"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)

giovedì 30 settembre 2010

Plum-cake con Albicocche ..


Avrei voluto postarvi un'altra ricetta con la Pasta Sfoglia..qui infatti vi avevo detto di averne fatte 3, invece ieri mi è venuta una voglia incredibile di plum cake..Devo dire che tra i dolci da credenza è l'impasto che preferisco non tanto come lavorazione ma proprio come risultato..Nonostante sia compatto e praticamente non alveolato ha una morbidezza unica..
Ricordo che molti anni fa quando ancora non avevo molto le mani in pasta avevo provato più volte a farne uno di classico e credo che forse mi sarà riuscito 1 volta su 4 tanto che poi ho rinunciato...Ora non ricordo bene, ma mi sembrava fosse scritto lavorare il burro con lo zucchero e per me che a quel tempo non conoscevo le tecniche giuste non aveva gran significato..risultato..una specie di panna cotta ma cruda sul fondo dello stampo ed un bel cm di burro liquido a coprire il tutto..Bleah..!!ovviamente la distanza tra stampo e spazzatura era brevissima..
Da allora nonostante sia passato moltissimo tempo (oltre 20 anni) e le tecniche di lavorazione di base non mi siano più così misteriose ho sempre avuto un certo timore nella sua preparazione nonostante continui ad adorarlo..
Ma ieri ho preso coraggio e mi sono buttata..e che dire..mi è andata molto bene..ho commesso solo un piccolo "errore" ho messo l'impasto in uno stampo da 25 cm ma sarebbe stato molto meglio se fosse stato da 30 però non avendo una collezione di caccavelle (non è vero ma non ditelo a nessuno!!)mi sono accontentata con il risultato che ha un pò faticato a cuocere , cioè ha impiegato più tempo, ma tenendolo d'occhio alla fine è venuto bene..!
D'altronde nella ricetta c'era scritto per stampo da 12 persone eccheccavolo vuol dire?..dipende da quanto grandi sono le fette giusto?..io sono andata ad occhio!
Ho poi voluto sostituire l'uvetta con le albicocche disidratate altro acquisto fatto con i Mirtilli che se non sto attenta me le mangiavo così invece che nel dolce..mamma quanto mi piacciono!
Dopo tutta sta premessa, vi scrivo le dosi che ho usato io ma va messo in uno stampo da 30 cm..

PLUM-CAKE CON ALBICOCCHE

Ingredienti per uno stampo da 30 cm

250 gr di burro morbido
250 gr di zucchero a velo oppure lo Zefiro
200 gr di farina 00
50 gr di fecola o maizena
4 uova
150 gr di albicocche disidratate + 2 cucchiaini di farina
1/2 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale
aroma alla vaniglia (avevo mezza fiala)
Zucchero in granella

Innanzitutto il burro deve essere morbido, va tirato fuori dal frigo ore prima nel caso contrario o passate la ciotola (se di metallo) sopra al fuoco leggermente così una parte si scioglie e si amalgamerà meglio oppure mettete il contenitore qualche secondo in microonde..

quindi lavoratelo a pomata prima da solo in modo che diventi bello bianco, poi unite lo zucchero e continuate a montare fino ad ottenere una pomata appunto..io con la planetaria uso la foglia..
Unire le uova uno alla volta aggiungendo il successivo quando il precedente è ben amalgamato..aggiungere anche l'aroma..

fermare il mixer ed aggiungere tutta la farina setacciata con la fecola, il sale ed il lievito e riavviate finche si mescola bene..

tagliare le albicocche a dadini ed infarinarle..unirle all'impasto mescolando con un cucchiaio di legno..versare l'impasto nello stampo imburrato ed infarinato, cospargere di zucchero in granella e cuocere per circa 35-40 minuti a 180°..tenetelo d'occhio e se vedete che cambia colore sopra mettete dell'alluminio..dopo 30 minuti fate la prova stecchino e se esce asciutto è pronto..Il mio ha impiegato di più a cuocere ma come ho spiegato il mio stampo era piccolo..

PICCOLO SEGRETO:

alzi la mano chi non odia imburrare ed infarinare gli stampi..io faccio così..
metto un pezzetto di burro all'interno dello stampo (non silicone) e lo passo velocemente sopra alla fiamma tanto che cominci a sciogliersi poi con un pennellino lo stendo su tutta la superficie interna..lo metto qualche minuto in frigo e poi infarino..così si fa prima e meglio!



Finalmente un plum cake degno di questo nome!!!

martedì 28 settembre 2010

Couques..quei deliziosi dolcetti di Sfoglia..!


Non so voi, ma a me capita di ritrovarmi tra le mani dei libri che poi non riesco a mollare..uno di quelli che ti porteresti sempre in borsa per dargli un'occhiatina. nei tempi d'attesa..che metteresti in valigia anche se dove vai non cucini e che non finisce mai nello scaffale della libreria, ma rimane lì sempre a portata di mano...Magari non provi subito delle Ricette perchè ti piacciono tutte..ma proprio tutte e te lo leggi dall'inizio alla fine e poi ricominci..poi lo metti lì qualche giorno ma misteriosamente ti rifinisce in mano..Sono così tante le ricette che vorresti fare che non ti sai decidere per cui dopo mesi non ne hai ancora provata una per non far torto alle altre..Sono l'unica o vi capita lo stesso?..
A me è successo con i Libri delle Sorelle Simili ed ora con Frolla e Sfoglia di Michel Roux..per fortuna è anche di piccolo formato per cui si trasporta facilmente!!..
Insomma fatto sta che gira e rigira non sapendo da dove iniziare son partita da questa..che a dire la verità non è chissà cosa ma a volte non ci si pensa a fare dei dolcetti così facili..!
Avevo della Pasta Sfoglia in freezer fatta un pò prima dell'estate..era arrivato il momento di usarla..per cui una volta scongelata ho scelto 3 preparazioni dove poterla sfruttare..Questa è la prima..
Trattasi di dolcettini molto semplici da servire con il thè o anche con un buon caffè..per renderli più golosi di così si possono anche riempire di crema..!..Lo farò la prossima volta visto che questi son venuti molto bene!!..ATTENTI!!..uno tira l'altro quindi rischiate di ritrovarvi senza prima che sia pronto il the..!
Niente peso nella ricetta io ho fatto ad occhio..unica cosa vi serve la sfoglia in panetto perchè va stesa a mezzo cm di spessore..




COUQUES DI MICHEL ROUX

Ingredienti:

Pasta Sfoglia in panetto o stesa a mezzo cm di spessore
Zucchero Semolato

Stendere la pasta ad uno spessore di mezzo cm. tagliare con una formina tonda dei dischi di circa 3-4 cm di diametro e posizionarli in una placca rivestita di carta forno..i ritagli si possono sormontare e ristendere. (NON impastare!).

nel piano di lavoro fare uno strato di zucchero di mezzo cm..man mano poggiarci sopra i dischetti e stenderli in ovali di circa 3 cm x 5 cm facendo in modo che lo zucchero penetri in buona quantità nella pasta..io a questo scopo ho usato un mattarellino piccolo lungo 12 cm..Riposizionare gli ovali nella placca con la parte zuccherata in alto..tenere la placca in frigo per 30 minuti..il tempo che il (MIO) forno arrivi a 200°.

Infornare a metà altezza ed abbassare dopo circa 5 minuti a 180°..
Nel libro è scritto di infornare a 180° ed abbassare a 170°..però so che la pasta sfoglia ha bisogno di una bella botta di calore per crescere e poi si abbassa per continuare la cottura quindi sono partita da 200° per poi abbassare a 180° sempre statico..

Nonostante fosse scritto di cuocerli per 7-8 minuti i miei hanno impiegato di più quindi vanno tenuti d'occhio e sfornati al momento giusto..Basterà regolarsi con il proprio forno!


Provateli sono facili e veloci e sopratutto buoni!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------

venerdì 24 settembre 2010

BISCOTTI AL CIOCCOLATO E MIRTILLI DISIDRATATI


Buongiorno carissimi..come state?...Io sono un pò sconsolata, ho fatto un colloquio di lavoro la settimana scorsa e speravo in una chiamata in questi giorni ma non è arrivata..ennesima attesa ed ennesima delusione...!!! (premetto che era una semplice domanda in un nuovo supermercato dove stanno assumendo a raffica!)..almeno stavolta hanno avuto la cortesia di volermi vedere per conoscermi...!..Le altre volte manco un cenno che hanno preso visione del curriculum, sì perchè ora si viaggia a curriculum, è più comodo basta buttarlo nel cestino nel momento che hai girato le spalle!!..come sempre sarò stata scartata per l'età..c'erano altre persone quel giorno e tutte sotto i 30 anni, quindi merce più appetibile economicamente parlando..

Chissà perchè nel mondo del lavoro una donna di 40 anni non serve più a niente..ti va bene se sei in mobilità o cassa integrazione e con contratto a termine, altrimenti...passi lunghi e ben distesi...Che schifo..sono proprio amareggiata..!!!..
Sto cercando lavoro da molto tempo e ricevo spesso porte in faccia..vuoi per l'età, perchè non sono in mobilità, perchè magari non ho esperienza in quel campo e figurarsi se si mettono ad insegnare, perchè sono donna ecc..Ma che dovrei fare?..Meglio che sto zitta potre arrabbiarmi sul serio e dire cose che sarebbe meglio tacere!!!

Come ad esempio che dopo aver avorato per 10 anni in un'azienda che è cresciuta anche grazie a me, al mio impegno e serietà ha ben deciso di voltarmi le spalle e cercare di sbattermi fuori rendendomi la vita impossibile per assumere delle care signore in mobilità che costavano meno..
Ed il caro titolare (uomo senza palle) ha incaricato la mogliettina di stressarmi la vita al punto di costringermi a lasciare la Ditta...e pensare che mi avevano pure fatto la festa di Anniversario dei 10 anni!!..l'Undicesimo non lo considero, è stato un inferno..!!Questo per dire chele pressioni si possono ricevere anche da Donne...e sono ben più Bastarde degli uomini!!!..BASTA!!!!

Ma passiamo oltre non voglio rompere con le mie paranoie e consoliamoci con questi deliziosi biscottini...!
Mi piacerebbe ogni tanto fare dei dolci con lamponi, mirtilli e more fresche ma come ho già detto più volte hanno prezzi proibitivi..sono arrivata a pagare 4 euro 100 gr di lamponi...mi son detta MAI PIU'!!!..se non altro per principio...!!
e così l'alltro giorno al supermercato..mica un negozio specializzato eh...mi è caduto l'occhio su una serie di confezioni di frutta disidratata di tutti i tipi..come non approfittarne..per cominciare ho preso delle albicocche e dei Mirtilli che ho usato qui e che ho scoperto essere deliziosi..ottimi sostituti dell'uvetta...!..e con quel rosso vivo stupendo!!





BISCOTTI AL CIOCCOLATO E MIRTILLI DISIDRATATI

Ingredienti per circa 40 biscotti:

80 gr di Zucchero Semolato
80 gr di Zucchero di Canna
120 gr di burro morbido
210 gr di farina
2 cucchiaini di lievito in polvere
1 uovo
120 gr di gocce di cioccolato
80 gr di Mirtilli disidratati

Lavorate il burro morbido a pomata finche diventa bello bianco, poi unite gli zuccheri e continuate a montare..poi aggiungete l'uovo.

Ora con un cucchiaio di legno unite tutta la farina di colpo setacciata con il lievito e mescolate bene..infine unite il cioccolato ed i Mirtilli..

Se l'impasto si è ammorbidito mettetelo mezz'ora in frigo..poi formate delle palline di circa 2-3 cm di diametro e posizionatele in una placca ricoperta di carta forno..tenete conto che cederanno e quindi non mettetele troppo vicine..

Infornate a 190° per 12-15 minuti circa..controllatele a vista, dipende molto dalla grandezza che le avete fatte..mettete la placca a metà altezza..
appena sfornati i biscotti sono morbidi quindi non toccateli....lasciateli raffreddare bene...!




provateli sono molto friabili e gustosi!..Ottimi!!



Oggi pomeriggio e domani sarò di Vendemmia quindi non credo ci sentiremo..Vi auguro BUON FINE SETTIMANA, ci vediamo Lunedì!!

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

mercoledì 22 settembre 2010

Torta di Mele Caramellate al profumo di Vaniglia



Buongiorno a tutti, siamo a metà settimana ed ormai anche Settembre sta per finire...mese dai mille colori, delle vendemmie, dei fichi, delle pere e delle torte di mele...Sì perchè questo è il periodo in cui si sfornano torte di mele a bizzeffe, di tutti i tipi, formati ed abbinamenti..tutte meravigliosamente buone..!!
Oggi ve ne voglio proporre una che ho trovato chissà dove ancora qualche anno fa..scritta in un foglio ancora nei tempi in cui manco sapevo da dove si accendesse un computer..e forse ancora non si vedevano le digitali!..

lunedì 20 settembre 2010

Al di là del mare.......un altro mondo!



SONO STATA ALLE MALDIVE!!!!!.............noooooooooo!!!..ci credete???.....ma daaaai...!!!cioè sì ci sono stata, ma ben 7 anni fa!!...però dai che questa foto potrebbe trarre in inganno...o nooo???
Ve l'avevo promesso circa un mese fa quando tornata dal mare avevo accennato ad una gita in barca..Ed eccomi qua con la Prima puntata, sì perchè scegliere tra circa 300 foto quelle che mi sembravano adatte e che rendessero l'idea non è stato facile..e ce ne sono così tante che vi vorrei raccontare e mostrare tutto..!..Ma andiamo con ordine..

Ad Agosto sono stata in una nota località di mare Veneta che è Caorle...del mare si sa ci dobbiamo accontentare però c'è un centro che è veramente carino, colorato e tipico che assomiglia un pò a Burano..con tutte quelle casettine colorate, le viette piccole e strette...bello bello...!!
Abbiamo però voluto fare una cosa diversa per rompere la monotonia della vita di mare..che veramente alla lunga stanca un pò e così il mio Capitano è riuscito a noleggiare una barca...Barca???..bagnarola direi..e va beh mica potevamo pretendere uno yacht!!..comunque con questa barchetta siamo partiti armati di tutto ciò che serviva per una giornata fuori e qualche santino!!..hihi!!..Sì perchè, tra di noi nessuno aveva mai guidato una barca e non sapevamo cosa ci aspettava..è stata una grande avventura fatta di tante figuracce e risate..una giornata splendida che ci ha portato alla scoperta di un mondo diverso fatto di natura, flora , fauna e silenzio...Oltre il mare, sì perchè proprio oltre il mare, verso l'interno c'è la laguna ..Uno spettacolo che mai ci saremmo aspettati..




Ma insomma una volta saliti a bordo..bordo..ehehe!!.va beh, bordo!!..già è iniziata l'impresa di uscire in retromarcia da quei 2 pali che tengono legate le imbarcazioni...Sembra facile, ma la barca non è come un'auto che dove vuoi farla andare va..lei galleggia e se c'è un pò di corrente non gira affatto dove vuoi, col cavolo!!!..se non sai come si fa..Insomma spingendo da una parte e dall'altra siamo riusciti a venirne fuori intatti ed a dirigerci verso l'uscita della darsena a velocità ridottissima..tutti tranquilli che tanto di questo passo non ci si fa male!!...Ma ecco che una volta fuori, tutta manetta e si corre verso la destinazione stabilita...Ma che si corre..questa non va avanti, tra un pò scendiamo e spingiamo..!!..ma nooo dai, che tra una risata e l'altra siamo arrivati all'entrata della laguna in fondo a Caorle, all'inizio di Bibione...passando davanti a tutta l spiaggia ..che strano vederla da qua!!..
Una volta entrati è iniziata la nostra avventura...tra paesaggi diversi e colori dalle sfumature più varie..La prima foto infatti raffigura i contrasti tra cielo e mare con il verde della natura ed una sorta di capanna che non è altro che un "garage" per le barche!

Nella seconda foto invece una spiaggia ancora selvaggia, splendida alla quale si arriva solo in barca o a piedi partendo da Bibione..praticamente deserta..qui non ci siamo avvicinati..nonostante si potesse arrivare a 10 metri abbiamo rischiato di insabbiarci e quindi onde evitare di interrompere subito il nostro viaggio abbiamo deciso di starne alla larga ed ammirare il luogo a debita distanza!



Lungo il percorso abbiamo incontrato varie cose particolari come questo veliero bellissimo con tanto di bandiera dei pirati, peccato non avesse le vele issate..



Il famoso "garage" da varie angolazioni..



E qualche immagine della natura di questo posto...davvero ci sembrava di essere arrivati in un altro mondo e pensare che a poca strada verso il mare c'era invece il caos..spiagge gremite di gente, ombrelloni colorati ecc..Invece qui..il silenzio!..a parte qualche altra imbarcazione che si incrociava ma senza fare troppo rumore visto che si deve rispettare una velocità di 5 nodi..









Solo a riguardare queste foto mi sembra di rivivere il silenzio di questi posti..








Ogni tanto si incontrano dei villaggi con case particolari con tetti fatti di canneti..I famosi Casoni dei pescatori..Bellissimi!!





Come non ammirare gli aironi, o un famigliola di cigni..degli anatroccoli, i gabbiani l'unica cosa che mi è dispiaciuta è stata quella di non avere un obbiettivo in grado di zoommare come si deve..però dai mi accontento..Queste sono le mie prime foto di paesaggi in manuale ed io ne sono soddisfatta nonostante gli errori...










Questa è una parte...spero di non avervi annoiato...alla prossima vi voglio parlare di questo splendido ristorante qui sopra.....

VI ASPETTO!!

giovedì 16 settembre 2010

Giocando con le forme...IL PAN BRIOCHE!!!


Toc..Toc...si può???...eheh..pensavate fossi sparita?..Nooooooo..è cheee..sapete che mi piace andare in giro e visto che ormai l'estate è agli sgoccioli ne approfitto un pò per stare fuori casa..
L'inverno poi sarà lungo e di tempo per stare rintanati ce ne sarà molto...!
Quello che vi voglio proporre oggi è un altro lievitato dolce...ancoooooraaa!!! Direte voi..eh già..ehehe!!..Confesso che alcune di queste foto le avevo già postate su FB tempo fa..poi rifatto e rifatto ancora..perchè è troppo buono..eh ma si sa..vista la fonte..Sì perchè è proprio da lui che ho copiato..!!..Scusate le tante foto, ma volevo mostrarvi in quanti formati si può fare...Ricordo che è una base alla quale poi con l'aggiunta della Pasta Sfoglia si possono fare i Kranz..cosa che farò mooolto presto!!..Guardatevi i 3 video perchè sono molto interessanti..
Lui dice che questo impasto una volta pronto si può tenere in frigo anche fino al giorno dopo..
Vi do la dose da 500 gr di farina giusta per fare 2 stampi da 25 cm non molto alti oppure uno bello pieno e delle briochine..ma andando avanti vi spiegherò come ho fatto..



PASTA BRIOCHE (Impasto Base)

Dose per 2 stampi da 25 cm circa:

500 gr di farina forte (Manitoba del Super)
80 gr di latte
180 gr di uova (3)
70 gr di zucchero
180 gr di burro morbido
15 gr di lievito
7 gr di rum
1/2 bacca di vaniglia
7 gr di sale
scorza di limone (1/4)
15 gr di Miele

Panna e Tuorlo per pennellare

Prima di tutto preparate in una ciotolina a parte gli aromi, quindi..rum, miele, i semini della vaniglia, la scorza di limone grattugiata..in questo modo si insaporirà di più..

Mettete nella ciotola dell'impastatore la farina, il lievito sbriciolato e lo zucchero..avviate con il gancio ed aggiungete tutto il latte (freddo se la stanza è calda)..le uova leggermente battute a parte un pò alla volta e lavorare per almeno 5 minuti...

Unire il burro morbido un pò alla volta facendolo assorbire fra un passaggio e l'altro...aumentare a metà velocità, unire gli aromi edinfine il sale..lavorare fino ad ottenere un impasto liscio, amalgamato ed incordato..

Mettete sul tavolo e date un giro di pieghe come ho fatto qui...(si chiama pirlare)..rimettere in ciotola e poi in frigo per un'ora o fino al giorno dopo se l'avete fatto la sera..

Togliere dal frigo e formare a piacere..se è stato tutta la notte tiratelo furi un'oretta prima e dategli il tempo di ambientarsi...
Mettete a levitare fino al raddoppio circa 2 ore e mezza coperti..(ovviamente dipende dalla temperatura ambiente)!..e si cuociono a 180°-200° per circa 25-30 minuti..

Una raccomandazione..non abbiate fretta..i lievitati vanno fatti con calma, quindi non pensate di fare gli impasti in 5 minuti...

LE FORME

dunque come detto sopra ho fatto varie forme..
La prima volta ho fatto delle palline e messe nello stampo come qui..ogni pallina pesava 60 gr quindi ci voglio 600 gr di impasto per fare una forma bella piena...Si vede nella seconda foto in alto e nell'ultima qui sotto..
Inoltre ho fatto anche un intreccio come fotografato sotto e farcito con marmellata..vedere fette nell'ultimo collage...
Poi ho fatto delle semplici palline spolverate di zucchero...
La seconda volta altro intreccio vuoto ed una treccia messi entrambi negli stampi...
Si spennella con tuorlo e latte in pari peso prima di infornare..io ho anche cosparso dello zucchero semolato in alcuni..



Intreccio e treccia prima e dopo la lievitazione....


Intreccio particolare ma d'effetto....


i 2 Pan Brioche vuoti....


Delle semplici Briochine....






Come sempre io taglio a fette e congelo, ma per un paio di giorni rimane comunque
soffice soffice..PROVATELO!!!

AGGIUNTA DEL 15 novembre 2010: questa pasta Brioche si usa in molti modi, con aggiunta di Burro per sfogliare diventa Pasta Croissants e con Pasta Sfoglia si usa per fare i Krantz ecc..

CIAO CIAO!!!!

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------  

lunedì 13 settembre 2010

Ma come si fa se lo stampo è di misura diversa o se è di forma diversa??..



Buongiorno a tutti questo è un post particolare, nessuna ricetta semplicemente un programmino che spero sia utile a molti di voi..
Spesso ricevo mail dove mi si chiede una conversione degli ingredienti a seconda della misura degli stampi o se invece di rettangolare è rotondo e viceversa..

Vi spiego come fare..

-Cliccate sul link, (https://docs.google.com/file/d/0B9oLZ46Cb7zoWmFnTlpGTFY2bGM/edit)  vi si aprirà una pagina di google docs con 2 immagini, una grande nel mezzo ed una piccina.
-cliccate sulla freccetta che trovate sopra a quella piccina, si aprirà una finestra in cui dovrete cliccare su Salva. Salvatelo nel vostro pc dove volete.
-Quando vi servirà apritelo, vi ritroverete con una tabella excell..
-Inserite la quantità di ingredienti della vostra ricetta nella riga corrispondente compreso il diametro dello stampo per cui serve ed il diametro che vi servirebbe..
-cliccate sulla casella viola e per magia vi usciranno gli ingredienti necessari..

Se invece vi serve convertire da rotonda a rettangolare usate lo schemino di fianco..
RICORDATE DI NON SALVARE QUANDO CHIUDETE LA FINESTRA.

tenete lo schemino sempre comodo..lo potrete usare all'infinito..

Spero vi sia utile..Ciao e Buon Lunedì!
P:S: immagine presa da google, se infastidisce qualcuno la elimino subito.
IN DATA 25/06/2013 Ho dovuto fare delle modifiche perchè non funzionava più e nemmeno nel blog di chi l'ha creato. se per caso non funziona fatemelo sapere.

Per chi ha Iphone o Ipad Apple ha creato un App apposita.. da provare!!
QUI il link!!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

giovedì 9 settembre 2010

Muffins di panna al profumo di fava tonka e frutti di bosco....E pace fu fatta!


Ammetto che generalmente le ricette che riportano dosi che parlano di cucchiai, bicchieri, vasetti, spoons, the spoons, tabs ecc. non conquistano la mia simpatia..sarà che la mia perfezione maniacale delle quantità oltrepassa il buonsenso del vedere se un impasto va bene o meno..Inoltre spesso trovo scritto..un bicchiere di, un bicchierino colà...ma che vuol dire..oppure un tazza e mezza di ... avrò 10 tipi di tazze diverse..quale dovrei usare??..forse una per tipo..!!bah..!!

Ecco perchè non faccio spesso i Muffins pur piacendomi moltissimo, infatti nei ricettari americani ci sono sempre questi metodi di misurazione..Non che non abbia quel ciampino fatto di vari misurini, ma niente da fare è più forte di me!

Come detto sopra io adoro i Muffins ed ammetto che anni fa avrò provato 5-6 volte a farli ma puntualmente finivano nella spazzatura..praticamente immangiabili..non capivo perchè riuscivo a fare altri tipi di dolci anche più elaborati ma questi fetenti dolcetti non ne volevano sapere..Dopo che una mia ex collega di lavoro un giorno arrivò con un vassoio pieno di pirottini bombolosi dicendomi che aveva buttato tutto nel mixer decisi di dichiarare guerra e di capire cosa sbagliavo..

Eh sì che mettere gli ingredienti secchi in una ciotola, i liquidi in un'altra e mischiarli non richiede certo una laurea..cercavo perfino di rubare qualche tecnica dai film americani..Che rabbia vedere una casalinga già bella truccata, pettinata in tacchi e tailleur mescolare 2 cose buttate a caso in una terrina e servire dei Muffins degni di un'invia pazzesca!!!..No no...non era possibile..

Cosa sbagliavo?...a differenza di altri impasti i Muffins non si devono mescolare troppo..ecco qua..vengono benissimo pure se c'è qualche grumoletto di farina...ed io che mi dannavo per rendere quella miscela pastellosa bella liscia e più non mi riuscivano e più io mescolavo, sbattevo, frullavo!!!...Ok...da allora..pace fatta!!

Ma dopo tutte queste chiacchiere passiamo alla ricetta di oggi..Non è una vera e propria ricetta di Muffins, ma il ragionamento quello è..Ingredienti a casaccio, si butta tutto nella terrina e si mescola..si divide negli stampini e si cuoce..!..Detto fatto...facile e veloce..il tempo che l'impasto è bello e pronto ed il forno ancora sta strimpellando cercando di decidere se deve o meno raggiungere la temperatura impostata!

Proposta in versione Torta grande QUI io ho invece deciso di fare delle monoporzioni che poi ho farcito con marmellata ai frutti di bosco..come??..ehehe..anche qui un'avventura...sì perchè la marmellata ai frutti di bosco contiene i semini e perciò tende ad intasare le bocchette della sac à poche uscendo da tutte le altre parti..!!!

Altra cosa..ho aromatizzato l'impasto con una grattatina di fava tonka che adoro sempre più e che ha esaltato il sapore della farcitura lasciando un profumo in casa fino al giorno dopo..
Si può sostituire con della vaniglia o altro..


MUFFINS DI PANNA AL PROFUMO DI FAVA TONKA E FRUTTI DI BOSCO

Ingredienti per 12 muffins:

10 cucchiai di farina setacciata
1 bustina di lievito setacciato con la farina
1 pizzico d sale
10 cucchiai di zucchero
200 ml di panna
3 uova
1 grattatina di fava tonka o altro aroma
latte q.b. se serve..
Marmellata ai frutti di bosco
zucchero a velo

Esecuzione difficilissima..

Buttare tutti gli ingredienti in una ciotola capiente, mescolare con un cucchiaio di legno fino a togliere i grumi giusto 2 minuti circa, se fosse necessario consiglio di aggiungere un paio di cucchiai di latte... dividere negli stampini e cuocere per 25 minuti circa a 180°..
Il termometro interno del forno segnava 210°..ho abbassato a 180° appena infornato lo stampo...Sono cotti quando sono colorati o quando inserendo uno stecchino esce asciutto e pulito...

Una volta raffreddati con la bocchetta per riempire i bignè fare dei buchi sulla sommità dei dolcetti ed iniettarvi la marmellata appena intiepidita per renderla più fluida usando sacca e beccuccio piccolo...una spolverata di zucchero a velo e via



Ovviamente non aspettatevi delle tortine paradiso..questo impasto tende ad essere un pò asciutto se non lo farcite..ma è molto buono e come visto facile e veloce..del resto anche i muffins si comportano allo stesso modo tanto che nei ricettari che ho io si consiglia la congelazione..

Questi li potete decisamente preparare prima di colazione, dopo esservi truccate e pettinate, vestite di tutto punto con tanto di tacchi...eheheh!!


QUI potete acquistare la Fava Tonka..


martedì 7 settembre 2010

Coppa allo Yogurt greco, noci e latte condensato




PEPPERE-PEEE PEPPEREPEPPEE!!..Siamo arrivati al giorno fatidico..
Il secondo Anniversario di Menta e Cioccolato e la proclamazione del Vincitore della Raccolta SUMMER CAKES..

Sia chiaro, è stata un'estrazione quindi niente a che fare con la migliore ricetta o quella che preferisco oppure quella che mi sta più simpatica..ehehehh!!!

Ma prima permettetemi 2 paroline...o anche meno, a dire la verità volevo scrivere tante cose ma quasi quasi sono emozinata e non mi viene più niente!..Era meglio se questo discorso lo scrivevo un mese fa!!..Mi sarebbe venuto più facile!

lunedì 6 settembre 2010

In trepidante attesa di.............




Buonaseeeera..scommetto che siete in trepidante attesa..!!

Quale ricetta avrò estratto e rifatto per festeggiare il blog compleanno??..

Vi tocca aspettare fino a domani..intanto vi anticipo che è buonisssssssima!!!!....

A DOMANI!!!

venerdì 3 settembre 2010

Pane dolce con l'uvetta...Quella voglia di sapori d'altri tempi......


A volte capita di aver voglia di sapori e consistenze di altri tempi..

L'altro giorno ad esempio avevo impastato la pizza e stava lievitando, però qualcosa mi mancava, avete presente vero??..avevo voglia di qualcosa di diverso..di buono..qualcosa che mi riportasse indietro con gli anni..Ricordo che quando ero bambina in un panificio del mio paese c'era un pane con l'uva di un buono incredibile, soffice, morbido, gustoso e con una crosticina di zucchero buona buona!..da anni non ho più l'occasione di mangiarlo..!!..Ovviamente la ricetta va a trovarla tu...e dove??..Mica posso andare lì, vedere se c'è il pane e chiederla..

Quindi visto che io sono come quelli di Vicenza che si dice "se non ce n'è si fa senza!"..ho pensato di provare a farmelo partendo da un'altra ricetta che mi piace moltissimo..
..non ho inventato nulla, ho solo aggiunto uvetta ad un impasto già fatto!..
Perciò il forno lo dovevo accendere comunque..mi sono fiondata in cucina, ho preso i miei ingredienti, l'uvetta..ed ho impastato..

Dopo un pò mi son resa conto che l'avrei infornato ben dopo la pizza e non avevo nessuna voglia di fare notte..quindi dopo un'ora circa dalla prima lievitazione ho messo l'impasto in frigo..La mattina dopo un paio d'ore a temperatura ambiente per dargli modo di rinvenire, stesura in placca, altra bella lievitazione e cottura..

Risultato?..un pane dolce..o forse dovrei dire focaccia.., con l'uvetta morbida come volevo io, con la crosticina zuccherosa e sopratutto buonissimo..!!!..Qui non ci sono uova..ma voglio sperimentare prossimamente un altro impasto che le preveda..!..Intanto vi propongo questo che per chi ha allergie o intolleranze alle uova appunto va benissimo..
A proposito.ne avevo avanzato un pò..conservato in un sacchettino di nylon la mattina dopo era ancora morbidissimo...!




PANE O FOCACCIA DOLCE CON L'UVETTA

Ingredienti per una placca di 25x35 cm circa:

500 gr di farina forte*
220 gr di acqua tiepida circa
4 gr di Lievito secco (o 12 gr Lievito di Birra)*
100 gr di Burro morbido
7 gr di sale
50 gr di zucchero
120 g di uvetta

+ per la superficie:

180 gr di zucchero di Canna
80 gr di Burro circa

*riguardo alla Farina, se usate la Manitoba del Supermercato tagliatela al 50% con 00 specialmente se non fate il riposo in frigo e se usate più lievito.
*riguardo al lievito, io ne ho usato mezza bustina anche se la ricetta ne prevedeva molto di più..se potete mettetene anche meno di me ed allungate i tempi di riposo ne guadagnerete in digeribilità e durata del prodotto. Calcolate che una bustina di quello secco è come un panetto da 25 gr di Lievito di Birra

LAVORAZIONE

Lavare bene l'uvetta ed metterla in acqua per 15 minuti..poi scolarla ed asciugarla bene..

Impastare per qualche minuto nella ciotola farina, acqua, zucchero e lievito fino ad ottenere un panetto anche se non perfettamente liscio..unire il burro morbido ed il sale ed impastare bene..se fosse necessario unire ancora qualche goccia d'acqua..

Prendere il panetto, tagliarlo in 4 pezzi, stenderlo in 4 dischi, non importa che siano precisi.fare una colonna composta da un disco, un pò di uvetta, un altro disco, ancora uvetta ecc fino a finire tutto..Come insegnano Le Simili QUI..poi amalgamate il tutto..così avrete l'uvetta mescolata in modo regolare nell'impasto..

A questo punto mettete il tutto in una ciotola, coprite con del nylon e lasciate lievitare..fino al raddoppio se procederete nella preparazione in giornata oppure per un'ora e poi passare in frigo fino al mattino dopo..

Il Mattino dopo portare a temperatura ambiente un paio d'ore..stendere in una placca foderata di carta forno, coprire sempre con nylon e lasciare raddoppiare per bene..

A questo punto fare dei buchetti con le dita inserendo dei pezzettini di burro come qui..coprire con lo zucchero di canna ed infornare per 20 minuti a 200°..controllare ovviamente il proprio forno in modo che la crosticina sopra non indurisca troppo..

Una volta sfornato raffreddare su una gratella..




Nel frattempo....

BUON FINE SETTIMANA!!!

mercoledì 1 settembre 2010

Per una colazione buona e genuina le Brioches ai 5 Cereali




Ed eccoci qua..siamo arrivati a settembre..il mese della vendemmia, della riapertura delle scuole, dell'arrivo dell'autunno, insomma un mese che io vedo nei colori tra il giallino, l'arancio ed il verde sbiadito..forse per il colore delle foglie che si seccano e cadono dagli alberi..a dire la verità mi dispiace che l'estate stia per finire io soffro il freddo e solo l'idea mi fa rabbrividire, ma allo stesso tempo non vedo l'ora di poter ammirare tutte quelle sfumature tipiche di questa stagione..!
Cosa centra con la ricetta di oggi??...niente!..a parte il fatto che con l'arrivo del fresco viene più voglia di accendere il forno, di impastare, sfogliare ed andare di Lievito!!..ehehe..sapete che i levitati sono il mio debole..che ci volete fare..!Perdonatemi!..
Ieri è finita la raccolta SUMMER CAKES..è stata una lunga maratona della quale sono pienamente soddisfatta..ora tempo qualche giorno per sistemare il post, scoprire quale sarà la preparazione che riprodurrò e pubblicarla..e poi il PDF..ehehe!! qui ci vorrà un pò sia perchè le ricette sono tantissime e sia perchè devo trovare qualcuno che mi spieghi come farlo...ma arriverà!!
Ma andando al discorso "la ricetta di oggi" vi ho preparato queste brioches deliziose..!..giusto per cambiare gusto dalle solite normali brioches che non fanno certo schifo..anzi...!!..ma tanto per sentire un gusto diverso e magari sfruttare quella farina che devo finire!..



BRIOCHES AI 5 CEREALI

Ingredienti:

350 gr di farina ai 5 cereali
400 gr di farina Manitoba del supermercato
150 gr di zucchero
15 gr di lievito di birra
50 gr di latte
150 gr di acqua
3 uova
150 gr di burro morbido
7 gr di sale
raspatura di un limone

con questa dose io ho ottenuto 10 brioches da 70 gr + 7 da 100 grammi
con i pezzi da 100 gr ho fatto quelle con l'intreccio..praticamente con 70 gr ho fatto la pallina e con due pezzi da 15 gr ho fatto 2 rotolini che ho intrecciato sulla sommità e fermato sotto.

Impastare farina, lievito, latte ed acqua, unire lo zucchero e le uova con la raspatura di limone..per ultimi il burro ed il sale..
Lavorare bene fino ad ottenere un panetto bello liscio ed incordato..
Mettere a lievitare coperto con un foglio di nylon fino al raddoppio..circa un paio d'ore a seconda della temperatura dell'ambiente..

Dividere poi la pasta lievitata nelle pezzature volute, quelle con l'intreccio formarle subito....disporle sulla placca, coprire e lievitare fino al raddoppio..

per formare le decorazioni come quelle delle foto fare dei taglietti con una forbice (dopo la lievitazione) partendo da sopra e girando attorno ai panetti, praticamente la forbice sarà parallela al tavolo..

pennellare con latte, cospargere con zucchero ed infornare a 200°-220° per circa 15 minuti..
a metà altezza con forno statico..comunque regolatevi con il vostro forno..dopo 10 minuti guardateli sotto e se sono colorati sono pronti..
fate raffreddare su una gratella...





ottimi al naturale, con marmellata o quel che volete!!



Ciao alla prossima!!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


AddThis