"LA MAGIA"

Unire, mescolare, frullare montare pochi ingredienti e poi....puff!! dal forno escono dei dolci deliziosi!! Ecco...questo mi affascina ogni volta...! E non riesco a rinunciarci..!! Ogni volta rimango con il naso davanti al forno e vedo una massa più o meno densa trasformarsi... io la chiamo..."La Magia"!!!(MorenaR.)

venerdì 29 gennaio 2010

Dolce Vergogna Golosa alla Nutella!!!!!! Crostata di Sfoglia e Nutella!


Eh già, ve lo permetto questo dolce è vergognoso, non tanto perchè goloso e slurposo ma per quanto è banale e facile...però se capita di avere poco tempo e magari un pezzo di sfoglia da usare, oppure si ha volglia di un dolcetto veloce ma sfizioso è perfetto...!!! Quando si parla di Nutella tutto ciò che la circonda non è mai sbagliato..
Per cui...se vi gira la ciribiricoocola...fatelo!!!


CROSTATA DI SFOGLIA E NUTELLA

Ingredienti

300 gr circa di Pasta Sfoglia
2-3 cucchiaioni di Nutella
10 Amaretti sbriciolati o a piacere
2-3 cucchiai di Panna da Cucina o Fresca

Per la Pasta Sfoglia potete usare QUESTA oppure QUESTA velocissima da fare e molto buona oppure quella confezionata..
Stenderla ad uno spessore di 2 mm...foderare uno stampo da 11x22 cm...
Mescolare la Panna alla Nutella questo perchè altrimenti in cottura si secca ed indurisce così invece rimane cremosa....riempire lo stampo cospargere di amaretti tritati...



Poi con l'apposito attrezzo fare la griglia (ovviamente si può fare anche con le strisce come una normale crostata...coprire il tutto rigirando sopra i bordi che sporgono....
Infornare a 200° per 25 minuti....

Lasciare raffreddare e spolverare di Zucchero a velo ....


Più banale di così...hihihi!!...quasi quasi mi vergogno.....!!!Naaaaaaaaaaaa!!!!!

BUON FINE SETTIMANA!!!!!


 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

martedì 26 gennaio 2010

La mia pizza quasi integrale a lievitazione naturale!! ..EVVAIII!!!



Quando il gatto non c'è...i topi ballano...e direte ..che centra questo discorso con la Pizza???..assolutamente niente potrei dire, se non fosse che la settimana scorsa mio papà si è assentato per un paio di giorni ed io trovatami sola in casa con mia mamma ho approfittato per sperimentare alcune cosette ...Avendo ereditato un pezzo di Pasta Madre dalle Sorelle Simili non posso certo non cercare di instaurare un buon rapporo di amicizia con lei...da quando mi è stata regalata ho provato alcune cose con risultati più o meno soddisfacenti...(Panettoni a parte favolosi!!)...così mi sono messa in testa di fare l'impasto della pizza, con la ricetta che uso abitualmente ma con aggiunta di farina integrale ed ovviamente lievitazione naturale...la mia grande paura è quella di sfornare delle cose con retrogusto strano cosa che non è successa nè con questa pizza nè con le brioches che dovrò rifare e postare., sono venuti infatti molto buoni, ma per la mia solita fretta non li ho lasciati gonfiare a dovere, quindi ho tutta l'intenzione di aggiustare il tiro da queto punto di vista!!..Unico mio difetto appunto è l'impazienza...non riesco a convincermi che devo far lievitare per molto tempo gli impasti con PM...
In questo caso ho veramente cercato di NON avere fretta ed ho lasciato tutto il tempo che serviva all'impasto per crescere a dovere...Io l'ho fatta bassa, anzi ne ho fatte 2, con questa dose infatti mi vengono 2 pizze basse su placche di cm 26x36 ma basterebbe farne una su una normale placca da forno per averla più alta....
Con mio grande stupore ieri sera ne ho scongelati dei pezzi e li ho scaldati in forno, incredibilmente è piaciuta molto anche a mio papà!!!!!( Qui spiego i problemi che incontro spesso quando preparo qualcosa!!)..ed allora, dovrò per forza replicare!!!!

LA PIZZA SEMI-INTEGRALE A LIEVITAZIONE NATURALE

Ingredienti per la pasta
230 gr di Lievito Naturale
100 gr di farina Integrale
250 gr di farina 0 o Manitoba del Supermercato
180-200 gr circa di acqua
50 gr di olio
10 gr di sale

Farcitura
Passata di pomodoro
mozzarella (io 200 gr)
prosciutto
funghetti trifolati
sale, pepe, olio EVO,Origano


ho usato il lievito madre che avevo rinfrescato 2 volte (sempre per la mia paura di retrogusti)..
ho usato la macchina del pane per impastare...
sciogliere il lievito nell'acqua tiepida poi unire tutti gli altri ingredienti ed avviare il programma impasto...risulterà piuttosto molliccio, ma va bene così...mettere poi l'impasto in una ciotola unta coprire con della pellicola e lasciare lievitare per 4 ore circa o fino a che non diventerà più del doppio...
Versare poi l'impasto molto delicatamente nel piano di lavoro ben infarinato...dividerlo a metà e stenderlo nelle 2 placche (nel caso facciate 2 pizze)...Vi consiglio di guardare questo video molto interessante per la modalità di stesura...
una volta stesa la pasta coprire ancora e lasciare lievitare per almeno un'altra ora e mezza se volete una pizza più soffice oppure farcirla e cuocerla subito...
Preparare il pomodoro aggiungendogli un pò di sale, origano, una macinatina di pepe in grani un giro di olio d'oliva e mezzo cucchiaino di zucchero..tagliare a dadini la mozzarella...scolare i funghetti e farcire la pizza a piacere...
cuocere alla temperatura massima del forno (250° circa) per 8 minuti...controllare eventualmente sotto, deve cambiare appena il colore...
Naturalmente la farcitura è a piacere io ne ho fatta una con prosciutto e funghi ed una con il tonno....
Sono proprio soddisfatta!!!!!!
Come ha suggerito Antonella si può anche preparare l'impasto e stenderlo dopo 30 minuti poi lasciare lievitare per 4 ore circa...




giovedì 21 gennaio 2010

PANE AI CEREALI di Richard Ploner




Tra un esperimento e l'altro a lievitazione naturale devo continuare a produrre pane con lievito di birra onde evitare di ritrovarmi senza a causa del volo diretto in pattumiera di qualche ciofeca...
Avevo comprato una farina ai 5 cereali al mulino ed avevo una gran voglia di farne un buonissimo pane come quello che mi capita di mangiare quando vado in Alto Adige..cerca di qua e cerca di là non trovavo una ricetta che mi convinceva però ...poi mi è venuto in mente che avevo un libro proprio sul Pane scritto da Richard Ploner.."il Pane delle Dolomiti"...
Devo dire che è un bel libro, non complicato ed in questa mia prima prova le dosi sono state perfette...quindi replicherò con altri tipi di lievitati..ci sono anche ricette da fare con la MdP...

Come dicevo, avevo questa farina ai 5 cereali, poi ne avevo di integrale di frumento ed anche di Segale integrale, niente di meglio che sfruttarle tutte assieme...Ne è uscito un pane molto profumato e morbido con una crosta sottile appena croccantina..un pane che si adatta benissimo a formaggi, affettati ma anche ad altre preparazioni..
Tra gli ingredienti ci sono semi di cumino..io ne ho messi pochissimi nonostante tutto si sente appena l'aroma da finocchio che non a tutti piace, perciò potete ometterli nel caso non sia di vostro gradimento.
Riporto la ricetta come l'ho fatta io e non con la divisione dei vari tipi di cereali...



PANE AI CEREALI
di Richard Ploner

Ingredienti per 4 filoni

250 gr di farina ai 5 cereali
50 gr di farina integrale di frumento
50 gr di farina integrale di Segale
350 gr di acqua a 50°

250 gr di farina 0
12 gr di lievito di birra
80-100 gr circa di acqua tiepida
10 gr di sale
1 cucchiaino di zucchero
1 Cucchiaio di cumino (facoltativo)

Mettere in una ciotola le farine integrali e versarci l'acqua a 50°, per chi non ha il termometro, provare a metterci un dito, si sentirà appena scottare, ma sarà comunque sopportabile..
coprire e lasciare riposare per almeno 12 ore in luogo caldo...io l'ho fatto la sera prima..

dopo le 12 ore versare la farina 0 nella ciotola dell'impastatore o nel piano di lavoro, formare un buco nel centro, versarvi l'acqua in cui si sarà sciolto il lievito con lo zucchero....lasciare riposare per 30 minuti circa..

Spargere lungo i bordi il sale, mettere nel centro il cumino e la poltiglia di farine di cereali..cominciare a lavorare l'impasto con il gancio o a mano prendendo dentro la farina un pò alla volta..Lavorare bene fino ad ottenere una massa ben incordata ma morbida, con l'impastatore mi ci sono voluti circa 30 minuti, rigirando ogni tanto l'impasto..Coprire e lasciar lievitare per un'ora e mezza circa...dipende sempre dalla temperatura dell'ambiente..

Passato il tempo passare l'impasto nella spianatoia infarinatae dare qualche piega del 2 tipo come spiegato qui...Dividere l'impasto in 4 parti, arrotolarli e formare 4 filoni, disporli in 2 placche da forno...Coprire e lasciare levitare fino al raddoppio..

passato il tempo, fare dei tagli sulla superficie con una forbice, infornare a 200° con ventilato per 15-20 minuti dando una spruzzata d'acqua all'interno del forno oppure mettendo un pentolino d'acqua nei primi 5 minuti..

Lasciare raffreddare su delle gratelle....

Per poter fare la foto dell'interno sfruttando l'ultimo raggio di sole disponibile ho fatto una cosa che NON SI DOVREBBE MAI fare..l'ho tagliato ancora tiepido, infatti si vede che è umido, ma vi assicuro che tagliandolo da freddo è bello asciutto...


Come avete visto non è difficile ed è molto buono...è praticamente finito...




P.S. RICORDO che la quantità d'acqua non è obbligata in quanto dipende dalla capacità di assorbimento della farina usata...consiglio quindi di partire mettendone meno ed eventualmente aggiungerla poi se si vede che ne serve...

_____________________________________________________________________
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

lunedì 18 gennaio 2010

Torta di Linz - Linzer Torte..Ho fatto la Crostata di Nonna Papera!.



Ho fatto la Crostata di nonna Papera........e voi direte.."in che senso???"....ricordate le crostate di Nonna Papera?..erano sempre alte a cupoletta e belle pienotte...golose golose, lei le metteva a raffreddare sulla finestra e non si sa come spesso e volentieri sparivano!!!..beh non è che questa è sparita mentre raffreddava, però mentre cuoceva io che come scritto sopra rimango sempre con il naso davanti al forno la osservavo gonfiarsi ammirata!!! e ad un certo punto mi son detta:...."HO FATTO LA TORTA DI NONNA PAPERA!!!! TROOOPPO BELLA!!!!"..per me è sempre una "magia"...poi ovviamente si è assestata ma per me è rimasta bellissima...e poi buonissima!!!...è una Linzer Torte, famosa Torta Austriaca (dubito che nonna papera la conoscesse!!però...)la preferita del mio Anto....di versioni ce ne sono molte, io stessa una volta usavo un'altra ricetta, ma impazzivo nello stenderla e nel formare la grata sopra, forse ero più impedita io, non so, fatto sta che ho provato questa ricetta trovata in un favoloso libro comprato in Alto Adige e che ha le dosi perfette almeno fin'ora!!!
Posso dire che mi sono trovata benissimo, si stende l'impasto con una spatola e poi si fa la griglia con la sacca..non si sporca il tavolo, non serve il mattarello, non si sbriciola in giro...OTTIMO!!!!

MODIFICHE:in questo caso ho solo diminuito un pò lo zucchero ed ho messo Marmellata di Lamponi al posto di quella di Ribes o Mirtillo Rosso comprata a Dicembre in val Gardena...
non ho messo Chiodi di Garofano in polvere..nella ricetta sono previsti 250 gr di mandorle o nocciole, io ne ho messe un pò per tipo...
Andava spennellata con uovo prima di essere infornata io non l'ho fatto..
Ricordo che le foto piccole si ingrandiscono cliccandoci sopra...



LINZER TORTE

Ingredienti per uno stampo da 28 cm

400 gr di farina 00
250 gr di mandorle o nocciole tritate finemente (io 50 nocciole e 200 mandorle)
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale

300 gr di Burro morbido
300 gr di Zucchero (io 280)
1 presa di scorza di limone grattugiata
1/2 cucchiaino di Cannella (io 1 intero)
3 uova
1 Cucchiaio di rum (facoltativo)
1 bustina di zucchero vanigliato

300 gr circa di Marmellata di Lampone
Zucchero a Velo

mettere in una ciotola la farina setacciata, le mandorle, il sale ed il lievito e mescolare bene...
lavorare a pomata il burro, se usate la planetaria mettete la foglia e lasciatelo girare finche diventerà bello bianco e cremosissimo, consiglio di tirarlo fuori dal frigo molte ore prima, oppure "segretuccio" mettetelo nella ciotola e passatela sul fuoco qualche secondo, non importa se un pò si scioglie, poi montando si amalgama tutto..(io faccio sempre così se dimentico di toglierlo dal frigo)...Unite lo zucchero e lasciate girare ancora finche ritorna una crema..


Poi unite le uova, la scorza di limone, la cannella, lo zucchero vanigliato ed il Rum...fate girare ancora magari anche aumentando la velocità finche si amalgama bene...


Poi aggiungere tutta la parte secca, la farina ecc...e mescolare ancora bene bene..
a questo punto coprire e far riposare per 30 minuti, io ho messo la ciotola in frigo...
intanto preparate il vostro stampo imburrato ed infarinato...io ho usato la carta forno perchè volevo usare il mio bellissimo stampo nuovo (lo volevo da un bel pò!!)e non sapendo come reagiva non mi sono fidata, però ho fatto bene, è stato comodissimo toglierla una volta fredda senza doverla rovesciare..


Passati i 30 minuti versate 2/3 di impasto nello stampo e con l'aiuto di una spatola spalmate bene in modo omogeneo...coprite con una dose generosa di marmellata lasciando scoperto un cm di bordo..(scusate la foto sfuocata ma proprio non c'è stato verso!!)..
Ora mettere l'impasto rimanente in una sacca e con l'aiuto di un (utilissime quelle usa e getta!!) beccuccio liscio n. 5 oppure semplicemento tagliando la punta con una forbice formare il bordo e la griglia...

Infornare per 40 minuti a 180°

fate raffreddare bene , toglietela dallo stampo e spolverate di zucchero a velo...
io ho usato un cerchio regolabile, l'ho posizionato nel mezzo ed ho pennellato tutta la parte centrale con marmellata di albicocche setacciata e leggermente scaldata..poi ho spolverato con lo zucchero la parte esterna per dare questo effetto particolare.....

fatela il giorno prima, la gusterete meglio in tutta la sua straordinaria bontà!!


l'ho servita direttamente nello stampo in ceramica e vi assicuro che ha fatto la sua bella figura....


ne ho già in programma ancora una per un'altra cena...espressamente ordinata!!
Cottura perfetta, direi che questo stampo va meglio di quello che uso abitualmente con il fondo staccabile!!!



P.S. nella quantità di 2/3 viene un pò più bassa ma comunque ottima..ecco le dosi:
270 gr di farina, 170 gr di mandorle, 10 gr di lievito in polvere per dolci, 200 gr di burro, 200 gr di zucchero, 2 uova, sale, rum, scorza di limone, cannella a piacere..

 ---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 



mercoledì 13 gennaio 2010

Le Foccacine con l'uvetta e le gocce di Cioccolata!..Quando le mangio ritorno bambina!!


Quand'ero bambina ricordo che mia nonna mi portava in paese a fare spese..si andava a piedi lei non guidava..non era vicinissimo, c'era da sgambettare...una cosa che ho impressa è il freddo..non c'erano quei cappottini imbottiti di adesso e nemmeno le scarpe, i miei piedini diventavano pezzi di ghiaccio ed io tremavo come una foglia..Mi portava allora in una Caffetteria Pasticceria dove mi faceva bere una bella cioccolata calda..poi ci si fermava a comprare il pane e mi prendeva sempre delle focaccine con l'uvetta...
In una di quelle uscite pioveva e faceva un freddo incredibile..avevo i piedi bagnati ed ero infreddolita..ricordo che mi portò in un negozio e mi comprò un paio di scarpe nuove, la commessa sentendo quei 2 ghiaccioli mi massaggiò e riscaldò i piedi...se ci penso mi sembra di sentire ancora le sue mani calde...Una volta cresciuta non ho più mangiato quelle focaccine fino a quando non ho avuto l'occasione di fare queste che mi hanno riportato indietro nel tempo..!!
Ricetta delle mitiche Sorelle Simili...quando mai non ne azzeccano una!!!
Ho solo dimezzato il Lievito allungando i tempi di riposo...ma lo diminuirò ancora..

LE FOCACCINE

Ingredienti per 16 focaccine

750 gr di farina forte
200 gr di acqua
25 gr di Lievito
150 gr di Burro
25 gr di Strutto
100 gr di zucchero
8 gr di Sale
2 uova

150 gr di gocce di cioccolato
150 gr di uvetta

Ho usato la macchina del pane per impastare, ma voi fate come volete potete farle anche a mano o con una planetaria..

preparare il Lievitino mescolando 200 gr di farina, 125 gr di acqua ed il lievito sbriciolato fino ad ottenere un impasto liscio, passarlo in una ciotola..coprire e lasciare lievitare fino al raddoppio (circa un'ora)..

Passato il tempo mettere nel cestello il resto dell'acqua, il burro e lo strutto morbidi, lo zucchero e le uova, avviare il programma impasto..aggiungere man mano a cuchiaiate la farina rimasta (550 gr), il sale ed il lievitino..Lasciare impastare fino alla fine del programma, poi dare una leggera impastata a mano..


A questo punto bisogna aggiungere uvetta e cioccolato all'impasto, quindi pesarlo e dividerlo in 2 parti uguali..ogni parte dividerla in altri 4 pezzi, appiattirli ed impilarli uno sull'altro mettendo tra di loro l'uvetta ammollata e ben asciugata o le gocce di cioccolato...dare un'altra impastata finche non si otterranno 2 palle omogeneee...una al cioccolato ed una con l'uvetta..


Passare ogni palla in una ciotola diversa, coprire e lasciare lievitare ancora fino al raddoppio, circa 2 ore..
Dividere poi ogni impasto in 8 parti, formare le focaccine seguendo la spiegazione che ho messo qui..posizionarle nella placca, coprire con fogli di nylon e lasciare lievitare fino al raddoppio..(1 ora e mezza circa)..


Per accelerare questa operazione si può intiepidire il forno, spegnerle e metterle all'interno..
Quando sono pronte, toglierle dal forno e riaccenderlo ad una temperatura di 200°..io le spennello con latte e cospargo di zucchero semolato..
Cuocerle per 15 minuti a metà altezza..se si usa il ventilato cuocere a 170°-180°..






Anche queste le conservo in freezer e le riscaldo leggermente prima di mangiarle..sono ottime!!


---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


giovedì 7 gennaio 2010

Costine di Maiale e Verze


Vivendo con 2 persono ultra settantenni non posso cimentarmi in cucina quanto e come vorrei..le loro abitudini sono sempre le stesse, invariate da anni e sempre più noiose...!!
Non posso fare Pane che non sia ultra morbido e poco perchè se ne mangiano sì e no 2 pezzi a settimana (e che me ne faccio del Lievito Naturale!!)...i dolci solo ed esclusivamente soffici, niente crostate perchè le bricioline danno fastidio, niente frutta secca, non si riesce a masticare..niente questo, niente quello, solo le brioches della colazione a quelle sì!! e torte soffici tipo la Paradiso o giù di lì...ecco che per quel che riguarda la cucina vera e propria ho proprio le mani ma anche le gambe legate!!..Quello no è troppo duro, l'altro no non si mastica, l'altro ha poco gusto, è poco grasso...e perciò lascio perdere e mi limito a mangiare pasta a mezzogiorno rigorosamente al burro, al tonno o al ragù e la sera quel che passa il convento..spesso e volentieri ceno a latte e corn flakes...per fortuna nel fine settimana sono altrove e quindi il menù cambia, ma ovvio che non cucino io...mica posso appropriarmi di cucine altrui..!!..ogni tanto però (direi molto raramente) mi cimento comunque con qualcosa di diverso ma spesso non posto nulla perchè mi sembra che sia fuori tema nel blog..Ecco che così mi avvilisco, e mi ritrovo a pensare che alla mia età non avere una famiglia, una casa e dei figli da accudire è vergognoso ed umiliante e cado in giornate in cui spegnerei tutto e scapperei più lontano possibile!!!..ma poi tengo duro e queste giornate passano e tutto prosegue come prima......Pertanto ho pensato che per un pò rallenterò la mia produzione, ma questo lo penso oggi, domani chissà....

Questo è uno di quei piatti che ho fatto qualche mese fa e che ho tenuto lì se mi fosse venuta voglia di postarlo..l'avevo mangiato da mia cognata e mi era piciuto molto!!!..QUESTO piatto l'hanno mangiato volentieri...e meno male!!

Scrivo le dosi che mi ricordo, tanto è facile e basta un pò d'occhio..

COSTINE DI MAIALE E VERZE


Ingredienti:

10 costine di Maiale circa
1 carota
1 cipolla
sedano
2 cucchiai di passata di pomodoro
1 cucchiaino di farina
1/2 bicchiere di vino rosso
Brodo
sale e pepe
1 verza
80 gr di Parmiggiano grattugiato
olio e burro


Rosolare bene da tutti i lati le costine di maiale, salare e pepare..Unire il vino e lasciare sfumare..
Tagliuzzare a dadini le verdure ed unirle alla carne, cuocere un pò poi unire la passata mescolata con la farina..Coprire con il brodo e lasciare cuocere per circa un'ora e mezza...Intanto tagliare la verza a listarelle...Coprire la carne e lasciarla appassire per circa 20 minuti...
prima di servire dare una bella spolverata di Grana e mescolare bene..

Se usate la Pentola a vapore WMF fate tutta la preparazione iniziale, chiudete la pentola e portatela al 2° livello quindi abbassate il fuoco e cuocete per circa 20 minuti. Aprite, mettete la verza, richiudete eportate nuovamente in pressione. Cottura altri 3-4 minuti al massimo. Spegnete, sfiatate ed aprite.. Insomma in un'ora al massimo avete il pranzo pronto!






BUON APPETITO!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 

martedì 5 gennaio 2010

Torta Croccantina per il cenone della Vigilia...


Ecco la Torta che ho preparato per il cenone della Vigilia..Purtroppo le foto sono orribili, ma la decorazione è stata fatta di sera prima della festa e luci e contorni decisamente non erano idonei per un risultato soddisfacente!!...Pazienza, l'importante è che la torta fosse buona..!! ed infatti lo era..( mi spiace che manchi anche la foto della fetta, ma la serata era nel pieno dei festeggiamenti e non è stato possibile farla!!)..
Ovviamente ricetta presa da un forum ed è precisamente del Pasticcere Papum che è lo stesso della Bavarese all'Arancia e del Panettone a Lievitazione naturale..e che ringrazio perchè mette a disposizione le sue ricette e la sua esperienza inoltre è una persona molto disponibile!!

TORTA CROCCANTINA


Ingredienti per una Torta di 32 cm di diametro

1 Pan di Spagna di cm 28 fatto con 6 uova
1 dose di Croccantino alle Mandorle
1 dose di Crema Pasticcera
Bagna al maraschino
500 gr di Panna fresca
50 gr di Zucchero

Per la Ganasce Bianca di copetura
200 gr di Panna Fresca
400 gr di cioccolato Bianco

decorazioni a scelta di Cioccolato

Innanzitutto preparare il Pan di Spagna e farlo raffreddare bene, meglio il giorno prima così si taglia meglio..dividerlo in 3 strati..
Tritare una parte del Croccantino grossolanamente..
Montare la Panna con lo zucchero e mescolarla (tenerne un paio di cucchiaiate da parte) molto delicatamente in più riprese con la Crema poi unirvi sempre delicatamente qualche cucchiaiata di croccantino tritato..(qui si va a gusto personale..)
mettere nel fondo di uno stampo di 32 cm di diametro circa uno strato di pan di Spagna che sarà più piccolo..io uso i cerchi regolabili e sotto metto un foglio di carta Forno, (guardare qui..)
Bagnare con Bagna al Maraschino, spalmare metà crema facendo attenzione di riempire bene i bordi, dare una bella spolverata di croccantino tritato mettere un 'altro strato di Pan di Spagna, bagnare, l'altra metà crema, altro giro di croccantino, l'ultimo strato di Pan di Spagna, bagnare e coprire co la Panna avanzata..

Fin qui mi sembra tutto facile..ora lasciare indurire bene in freezer per qualche ora per facilitare lo stacco dallo stampo e la copertura con la Ganasce Bianca.
Una volta ben indurito toglierlo dallo stampo e rimetterlo in freezer in modo che non si ammorbidisca troppo...intanto preparare la Ganasce mettendo sul fuoco la panna, appena inizia a bollire spegnere ed unire il cioccolato bianco meglio se tagliuzzato prima, mescolare bene finché si scioglie..lasciarlo raffreddare un ..
posizionare la torta su una gratella con sotto un piatto più largo e della carta forno..colarci sopra la ganasce e farla scendere lungo i bordi aiutandosi con una spatola..fare attenzione che non sia troppo calda altrimenti si rischia di sciogliere la Panna sotto..Questa operazione è un delicata...se per caso si formassero delle piccole imperfezioni rimediare riscaldando un un coltello o spatola di metallo..riporre in frigo oppure proseguire con la decorazione attaccando i quadretti di croccante nei bordi, qualche pezzetto sopra anche se irregolare e le decorazioni di cioccolata fatti in anticipo...Passare nel piatto di portata...e conservarla in frigo fino al momento di servire..Per facilitare l'operazione del taglio delle fette immergere il coltello in acqua calda..

P.S. per rendere più facile l'estrazione della torta dello stampo ho usato dei fogli di acetato comprati in cartolibreria e tagliati alla stessa altezza dello stampo che ho messo all'interno dello stampo stesso lungo la circonferenza..il cerchio si è tolto perfettamente ed i bordi sono venuti perfetti senza che si attaccasse nulla..
come detto nel post precedente il croccantino non si scioglie facilmente sulla torta quindi si può preparare in anticipo anche la decorazione...il giorno dopo era ancora perfetto e secondo una prova fatta dopo 3-4 giorni iniziava appena a rovinarsi..



Molto molto buona!!..io direi che la prima parte cioè fino all'assemblaggio si può fare anche qualche giorno prima e conservarla in freezer completando successivamente con Ganasce e decorazioni...
Se per caso qualcosa non fosse chiaro chiedere pure...

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 


lunedì 4 gennaio 2010

Croccantino di Mandorle con Glucosio..





Innanzitutto come sono andate le vostre feste?...mangiato troppo?...a dire la verità io non ho esagerato nè nel bere nè nel mangiare visto che il mio bel Virus ha pensato bene di arrivare al momento giusto per non tentarmi in porzioni esagerate e rosicchiamenti di dolcetti, biscotti ecc.......

Come prima ricetta vi lascio questo buonissimo croccantino che ho preparato per il dolce della Vigila (che posterò a breve)..vi assicuro che è buonissimo ed usato come decorazione non si scioglie come capita per quello fatto con solo zucchero..
Con questa dose ho fatto dei rettangoli per il bordo della Torta di 32 cm di diametro e ne ho avanzato un pò da gustare così al naturale..

CROCCANTINO DI MANDORLE TRITATE CON GLUCOSIO


Ingredienti

100 gr di glucosio
500 gr di zucchero semolato
300 gr di mandorle tostate e tritate
50 gr di acqua


Innanzitutto tostare le mandorle in forno a 180° per circa 15-20 minuti..sono pronte quando spezzandole fanno un crack bello secco e dentro hanno leggermente cambiato colore...Lascairle raffreddare e poi tritarle grossolanamente..

Scaldare glucosio ed acqua in un tegame poi aggiungere un pò alla volta lo zucchero sempre mescolando..quando si sarà raggiunta la temperatura di 170° o comunque si sarà sciolto lo zucchero e sarà di un bel color biondo, togliere dal fuoco, unire subito le mandorle e mescolare bene..Versare il composto sopra ad un piano di marmo o in una teglia oliata..io uso anche la carta forno..coprire con un altro forno e poi appiattire con un mattarello fino ad uno spessore di circa mezzo cm...attenzione a non scottarsi!!
Tagliarlo subito in rettangoli o quadrati di 4x4 o nella forma voluta..
Conservare in luogo asciutto e riparato meglio se chiuso ermeticamente..



Per il momento è tutto...più avanti la Torta!!

---------------------------------------------------------
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di MorenaR. autrice del blog Menta e Cioccolato e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Copyright© all rights reserved.
------------------------------------------------------------ 
 

AddThis