo oppure dopo un paio d'ore di riposo in frigo dell'impasto:
Togliete il panetto di burro 15 minuti prima dal frigo.
Stendere l'impasto in un rettangolo che sia largo poco più del doppio della larghezza del panetto di burro..
mettere il panetto di burro in una metà della striscia di impasto e chiudere a libro.schiacciare bene nei bordi per sigillare..stendere l'impasto fino ad uno spessore di circa 1 cm e fare una piega a 3...cioè portare un lembo fino a 2/3 e l'altro sopra a chiudere...mettere in un vassoio, coprire con nylon o pellicola e riporre in frigo per 30 minuti...

Quando fate le pieghe aiutatevi con poca farina nel piano di lavoro e sopra l'impasto, non schiacciate troppo con il mattarello per evitare di strappare l'impasto...se succedesse tamponate con poca farina e togliete l'eccesso..IMPORTANTE è togliere tutta la farina con un pennello prima di piegare..!!


PIEGA A 4

Passati i 30 minuti riprendere l'impasto, stenderlo nuovamente mettendo sempre i giri visibili verso di voi (come ultima immagine nella prima foto)..e fare una piega a 4..cioè portare i 2 lembi al centro e poi ripiegare...mettere in frigo coperto altri 30 minuti..


Riprendere l'impasto, stendere di nuovo e fare un'altra piega a 3..L'ultima..coprire e mettere in frigo 20 minuti..

A questo punto l'impasto è pronto...potete fare tutti i formati che volete..io ho fatto dei croissants vedere qui come formarli e dei pain au chocolat buonissimi...

PAIN AU CHOCOLAT

Servirà del cioccolato fondente tagliato a pezzi lunghi..
Stendere l'impasto ad uno spessore di circa 7 mm..se per caso vi risulta difficile e tende a tornare indietro non insistete..copritelo e riponetelo in frigo 10 minuti..altro sistema è quello di tagliare a metà per lungo l'impasto e lavorare solo su un pezzo tenendo l'altro in frigo...Tagliate con la rotella per la pizza dei rettangoli di circa 8 cm x 11..posizionate il cioccolato verso il bordo ed arrotolate mettendo la chiusura ben sotto..


LIEVITAZIONE qui c'è una premessa da fare..nella ricetta che prevedeva 40 gr di lievito si diceva di lasciarli riposare 15 minuti e poi cuocerli..sinceramente non mi fido, ma visto che io di lievito ne ho messo meno ho provato più versioni e sono arrivata a questa conclusione..
Non aspettatevi che crescano..in lievitazione si modificheranno pochissimo quindi ci vuole un pò di occhio..in compenso in forno diventano enormi.
Se sono congelati passateli nelle placche la sera prima..calcolate circa 6 ore a temperatura ambiente non superiore ai 20° se avete spazio in frigo invece potete metterli lì fino al mattino e poi a temperatura ambiente per un'oretta..
se invece li fate subito lasciateli lievitare per un'ora e mezza circa a non più di 20°...vi accorgerete che sono morbidi e se schiacciate con il dito non tornano subito in forma..non metteteli vicino a fonti di calore..tipo termosifoni, stufe o in forno tiepido..il burro contenuto nelle pieghe uscirà sotto forma di liquido..
Il bello di questo impasto è che tutte le volte che l'ho cotto non ha mai rilasciato burro in cottura..!
si dovrebbero spennellare con uovo battuto con poco latte..ed infornare a 180° a metà altezza per 20 minuti circa....






Anch'io come altre blogger sono stata contattata per fare il provino per partecipare al programma Masterchef in versione Italiana.. non ho ancora deciso se ci andrò..come si vede io prediligo la pasticceria mentre di cucina faccio poco o niente..se per caso deciderò di andarci, non sarà tanto per essere scelta, in quanto non credo di avere le carte in regola ma sarà una bellissima occasione per conoscere chi di voi ci sarà...e perciò..ci vediamo a Milano!!!

E con questo vi saluto, vi dico di provare la Pasta Plunder Tedesca e di passare un buon Fine Settimana!!!
CIAO CIAO!

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 
 

martedì 25 gennaio 2011

Zalèti..Di friabilità, eleganza e finezza...un biscotto al di là della tradizione..



Nonostante il nome dialettale e rustico (zalèti o gialletti o zaèti) che li circonda questi dolci bocconcini di origine veneta sono invece di un buono incredibile probabilmente nasce dal colore con cui si presentano dato dalla presenza della farina gialla....al palato risultano friabilissimi e di una elegante finezza..quasi come i Canestrelli...ottimi accompagnati da un buon vino dolce tipo il Torcolato, o il Dindarello....ma perfetti anche per il thè...
Ultimamente li sto riproponendo spesso perchè piacciono veramente molto..ed in un vassoio misto fanno la loro bella figura..si possono fare naturali, o con aggiunta di uvetta o gocce di cioccolata..Usando una farina gialla fine si otterrano dei biscotti dall'impasto fine mentre usando una farina gialla grossa si avranno dei biscotti un pò più grezzi come vuole la tradizione..


ZALETI


Ingredienti per circa 60 biscotti

200 gr di farina 00
50 gr di farina gialla
150 gr di burro freddo
75 gr di zucchero a velo
2 tuorli
scorza grattugiata di limone
 essenza di vaniglia
1/2 cucchiaino di lievito in polvere
1 pizzico di sale
volendo su metà impasto si possono aggiungere 75 gr di uvetta lavata ed asciugata o di gocce di cioccolato

Si lavora come una frolla..per chi ha la planetaria con la foglia lavorare le farine con il burro freddo a pezzetti fino ad ottenere uno sfarinato..quindi aggiungere lo zucchero, gli aromi, le uova il lievito ed il sale...poi eventualmente uvetta o gocce di cioccolato...lavorare finche il tutto non sarà ben amalgamato..Passare l'impasto su un foglio di pellicola, compattarlo un pò e metterlo in frigo per almeno mezz'ora...
Lavorando un pezzo alla volta formare dei rotolini tipo quelli che si fanno per gli gnocchi tagliare dei tocchetti di circa 2-3 cm e disporli nella placca foderata di carta forno..
Cuocere a 180° per 20-25 minuti circa..quando si tolgono dal forno sono morbidi quindi meglio non toccarli..





                                                                       CIAO CIAO!!

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

sabato 22 gennaio 2011

LECCA-LECCA con succo d'Arancia..per Grandi e Bambini golosi!!



Eccoci arrivati a Sabato..per questa occasione ho pensato di postarvi una cosina molto golosa che farà felici i vostri bambini..ma vi assicuro che anche ai grandi non dispiaceranno affatto..nel fine settimana si sa ci si dedica alla famiglia e sono convinta che sarà l'occasione giusta per prepararle..
Viste in una rivista mi hanno incuriosita ed ho voluto provare a farle..troppo carine..!!..poi vi sfido a fare delle foto decenti..non ho mai fatto così fatica a fotografare qualcosa che ho preparato personalmente..sembra una stupidaggine, ma ho cambiato non so quante volte sistema..alla fine mi son venute così e spero rendano lo stesso l'idea..
Non ho ancora detto di che si tratta anche se a dire il vero, basta guardare le foto..(che scema che sono!!).Ebbene, trattasi di lecca-lecca però fatte con succo d'Arancia..!!!....sono di una facilità disarmante ma bisogna fare attenzione a cuocere lo zucchero al punto giusto..Io le ho fatte 2 volte, una con zucchero di canna come da ricetta originale e la seconda con zucchero semolato ed un pò di glucosio..non è obbligatorio averlo, solo che farà in modo che assorbano meno umidità e diventino appiccicose meno facilmente..Con lo zucchero di canna vengono un pò più scure ed un pò meno dolci con lo zucchero bianco avranno un colore più chiaro e saranno più dolci cioè il dolce del caramello per intenderci, io le preferisco!!..Ma andiamo alla preparazione..


LECCA-LECCA ALL'ARANCIA

Ingredienti per 15 pezzi:

200 gr di zucchero bianco o di canna
100 ml di succo d'arancia filtrato
1 cucchiaino da thè di glucosio (facoltativo)
bastoncini di bamboo lunghi (gli spiedini per intenderci)
olio di semi

Mettete un una pentola di rame (se avete la fortuna di averla io no!) oppure in una di acciaio a fondo spesso lo zucchero, il succo d'arancia ed il glucosio..portate ad ebollizione con fiamma medio-bassa. ogni tanto mescolate con un cucchiaio di metallo cercando di ripulire i bordi ma senza smuovere troppo per evitare che lo zucchero granisca nei bordi..ci vorranno circa 25-30 minuti..se ce l'avete usate uno spargifiamma così il calore sarà più omogeneo..nel frattempo spennellate bene con olio un pezzo di carta forno lungo circa 50 cm..
e preparatevi gli spiedini..se sono quelli lunghi lunghi tagliateli a metà (10 cm basteranno)..
tenete d'occhio il colore del caramello affinché non diventi troppo scuro..se il succo era chiaro diventerà di un bel miele...provate a far scendere qualche goccia dal cucchiaio e se farà il filo ci saremo quasi..
provate anche a metterne un pò sulla carta e se non corre in giro ma rimane lì è pronto..Immergete subito la pentola in una bacinella di acqua freddissima per bloccare la cottura(trucco imparato ai corsi qualche anno fa)..versate a cucchiaiate del caramello sulla carta formando delle macchie della grandezza voluta..appoggiate subito gli stecchini e se volete con un coltello ripiegando i bordi date la forma voluta..la prima volta io li ho ripiegati facendoli un pò più spessi mentre la seconda li ho lasciati cosi com'erano..dipende da come li volete..ora lasciateli raffreddare bene poi con lo stesso pennellino di prima date una passata anche sopra..eviterà che attacchino alla carta quando li confezionerete..
Una volta freddi chiudeteli bene in carta forno o carta trasparente..conservateli in posto fresco ed asciutto mi raccomando altrimenti diventano appiccicosi in fretta specialmente se non avete messo il glucosio..e richiudeteli in una scatola ermetica..se ben conservati vi dureranno molto...forse..ehehe!!..



Con questa Ricetta partecipo alla Raccolta di Cinzia




BUONA DOMENICA IN ALLEGRIA!!


giovedì 20 gennaio 2011

SCONES...Siamo???..è iniziata la Scones-mania...!!!



Ebbene sì, li ho provati anch'io..ormai sapete che sono molto curiosa e mi piace provare le varie cose che vedo in giro per riviste, libri e blog..dopo aver visto parecchie versione di questi dolcetti l'altro giorno mi sono decisa e li ho provati...sono bastate due parole su FB e lei mi ha dirottato verso il suo blog..ovviamente mi ci sono fiondata in men che non si dica, mi son scritta gli ingredienti e li ho provati..solo che a differenza di come faccio di solito che mi informo meglio su quello che sto facendo ho commesso qualche errore..!
Mi aspettavo un dolcetto sì friabile, non è certo un lievitato, ma non duro come me lo sono ritrovato..che delusione..continuavo a chiedermi cosa avessero di così speciale che tutti ne andavano matti...COLPA MIA!!!!..gli Scones si mangiano subito, quasi bollenti altrimenti dopo induriscono...io invece che ho fatto?...li ho sfornati di sera, una volta freddi li ho messi in un sacchetto di nylon per la colazione..e Brava scema..mi son ritrovata con dei blocchi che se colpivo uno lo stendevo all'istante..ahahha!!..provate a pensare a come mi son sentita, e per fortuna non li ho fatti assaggiare ai miei..hihihi!!..sarei stata stesa io mi sa...
mi son messa di studio ed ho scoperto grazie ad un'altra amica blogger che appunto vanno mangiati subito oppure avvolti uno per uno in alluminio riscaldati un pò il giorno dopo o meglio ancora congelati...ma comunque danno il meglio appena fatti...Potevo non riprovarci?...eh no...vista la semplicità e la velocità con cui si fanno li ho riprovati e mi son resa conto che sono tutta un'altra cosa gustati appena sfornati..o quasi, spalmati di burro ed abbondante marmellata..tanto non sono molto dolci..e quindi eccomi a proporveli..e non saranno gli ultimi..ho già pronta un'altra ricetta e poi li proverò anche in versione salata..



SCONES ALL'UVETTA
con Philadelphia e gelatina ai frutti di bosco

Ingredienti per circa 8-9 scones da 5 cm

250 gr di farina 00
1 cucchiaio colmo di zucchero
2 cucchiaini di lievito per dolci
50 gr di burro
1 pizzico di sale
80 gr di uvetta
150 ml di latte
1 uovo per spennellare

Come farcitura io ho usato del Philadelphia mescolato leggermente a gelatina ai frutti di bosco home made

In una ciotola setacciare la farina con il lievito, unire il sale e lo zucchero e dare una mescolata...
Aggiungere il burro a piccoli pezzettini e con la punta delle dita lavorarlo fino a farlo assorbire..(senza lavorarlo troppo..Versate il latte al centro e lavorare velocemente poi aggiungere l'uvetta lavata ed asciugata..aiutandosi con una spatolina passare da sotto all'impasto e rivoltarlo a sopra..una volta amalgamato il tutto ( mi raccomando non va lavorato molto) passare nel piano di lavoro leggermente infarinato, stendere ad uno spessore di 3 cm aiutandosi con della carta forno sopra all'impasto..tagliare dei dischi di 5 cm immerso ogni volta nella farina..disporre i dischi distanziati nella placca foderata di carta forno..rilavorare legermente gli avanzi, ristendere e riformare fino a finire tutto..Spennellare con uovo battuto ed infornare a 200° per 15-20 minuti a metà altezza..quando diventano belli colorati sono pronti..Sfornate e dopo qualche minuto tanto da non ustionarvi tagliateli a metà, farciteli a piacere anche con burro e marmellata o mascarpone o come ho fatto io...e serviteli...

Adatti per la colazione, la merenda o il thè...
Vi ho convinti?...allora provateli...



e se avete una marmellata morbida dopo vi leccherete le dita...ahahah!!
CIAO CIAO!!!


lunedì 17 gennaio 2011

LA PIZZA...come piace a me e non solo!...


Spesso mi capita di parlare della mia pizza su fb e mi viene chiesto come la preparo..chissà perchè fin'ora non l'ho mai pubblicata, probabilmente perchè appena la si sforna non si aspetta certo di fare 2 scatti e rischiare di mangiarla fredda...la settimana scorsa l'ho rifatta per l'ennesima volta e visto che ne faccio sempre due la seconda (che di solito metto a congelare) l'ho tenuta per le foto.

dunque questa ricetta la faccio ormai da qualche anno, le dosi sono quelle delle Simili ma io non seguo tutti i loro procedimenti...con il tempo ho imparato a conoscere l'impasto e quindi ho trovato un sistema a me congeniale e dagli ottimi risultati!..
Fatta ormai un'infinità di volte cambiando anche la farina alternandola a Kamut, ai cereali, integrale o sostituendo il 10% con quella di riso..
La quantità di lievito è variabile in base alla stagione, alla temperatura dell'ambiente ed al tempo a disposizione..Sempre meglio impastarla presto con meno lievito in modo che risulti più leggera..non resta che provare e regolarsi con i proprio tempi!..a questo punto vi scrivo come l'ho fatta l'ultima volta, poi sta a voi provare come volete..




PIZZA IN TEGLIA

Ingredienti per 2 placche da 27x36 cm

450 gr di farina (io uso quella per il pane, ma va bene anche metà 00 e metà manitoba del super)
50 gr di farina di Riso (oppure va bene tutta farina 00+manitoba)
250 gr di acqua tiepida
50 gr di Olio EVO
10 gr di sale
8 gr di lievito di birra (come detto sopra ne potete anche mettere di più ma direi non oltre i 12 gr)


Ho impastato alle 14.30 mettendo nella ciotola farine, lievito, ed acqua ho fatto lavorare per 2-3 minuti con il gancio alla velocità 1 poi ho aggiunto olio e sale..impastato a velocità 2-3 per qualche minuto poi a mano quel tanto per rendere l'impasto liscio..ho formato una palla e rimesso nella ciotola..chiuso con della pellicola e messo a lievitare..ormai erano le 15.00..
alle 17.00 ho diviso a metà l'impasto, ne ho formato 2 palle e coperto a campana per 30 minuti..(l'impasto messo nel piano di lavoro e coperto con una ciotola rovesciata).

ho messo giusto un filo d'olio nel centro delle placche (senza carta) e spalmato leggermente lasciano liberi di almeno 5 cm i bordi (tranquille non si attaccherà)..con molta pazienza ho messo gli impasti nel centro e picchiettando delicatamente ho steso gli impasti fino ai bordi..(se ad un certo punto risulta nervosa basta coprirla e lasciarla riposare qualche minuto, intanto proseguire con l'altra)...ho coperto con dei fogli di nylon e messo da parte...nel frattempo ho preparato tutti i miei ingredienti..

Farcitura:
passata di pomodoro
2 cucchiai di olio evo
sale
origano (facoltativo)
mezzo cucchiaino di zucchero (facoltativo ma toglie l'acidità del pomodoro)
250 gr di mozzarella tagliata a dadini(125 per pizza)
prosciutto cotto, funghetti
pomodorini gligliati sott'olio 

Per la quantità del pomodoro vado ad occhio, si va anche a gusto personale io prendo una scodella di quelle per il latte...ci metto del sale, un giro di olio, origano e mezzo cucchiaino di zucchero poi lo intiepidisco giusto qualche secondo in microonde ma appena appena...
per la farcitura si può mettere quello che su vuole, la base di solito è pomodoro e mozzarella ma a volte metto anche lo stracchino (che è più leggero) e magari altre volte qualche pezzetto di gorgonzola..


Alle 18.30 circa ho spalmato le pizze con il pomodoro..l'impasto era bello cresciuto e cicciottoso...con le dita ho fatto i famosi camini picchiettando sulla superficie come si fa per la focaccia genovese..(presente??) formando dei buchi nei quali poi si è infilato il sugo..(buoooono!!!)..ho messo la mozzarella tagliata a dadini piccoli, il prosciutto spezzettato, i funghetti ben scolati ed i pomodorini tagliati a pezzettini..sono molto saporiti per cui bastano dei piccoli pezzetti qua e là!!..(provateli sono squisiti!)..

ho infornato la prima alle 19.15 alla massima temperatura (circa 250° che si abbassa sicuramente aprendo lo sportello) portando poi a 230° per 9 minuti nella prima tacca del forno..per vedere se è cotta io alzo un angolino con una spatola e se ha preso un bel colore rosato è pronta se invece è bianca la lascio ancora dentro per 1 minuto..quando dovete controllare la cottura toglietela dal forno e chiudete lo sportello..anche pochi secondi bastano per abbassare di 30-40° la temperatura che poi pregiudicherebbe la cottura dell'altra..

come avete visto l'ho lasciata per parecchio tempo nella placca questo ha fatto sì che lievitasse ancora rendendo poi la pasta cotta perfettamente e leggera...!! Ciò non toglie che però possiate anche farcirla ed infornarla subito, dipende dal risultato che si vuole ottenere e dal tempo a disposizione..!



PICCOLO COMUNICATO: se andate nel blog di Tiziana trovate una mia Intervista se volete andate a leggerla per sapere un pò più di me..e magari lasciate un commento....
a questo punto direi......BUON APPETITO!!! e se la provate fatemi sapere!!!

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 



giovedì 13 gennaio 2011

Chocolate mud Cake di Donna Hay..ossia Torta Stragolosa al cioccolato!!!



Se siete alla ricerca di una torta al cioccolato poco calorica, con poco zucchero, un'idea di burro e magari senza uova...vi consiglio di passare oltre..perchè questa è proprio tutto il contrario...!!!
Quando l'ho vista nel libro Cioccolato di Donna Hay sono rimasta estasiata dalla foto, poi ho letto la ricetta e quasi mi veniva un colpo...!!!!..Caspita mi son detta tutta sta roba per una Tortina di 22 cm????.....Ma potevo io farmi spaventare da questo?..io che dico sempre che la Pasticceria dietetica NON esiste?..certo si possono fare delle cose mediocri, ma se si vuole una cosa fatta come Dio comanda deve essere fatta con tutti i suo ingredienti giusti..senza tagli di qua e di là altrimenti vuol dire accontentarsi!! Ora non odiatemi per questo mio pensiero..!!!..di solito quando incontro la necessità di tutte queste quantità lascio perdere...Ma quando posso voglio buttarmi e crepi l'avarizia e la dieta!!!!!
Dunque tornando a questa "cosa" devo dire che è un dolce profumato e squisitamente cioccolatoso...molto morbido (vista la quantità di burro non poteva essere altrimenti!!!)..cioè non cremoso come il Delirio al cioccolato, ma di una consistenza simile ad una Torta Paradiso anzi ancora più morbida...consiglio di servirla con un generoso ciuffetto di Panna Montata o una Salsa alla vaniglia..!!
Oggi basta chiacchiere..voglio tutta la concentrazione sulla Ricetta...




CHOCOLATE MUD CAKE (di Donna Hay)

Ingredienti per uno stampo da 24 cm (la ricetta diceva 22 ma io ho usato 24 ed ha superato lo stampo)

375 gr di Burro MORBIDO (già proprio 375 grammi!!)
230 gr di Zucchero di Canna (ci vogliono tutti eh!)
3 uova
300 gr di farina
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
80 gr di cacao in polvere
200 gr di cioccolato fondente
180 ml di latte

Accendete il forno a 160°
Sciogliete a bagnomaria il cioccolato e tenetelo al tiepido
Setacciate in una ciotola la farina, il cacao, il bicarbonato e mescolate
Lavorate a pomata il burro morbido (toglietelo dal frigo molte ore prima o al limite scaldatelo un pò sul fuoco), aggiungete lo zucchero e lasciate montare per una decina di minuti...Unite gradualmente le uova e sbattete bene. Incorporate le polveri mescolando bene bene (io ho usato per tutta la preparazione la foglia), poi il cioccolato fuso ed infine il latte. Versate in uno stampo foderato di carta forno e cuocete per un'ora e 15 minuti...io mi sono attenuta alla ricetta allungando solo di 5 minuti..facendo la rova stecchino non usciva pulito, comunque deve rimanere un pò umido...fate raffreddare nello stampo.
Infine passatelo nel piatto da portata e servite. conservatelo coperto per non farlo seccare..




PROVATELO!


 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

lunedì 10 gennaio 2011

La Prima Ricetta del 2011...Macarons...il ritorno!!



Ma buongioooorno...finalmente rieccomi da voi..quest'ultimo periodo è stato piuttosto strano..Lo so lo so, vi ho trascurati, ma ho voluto prendermi un pò di pausa dal blog e dal forno!!...E' iniziato un nuovo anno e tutti siamo già carichi di buoni propositi che però alla fine non cambieranno niente perchè si continuerà comunque come prima..
Durante le festività non è che sono stata indaffarata dietro ai fornelli, anzi, non avendo cene, cenoni ed inviti vari non ho preparato proprio niente di particolare e nemmeno mi sono dedicata alla preparazione di biscottini decorati da regalare..ne ho visti tantissimi nei vostri blog e li terrò presente per la prossima volta..sono veramente carini!..Unica cosa che ho fatto sono stati i panettoni a lievitazione naturale che ho regalato e quelli con lievito di birra che invece abbiamo mangiato noi...
Ma è arrivato il momento di ripartire seriamente e voglio farlo non con una ricetta qualsiasi ma una di quelle che assieme a questa che ancora mi fa ridere e questa mi hanno aperto un mondo..anzi mi hanno proprio coinvolta!!
Rassegnatevi, non sarà l'ultima, ne voglio fare tanti fino a trovare quella che mi piace di più..non che questa non mi piaccia eh...anzi ma la curiosità è tanta..e poi devo provare la carta siliconata che gentilmente mi ha mandato un'esperta di Macarons e non credo serva dire chi è!!...

Dunque, torniamo a questi bocconcini squisiti..la preparazione è un pò più elaborata degli altri in quanto prevede la preparazione della meringa italiana ma che però a suo favore ha il fatto che è più difficile sbagliare il macaronage ossia la mescolazione tra albumi montati ed il TPT...ehehe!!..che è il TPT???..è praticamente la miscelazione tra farina di mandorle e zucchero a velo in pari peso, quindi quando si parla di 200 gr di TPT si intende l'insieme di 100 gr di zucchero con 100 gr di farina di mandorle..da lei ho letto che si può preparare in anticipo e conservare per non più di una settimana in un contenitore ermetico, quindi il mio consiglio è questo..quando avete intenzione di farli ed avete un pò di tempo preparatevi questo TPT, vi avvantaggerete non poco in quanto è un lavoro piuttosto noioso..ma ne vale la pena e quando sarete pronti per i vostri Macarons ci metterete pochissimo..
La ricetta è presa dal libro Macaron di Josè Maréchal..in questo libricino troverete a parte i vari metodi di preparazione anche delle belle idee di farcitura e decorazione..io l'ho trovato utile!..la particolarità di questa versione è l'utilizzo degli albumi in due parti diverse..una per lo zucchero cotto e l'altra da mescolare al TPT.. mi ha incuriosita ed ho voluto provare...La cosa diversa dagli altri è lo spessore del collarino o colletto che subito pensavo dipendesse da un mio errore, poi guardando bene le foto del libro ho notato che nemmeno i suoi ce l'hanno più spesso...insomma alla fine erano proprio buoni!...




MACARONS di Josè Maréchal

Ingredienti per 40 macarons di 3 cm di diametro

400 gr di TPT (200 di farina di mandorle+200 di zucchero a velo)
80 gr x 2 di albumi vecchi di 2-3 giorni
200 gr di zucchero semolato
75 gr di acqua

in questo caso non ho messo colore, ma se volete potete farlo...vi consiglio di leggere anche questo post .
Mixate la farina di mandorle e lo zucchero e setacciateli per bene attraverso un colino sottile.
Portare ad ebollizione lo zucchero semolato nell'acqua, dovrete portarlo a 115°, nel frattempo montare lentamente a neve 80 gr di albumi.
Quando lo sciroppo raggiunge la temperatura aumentare la velocità della montatura e versarlo a filo sugli albumi facendo attenzione agli schizzi..evitate che finisca nelle fruste..Continuate a montare fino a raffreddamento..(10 minuti circa)..
unite il resto degli albumi al TPT mescolate bene ed aggiungete il colorante se volete..
Unire 1/3 di meringa al TPT e mescolare con una spatola morbida per diluirla un pò poi aggiungere il resto eseguendo il macaronage cioè mescolando delicatamente ma in modo deciso da sotto a sopra fino ad ottenere una massa lucida ma non troppo molle, dovrà cadere a nastro dalla spatola..Riempire una sacca con bocchetta di 8 mm. bloccare la carta forno sulla placca mettendo un ciuffetto di crema sotto la carta..Formare dei bottoni grandi come una noce circa ben distanziati, date qualche colpettino da sotto per assestarli e lasciate riposare per 30 minuti.
Infornate per 14 minuti a 150° ovviamente regolatevi con il vostro forno, il libro dice 14, ma nel mio serve un pò di più. comunque non devono cuocere troppo..
una volta sfornati se non avete la carta siliconata versate un pò di acqua sotto alla carta, il vapore favorirà lo staccamento dei macarons..poi fateli raffreddare bene..
Quindi farciteli a piacere io ho usato il Caramello Mou al Burro Salato che devo dire è di una golosità unica!!..Non perdetevelo!!..Teneteli in frigo coperti per un paio di giorni prima di gustarli..



Caramello al Burro salato (Josè Maréchal):

250 gr di zucchero
75 gr di acqua

120 ml di panna fresca

200 gr Burro Salato


è la dose per farcire 40 macarons.

mettere in una casseruola (meglio se in rame o con fondo spesso in acciaio) acqua e zucchero..portare ad un colore bruno chiaro, togliere dal fuoco e versare piano la panna fredda facendo molta attenzione agli schizzi ed alla schiuma che si formerà..(rischio ustioni) mescolare bene finche si formerà una crema omogenea infine (a 108°) incorporare il burro a pezzetti mescolando per farlo sciogliere ed amalgamare bene..far raffreddare e riporre in frigo per almeno un paio d'ore. Farcire i macarons..
Ve lo consiglio!!!


Quali saranno i prossimi???

-----------------------------------------------------------------

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.

NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright©all rights reserved.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

martedì 4 gennaio 2011

Fermatevi un attimo....


Questa vita frenetica e piena di pensieri a volte non ci permette di vedere cosa abbiamo intorno o cosa succede.. una famosa canzone di Elisa dice: " ho aspettato a lungo qualcosa che non c'è...invece di guardare il sole sorgere..." 
Vi siete mai fermati un attimo ad ammirare delle cose che non vi sono mai sembrate importanti?..
Viaggiando in macchina vi è capitato di accostare solo per fare delle foto a dei paesaggi che vi incantano?..e camminando nella neve avete buttato l'occhio sui cristalli che forma nei periodi piuttosto rigidi invece di pensare a quanto fa freddo in quel momento?..Allora fermatevi con me ed anche se non sono un'esperta di fotografia spero che queste immagini vi trasmettano le sensazioni che ho provato io...!...ed ogni tanto..fermatevi anche voi, scoprirete delle cose incredibili!...

LA CALIVERNA



CRISTALLI DI NEVE





Questa settimana ho voglia di fermarmi ancora un pò..è troppo bello per ricominciare a correre!!!
*************************************************
 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 
 

AddThis