"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)

lunedì 29 novembre 2010

Crostatine di Frolla Montata..


Buongiorno miei cari...credo non mi sia mai successo di postare una ricetta sola in una settimana a parte nel periodo delle ferie..
La settimana scorsa, anzi da giovedì in poi sono stata parecchio indaffarata ed ho trascurato il mio blogghino ed anche i vostri..La mia intenzione era quella di pubblicare venerdì, ma quel giorno è stato praticamente pazzesco..dal momento in cui ho alzato la tapparella ed ho visto che nevicava fino a sabato pomeriggio..sabato dovevo infatti trovarmi a Verona con alcune amiche, ma tutto mi si è messo tra i piedi per non farmici andare..Ma io testaccia dura non ho ceduto e ci sono andata comunque nel pomeriggio...
Speriamo che questa settimana sia un pò più semplice ....ho alcune cosette in mente e deve andare tutto bene..intanto per iniziare la settimana vi lascio queste buonissime Crostatine fatte con Frolla Montata..la ricetta non è nuova, ma è quella dei Frollini che ho voluto fare in una versione diversa..direi perfetta, si lavora facilmente e con la sacà poche si va benissimo a metterla negli stampini..!.. è fatta di soli albumi ..la mancanza del tuorlo la rende incredibilmente delicata nel gusto..ed inoltre è molto friabile e liscia al palato..io le ho farcite con Confettura di Nettarine home made!

CROSTATINE DI DELICATISSIMA FROLLA MONTATA

Ingredienti per 6 Crostatine di cm 10 circa di diametro:

500 gr di farina setacciata
330 gr di burro morbido

200 gr di zucchero a velo

2 albumi,
scorza grattata di limone

qualche goccia di vaniglia

un pizzico di sale

Confettura


Il burro deve essere molto morbido perchè va lavorato a pomata, quindi toglietelo dal frigo molte ore prima oppure scaldatelo leggermente, montandolo poi si ammorbidirà tutto..
quindi montatelo bene finché diventa bello bianco poi unite lo zucchero e montate ancora, unite gli aromi e gli albumi e continuate a girare bene..

unire TUTTA la farina assieme con il sale..lavorate finché sarà amalgamata..se usate la planetaria montate la foglia..

ora passate l'impasto in una sac-à poche con beccuccio stellato, imburrate ed infarinate gli stampini..coprite il fondo formando dei cerchi concentrici vicini, poi fate un giro anche lungo il bordo..

Riempite con la Confettura e con il resto dell'impasto formate la grata tipica da Crostata..

Infornate a 180° per 25-30 minuti..non contenendo tuorli non colorano molto quindi appena cominciano a cambiare colore sono pronte..toglietele dal forno e fatele raffreddare bene..

Ho provato a congelarne un paio, direi che non cambiano minimamente né nell'aspetto né nel sapore...



.....nel prossimo Numero vi parlerò di qualcosa di Nuovo..
intanto vi auguro Buona Settimana!

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 
 

martedì 23 novembre 2010

Come ti Deliro in modo diverso....Cocottine e Tartellette al Gianduia..



Ma Buongiorno!!..ooh che bello, stamattina ho aperto la finestra ed ho visto il cielo azzurro..non mi sembra vero, dopo settimane di pioggia ormai l'avevo dimenticato!!..per cui, presa da questa botta di buon umore ho deciso di fare un post più fotografico che culinario..ahaha!..

Infatti la ricetta non è nuova..è solo modificata nella forma ma la sostanza rimane..
Ricordate questo favoloso Delirio al Cioccolato?..ecco..io ne ho fatto delle monoporzioni carinissime..almeno a me son piaciute tanto..!

Dovevo fare infatti un delirio in versione ridotta ed invece di diminuire la dose ho optato per queste..Per la ricetta vi mando all'originale..




TARTELLETTE DELIRIO AL CIOCCOLATO AL GIANDUIA

Ingredienti:

Pasta Base del Delirio al Cioccolato
Farcitura del Delirio al Cioccolato
Stampini per tartellette

Niente dosi precise..solo che più o meno ne verranno una ventina o forse più..con la dose intera..

Stendere la frolla al Cacao ad uno spessore di mezzo cm e tagliare dei dischi di circa 8 cm..fate una prova con i vostri stampini, inserite il disco schiacciatelo leggermente per farlo arrivare al fondo.., dovrà arrivare al bordo se è più piccolo fate dei dischi più grandi..
Riempite con la farcitura al Gianduia..mettete tutti gli stampini in una placca ed infornate per 18 minuti a 190° circa a metà altezza.

Sfornate, lasciate raffreddare bene e togliete i dolcetti delicatamente dagli stampini..
Io ho degli stampini in Alluminio che non serve imburrare..



se poi vi avanza un pò di riepieno e volete fare delle monoporzioni da mangiare con cucchiaino ho preparato queste..

COCOTTINE AL GIANDUIA

Ingredienti:

Farcitura del Delirio al Cioccolato
Cocottine

Niente di più semplice..riempite per metà le cocottine e cuocetele a 190° per 20 minuti max..
Sfornate e gustate possibilmente tiepide magari accompagnate da un ciuffettino di Panna Montata..o gelato alla Vaniglia..




Spero che queste 2 idee vi possano tornare utili..ciao ciao ...



venerdì 19 novembre 2010

Pain au lait navette de Christophe


E siamo a venerdì...e continua a piovere, ormai sono settimane e non se ne può proprio più..va beh intanto io cerco sempre di trovare la scusa per combinare qualcosa..ultimamente vi ho riempiti di dolci, ma sapete che è il mio debole è più forte di me!!...però oggi vi voglio proporre un lievitato, perchè proprio questo?..
La settimana scorsa ho ordinato 4 libricini manco a dirlo tutti di Pasticceria..uno di questi è "Leçons de patisserie", "Les brioches et viennoiseries de Christophe" di Christophe Felder..come sempre vengo attirata da tutte ma proprio tutte le ricette e prima o poi le devo provare..ma visto che mi serviva del pane ho provato questo..
Pane al Latte??..mah direi piuttosto pane al BURRO..è molto molto buono, burroso appunto, morbidissimo direi perfetto per dei paninetti da tartine...i miei vecchietti che voglio sempre cose morbidine ringraziano!
L'unica cosa che mi dispiace è che volevo fare le foto dei passaggi ma con il tempo di questi giorni sono venute terrificanti..e si sa andare di diaframma, tempo di esposizione, ISO, cavalletto e cavo impastando e formando il pane non è semplicissimo..cercherò pertanto di spiegarvi al meglio come fare..

PAIN AU LAIT NAVETTE DE CHRISTOPHE

Ingredienti per 24 pezzi:

15 gr di Lievito
230 gr di latte
500 gr di farina (metà 00 e metà Manitoba ad uso non professionale)
60 gr di zucchero
10 gr di sale
2 uova
230 gr di burro morbido
1 uovo per spennellare

ho usato lo stesso metodo del libro, ho però diminuito il lievito.

Mettere nella ciotola latte e lievito e scioglierlo bene, coprire con la farina, il sale, lo zucchero e le uova. Impastare con la foglia o con un mestolo per chi lo fa a mano fino ad ottenere un impasto incordato...anche se un pò grumoloso.

A questo punto unire il burro a pezzi e lavorare sempre con la foglia a media velocità o con le mani..impastare fino ad ottenere una massa liscia, lucida, incordata e morbida..

Coprire e lasciare lievitare fino al raddoppio (circa 2 ore)

Spolverare leggermente il piano di lavoro e stendere la pasta in un rettangolo dello spessore di circa un cm, avvolgetelo nella pellicola o mettetelo in un vassoio coperto e riponetelo per 2 ore in frigo..qui io avevo sbagliato i tempi, non ero al massimo della voglia causa influenza e l'ho lasciato fino almattino dopo..

Riprendere l'impasto rettangolare, tagliarlo in 24 pezzi o anche più piccoli, nel libro sono da 30 gr..
Prendere ogni rettangolo e schiacciarlo leggermente in modo da appiattirlo ancora un pò, portare un lato lungo verso il centro, schiacciare un pò con le dita..portare al centro anche l'altro lato e schiacciare..piegare a metà ed arrotolare leggermente con il palmo della mano in modo da farne un rotolino lungo circa 10 cm..se nel frattempo i pezzi tendessero ad ammorbidirsi troppo (causa il burro) tenerli in frigo mentre si formano altri rotolini..
Riporli ben distanziati nella placca coperta di carta forno..coprire con nylon e lasciare lievitare..non metteteli in un posto troppo caldo, il burro si ammorbidisce e rischiano di afflosciarsi..
dopo circa un'ora e mezza o quando schiacciando leggermente con un dito ci mette un pò a riprendere forma spennellare con uova battuto leggermente ed infornare a 180° per 15 minuti (anche qui ho dovuto allungare i tempi, era scritto 8 minuti ma erano decisamente pochi).
Consiglio comunque di controllarli a vista.

Secondo me sono ottimi per un buffet, buoni sia con farciture salate che dolci..



Stamattina ho saputo con grande sorpresa e gioia che uno dei miei post è stato giudicato
POST DEL MESE
sul sito de "La cucina Italiana" andate a scoprire quale!!!



e con questa bella notizia vi Auguro buon fine settimana!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

mercoledì 17 novembre 2010

L'avventura ha inizio....i miei Macarons!!


Ebbene sì...anch'io mi sono innamorata di loro..!!..difficile non perdersi in questo argomento..Li vedevo spesso nei vari blog...mi attiravano nei loro colori, nelle loro farciture, nella loro eleganza, ma non riuscivo a capire cosa avessero di così straordinario da essere così famosi e lodati, ora lo so, basta assaggiarli una volta e si è rovinati!!!..Ho sempre voluto farli ma ne avevo timore, capivo dai vari post che non erano così semplici..ODDIO ho fatto cose ben più complicate, diciamo, però questi macaron necessitano di attenzione..Poi per caso ho fatto questi..partiti in un modo e venuti in un altro, ho pensato che fossero loro ed infatti dopo che ho mangiato quelli "originali" posso dire che lo sono seppur con qualche differenza di lavorazione.. Ho cominciato ad informarmi, a leggere, vedere video, ho comprato libri e mi sono entusiasmata, fin'ora li ho fatti 4 volte..La seconda volta non è stato un gran successo, erano piuttosto bruttini..belli in forno ma dopo la cottura si sono come accartocciati..Tranquilli erano buonissimi e sono stati divorati lo stesso..

Questo post non vuole essere una lezione per fare Macaron perfetti, a questo ci pensa lei, Pinella che è la vera esperta..voglio condividere con voi se ci state le varianti, le differenze nelle ricette ed anche gli errori..sì perchè se non vengono perfetti il motivo c'è..

Il Macaron è un pasticcino buonissimo, con una crosticina finissima croccantina ed un cuore morbido..per ottenerlo ci sono varie cose a cui fare attenzione:

GLI ALBUMI: devono essere vecchi di 2-3 giorni, conservati ovviamente in frigo e messi a temperatura ambiente almeno un paio d'ore prima di essere usati..se usate quelli pastorizzati comprati nei brick occhio alla marca..alcune non montano!!!

MANDORLE: sevono quelle pelate, ma è molto meglio la farina già pronta, in casa difficilmente si riesce a raffinarla finemente edanzi si rischia di surriscaldarle e far sì che rilascino l'olio compromettendo la riuscita..Deve essere ASSOLUTAMENTE setacciata con lo zucchero a velo

IL MACARONAGE: è praticamente l'unione tra albumi montati e farina di mandorle con zucchero a velo che non va fatta come in tutti i dolci mescolando delicatamente per non far uscire l'aria incorporata, ma va fatta con movimenti delicati sì, ma sicuri fino ad ottenere una massa morbida ma non liquida che forma un nastro continuo cadendo dalla spatola e sufficientemente denso da non andare in giro per la placca..questo è il vero segreto..capire quando è il momento di fermarsi.

IL CROUTAGE: che è il riposo che si fa fare al macarons già formato nella placca pima di essere passato in forno. varia da 30 minuti ad un'ora a seconda delle ricette..questa fa in modo che si asciughi la superficie prmettendo il formarsi di una sottile crosticina in forno..

LA COTTURA: altro passaggio molto importante, per quanto mi riguarda i tempi che ho trovato fin'ora non sono sufficienti Macchérons a parte. mi sono ritovata con l'interno della base ben incollata nella carta forno..quindi a parere mio non essere fiscali..Attenzione, non devono cuocere, ma seccarsi e NON devono cambiare colore..segno che la temperatura è troppo alta.

COLORANTI: non usare assolutamente colori a base grassa, smontano gli albumi, meglio quelli in polvere o in pasta.

Ecco questi sono i punti più importanti da tenere presente..ora andiamo alla ricetta. Ho usato quella di Maurizio Santin più avanti vi proporrò una ricetta fatta con la Meringa Italiana... poi molte altre..



MACARONS (Ricetta base di Maurizio Santin)

Ingredienti per circa 25 pezzi (50 basi):

125 gr di farina di mandorle pelate
225 g di zucchero a velo

120 gr di albumi

60 gr di zucchero semolato

qualche goccia di limone

colorante rosso


Setacciare bene la farina di mandorle con lo zucchero a velo..anche un paio di volte..
io metto tutto in una ciotola, mescolo, e passo al mini-tritatutto per pochi secondi..poi setaccio mettendo da parte quello che non passa..alla fine ripasso nel mxer la rimanenza e setaccio di nuovo..Questa operazione un pò noiosa si può fare anche in anticipo, magari quando viene l'estro...e si conserva per non più di una settimana in un contenitore ermetico.

Montare gli albumi aggiungendo il limone e dopo qualche minuto lo zucchero semolato ed il colorante. (fate attenzione, mettetene poco per volta, se usate quelli in polvere ne basta proprio una puntina) Lasciare montare bene bene a lungo..si deve ottenere una massa ben montata che non si muove capovolgendo la ciotola.

Unire alla mischela di farina e zucchero 1/3 di albumi e mescolare da sotto a sopra. Poi unire il rimanente e mescolare bene con una spatola pulendo i bordi della ciotola fino ad ottenere una crema che cada a nastro, liscia e lucida..attenzione..mescolando poco si afflosceranno, mentre mescolando troppo diventerà troppo liquido ed ingestibile e non crescerà in cottura formando il famoso COLLARINO alla base. (guardate questo video, io l'ho trovato molto utile).

A questo punto passate una parte di impasto nella sac à poche con bocchetta liscia di 8-10 mm.
formate dei dischetti nella placca foderata di carta forno di circa 3 cm..BEN distanziati perchè durante il riposo si siederanno un pò e si rischierebbe l'unione tra uno e l'altro.(questo è un mio difetto!! non avendo tante placche tendo a mettere troppa roba!!).
Lasciate riposare per non meno di 30 minuti.

Accendete il forno a 150° ed infornate possibilmente con una placca sotto (meglio se è uguale) per 14 minuti. a me non bastano, me ne servono almeno un paio in più. potete infornare anche 2 placche alla volta, basterà scambiarle di posto a metà tempo..

Sfornate..ora si usano più sistemi..o si fanno raffreddare e se sotto sono ben secchi si toglieranno senza problemi facendo attenzione perchè sono molto fragili oppure appena sfornati si versa pochissima acqua tra la carta e la placca in modo da formare uno sbalzo di temperatura che svilupperà del vapore facilitando lo scollamento dei pezzi..

farcire con le ganache o creme varie e riporli in frigorifero ben coperti per un giorno prima di gustarli..si conservano per 2-3 giorni, oppure si possono congelare. Basterà passarli in frigo il giorno prima.




Ganache al Cioccolato Bianco:

150 gr di cioccolato bianco
125 gr di panna fresca liquida

15 gr di burro


sciogliere il cioccolato a bagnomaria, portare quasi a bollore la panna poi versarla sul cioccolato..mescolare finche si amalgama bene, quindi unire il burro a pezzetti.
fare raffreddare e tenere in frigo almeno una notte..Quando serve montarla leggermente e farcire i Macarons aiutandosi con una sacca..io uso quelle monouso senza bocchetta..

Ganache al Caffè: ganache al cioccolato bianco con aggiunta di caffè solubile a piacere.

In questi Macarons Rosa ho usato la Ganache bianca ed al caffè, in quelli che ho preparato nei giorni a seguire ho usato questa ganache al burro salato che per me è stata una scoperta..è un qualcosa di fantastico!!!..ve la scrivo perchè mi è stata chiesta su fb e non posso aspettare di pubblicare i prossimi..

Ganache Caramello al Burro salato (Josè Maréchal):

250 gr di zucchero
75 gr di acqua

120 ml di panna fresca

200 gr Burro Salato


è la dose per farcire 40 macarons.
mettere in una casseruola (meglio se in rame o con fondo spesso in acciaio) acqua e zucchero..portare ad una ad un colore bruno chiaro, togliere dal fuoco e versare piano la panna fredda facendo molta attenzione agli schizzi ed alla schiuma che si formerà..(rischio ustioni) mescolare bene finche si formerà una crema omogenea infine (a 108°) incorporare il burro a pezzetti mescolando per farlo sciogliere ed amalgamare bene..far raffreddare e riporre in frigo per almeno un paio d'ore. Farcire i macarons..
Ve lo consiglio!!!




e adesso voglio vedere chi non li prova e si ferma ad un tentativo...ahahha!! Questa è la SFIDA!!..


sabato 13 novembre 2010

Eccezionalmente di Sabato..Biscotti di Mandorle e Cannella



Buongioooorno..sono sicura che vi starete chiedendo.."ma che cavolo fa questa??..oggi è sabato, non pubblica mai di ....Sabato"..ebbe sì, invece questa volta lo faccio, tanto per cambiare la routine altrimenti che noia fare i post sempre negli stessi giorni..
A parte gli scherzi, ieri per una serie di ragioni non ho potuto portare a termine il mio impegno settimanale, e cioè di fare 2 o 3 post, per cui ho deciso di farlo oggi!!.

Dunque sempre in relazione alla storia degli Albumi Malefici di cui ho parlato negli post degli Amaretti ho fatto questi splendidi Biscotti speziati alla Cannella..di una facilità estrema a meno che non mettiate la fecola al posto dello zucchero per cui sarete costretti a chiamarmi 4 volte per capire perchè non restano in sesto..!!! No scherzi a parte, questa è una cosa che mi ha tenuto in sospeso una giornata intera in quanto ad una certa Claudia (alias mia cognata) avevo dato la ricetta al telefono..solo che dopo un pò mi chiama e mi dice che l'impasto non lega..si sbriciola e non riesce a fare i biscotti..
"Prova a mettere un altro albume, forse era piccolo!"...niente da fare..non si compatta..
Ne mette un altro ma niente ancora..a questo punto la cosa non mi convinceva..possibile che li ho fatti in 5 minuti in una ciotola senza problemi..e lei con 3 e dico 3 albumi non riesce??..dilemma svelato nel pomeriggio...La confezione dello zucchero a velo era identica a quella della fecola..per forza non legava!!..ahahhaah!!..va beh..capita!..lei a raggirato l'ostacolo ed ha risolto lo stesso!!..Brava Claudia!!

Tornando al discorso precedente..questi biscotti sono facilissimi...ma il sapore e la consistenza è favolosa!..quindi niente di meglio..!!..cose buone in poco tempo!!
Praticamente servono..una ciotola, gli ingredienti, un cucchiaio di legno e 2 cucchiaini..che dite, avete voglia di provarli?..magari domani piove e non sapete che fare!!..



BISCOTTI DI MANDORLE E CANNELLA

Ingredienti per circa 30 biscotti dipende dalla grandezza):

120 gr di mandorle Macinate
120 gr di zucchero a Velo
1 albume (30 gr)
1 cucchiaino di Cannella

Gelatina di Albicocche oppure marmellata di pesche

Mescolate in una ciotola lo zucchero e la cannella setacciati con le mandorle macinate fini ma non esageratamente..io ho le ho lasciate volutamente grossolane perchè volevo un biscotto scrocchiarello..
unite l'albume e mescolate bene..al limite potete fare questa operazione nel mixer..

Con 2 cucchiaini formate dei mucchietti nella placca foderata di carta da forno..

a questo punto, se li infornate subito come ho fatto io si appiattirano ed a me è piaciuto così, oppure potete farli asciugare almeno un'ora prima di infornarli..

Cottura a metà altezza a 200° per 12-13 minuti..ovviamente controllateli, dipende dal forno..

Sfornateli e pennellateli subito con gelatina o marmellata leggermente diluita con acqua..




e con questi biscottini facilissimi, vi auguro..

BUON FINE SETTIMANA!!!

martedì 9 novembre 2010

AMARETTI per un Sweet Moment..!!


Ammetto che per me appassionata di Pasticceria non c'è nessun dolce che non mi piaccia..La Adoro in tutte le sue forme, i suoi colori e profumi..dalle cose semplici a quelle più elaborate..
Mi piace affondare il cucchiaino in una Crema vellutata ma mi piace anche addentare un Biscotto Croccante..Assaporare i vari profumi di un Semifreddo e sentire il contrasto tra una base ed una Mousse..insomma niente eliminerei dal mondo della Pasticceria!!
Ma c'è un Pasticcino elegante,raffinato, delicato al quale non resisto..in nessun momento, in nessun caso e nessuna occasione..L'Amaretto...!!!!!

venerdì 5 novembre 2010

Vellutata di Zucca e Carote facile facile!


L'ultimo fine settimana le zone del Vicentino e del Padovano sono stati colpiti da un'alluvione incredibile..Ho visto un torrente nella mia zona al limite degli argini scendere con una violenza paurosa...Danni enormi, 10 mila Vicentini sfollati, 500 Imprese colpite che hanno perso macchinari e materiali vari. Oltre un metro d'acqua in centro a Vicenza..Io per fortuna non sono stata colpita..la mia abitazione non era in zona di pericolo ma in altre parti della città e nei dintorni ci sono stati molti problemi..frane, case allagate, ponti sommersi ecc..Eppure ho visto persone che non avevano avuto particolari problemi rimboccarsi le maniche ed armati di pale aiutavano a ripulire strade, garage, case e negozi..questa è solidarietà, questo vuol dire aiutarsi a vicenda..persone che non si conoscono tra loro e che si aiutano con dignità ed umiltà senza aspettare che ci pensino gli altri!!!..e per i prossimi giorni è di nuovo allerta..Speriamo bene!!
Nonostante ciò le tv Nazionali hanno dato scarsa importanza al fatto e ne hanno addirittura dato notizia 2 giorni dopo sprecando massimo 3 minuti di tempo...Ovviamente ci sono notizie più importanti in Italia..che sinceramente ormai hanno anche rotto!..
Questa settimana non sono stata molto in vena di fare i miei soliti pastrocchi, sarà per questo che ieri dopo aver tentato per 4 volte di montare degli albumi ho deciso di rinunciare..erano quelli comprati in Brik e penso dipenda dalla Marca visto che mi è stato riferito che altre qualità montano senza problemi..!!
Ho pensato di proporvi questa stupidissima Crema che so non sarà una novità ma a me piace e va bene così..Adoro le vellutate, le creme, le zuppe in genere, purtroppo però non posso mangiare né patate né legumi quindi niente fagioli, piselli, ceci ecc, per cui ogni tanto mi faccio dei Creme che non li contengano..Questa l'ho trovata veramente deliziosa e delicata..

VELLUTATA DI ZUCCA E CAROTE

Ingredienti per 4 porzioni:

450 gr di Zucca già pulita e tagliata a cubetti
250 gr di carote lavate e tagliate a pezzetti
mezza cipolla
brodo vegetale ed acqua qb
100 ml di panna fresca
sale

Preparazione semplicissima quasi demenziale.
Mettere cipolla, zucca e carote in una pentola e coprire con il brodo.
Cuocere finché le carote non saranno morbide.
Passare tutto al Minipimer, aggiustare di sale, unire la panna e mixare ancora..
Buon Appetito...

Se non avete voglia di salato continuate a gustarvi gli occhi con il Delirio al Cioccolato...

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


martedì 2 novembre 2010

Delirio al Cioccolato...."assolutamente no!"...


No ma io dico.....ma si può resistere ad una tentazione simile??...ad una cosa così paridisiaca fatta di pastafrolla al cacao ed un cuore morbido, scioglievole, goloso come questo?..Se vi piacciono i gianduiotti già la prima risposta senza pensarci dovrebbe essere..."assolutamente no!"...se amate il cioccolato la risposta dovrebbe essere..."assolutamente no!"...se vi piacciono i dolci dal cuore cremoso, morbido e golosamente cioccolatoso la risposta è.."assolutamente no!"..ed infatti io quando l'ho vista Qui mi son detta...posso non provarla?..."assolutamente no!!!"..ed eccola qui...in tutto il suo splendore...una delle cose più buone che abbia fatto ultimamente....una vera e propria bomba calora ok...ma che ci volete fare...la Pasticceria dietetica NON esiste diceva il mio maestro!..ed allora se vogliamo un buon dolce..che sia fatto come si deve...!!!!...
Come dicevo io l'ho vista da lei che a sua volta l'aveva vista qui che l'aveva presa da qui...
Ma come sempre..quando io mi metto in testa di fare una cosa..devo impazzire per trovare un ingrediente..ultimamente è successo con la Farina di Mandorle che trovavo solo a prezzi proibitivi tanto che ho dovuto fare questi tritandomi le Mandorle con il rischio che non riuscisse la ricetta....e tante altre cose che ancora non ho provato proprio per questo motivo..
Passi nel non trovare il cioccolato al Gianduia..ma non trovare nemmeno i Gianduiotti è quasi assurdo..per fortuna alla fine ci son riuscita...!!!
Vi scrivo la ricetta pari pari a quella di Tinuccia tanto ho seguito quasi tutto quanto senza intoppi di bilance malefiche o idee strampalate per modifiche del momento!


DELIRIO AL CIOCCOLATO e che delirio!!!

Ingredienti per uno stampo da 26 cm:

per la frolla al cacao
300 gr di farina
50 gr di cacao amaro buono
220 gr di burro
160 gr di zucchero
2 tuorli
1 cucchiaino di estratto alla vaniglia
1/2 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale

per la farcia
140 gr di cioccolato fondente
240 gr di gianduiotti o cioccolato al gianduia
600 gr di panna fresca
4 uova grandi (io 5 medi)
120 gr di zucchero

preparare la frolla amalgamando il burro morbido con lo zucchero, aggiungere i 2 tuorli ed un pizzico di sale, la vaniglia e lavorare velocemente..
Unire la farina setacciata con cacao e lievito, impastare con delicatezza, avvolgere nella pellicola e porre in frigo per 30 minuti almeno..(magari si può preparare anche il giorno prima)..

passato il tempo stendere la pasta fino ad uno spessore di mezzo cm..io l'ho fatto direttamente nella carta forno così non ho avuto problemi a passarla nello stampo..nel caso non usiate la carta imburrate ed infarinate uno stampo apribile possibilmente basso..io però ho usato quello bianco in ceramica.. Una volta passata nello stampo ho messo tutto in frigo..con i ritagli ho tagliato dei biscottini a forma di cuore che ho messo in una placca a parte ed in frigo comunque..

preparare la farcia spezzettando il cioccolato fondente e scioglierlo a bagnomaria con i gianduiotti..Scaldare la panna fin quasi a bollore, unirla al cioccolato e mescolare bene finche si scioglie tutto perfettamente tanto da ottenere una crema bella liscia..unire lo zucchero e farlo sciogliere mescolando bene..poi lasciare intiepidire..
Unire le uova leggermente battute a parte e mescolare velocemente e vigorosamente.
Riprendere lo stampo dal frigo e versarci la farcia all'interno, infornare a 180° per 35-40 minuti..
Una volta sfornata cuocere anche i biscottini per 10 minuti al massimo (dipende dalla grandezza). (attenzione il colore inganna e si rischia di bruciarli!)
Una volta freddi posizionarli sulla torta..spolverare di zucchero a velo prima di servire.






PROVATELA!!!!!..non dico altro!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


AddThis