"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)

venerdì 31 dicembre 2010

Il 2010 se ne va per un nuovo anno..AUGURI A TUTTI!!!


Eccoci qui, siamo arrivati al fatidico ultimo giorno dell'Anno..che dire di quest'anno 2010, beh dal punto di vista personale non ne parliamo, ma dal punto di vista culinario visto che siamo in un blog di cucina direi che è andato bene..ho voluto raggruppare le cose che ho preparato per voi e che mi hanno soddisfatta di più..non è stato facile ed infatti invece di essere 12 sono più del doppio!!..ahaha!!..sempre la solita..Tutte queste cose mi hanno fatta crescere, mi hanno insegnato e divertito..ci sono state delle scoperte nuove e tutto è servito..anche a conoscere molti di voi ed a scoprire un mondo virtuale che però può anche avere delle brave persone...ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questo....!!..Vorrei fare un Augurio a questo punto..che il 2011 fosse per me e per tutti un Anno Sereno, Felice e che portasse le cose che più si desiderano di qualunque tipo, materiale e spirituale..Che sia volere una casa o la salute, o la felicità ecc..insomma quello che si desidera!..



BUON ANNO NUOVO!!!


****************************

lunedì 27 dicembre 2010

Aroma Naturale all'Arancia....



Ormai sappiamo tutti che gli aromi artificiali non sono il massimo..purtroppo però quello che offre il mercato a noi comuni mortali è questo specialmente in piccoli paesi dove non ci sono negozi specializzati che permettano di trovare le cose migliori..Generalmente mi sono sempre arrangiata con scorzette d'Arancia o di Limone grattugiate, per i Panettoni cercavo di farmi le scorzette d'Arancia Candite...ed in mancanza di Agrumi freschi ero costretta ad usare le classiche fialette..!
..Poi la settimana scorsa la mia amica Thea ha postato questa meraviglia, e visto che dovevo fare 4 panettoni a lievitazione naturale ho deciso di provarla subito..!!
Devo dire che i panettoni sono venuti profumatissimi e meravigliosi..!!
Si può usare sia sui lievitati che sui dolci da forno in genere...non preoccupatevi per l'alcol, in cottura evapora lasciando semplicemente l'Aroma buonissimo dell'Arancia!!
Ho voluto farlo immediatamente tanto che non avendo a disposizione l'alcool a 95° ho optato per un pò di Cointreau fino al giorno dopo quando sono andata a comprarlo!

AROMA NATURALE ALL'ARANCIA

Ingredienti per un vasetto piccolo:

65 gr di buccia di Arancia Biologica
120 gr di zucchero semolato
20 gr di alcool a 95° (oppure vodka)
mezza bacca di vaniglia (facoltativa-)

Togliere la Buccia superficiale alle arance le mie erano 2 belle grosse..se si utilizza un pelapatate si va benissimo!..Tritarle finemente con lo zucchero e già qui si otterrà una cremina...Lasciare riposare per un'ora coperta..aggiungere l'alcool, passarla nel vasetto e se serve versarne ancora un pò..mettere la Vaniglia..Chiudere bene...Thea lo conserva nella mensola in cucina, io ce l'ho in frigo, ma credo vadano bene entrambe le soluzioni..si fa in un attimo quindi meglio farne poca per volta almeno finche non sapremo quanto dura anche se la presenza dello zucchero e dell'alcool dovrebbe permettere una lunga conservazione..
basta un cucchiaino per chilo di impasto..(io veramente ne ho messo di più nei panettoni!!)


Se riuscirò a trovare dei Cedri la farò anche con quelli!!

Ciao Ciao!!!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

giovedì 23 dicembre 2010

A Chi......



A chi mi vuole bene e a chi non me ne vuole..a chi mi segue e a chi non importa niente di passare di qua...A chi mi lascia un messaggio e a chi invece silenziosamente si ferma a leggere e poi per timidezza o altro non scrive nulla...A tutte le mie amiche blogger..a tutti i miei fans di Facebook e non..A chi mi conosce ed anche a chi invece non sa nulla di me...A chi soffre ma anche a chi invece è Felice...a chi ce l'ha con il mondo ed anche a chi invece non si preoccupa di quello che gli sta intorno..insomma a tutti proprio a tutti molto semplicemente voglio Augurare


BUON NATALE!!!


lunedì 20 dicembre 2010

Ricordi di Natale di una Bambina ...e Scrigni di Meringa alla Mandorla con Ganache al Cioccolato e Pistacchio ...



Il Natale per ogni bambino è una grande festa..fatta di colori, di parenti che si scambiano gli auguri, di colori, di alberi luccicanti e sopratutto di regali..
Ricordo che quando ero piccola, l'atmosfera Natalizia iniziava con largo anticipo...lo notavo dal bisbigliare strano della mamma con parenti vari per sapere da uno o dall'altro quali cose comprare...
Una delle cose che più mi sono rimaste impresse è quello che succedeva la sera prima...La mamma infatti prima di mandarmi a letto si faceva aiutare a preparare uno spuntino per Babbo Natale..quel personaggio strano e misterioso che vestito di Rosso e con la pancia avrebbe portato i doni e li avrebbe lasciati sotto all'albero per noi piccoli...Nel piattino si metteva un pezzetto di formaggio, una fettina di polenta ed un bicchiere di vino..un bel vino Rosso che a lui piaceva tanto..poi una volta a letto sentivo dei rumori arrivare dalla stanza vicino..sgattaiolavo silenziosa e socchiudendo piano piano quella porta da cui provenivano rumori e luci notavo la mamma china sulla macchina da cucire..Già sapevo cosa stava facendo...cuciva un abitino nuovo per quella mia bambolina preferita..ed ero felice..Sì perchè non è che ricevevo un'altra bambola, ma la stessa per più volte però vestita di nuovo..e per me era un grande regalo!..Sapevo che avrei potuto giocarci un sacco e cambiarle l'abito a seconda del momento..!..la mia mamma aveva una grande fantasia per queste cose ed era bravissima a confezionare degli splendidi vestitini ornati di passamanerie e paillettes o fiocchettini..e poi sapeva come costruire il tutto perchè ogni Natale fosse una Festa Speciale!!..Me ne andavo a letto serena e con la voglia di dormire perchè arrivasse in fretta mattina..e così era..in un attimo mi sentivo chiamare e correvo giù di sotto..dopo aver visto i vari pacchettini sotto all'albero andavo a controllare quel piattino che era rimasto fuori tutta la notte..Il bicchiere vuoto, la polenta morsicata e qualche briciolina di formaggio..mamma mia che fame aveva questo Babbo Natale..!!! Ovviamente poi c'era il rituale dell'apertura dei doni, la sorpresa della famosa bambola "nuova", un paio di calzini, qualcos'altro di utile e nel frattempo la mamma preparava la colazione che era composta sempre da Biscotti e Cioccolata Calda..ecco il legame che la Cioccolata ha per me con il Natale..la colazione buonissima e Festosa del Natale..!

..E' un dolce molto semplice, da preparare con anticipo per dare la possibilità alla Meringa di Mandorle di ammorbidirsi..poi la Panna Zuccherata compenserà il sapore piacevolmente fondente della Ganache appena profumata di Pistacchio..Il mio consiglio è quello di prepararli appunto con anticipo già farciti..poi il giorno che serviranno si monta la Panna e si conserva in frigo già nella sac-à poche (per chi ha il sifone meglio ancora!!)..le decorazioni di cioccolata saranno pronte anche quelle..Si tengono a temperatura ambiente mezz'oretta almeno e si decorano all'ultimo..si fa in un attimo..!..Da fare anche in versione grande volendo e servendo con una spolverata di zucchero a velo, un ciuffetto di Panna e decorazione a piacere..Io ho aggiunto anche della Polverina dorata alimentare per rendere il tutto più Natalizio..mi sarebbe piaciuto avere delle foglie d'oro, ma dove andavo a recuperarle??



SCRIGNI DI MERINGA ALLA MANDORLA CON GANACHE AL CIOCCOLATO E PISTACCHIO

BASI DI MERINGA (Meringa Giapponese) dose per circa 20 basi di 7 cm di lato

200 gr di Albumi a temperatura ambiente
200 gr di zucchero semolato

200 gr di Mandorle tostate tritate finemente con un cucchiaio di zucchero a velo

La Meringa Giapponese è un'altra delle basi della Pasticceria preparata con un paio di giorni di anticipo tende ad ammorbidirsi ed è ottima per preparare dei dolci farciti di morbida crema aggiungendo magari anche uno strato di Pan di Spagna...

Iniziare a montare gli albumi, dopo qualche secondo aggiungere un cucchiaio di zucchero..continuare a montare e quando diventano bianchi unire il reso dello zucchero poco alla volta..Montare bene bene fino ad ottenere una massa densa e lucida..a questo punto unire a mano tutte le mandorle..mescolare delicatamente per non smontare i composto..Riempire una sacca con bocchetta liscia e formare dei quadrati della misura di 7 cm di lato circa facendo prima il perimetro e poi continuando all'interno..per facilitare la cosa ho disegnato i quadrati sulla carta..si possono fare anche dei dischetti al posto dei quadrati..Infornare per 10 minuti a 180° poi abbassare a 90° e seccare per un'ora con una presina nello sportello.(come per le meringhe)..poi lasciarle allinterno finche il forno sarà freddo.. conservarle in un sacchetto di nylon..

GANACHE AL CIOCCOLATO E PISTACCHIO

200 gr di Cioccolato Fondente
160 gr di panna fresca
1 cucchiaio di zucchero
30 gr di burro
3 cucchiaini circa da the di pasta di Pistacchio

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, nel frattempo scaldare la panna con lo zucchero fin quasi a farla bollire..Versarla sul cioccolato e mescolare con calma fino ad amalgamare bene il tutto...
aggiungere il burro a pezzetti e per ultima la crema di Pistacchio..ovviamente l'intensità del sapore va a gusto personale per cui consiglio di seguire il proprio...!
lasciare raffreddare bene e riporre in frigo per almeno qualche ora..o fino al giorno dopo ancora meglio!!



DECORAZIONE

Cioccolato fondente 200 gr circa
Zucchero a Velo
Lamponi
Polverina dorata alimentare
Panna fresca 500 ml circa (con 45 gr di zucchero )
Pistacchi tritati

sciogliere il cioccolato e passarlo in un conetto di carta oppure una sac-à poche usa e getta (a questo riguardo senza fare pubblicità la cuki ha prodotto delle confezioni di 10 sacche che vanno benissimo..)
Disegnare su carta forno degli altri quadrati..tagliare 2-3 milllimetri della punta di sacca e fare delle decorazioni all'interno dei quadrati..fare raffreddare bene poi conservarle in una scatola ermetica in freezer..

Togliere la Ganache dal frigo e montarla leggermente..si noterà che cambia colore e schiarisce. oltre che a diventare bella cremosa ..passarla in una sacca con bocchetta liscia..
Formare degli spuntoni nel contorno delle basi di meringa e poi nel mezzo..coprire con un'altra base. di meringa.(così farciti si tengono in frigo tranquillamente coperti per un paio di giorni..

per decorare: Ricoprire con panna Montata zuccherata io ho usato una bocchetta che formava delle ondine..posizionare la decorazione di cioccolata in obliquo, formare dei ciuffi di panna sugli angoli e mettere dei lamponi freschi..passarli nel piatto di portata..Formare con altra Panna un alberello di Natale di fianco..spolverare di zucchero a Velo, Pistacchi titati ed un pò di polverina dorata...



 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

venerdì 17 dicembre 2010

Impastando ........in compagnia si fa il Panettone più buono che ci sia!!


Eccomi qui a raccontarvi l'avventura vissuta assieme ad alcune compagne Blogger e non martedì 14 e giovedì 16 Dicembre..L'avevo annunciato qui, ed è stato davvero molto divertente e simpatico..
Ci siamo date appuntamento alle 9.00 di mattina nella pagina di Menta & Cioccolato su Facebook ed abbiamo iniziato contemporaneamente (ognuna nella sua cucina!!) a preparare gli impasti scambiandoci dubbi opinioni ed emozioni..la cosa è andata avanti praticamente fino a sera finche i vari Panettoni erano sfornati..beh a parte qualche ritardatario che causa la temperatura freschina era più lento a crescere..
Qualcuno ha perfino deciso di andarsene a letto ed infornare il mattino dopo con un magnifico risultato...

Dopo questa avventura di gruppo posso fare altre precisazioni riguardanti la lavorazione..

- far crescere bene ogni impastino..deve crescere anche più del doppio..
- per una buona lievitazione è importante la temperatura, quindi usare acqua tiepida, togliere per tempo uova e burro dal frigo e se l'ambiente è freddino servirsi del forno spento appena intiepidito..
-il 4° impasto è il più lungo ci vuole almeno un'ora, se non è ben incordato ovviamente ne risente il risultato finale...(ma questo già si sa)..
-la lievitazione in stampo è lenta vista la piccola quantità di lievito..appena 6 grammi su 1 chilo ed 800 grammi di impasto..bisogna calcolare 5-6 ore..se a 24°...a questo punto chi ha problemi di orari può benissimo iniziare nel pomeriggio in modo da fare l'ultimo la sera e far lievitare le pezzature negli stampi per tutta la notte..
- come scritto nel post per riuscire a fare un buon taglio scoprire gli stampi nell'ultima mezz'ora..la superficie si seccherà un pò e permetterà di tagliare senza rischio di collassare tutto..
-potete trovare la nostra avventura di MARTEDI' edi GIOVEDI'...

Per comodità di chi volesse farne uno nello stampo da 1 chilo (praticamente quello che ho fatto io in queste foto)..vi scrivo le dosi dei vari impasti..per la lavorazione attenersi a quella del post originale..

PRIMO IMPASTO:
20 gr di farina
2 gr di lievito
15 gr di acqua
1 gr di zucchero (la puntina di un cucchiaino)

SECONDO IMPASTO:

Impasto precedente
36 gr di farina
7 gr di tuorlo
16 gr di acqua
2 gr di zucchero

TERZO IMPASTO:

Impasto Precedente
7 gr di tuorlo
33 gr di acqua
2 gr di lievito
66 gr di farina
4 gr di zucchero

QUARTO IMPASTO:

Impasto Precedente
330 gr di farina
115 gr di zucchero
33 gr di tuorli
180 gr di uova intere pesate senza guscio
semini di bacca di vaniglia+aromi arancia e limone
100 gr di burro morbido
4 gr di sale
165 gr di uvetta
65 gr di arancia candita
35 gr di cedro candito


Ringrazio infinitamente le mie amiche di avventura (appena riesco metto anche i loro nomi!!) e spero che si possa ripetere molto presto..abbiamo già qualche idea in mente!!..Può essere l'occasione per cimentarsi in qualche preparazione che magari da sole non si avrebbe il coraggio di affrontare!!..

Il POST di CHABB..(Sandra)
ESTER PAOLA
MARIA
ANNA MARIA
SILVIA
VALENTINA
MILENA
MANUELA
(spero di non aver dimenticato nessuno)

ARRIVEDERCI AL PROSSIMO ..... "Impastare in compagnia"


martedì 14 dicembre 2010

Pie di Manzo alla Birra in Cocottine Monoporzioni...un'idea per il Pranzo di Natale..


Generalmente non mi diletto in piatti elaborati salati, non perchè non mi piaccia, anzi anche se comunque la mia inclinazione pende verso il dolce, ma perchè come ho già detto altre volte vivo con i miei genitori quasi ottantenni, con problemi di salute che preferiscono altre tipologie di piatti molto più semplici!..Il giorno che potrò avere una casa mia, con una cucina mia e con la possibilità di avere degli ospiti finalmente potrò sbizzarrirmi ed allora si salvi chi può!!..Però a volte trovo delle preparazioni che mi incuriosiscono troppo a cui non so resistere ed a costo di mangiarmele da sola le provo..E' il caso di questo Pie di Manzo alla Birra che ho trovato nel Libro "Frolla & Sfoglia" di Michel Roux..mi piaceva troppo la presentazione e doveva assolutamente far parte dei miei esperimenti..Secondo me avendo a disposizione delle cocottine monoporzione sarebbe ottimo per il pranzo di Natale..si può preparare in anticipo ed infornare il giorno stesso..
Preparazione facile e gustosa, la Birra rende molto tenera la carne..

PIE DI MANZO ALLA BIRRA IN COCOTTINE MONOPORZIONI
(Ricetta tratta da Frolla e Sfoglia di Michel Roux)

Ingredienti per 4 persone:

720 gr circa di pasta Sfoglia
200 gr di cipolle
200 gr di carote
750-800 gr di Manzo per Brasato
60 gr di farina mescolata a 10 gr di sale
olio di arachidi (io ho usato extra vergine di oliva)
400 ml di birra scura
400 ml circa di brodo di manzo
un mazzetto di erbe aromatiche (timo, rosmarino ecc.)
250 gr di champignon tagliati a quarti
sale e pepe q.b.
tuorlo e latte per spennellare

PRIMO GIORNO

Tagliare a quadrotti le cipolle e sbollentarle per 5 minuti in poca acqua, fare lo stesso con le carote per 10 minuti, scolarle e metterle da parte..
Tagliare a quadrotti la carne, infarinarla e rosolarla per bene in poco olio in una pentola spessa..
Unire cipolle e carote e la birra..portare ad ebollizione, schiumare ed unire il brodo caldo..Bollire ancora e schiumare nuovamente..aggiungere gli aromi legati bene in modo da toglieri più avanti..



Sobbollire a fuoco basso senza coperchio per circa 2 ore facendo però attenzione che non asciughi troppo..Unire i funghi e cuocere altri 15 minuti circa (dipende dalla grandezza di pezzi)...eliminare gli aromi, regolare di sale e pepe, dividere in 4 cocottine e far raffreddare..poi coprire e mettere in frigo per tutta la notte o almeno qualche ora..

SECONDO GIORNO

Tagliare la pasta sfoglia abbondando di un paio di cm la misura delle cocottine..
Spennellare il bordo delle cocottine con tuorlo e latte..coprire con la sfoglia, premere bene lungo i bordi e rifilare l'eccesso di pasta..pennellare nuovamente i bordi e coprire con una striscia di sfoglia, fare un buchetto nel centro come camino, decorare a piacere con gli avanzi di sfoglia e pennellare tutta la superficie..
mettere in frigo finche si scalda il forno..(vedi foto sotto)..


Infornare per 35 minuti a 180°


La presentazione a parere mio è molto carina e d'effetto..


Con questa Ricetta partecipo al contest di Imma..



Ciao Ciao....

martedì 7 dicembre 2010

Il Panettone per chi non ha il Lievito Naturale


Come ogni anno in questo periodo c'è la voglia di preparare quante più cose possibili da regalare o no...ad esempio impazzano bellissimi alberelli di Pasta Frolla come segna posto, o deliziosi biscotti decorati da appendere all'Albero..oppure biscottini misti da confezionare in graziosi sacchettini..ed ancora c'è chi si lancia nella preparazione di Pandori e Panettoni..

Devo dire che qualche anno fa non ero amante del Panettone..ma da quando ho cominciato a farmelo in casa con il lievito Naturale non posso più rinunciarci..la morbidezza, il sapore, il profumo è una cosa indescrivibile e nonostante non sia un impasto semplicissimo mi ha sempre dato enormi soddisfazioni..Ovviamente non tutti hanno il lievito Naturale per cui quest'anno ho voluto provare una Ricetta di Panettone con il Lievito di Birra..è tratta dal libro "Cresci " di Achille Zoia ed Igino Massari e mi è stata gentilmente passata da Marco..
Questo Panettone prevede anche una deliziosa Glassa di Mandorle e marmellata di lamponi, io questa volta non l'ho messa, ho intenzione di rifarlo per cui la proverò e vi dirò!

La differenza riscontrata è stata la durata...il lievito di birra infatti tende a far seccare prima l'impasto, comunque io l'ho tagliato dopo 48 ore ed era ancora ottimo..Prima di passare alla ricetta vi lascio alcune premesse:

DOSE questa dose è per 2 Panettoni nello stampo da 750 grammi chi vuole farne uno da chilo deve calcolare i 2/3 degli Ingredienti.
LIEVITO assicurarsi che sia freschissimo
STAMPI io ho usato uno stampo classico ed uno basso tipo focaccia, in quest'ultimo ho riscontrato che si secca prima.
CANDITI so che a molti non piacciono, (nemmeno a me) ma consiglio vivamente di metterli lo stesso eventualmente Tritati, il sapore ed il profumo che danno al Panettone è irrinunciabile!!
io non ho usato quelli del super perchè a mio avviso sono immangiabili per cui ho messo 350 gr di uvetta in totale.
GOCCE DI CIOCCOLATO sconsigliate, rischiano di far crollare l'impasto e dopo tanto lavoro sarebbe un peccato..vedete voi!
FARINA ci vuole una farina ricca di Glutine, per chi ha la fortuna di avere un Mulino vicino a casa consiglio di prenderla lì chiedendo consiglio, al limite usate La Manitoba del Supermercato
LIEVITAZIONE come dico sempre non prendere alla lettera i tempi di riposo..in alcuni casi potrebbero essere più brevi o al contrario più lunghi..Importante che siano fatti in luogo caldo e senza correnti d'aria!
COTTURA seguite il tempo in base alla pezzatura assicuratevi che sia cotto infilando uno stecchino lungo o meglio uno spaghetto..non allungate i tempi altrimenti si secca troppo!
Per stampo da 1 chilo cottura 50 minuti a 175°. per stampo da 750 gr cottura 40 minuti a 175°.
CONSERVAZIONE munirsi dei sacchetti di nylon appositi oppure della plastica trasparente che si usa per focacce o biscotti ecc..


PANETTONE CON LIEVITO DI BIRRA

Ingredienti Totali per 2 Panettoni da 750 grammi:

685 gr di Farina Forte
95 gr di acqua
6 gr di Lievito di Birra Fresco
180 gr di zucchero
70 gr di tuorli
270 gr di uova intere
150 gr di Burro morbido
3.5 gr di aroma panettone (io ho usato le classiche fialette 3 all'arancia e 3 al limone ma provate anche quello naturale home made)
1/3 di bacca di vaniglia
7 gr di sale
250 gr di uvetta (io 350 perchè non ho messo i canditi)
100 gr di arancia candita
50 gr di cedro candito
I primi 3 impasti sono veramente facili e si possono fare tranquillamente a mano senza usare la planetaria.

PRIMO IMPASTO ore 8.00

20 gr di acqua
3 gr di lievito di birra fresco
1 gr di zucchero
30 gr di farina

Impastare tutto assieme e lasciare raddoppiare in luogo tiepido (circa un'ora) . Nella foto si vede prima e dopo la lievitazione.


SECONDO IMPASTO ore 9.00

Impasto precedente
10 gr di tuorlo d'uovo
27 gr di acqua
55 gr di farina
4 gr di zucchero

Impastare tutto assieme e mettere nuovamente a raddoppiare.(un'altra ora circa)) io ho messo il tuorlo in una ciotolina, quello avanzato l'ho conservato in frigo coperto da pellicola.
Nella foto si vede com'è bello e sodo l'impasto, prima della lievitazione in un piattino, dopo la lievitazione in ciotola e gli ingredienti del terzo impasto.


TERZO IMPASTO ore 10.30

Impasto precedente
50 gr di acqua
10 gr di tuorlo
100 gr di farina
3 gr di lievito
5 gr di zucchero

Impastare nuovamente il tutto per bene e mettere di nuovo a raddoppiare (circa un paio d'ore).

QUARTO IMPASTO ore 13.00

Impasto precedente
500 gr di farina
50 gr di tuorli
270 gr di uova
170 gr di zucchero
150 gr di burro
3.5 gr di aroma o fialette
vaniglia
7 gr di sale
250 gr uvetta
100 gr di arance candite
50 gr di cedro candito

mettere in ciotola l'impasto precedente, uova e tuorli , metà zucchero e la farina (tenerne da parte 2-3 cucchiai).. impastare bene fino ad ottenere una massa omogenea.. aggiungere il resto dello zucchero e l'aroma, lavorare fino ad incordare bene l'impasto, devo dire che non ha impiegato molto, è piuttosto facile!
nel frattempo ammollare l'uvetta, grattare i semini all'interno della bacca di vaniglia e metterli sul burro così si evita di sprecarli. Unire il burro morbido all'impasto un po' alla volta alternando alla farina rimasta lasciando assorbire tra una quantità e l'altra..unire il sale..portare nuovamente ad incordatura. A questo punto aggiungere i canditi (eventualmente tritati) e l'uvetta ben asciugata..lavorare quel tanto che basta per amalgamare il tutto.. dividere l'impasto, formare 2 palle e metterle a riposare coperte in una placca leggermente infarinata per 30-40 minuti, quindi passarle negli stampi cercando di riformare la palla facendo la pirlatura (mettere le mani con i palmi uno di fronte all'altro come per applaudire, appoggiarli nei fianchi delle palle..muovendo le mani contemporaneamente una in avanti ed una in dietro cercare di arrotondare l'impasto) coprire con dei fogli di nylon e mettere a lievitare al caldo finché arrivano al bordo. Nella foto si vede una ciotola con tutti i tuorli e le uova, la ciotola dell'impastatore con gli ingredienti e le palle nella placca.



Praticamente ho messo gli impasti negli stampi alle 15.00..A me sono volute circa 5 ore, ma come detto sopra potrebbero bastarne anche meno..dipende dal calore dell'ambiente, dalla freschezza del lievito e dalla lavorazione dell'impasto...quindi non spaventatevi.!..Raccomando di mettere a lievitare gli stampi direttamente in una placca onde evitare che crolli tutto nel passaggio in forno.!

Ore 19.30 ho scoperto gli stampi per far sì che si asciugasse un pò la superficie ed ho acceso il forno a 175°. A dire il vero avrei potuto farli lievitare ancora un pò!...

Ore 20.00 con una Lametta ho fatto un taglio a croce (si può usare un coltello non dentellato ben affilato sporcato di burro), ho messo del burro nei tagli ed infornato per 40 minuti..coprire con alluminio nel caso colorassero troppo...Nella foto sotto si vedono le forme negli stampi..



Una volta sfornati i panettoni bisogna metterli a raffreddare appesi a testa in giù, quindi munirsi di ferri da calza i spiedi di acciaio sufficientemente lunghi per passare da parte a parte..Infilzarli a circa 2 cm dalla base e fuoriuscire dall'altra parte..io li metto tra 2 pentole alte capovolte..Quando sono ben freddi avvolgerli nella carta trasparente plasticata apposita e chiuderli bene fino al momento di consumarli!!!

AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2013: Se non volete iniziare al mattino, cominciate ad impastare nel pomeriggio. Ad impasto completato regolatevi con la temperatura che avete in casa e se avete meno di 18° lasciatelo a temperatura ambiente fino al mattino mentre se avete oltre 23°-25° mettetelo in frigo. al mattino toglietelo dal frigo, fatelo ambientare per un'oretta poi procedete con la pirlatura e la messa nello stampo. 



Direi che è ottimo, soffice e profumato!!!




MISURE STAMPI DA PANETTONE

Bassi con carta più rigida:

500 gr... cm 18,5x cm 6
750 gr ... cm 20 x cm 6,5
1000 gr ..cm 22 x cm 7,5

Alti con carta più morbida:

500 gr ... cm 13 x 9,5
750 gr ... cm 16 x 10,5
1000 gr .. cm 18 x 11,5

Per chi è su FB o ha intenzione di iscriversi: martedì 14 o giovedì 16 (2012) ho lanciato l'idea di fare questo Panettone assieme, ovviamente ognuno da casa sua, ma con la possibilità di rimanere in contatto nella Pagina di Menta e Cioccolato e precisamente qui.. ALLORA CHI SI UNISCE??

Guardate qui cosa ne è uscito e poi ci sono altri suggerimenti!
Ed anche QUI tutta la sezione dedicata alle farine.


Buon Lavoro!!!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

venerdì 3 dicembre 2010

Buchteln dal cuore di nocciole, miele e cannella..


Finalmente siamo a Venerdì..anche questa settimana è ormai finita ed è l'ennesima all'insegna del brutto tempo..è una stagione strana...con un freddo a giorni alterni ed un sacco di pioggia..!..senza tenere conto che con questi sbalzi si prendono raffreddori ed influenze senza accorgersene come ho fatto io andando a passeggiare per Verona sabato scorso..il risultato?..sono stata rimbambita tutta la settimana e con un raffreddore che non ricordavo di aver mai avuto...!!!
Ma non parliamo del tempo oggi, ma di questa buonissima ricetta..
Trovata in un calendario ma che ho praticamente stravolto nella lavorazione..risultato Buonissimo..!!!..non vedo l'ora di rifarlo e magari modifico pure l'interno..non che non mi sia piaciuto anzi, ma tanto per fare qualcosa di diverso..!!
E' un dolce lievitato tipico dell'Alto Adige composto da palline farcite generalmente di marmellata, pennellate per bene con burro fuso, messe in una teglia e fatte cuocere lasciando che si tocchino tipo il Danubio...servite poi possibilmente tiepide con una Salsa alla Vaniglia..
io devo dire che me le sono mangiate a colazione tagliate a fettine...ed ovviamente intiepidite!!



BUCTHELN CON CUORE CROCCANTE DI NOCCIOLE MIELE E CANNELLA

Ingredienti per uno stampo da 30 cm o 12 palline belle grosse:

500 gr di farina (io uso la solita del mulino, ma potete usare la Manitoba del Supermercato 300 gr e 200 di 00)
125 gr di latte tiepido
10 gr di lievito di Birra (la ricetta ne prevedeva 28)
2 uova
70 gr di zucchero
70 gr di burro
10 gr di sale
scorza grattugiata di mezzo limone
burro liquido per pennellare

Farcitura
100 gr di nocciole tritate
100 gr di noci tritate
250 ml di latte
50 gr di zucchero
2 cucchiai di miele
2 cucchiai di Rum
1 cucchiaino di cannella (io ne ho messo di più ma mi piace abbondare)

Preparare la farcitura anche il giorno prima e poi conservarla in frigo.
mettere a bollire il latte con lo zucchero, unire noci e nocciole tritate e continuate a mescolare spesso fino ad ottenere una crema..togliete dal fuoco ed unite miele, rum e cannella..

Preparare un lievitino sciogliendo il lievito nel latte, unire un pò della farina tanto da ottenere un cremina..poi coprire con uno strato di farina, coprire e lasciar eriposare finche non si formeranno delle crepe sulla superficie.

Unire le uova e lavorare per qualche minuto poi aggiungere metà zucchero e qualche cucchiaio di farina.. l'altro zucchero ed ancora farina..la scorza di limone ed ancora farina fino quasi a finirla..

Quando avrete un impasto ben amalgamato unite il burro morbido un pò alla volta lasciando che si assorba man mano..aggiungete anche il sale ed il resto della farina (2 cucchiai circa)..fate incordare bene finche si stacca dalla ciotola..

Formate una palla, coprite sempre con nylon e Lasciate lievitare fino al raddoppio (circa un paio d'ore)..
Stendere l'impasto formando un quadrato dello spessore di un paio di cm circa...tagliare 12 quadrati ..mettere un bel cucchiaino di ripieno su ognuno, unire gli angoli e richiudere per bene il saccottino schiacciando tra le dita i lembi della pasta (seconda foto piccola).




Pennellare per bene i saccottini e disporli nello stampo leggermente distanziati..coprire con un foglio di nylon e lasciare lievitare ancora fino al raddoppio..spennellare con altro burro ed infornare 1 180° per circa 40 minuti..






Nella foto qui sopra non è rappresentato il classico cubotto da Buchteln perchè avevo una pallina in più che ho cotto separatamente..comunque gli altri sono uguali..
Spero vi piaccia...

La settimana prossima vi posterò un nuovo Panettone con lievito di Birra ed un invito per voi....

CIAO CIAO!!!

AddThis